Pillola anticoncezionale - da vittoria femminista a bersaglio feminazi

La pillola anticoncezionale è stata accolta come grande vittoria delle donne, come liberazione sessuale delle ragazze che potevano finalmente fare battipanza come e quanto volevano senza doversi preoccupare di gravidanze indesiderate, sdoganando di fatto il "sesso ricreativo" anche per loro.
Questo in passato... perché oggi ci sono delle feminazi la fuori (spero in un sottofenomeno ridotto) che stanno iniziando a berciar cazzate anche contro di essa, definendola "Imposizione degli uomini".

Pillola anticoncezionale, da liberazione a imposizione dei maschi

Come è possibile cambiare così radicalmente idea riguardo qualcosa che non è mutato, o maleinterpretare quel qualcosa così tanto da prenderlo per il contrario di quanto sia in realtà?
La risposta è il fondamentalismo. Puro e semplice.

Il fondamentalismo porta a scrivere porcate simili nelle bacheche di facebook (screen fornito gentilmente da Roberto)

"Parliamo della pillola per uomini."
Parliamo... straparliamo, temo.

"Sapevate che, già da anni, è stata brevettata una pillola anticoncezionale per uomini?".
Veramente no... non esiste. Esistono metodi astrusi assimilabili alle torture medievali tirati fuori in India 30 anni fa (lol, al solo pensiero mi vien da ridere porca puttana, 30 anni fa in un paese povero) e su un campione ridicolo (260 persone). Tutt'altro che "esistente".

"No ovviamente. Perché no?"
Perché non esiste, forse? Vana speranza...

"Perché non verrà mai messa in commercio"
Gombloddo?

"E perché non verrà mai messa in commercio?"
Tanto se la mena e se la strizza da solo/a...

"Perché nessun uomo la prenderebbe."
E come no? Scherzi? Sai quanti pagherebbero oro per una pillola anticoncezionale funzionante? Sai quanti eviterebbero di essere "incastrati" da "signorine" che vogliono "incastrare" il pollo di turno per sistemarsi? Sai quanti benestanti vogliono evitare di sganciare fior di quattrini alle "gold digger" che non fanno altro che tentare di rimanere incinta per farsi dare gli assegni?

"Gli uomini non sono stupidi, ci tengono al loro gingillo, al loro sperma e che tutto funzioni bene"
Che significa sta merda? Perché le donne non hanno un istinto di conservazione e sopravvivenza come tutti gli altri? Come se la pillola fosse così tanto distruttiva. Pillola peggio de li vakkini, uno undici?

Patriarcato concentrato in piccole pillole bianche. Strano non ci abbiano messo chip per il kontrollo mentaleh
Il delirio continua mettendo in dubbio che la pillola sia uno strumento di liberazione sessuale, perculando di fatto le femministe delle epoche passate (quelle che molto probabilmente sono vere femministe e non imbecilli odiatrici di uomini del cazzo, anche se il fenomeno feminazi ha radici nel 1970), e sostenendo che la pillola va imposta alle donne punto e basta.
Sei donna? Prendi la pillola!

L'imposizione è così sistemica e dilagante che addirittura solo il 20% delle italiane la prende...
Cioè, numeri un po' bassini per parlare di obbligo, di imposizione, di patriarcato, di oppressione, di nessuna libertà di scelta ecc ecc ecc.
Ma come al solito si tratta di deliri di chi bercia patriarcato e complotto senza nemmeno essere andato al centro di igiene mentale per farsi dare qualche psicofarmaco per dissipare la nebbia della follia dalla propria mente, nebbia che gli impedisce di vedere ad un palmo del loro naso demmerda.

Ora, vediamo addirittura un "articolo" che sostiene che "il pillolo" non viene tirato fuori per gombloddo:

Si domandano perché nel 2016 la contraccezzione spetta unicamente alla donna, dopo aver snocciolato dati e aver affermato che "il pillolo" per uomini esiste.
La risposta è molto più scontata e idiota di quanto si possa pensare: la scienza è androcentrica, uno undici centoundici.

Esatto, quando studiano le malattie, le studiano sugli uomini e non sulle donne!!!!!11!uno!1!

"Le ricerche cliniche, e i saggi che ne derivano, sono perlopiù studi effettuati sul corpo degli uomini. Secondo Varela, le donne ricevono diagnosi peggiori, poiché molte malattie presentano sintomi diversi tra uomo e donna e l’attenzione si sposta spesso solamente su quelli registrati negli uomini."

Le fonti quali sono? Mi piacerebbe vederle. No perché vorrei proprio vedere come studiano il cancro alle ovaie sugli uomini... sarebbe un bello spettaccolo proprio. Una meraviglia.
Ma gli studi non vengono fatti in base alle malattie che si studiano? Se sono malattie femminili studiano sulle donne, mi sembra semplice no?
No... non lo è... non per tutti almeno, arriva la perla:

"C’é da chiedersi dunque se il motivo per il quale, ad oggi, non sia stata ancora inventata una pillola anticoncezionale per gli uomini, non dipenda solamente dal crescente successo della pillola riscontrato fra le donne, ma da un sistema patriarcale che si cura molto poco degli effetti collaterali che alcuni farmaci hanno sulle donne e per il quale gli effetti avversi sugli uomini hanno molta più rilevanza nel momento di decidere se brevettare o meno un medicinale."

