martedì 18 luglio 2017

Abbatto i muri e il dismorfismo corporeo

Quella pagina è un cancro, ormai lo sanno tutti, ma qui si sono veramente superati.
Succede che una ragazza si fida di loro e manda una foto con la sua storia, una storia che fa intuire abbia un problema psicologico piuttosto grave. Loro pubblicano... e non so se fa più schifo la pagina in sé che sostiene che lei non debba essere aiutata o i suoi fan che ricoprono di insulti la ragazza che ha inviato la sua storia, è una bella maratona di stronzate niente male:

Il dismorfismo corporeo

Che la pagina non sia il massimo ormai lo sanno tutti, a volte la dicono giusta altre cagano fuori dal vaso così tanto che il tumulo è visibile da satellite, ma in questo caso l'hanno fatta grossa, veramente grossa. Tanto grossa che i dubbi sul fatto che vogliano seriamente aiutare le persone diventano sempre di più e più grossi.

Una ragazza invia loro una sua fotografia con la sua storia, dicevo, loro la pubblicano e infatti possiamo vederla qui. La prima cosa che colpisce è che ha un bel fisico, un gran bel fisico che molte invidierebbero e molti vorrebbero, ma nonostante questo dice di odiarsi e vedersi mostruosa.
Il testo allegato alla foto fa trasparire molta sofferenza da parte di questa ragazza, sofferenza che oggettivamente necessita di essere curata da un professionista, ma vediamo il testo che carta canta:

"Ciao Eretica,
Ho deciso di partecipare alla campagna perché per me è davvero difficile mostrarmi in costume.
L'ultima volta è successo almeno 2 anni fa, al mare con il mio ragazzo ed è stata davvero dura, poi non è più capitato o ho fatto in modo che non capitasse (Piuttosto grave, come se avesse qualcosa da nascondere e non lo ha). Ho dei seri problemi ad accettare il mio corpo fin dall'infanzia (Altra cosa piuttosto grave). Sono una femminista, prendo parte ad azioni di protesta e a volte di boicottaggio nei confronti di aziende che nella maggior parte dei casi oggettificano o strumentalizzano il corpo femminile e nonostante questo so di non essere affatto libera. I media e le persone che ho avuto intorno hanno avuto una profonda influenza sulla percezione che ho del mio corpo (Altro sintomo del dismorfismo corporeo). Guardando questa foto provo vergogna e anche disprezzo (Perché?). Odio le mie gambe poco toniche nonostante tutta la fatica che faccio per tenermi in forma (Sono tutt'altro che poco toniche, sospetto sia un altro sintomo), detesto la mia pancia, i miei fianchi (Sono normalissimi, anzi c'è gente che venderebbe l'anima al diavolo per averli). Ho sempre paura di risultare volgare o provocante. Vorrei essere più magra. Peso 53 chili e sono alta 1.70 (Più magri di così non è sano, e qui sorge un altro problema grave). Razionalmente so di non dover affatto dimagrire ma quando mi specchio vedo un mostro (Eccolo lì, fugati i dubbi: si vede in modo distorto, dismorfismo corporeo, ce l'hanno molte anoressiche che sono scheletriche ma si vedono grasse, ad esempio, o i culturisti dopati che si vedono secchi quando non passano dalla porta). Ci sono giorni in cui ho difficoltà ad uscire di casa, non riesco a specchiarmi, spesso piango (Non serve aggiungere altro, sta chiaramente male e va aiutata così che possa migliorare). Intorno ho persone che mi riempiono di complimenti ed io non faccio che vergognarmene o pensare che dicano così solo perché non mi hanno visto nuda. Le altre ragazze nella loro diversità mi sembrano perfette, prive di difetti, vedo tutte bellissime e non riesco a capire perché non riesca ad amare anche il mio corpo. So che forse è un problema di natura psicologica (Forse? Prima lo riconosce meglio è) ma non riesco a pensare che il mio sia in qualche modo un comportamento antifemminista (COSA!?). Forse, pur non volendo, inseguo il “modello di donna” che ci propinano. Spero di uscirne, voglio imparare ad amarmi, come fate voi. Siete bellissim*""

Tutto questo testo è deprimente: questa ragazza sta male, molto male, tanto male che non è sopportabile, ma siccome attribuisce questo malessere a "i canoni di bellezza" ai media e la gente che le sta attorno le admin della pagina hanno deciso di strumentalizzare quel malessere contro il "patriarcato", contro il "maschilismo" che impone canoni di bellezza alle donne e le fa soffrire, di fatto sostenendo fermamente che consigliare a questa ragazza di andare da un medico specializzato sia una stronzata perché "non capiamo un cazzo"


Ma non solo le admin hanno sparato la minchiata: molte fan sono state bannate perché non hanno capito che questa ragazza sta seriamente male e, pensando che stesse pigliando per il culo, le hanno vomitato sopra le peggiori cattiverie ciniche e stronze (però ci deve sicuramente essere un modo per incolpare gli uomini)

"basta con le diagnosi a distanza e non richieste" cit admin della pagina
Questa ragazza ha bisogno di aiuto, lo sta urlando nel testo e bisogna essere veramente imbecilli per non capirlo. Chi le ha consigliato di farsi vedere da uno psicologo ha solo fatto bene, e forse è l'unico che ha cercato di aiutare. Negare che ha bisogno di aiuto è da stronzi, punto.

