Caso Mills prescritto, berlusconi salvo

Ed ecco che il caso Mills, dopo tanto tempo e tanti sforzi profusi dal premier per rallentarlo, è andato in prescrizione.
Ovviamente la propaganda di regime non ha cambiato la favola da raccontare alla gente, anche se prima erano processi politici per far dimettere berlusconi, e mi chiedo che cazzo continuino a voler far dimettere berlusconi se il premier adesso è Monti.
Ma ovviamente la coerenza è cosa rara in certi ambienti.

Ammetto che far andare un prescrizione un reato gravissimo come la corruzzione in atto giudiziario è una stronzata degna delle repubbliche delle banane, ma questo è ovviamente uno dei motivi per cui l'italia sta scalando la classifica dei paesi più corrotti al mondo, da ormai molti anni.

A parte questo scandalo, che se berlusconi fosse innocente o colpevole si doveva determinare con certezza e non chiudendo il caso per la data di scadenza, manco fosse una mozzarella, quello che fa più schifo sono i telegiornali.

Ci si sono tuffati a pesce a dire che berlusconi è stato "prosciolto" a formula piena! Hanno anche affermato che il fatto non sussiste, quindi è innocente, come se la mazzetta che ha dato il via alle indagini ed al processo non fosse mai esistita (e invece Mills è stato condannato per evasione nel Regno Unito, proprio per questi soldi...).

Che dire, una vera vergogna.
Basta comprarsi i giornalisti che una persona che ci ha messo nella situazione odierna perchè troppo impegnata a non finire in galera diventa magicamente un perseguitato politico, neanche i nazisti si sono mai accaniti contro gli ebrei come i "magistrati brutti e comunisti" si sono accaniti contro il santo di Arcore.

Prescrizione non significa assoluzione.
Prescrizione significa che il processo è interrotto, e l'imputato se era realmente colpevole ha scampato una condanna, contro ogni principio di giustizia esistente al mondo.

A quando vedremo schiere di italiani che fingono di piangere la morte dei loro "amati leader", come nelle pagliacciate coreane?