venerdì 7 luglio 2017

Giù dal treno perché nero, razzismo!

Undici undici undici, aggiungerei, ma sminchierebbe il titolo. Gira da qualche giorno il video che riprende due controllori tedeschi che fanno scendere "gentilmente" dal treno un nigeriano che non aveva il biglietto. Secondo qualcuno che non apostrofo altrimenti divento volgare sin dall'inizio si tratta di razzismo.

Non paga il biglietto e oppone resistenza



Il video viene ripreso da Repubblica con la didascalia: Questo uomo è stato aggredito dai controllori perché non aveva il biglietto.
Certo, è stato aggredito... e come no!
Nel video, che a vederlo probabilmente mi causerà un cancro al cervello, si vedono i due controllori (o addetti alla sicurezza, sono in divisa) che cercano di far scendere con la forza "l'honestissimoh" cittadino che non ha pagato il biglietto, che sta chiaramente, clamorosamente, ripreso e visto da tutti opponendo resistenza a quelli che sono in tutto e per tutto dei pubblici ufficiali, e già solo per questo c'è l'arresto. E infatti lo hanno arrestato alla fine.

Ma secondo chi ha ripreso e quelli di Repubblica in realtà è duddo rassismoh.

"Due controllori della stazione di Monaco sono stati accusati di razzismo"
Bello questo mondo di merda dove basta che un demente ti accusi a cazzo di cane e tutti gli danno retta. Fantastico. Come chiudere la bocca a qualcuno con lo squadrismo...

"Per aver usato violenza contro un passeggero di origini nigeriane"
No, non hanno usato violenza, lo stavano semplicemente tirando giù. Non aveva pagato il biglietto ed è prassi far scendere chi non lo ha fatto, e magari parte pure la multa.
Il genio si è chiaramente opposto alle autorità rifiutandosi di scendere e opponendo resistenza agli ufficiali che lo stavano facendo scendere.

Si vede chiaramente che è attaccato ad una sbarra del treno, e non molla per nessun motivo al mondo.
I due ovviamente lo hanno dovuto forzare per farlo scendere, ma secondo la povera mentecatta che riprendeva era razzismo perché il genio è nero di pelle.

Oh bene, facciamogli fare quel cazzo che vuole solo per il colore della pelle! E cazzo, non paga il biglietto e vuole comunque stare sul treno resistendo alle autorità, che è un reato che prevede l'arresto, cosa c'è di male?

Ma come cazzo si fa ad essere così imbecilli?

"Accusato di non aver pagato il biglietto del treno"
Accusato eh, perché i controllori si annoiavano non avendo nulla da fare...

"L'uomo non ha posto resistenza"
Dopo che si è visto chiaramente che i due controllori lo stanno letteralmente tirando per il collo fuori dalla carrozza e quello è attaccato ad una maniglia, uno riesce a liberare una delle mani e quello si attacca di nuovo alla maniglia, velocissimo, Usain Bolt gli fa una pippa proprio. Ecco, non appena si è riattaccato compare la scritta "non ha posto resistenza"...

COME CAZZO FAI A DIRE CHE NON HA POSTO RESISTENZA? Con le immagini sbattute sul grugno poi! Ma sei normale?

"Non ha posto resistenza". No, era attaccato alla maniglia che sembrava una piovra, ci hanno messo un casino per staccarlo e farlo uscire, ma non ha posto resistenza...
Quando sono riusciti a staccarlo dal treno lo hanno arrestato, giustamente visto che ha opposto resistenza a pubblico ufficiale ed è reato. Non avesse voluto un trattamento simile sarebbe uscito dal treno collaborando e con i suoi piedi, invece di attaccarsi al treno per non essere buttato fuori.
Fra l'altro rallentando il treno facendolo arrivare in ritardo, ma tanto gli altri passeggeri sono solo degli stronzi che il biglietto lo hanno pagato e si meritano il ritardo causato da un emerito coglione.

Ora queste cose succedono tutti i giorni, specialmente a Monaco, come molti che ci sono stati testimoniano, però succede che non appena arriva una Social Justice Warrior di 'sta ceppa e nota che il tizio che viene fatto scendere non è bianco scatta d'ufficio l'accusa di razzismo e il caso mediatico.

Come se il colore della pelle ti possa mettere al di sopra della legge e della civiltà. Ma vaffanculo và.
Infatti la compagnia si è scusata della "violenza" usata dai controllori.
Non lo hanno picchiato, lo hanno solo scortato fuori contro la sua volontà. Ripeto: se non voleva essere trattato male si sarebbe comportato in modo civile e maturo, invece di attaccarsi alla maniglia come un gatto quando vede l'acqua.

Ora so che si tratta di gente adulta, di gente che ha una certa responsabilità verso il pubblico e dovrebbe saperle queste cose, ma va fatta una puntualizzazione che potrebbe sembrare la rivelazione della madonna di medjugorie ma che in realtà è banalissima: non è razzismo.
Non ha pagato il biglietto, chi non paga il biglietto scende dal treno. PUNTO.
A forza di urlare al lupo la gente poi non ascolta più, e i voti che stanno prendendo lega e forza nuova sono un "piccolissimo" segno di questa cosa.

Ma sono sicuro che, dal basso della coglionaggine umana, ci sarà qualche povero stronzo che mi accuserà di razzismo, perché ormai gli africani non sono più persone uguali a noi con pregi e difetti, no no, sono dei tesori da proteggere e guai a toccarli.

Video con didascalie cancerogene



7 commenti:

  1. Comunque non sono controllori, ma addetti alla sicurezza: "DB Sicherheit" (la scritta sulle giubbe) significa "Sicurezza Ferrovie Tedesche" (DB=Deutsche Bahn).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che mi pare abbiano tutta l'autorità necessaria per far scendere chi non paga il biglietto, compresi quelli che fanno resistenza

      Elimina
    2. Assolutamente sì.

      Elimina
    3. Assolutamente sì.

      Elimina
  2. Ho visto controllori della societa' che gestisce i trasporti pubblici della mia zona far scendere persone che non avevano il biglietto. Bianche e nere. Sono pubblici ufficiali anche i cntrollori. Le persone che sono state fatte scendere pero' erano un po' piu' sveglie, e sono scese da sole. E hanno anche schivato la multa.
    Nero o bianco non centra, se sei stronzo, c'e' poco da fare...

    RispondiElimina
  3. Che poi, la Germania sta avanti a noi decenni in materia di razzismo. Lì hanno pagato duro lo scotto del nazismo e hanno fatto il possibile per metterselo alle spalle, e il risultato è ora una nazione dove il razzismo è moooolto poco diffuso.

    In Italia, invece, se sei negro sei automaticamente un povero, profugo, vu cumprà e varianti. Per dire, un mio conoscente è venuto in Svizzera dove vivo e si è meravigliato perché, cito, "qui i negri sono civilizzati" - ossia, ha visto persone di colore andare a lavorare.

    RispondiElimina