Eccolo là! Era ovvio che c'entrava "il patriarcato"! E figuriamoci se non era gombloddo!
Effetti collaterali sulle donne? Chi se ne sbatte! Tanto che nel corso del tempo la pillola è migliorata tanto da ridurre gli effetti collaterali, ma fa più figo dire il contrario e urlare al gombloddo dei coglioni, nel senso di testicoli, in barba all'evidenza.
Gli effetti avversi sugli uomini hanno molta più rilevanza!!11!

No cara mia ebete istruita, hai detto un mare di stronzate.
Sono andato a vedere queste incommensurabili pillole anticoncezionali per uomini, e la cosa è devastante.

Alcuni, i famosi indiani di 30 anni fa, iniettano una sostanza nei coglioni (sempre intesi come testicoli) che fa passare il liquido seminale ma non i spermatozoi. Test condotto su un numero ridottissimo di persone, tutte indiane. Non si sa dove finiscono gli spermatozoi, non si sa l'effetto a lungo termine, non si sa di effetti collaterali o reazioni allergiche (bella un'allergia dritta nei coglioni eh, intesi come testicoli, proprio una meraviglia totale). Non si sa nulla di nulla.

Un'altra consiste in iniezioni inframuscolo ogni otto settimane, che fanno un male della madonna già di loro, e che hanno gli effetti collaterali che citano nell'articolo che linkerò in fondo (ma che puntualmente qualche genio mi chiederà di linkargli comunque): acne, sbalzi di umore, aumento della libido, dolori nella zona dell'iniezione (quindi il dolore si protrae).
Ma non sono tanto gli effetti collaterali il problema, il problema è che il metodo è lento e doloroso, letteralmente!
Per vedere una minima efficacia si devono aspettare 24 SETTIMANE. Ventiquattro fottute settimane prima che il farmaco sia efficace al 95% (esatto, nemmeno si avvicina molto al 100%), e per tornare ad una fertilità normale si devono aspettare 56 settimane, Cinquantasei fottutissime settimane, e il 94% aveva recuperato la fertilità, il restante 6% doveva aspettare ancora.

E' una condanna! Come cazzo si può anche solamente pensare che una merda di metodo simile, testato su poco più di 300 persone, doloroso, lento, scomodo, e nemmeno completamente efficace (dicono comunque più efficace della pillola, ma è tutto da dimostrare visto il bassissimo numero di partecipanti).

Ma nel mentre che aspetti 24-25 settimane, 5-6 mesi, che il livello di spermatozoi scenda (ma non sparisce del tutto) cosa cazzo devi fare? E se poi vuoi tornare indietro, dopo anni di iniezioni dolorose sbalzi di umore libido aumentata e acne, roba che torni un 14enne segaiolo d'altri tempi, devi aspettare più di un fottuto anno prima di tornare fertile, roba che buongiorno core.

Come cazzo si fa a pensare solamente un attimo che un metodo simile sia anche solo lontanamente appetibile per il pubblico? Sarebbe un fiasco totale, milioni di investimenti buttati nel cesso.
Ecco perché non si usa, perché è scomodo, poco efficace, molto invasivo.

Ok, anche la pillola non è efficace sin da subito e si deve aspettare una settimana o almeno un ciclo. Ma un ciclo, 28 giorni, poco più forse, cioè dai 7 ai 30 giorni circa, non sei mesi. E sono pillole non fottute iniezioni inframuscolo che oltre a far male cane devi pure liberarti il tempo di andare a fartele fare, a meno di non farlo fare alla "vicina che lo sa fare" per farti martoriare ancora di più incrementando il dolore fisico (che poi mica è un'iniezione piccola, 'stocazzo, siringone da cavallo quasi quasi!).

Ma ovviamente, parlando di uomini uomini, è tutto un complotto, è tutto patriarcato, la scienza è androcentrica e sperimentano le spirali nel culo di qualche maschio bianco etero privilegiato (mica tanto se gli ficcano roba in culo e testano pure se è efficace nel bloccare lo sperma...) tutto per discriminare la donna e costringerla a prendere la pillola, strumento di oppressione patriarcaleh!11!!

Strano come la pillola sia oppressione mentre burqa e sharia siano liberazione femminista che cola...
Ah si, comunque stanno continuando a sperimentare "il pillolo", giusto per annientare definitivamente la teoria del complotto.
E a proposito di complotto: in una società che vede i test medici come "tortura", tanto che molti si oppongono alla sperimentazione animale e si inneggia a sperimentare sui pedofili, come è che testare maggiormente sugli uomini, rispetto le donne, sia comunque privilegio maschile patriarcato trick e track sessismooooooh? Voglio dire, ci sono comunque possibili effetti collaterali, perché fare test principalmente sugli uomini discriminerebbe le donne?

Ma certe domande è meglio non porsele, avanti di bruciarsi il cervello e finire a berciare stronzate con una laurea in gender studies in tasca.


Lo studio delle iniezioni con i suoi effetti demmerda
Articolo delirante e dudda golba delli uomini con lu trattore



Nessun commento:

Posta un commento