mercoledì 10 maggio 2017

Impatto ambientale delle macchine elettriche

Le macchine elettriche hanno sollevato diverse discussioni, c'è chi afferma che il loro Impatto ambientale non sia affatto affatto "green" come promettono e c'è chi afferma che in realtà fanno inquinare decisamente meno.
Le argomentazioni pro e contro sembrano entrambe molto valide, proviamo a fare chiarezza:

L'energia elettrica inquina comunque



Una delle argomentazioni a sfavore, sollevata da diverse riviste come The Guardian, sostengono che comprare una macchina elettrica non faccia altro che spostare il carico di anidride carbonica dalla macchina alla rete elettrica, rendendo la riduzione dell'inquinamento troppo risibile da avere effetto.

Questo è vero fino ad un certo punto... tutto dipende da come il proprio paese (o il proprio fornitore elettrico) produce l'energia: Se si utilizzano maggiormente fonti fossili e altamente inquinanti (come il carbone) e se la parte dell'energia proveniente da fonti rinnovabili è corposa o meno.

In Italia la produzione proveniente dalle rinnovabili come idroelettrico, geotermico, eolico e fotovoltaico costituiscono ben il 33% della produzione totale, circa 93 mila megawatt, che costituisce l'86% del fabbisogno, mentre con il carbone se ne produce molta meno, circa 40 mila megawatt su 280 mila.
Situazione ben diversa da quella analizzata dalle famose riviste, cioè quella americana di qualche anno fa dove la produzione di energia tramite carbone era addirittura il 40% del totale e dalle fonti rinnovabili prendevano poco più del 15%.

Insomma per quanto riguarda l'energia elettrica possiamo essere sicuri che le macchine elettriche producono meno immissioni, che diventano ancora più basse nel caso qualcuno attinga energia proveniente da fonti rinnovabili. Anche qui non si parla di uno zero totale, visto che produrre pale eoliche e pannelli fotovoltaici ha comunque il suo impatto ambientale, ma questo viene via via migliorato con le nuove tecnologie: i pannelli di oggi producono molto di più dei pannelli di 10 anni fa.

Insomma le macchine elettriche inquinano il 50% in meno rispetto quelle a benzina o diesel, altre considerazioni sono sono disinformazione, come ci mostra Paolo Attivissimo

Fonte produzione energetica


Le batterie

L'altra grande preoccupazione riguardo le macchine elettriche sono le batterie. L'impatto ambientale delle batterie delle vetture effettivamente è piuttosto pesante, come vediamo da questo grafico:

Quanta CO2 producono le macchine elettriche

Come ben vediamo e come avevamo accennato citando Attivissimo, la produzione delle macchine impatta in modo identico qualsiasi sia il metodo di propulsione usato, l'unica differenza è la batteria. Come ben vediamo dal grafico, anche tenendo conto dell'impatto ambientale della produzione della batteria, la riduzione dell'inquinamento è comunque notevolissima.

Anche tenendo conto della "vita" della batteria che va sostituita ogni 10 anni circa risulta comunque meno inquinante, tenendo conto che le batterie consumate non vengono buttate in mare ma vengono riciclate ed i materiali riutilizzati. Quelle moderne contengono solo il 2% di litio, che è il materiale che più preoccupava per l'inquinamento generato.

Non abbassiamo la guardia però

Ovviamente non è tutto oro quello che luccica, e anche le macchine elettriche costituiscono un rischio. Il rischio si presenta se in un paese se ne vendono molte e tutte attingono alla rete elettrica per ricaricarsi: se i consumi diventano troppo elevati questo potrebbe portare ad aprire nuove centrali per far fronte al nuovo fabbisogno. E se queste centrali inquinano si potrebbe ottenere l'effetto opposto.

E' successo in Olanda, dove per far fronte ai nuovi e galoppanti consumi elettrici sono stati costretti ad aprire tre centrali elettriche a carbone, le peggiori per quanto riguarda l'inquinamento.
L'Olanda è un piccolo paese che ha tantissime vetture elettriche, questo è vero, ma è anche indice di come bisogna andarci cauti e non abusare di questa tecnologia, perché è verde solo entro certi presupposti.

Cina energia a carbonePer esempio in Cina una macchina elettrica sarebbe disastrosa, visto che la maggior parte dei loro consumi sono alimentati dal carbone, loro unica risorsa energetica abbondante.

Fatte queste premesse, in ogni caso, possiamo decretare che oggi come oggi la tecnologia delle macchine elettriche è conveniente, specialmente dopo l'evoluzione meno impattante della produzione di energia di diversi paesi (fino a 4-5 anni fa infatti l'impatto finale era paritario a quello delle normali macchine), ma rimarranno così finché si attingerà da fonti rinnovabili solide o e il loro numero non cresca troppo.

Se sostituissimo tutte le auto con macchine elettriche sarebbe una catastrofe, il passaggio dovrà essere lento e ponderato.



Nessun commento:

Posta un commento