sabato 27 maggio 2017

SJW fanno chiudere ristorante di due ragazze

I SJW, social justice warrior, non fanno che berciare insieme alle feminazi di sessismo ovunque, di prevaricazione, di oppressione delle donne, di ostacoli alla loro indipendenza economica ecc ecc ecc.
Poi vedono due ragazze giovanissime che aprono un burrito shop su camion, un "ristorante ambulante" insomma, che va alla grande, e decidono che quello deve chiudere senza sé e senza ma.

Burrito shop a Portland chiuso causa social justice warrior



Kali e Liz, i nomi delle due ragazze, avevano fatto un viaggio nel Sud America, in Messico più precisamente, e si erano appassionate alla cucina del posto, specialmente nei burrito e nelle tortilla.
Così osservarono, anche un po' di nascosto, le donne del posto mentre le preparavano, chiesero i loro segreti, gli ingredienti, insomma studiarono bene come fare a ricreare la tortilla originale.

Poi tornarono a casa e provando sul campo tentavano via via di arrivare alla perfezione, alla fine riuscendo a ricreare le tortilla. Aprirono quindi il loro ristorantino ambulante.


Poi successe che una rivista parlò di loro e le intervistarono, e i SJW vennero a conoscenza delle due.
In una sola settimana hanno dovuto chiudere, sotterrate da una valanga di merda causata dai beniamini della giustizia sociale. Come se lasciare in giro dei disoccupati sia giustizia...

Le accuse? Hanno "rubato" le ricette ai messicani!!1 Furto!11 Cultural appropriation!11!
A Portland sono razzisti quindi questo non va bene (più o meno hanno detto questo).
Quando il negozio ha chiuso hanno pure festeggiato vittoria, come se avessero riparato a chissà quale torto, fermato crimini al pari dei campi di concentramento... coglioni.

Ora non so voi, ma vedere questi coglionazzi accanirsi contro un ristorante per "cultural appropriation", i murricani che stuprano le pizze sin dall'alba dei tempi, che è già una coglionata di per sé, ma fa ancora più schifo che se la siano presa con due giovani ragazze.
E meno male che sono SJW eh, ma hey, sono bianche! Si può fare tutto quello che si vuole ai bianchi, anche se sono donne.

Femministi a targhe alterne, anzi il termine esiste già: feminazi.
Poi sono io che sono contro le donne eh, se c'è qualcosa che odio è l'ipocrisia e la falsità.
SJW demmerda.
Fonte

2 commenti:

  1. Un mio amico su Facebook l'ha scritta giusta che più giusta non si puo:
    "Ma che è questa cosa dell'appropriazione culturale?"

    "Guarda, hai presente quando il MinCulPop di Mussolini diceva di non ascoltare il jazz che era musica da negri?"

    "Sì, e allora?"

    "Uguale, ma lo facciamo per il loro bene"

    RispondiElimina