Il tumore è un dono secondo Nadia Toffa?

Sta facendo incazzare un po' tutti l'uscita di Nadia Toffa che, in occasione dell'uscita del suo libro "fiorire d'inverno", ha definito il tumore "un dono", o meglio di come abbia trasformato una sfiga in un dono e di come "se ci sono riuscita io... ci possono riuscire tutti".

Tutti incazzati come bonobo in astinenza da 20 minuti si sono scagliati contro Nadia dandole della cialtrona, chi rinfacciando le ecatombi familiari causati dai tumori, chi alcuni lutti, ma più o meno all'unanimità tutti le rinfacciavano che non tutti sono "fortunati come lei" e ci sono rimasti secchi.

Ora, capisco che il clima odierno sia molto agitato, che molti sono stati colti dal morbo della scimmia impazzita, però cazzo fermarsi a comprendere il testo pareva brutto?
Ma doveva sembrare veramente orribile!

Cosa voleva dire la Toffa?
Basta leggere il post intero, e non limitarsi alle due righe demmerda a cui ti costringe twitter:



"Ecco qui Ragazzi, in questo libro vi spiego come sono riuscita a trasformare quello che tutti considerano una sfiga, il #cancro, in un dono, un’occasione, una opportunità. (frase incriminata)
A come riuscire a fiorire d’inverno cioè nel periodo più difficile dell’anno. La stagione più fredda quando tutti dormono, non vivono. Stanno chiusi. Aspettano. (Inizia a spiegarsi meglio)
E come invece abbia scoperto che questo sia diventato il momento più speciale e unico.
Una creatura, questo libro, nata nel periodo più difficile della mia vita eppure vi inonderà di gioia. Lo troverete pieno d’amore. “FIORIRE D’INVERNO.perché non ho mai sospeso la vita per la malattia, per il cancro e nessuno dovrebbe farlo (ECCO COSA CAZZO INTENDEVA DIRE, e certo che bastava fermarsi a leggere! Non vuole dire nient'altro che "NON ABBATTETEVI E CONTINUATE A SORRIDERE".). Ecco come ci sono riuscita io. 💪🏻 E se ci sono riuscita IO......CI può riuscire chiunque (A sorridere, a non abbattersi, a non andare in depressione, a smettere di fare qualsiasi cosa. Non a guarire, pezzi di coglioni. Nadia non sa ancora se è guarita, avrà a che fare con esami ancora per anni e rischia recidive, fra l'altro). Infatti sorrido ogni giorno di più alla vita. Strano eh?! Inaspettato direi. Aspetto di sapere cosa ne pensate della storia mia vita, raccontata in questo libro in cui c’è tutta la mia intimita’ in cui vi apro il mio cuore ❤️
un abbraccio fortissimo dalla vostra N. #buonagiornataatutti

#fiorireD’Inverno #inno AllaVita #nonSospendiamo la vita per colpa del #Cancro non diamogliela vinta 💪🏼 #sorridere sempre perché noi siamo più forti. #trasformare il#cancro in un dono è possibile #💪🏻"

Ci ha messo pure gli hashtag che vi piacciono tanto per spiegare meglio la sua idea: non sospendiamo la vita per colpa del cancro, non diamogliela vinta, sorridere sempre.

Come se questo non fosse sufficiente a comprendere qualcosa, poi rompono i coglioni con l'analfabetismo funzionale, nei commenti la Toffa ha risposto alle polemichette dei decerebrati indinniati spiegando ulteriormente la situazione:


"Offendono le persone che vivono di controlli e con la paura di recidive per questo cercano di vivere intensamente ogni istante."
Insomma, rischiando recidive o nuovi tumori (hanno una forte base genetica) la situazione può fare paura, o sbaglio? Quindi Toffa che ha fatto? Non si è lasciata prendere dallo sconforto e ha ricominciato a sorridere nonostante tutto, messaggio che può essere anche molto positivo visto che la depressione coinvolge anche la salute peggiorandola.

Si è espressa male? Forse, ma estrapolare una frase dal suo contesto ne stravolge spesso il suo significato. Sinceramente sono sempre più preoccupato del baratro in cui sta sprofondando la gente, seriamente. Se non capiscono un post così semplice c'è da domandarsi cosa possano capire di qualcosa di complicato.

Link

A deludermi di più sono stati quelli che fino l'altro giorno prendevano per il culo gli analfabeti funzionali e quelli che si indinniano per minchiate... ma veramente vi state comportando peggio di quella gente?
Pagine su pagine facebook che ironizzano sul nulla, ma ripigliatevi.
Oppure il cretino sono io che uso il cervello, perché vedo che spegnerlo e iniziare a non capire un cazzo porta ad avere un certo successo, mentre io probabilmente sarò sommerso dagli insulti delle centinaia di migliaia dei fan rincoglioniti di queste pagine (si, sono parecchio grosse).







2 commenti:

  1. Io condivido e sottoscrivo tutto quello che hai scritto! Tu mi conosci e sai cosa ho passato (fortunatamente non si è trattato di cancro, ma non si può dire che me la sia passata bene) e, soprattutto, sai come ho e sto reagendo. Mi fa strano che pagine razionali (che non taggo per pietà nei loro confronti) e i loro adepti stiano spalando merda sulla Toffa, senza soffermarsi a leggere tutto, ma concentrandosi su un'unica frase.
    E poi gli analfabeti funzionali sarebbero gli altri...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Risponde in modo arrogante!!1!"
      Ma davvero?
      "Scrive sgrammaticatah!11!"
      Cristo iddio ha avuto/ha un tumore al cervello e rompi i coglioni per come scrive?
      Sono caduti proprio in basso...

      Elimina