Gli insulti non ho fatto in tempo a leggerli, ma pare che la ragazza li abbia letti e si sia risentita parecchio (come se non avesse già abbastanza problemi) e che non fossero nemmeno pochi ed isolati a quanto dicono le admin.

Che dire, alla faccia delle femministe! Cazzo clap clap clap belli miei che bello spettaccolo, che bella masnada di imbecillità migliorata abbiamo avuto!

Da una parte gente che minimizza una patologia che può scadere nell'anoressia sostenendo che chi lo dice è un coglione analfabeta funzionale che non ha studiato (si vede un mostro, piange, ha difficoltà a uscire... tutto normale: "circolare stronzi che non capite un cazzo!11!") e dall'altra una masnada di invidiose rosikone rincoglionite che non capendo un cazzo sul reale malessere della ragazza l'hanno ricoperta di insulti sfogando tutta la loro perfidia il patriarkatoh interiorizzatoh (tm), confutando automaticamente e senza bisogno di sforzarsi che le donne sono tutte sante e che i problemi vengono solo dagli uomini brutti e cattivi, con lu trattore ovviamente.

Ma era ovvio che sarebbe successo, del resto quella pagina fa dell'odio, del rancore e della rabbia repressa il suo pane quotidiano. Degli admin normali avrebbero intuito il malessere della ragazza e le avrebbero consigliato uno psicologo o direttamente messa in contatto con uno per un primo aiuto che la convincesse ad andare in terapia, ma loro nooooo, ma figurati!
Prendi e schiaffa in pagina, alla berlina, una gogna mediatica senza precedenti, buttata ai piraña, strumentalizzata pur di dire "kanoni di pellezza" o chissà per quale cazzo di motivo, incuranti di quello che sarebbe potuto succedere e che è successo.

In tutto questo casino non hanno concluso un cazzo di buono e hanno solo peggiorato l'umore di quella ragazza. Invece di aiutare hanno infierito senza portare ad un briciolo di effetto positivo. Epic fail insomma.

Fra l'altro in molti vengono a rompere le palle a me che non sono "politicamente corretto" e che sarei parte di una serie di categorie ributtanti (comunista, fascista, antifemminista, misogino, troll del pd o dipendente comunale assenteista), ma se metto qualcosa sulla mia pagina non scoppiano shitstorm, nessuno va a insultare il soggetto e in generale la sezione commenti rimane pulita con insulti che si contano sulle dita di una sola mano e che vengono prontamente demoliti da chi segue la pagina, prima ancora che io li legga.

E niente: la nostra è civiltà e la loro è inciviltà. Giusto per difendermi dalle solite accuse a cazzo di chi non ha argomentazioni.

3 commenti:

  1. Che poi... i lettori di quella pagina non sono lo stesso tipo di persone che fanno campagne per la bellezza delle donne grasse? Il fatto che pensassero che stesse prendendo per il culo dimostra che pure loro sanno di mentire, quando dicono che una ragazza di 100kg è più bella di una che "rispecchia i canoni voluti dai media".

    Poi, questa ragazza ha un brutto problema e va aiutata. È un peccato perché c'è gente che venderebbe l'anima al diavolo per avere un corpo così, e il fatto che una ce l'abbia e non se lo possa godere - e anzi, lo odi a tal punto - non è certo piacevole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, vero: tutte body positive, a dire alle obese che sono bellissime e stupende, poi capita una bellissima, ma la cui bellezza viene negata urlando ai "kanoni di pellezza", undici centoundici, si incazzano come babbuini perché una bonazza è impossibile che si veda brutta.

      Come al solito questi gruppi estremisti fanno tutto da soli: non c'è bisogno di screditarli, hanno già fatto loro

      Elimina
  2. Questi gruppi estremisti non avrebbero carne da mettere sulla griglia (umpf, metafora non consciamente voluta: m'è venuta così!) se la gente imparasse ad accettarsi per quello che è senza farsi segoni mentali sui canoni di bellezza imposti dai media; i "belli" alla maniera mediatica saranno sì e no un 10% del totale, più quelli che si rifanno dalla testa ai piedi per adeguarsi a quei canoni e poi dopo pochi anni si riducono a sembrare delle bambole di plastica animate; il restante 90% della popolazione è tra il brutto e il mediocre, con pochi casi spettacolari per bruttezza; tutto il resto si confonde nel mucchio. Chi si fa venire dei complessi perché non può e non potrà mai adeguarsi a quei canoni va aiutato a capire che sono canoni totalmente fasulli da rigettare all'istante - ma questo è il compito di familiari e amici di queste persone; se familiari e amici mancano al loro dovere, certo che poi queste persone finiscono per farsi massacrare dagli estremisti.

    RispondiElimina