Zeb89, l'unico che non baciava il culo

Da qualche tempo, il simpatico (più o meno) youtuber sta facendo pubblicità a quella cloaca indegna di "social network" che è tsu.co "perché si guadagna".
Vediamo alcune cose che non vanno nella faccenda:

L'unico che non bacia(va) il culo


Lo slogan preferito del Zebbone era proprio la fierezza di non essere un baciaculi. Ma ultimamente pare lo stia facendo... e per due soldi fra l'altro.

Perché non ha parlato di tsu.co (che ricordo si pronuncia suco) "solo" in due video, ma ha fatto quello che mi pare si chiama "product placement" incollando il logo del social merdwork sul suo portatile (mostrato in video), su una bottiglia d'acqua (sempre apparso in video) e in diverse altre occasioni, tutto per promuovere quella porcheria (che è fortunatamente durata poco) di sito menzognero.

Sulla sua pagina facebook invece fa il fiero mostrando "la paghetta del mese di tsu":


Questo per invogliare i suoi follower a seguirlo su tsu. Questo perché ha preso un accordo con tsu stessa, lo ha detto lui stesso. Ma voglio fare delle considerazioni.

Quando alcuni gli fanno notare che lui guadagna grazie alla gente che lo segue, che non è poca visto che ha un nutrito seguito e pubblicizza a ripetizione, lui ribatte "la gente non mi segue perché sto su tsu, quindi è merito di tsu quello che guadagno".
No, infatti la gente sta su tsu per un solo motivo: guadagnare.

Non vedo altri motivi per stare su quella cloaca di social merdwork:
Brutto da vedere, con bannerini adsense manco fosse un semplice blog, non c'è una cazzo di chat e metà dei commenti ai tuoi post sono "seguitemi ricambio metto like a tutto wawawawawa voglio li SORD!!!11111!!11pigreco!111 virgola undici".
I post poi... metà parlavano di come tsu faceva guadagnare, gli altri erano roba riciclata da facebook.

L'utilità del sito? Il guadagno. Cioè 5 centesimi ogni mille view ai tuoi post. E per chi continua a sostenere che "meglio di nulla" invito a leggere le mie passate considerazioni sulla profusione di TEMPO impiegato e ritorno economico derivante.

Visto e considerato questo, passiamo ad analizzare i fatti:
200 dollari al mese: che a molti possono sembrare parecchi, per stare "solo su tsu come se fosse facebook". Peccato che, lo ribadisco, su facebook l'utenza trova te, mentre su tsu l'utenza la DEVI creare tu, facendo iscrivere gli altri e convincendoli a seguirti (con il classico "rikambio ti faccio kuatagnare 1 cent al mese!!11").
Peccato che vogliano 6 dollari di "costo di pagamento", su paypal.
Peccato che in euro diventino meno.
Peccato che abbia quasi 26500 iscritti e chissà quanti referal, tutti iscritti perché convinti che si guadagni grazie alle minchiate raccontate da Zeb.
Peccato che appunto abbia fatto tanta di quella pubblicità...

Un minuto di silenzio per il povero
ventilatore bistrattato da Zeb
Ragazzi, la pubblicità si paga. Sempre. Se non fai pagare la pubblicità o stai facendo un favore ad un amico o sei un coglione.
Facciamo un piccolissimo esempio: avevo alcuni blog con cui lavoravo in certi argomenti, blog di nicchia e con non troppo seguito, uno faceva un centinaio di visite al giorno (molto meno in confronto a questo, ad esempio). Ebbene, tramite un'agenzia riuscivo ad ospitare dei post sponsorizzati che fruttavano ciascuno 60 euro. Ci siamo?
Quanto si sarebbe fatto pagare Zeb, con i suoi 211 mila iscritti? Per due video in cui ne parlava direttamente, altri che non ho contato in cui faceva product placement e tutta la pubblicità sui social?
Non so il tariffario, ma con un seguito simile se vuoi farti sponsorizzare da uno youtuber credo che 500 euro siano realistici (magari qualcuno che lavora nel campo può darmi una informazione più dettagliata)se non pochissimo, visto che un bloggerello di nicchia come il mio e la mia faccia ne valevano 60 a botta.

Quello che voglio dire è che se Zeb non si è fatto pagare i video ma si è accordato in maniera cialtronesca per avere i semplici guadagni di cinque centesimi ogni mille view (a cui chiunque serio sputerebbe in faccia) allora si è fatto inchiappettare... Senza vasella... Con la sabbia... E con il sale... e come beffa ha pure baciato il culo per quattro soldi.

Se la sponsorizzazione invece dovesse essere pagata beh, tanto meglio per lui. Ma sulla breve distanza... alla lunga tutti capiscono che quel sito è una fogna (messa in blacklist da facebook, non puoi più linkare la cloaca da là, Zeb canta vittoria dicendo "hanno paura" infatti adesso Facebook è chiuso e Tsu è diventato mondiale... come no!) dove non guadagna nessuno tranne i furbetti leggermente famosi che promettono guadagni ai gonzi che li seguono.
E se prometti guadagni che poi non ci sono, con l'unico scopo di guadagnare tu stesso, beh la fiducia e la stima che la gente ha di te finisce nello scarico del cesso, insieme a diarrea e vomito.

Il motivo per cui io non mi sono venduto la faccia per fare qualche soldo di merda con Tsu è proprio questo, anche se a ben pensarci di gente che mi stima ce n'è molta poca.
Anche perché fa schifo, tutti quelli che lo usavano lo hanno abbandonato.
Continuano imperterriti i bimbi di 12 anni che vogliono raggiungere i 100 dollari e quelli con grosso seguito che finché possono mungono qualche centinaio di euro prima che chiuda la baracca.

Plot twist: la baracca ha chiuso e gli unici a guadagnare sono stati gli youtuber. Come avevo predetto.


Nessun commento:

Posta un commento