giovedì 9 marzo 2017

Bambine di 5 anni sfruttate a fini di odio e lucro



Quando qualcuno arriva a distruggere e rendere marcia l'infanzia di un bambino allora quel qualcuno non solo è una merda subumana senza possibilità di salvezza, ma è un abominio che non ha senso di esistere e che blatera solamente puttanate senza senso, che deve per forza derubare dei bambini della loro innocenza e spensieratezza per continuare a far galleggiare la sua propaganda per continuare a lucrare su qualcosa che non esiste.


Azienda di T-shirt che per vendere rovina delle bambine


Così un'azienda di T-shirt, Fuckh8 o qualcosa del genere, social justice warrior fino al midollo, ha deciso che sfruttare cazzate per vendere non era più sufficiente, così ha deciso di cavalcare l'onda dell'8 Marzo (sembrava che gli spogliarelli, gli scioperi, gli atti osceni in luogo pubblico e le proteste organizzate da terroristi palestinesi fossero abbastanza eh?) con la solita solfa feminazi del cazzo: tutti gli uomini sono stupratori, il 90% delle donne viene molestato o stuprato, wage gap (che non esiste cristo benedetto), non sono una debole e indifesa ma sono potente (però se tiri uno schiaffo a una che ti sta menando sei uno stronzo perché lei è nemmeno forte la metà di te) ecc ecc ecc.

Come ogni fanatico che si rispetti, questo è male finché non lo fanno loro stessi. Se lo fano loro va bene
La cosa veramente schifosa è gretta è che tutto questo lo hanno inculcato a delle bambine di 5 anni (o poco più), insieme ad un linguaggio osceno che mi posso permettere io che sono grande e vaccinato ma che messo in bocca a dei bambini così piccoli fa solamente schifo.

Schifo è l'unica parola che può descrivere questo scempio:

video

Le feminazi hanno decisamente toccato il fondo, sfruttando bambine di 5 anni per impestare il web della loro propaganda. E hanno pure organizzato la trappola analfabeta per far compiacere le feminazi ritardate: se ti lamenti che il video fa schifo confermi che il video ha ragione, dheeeeerp!
Si perché secondo loro se ti offende di più che "una ragazza dica cazzo" allora confermi che degli stupri non te ne frega nulla, in uno slancio di fallacia logica che nemmeno un antivaccinista.

Bambine di 5 anni indottrinate e sfruttate

La cosa offensiva è che qui si sono prese delle bambine piccole, aggiungendo anche un bambino bardato come un buffone di corte prima che venisse decapitato perché noioso, e le hanno imbottite di odio, stereotipi, falsità, bile, maleducazione e straffotenza. Le si è diseducate a usare, senza farsi problemi, un linguaggio volgare e maleducato, tutto il contrario che degli adulti insegnare ai piccoli.

Parlano tanto di civiltà e rispetto e poi sono le prime che alimentano la cultura dell'inciviltà, della straffotenza e del non rispetto del prossimo...

Senza contare l'enorme ipocrisia del lamentarsi degli stupri facendo violenza psicologica, indottrinamento e rovinando l'infanzia (che qualcuno ci provi a dirmi che riempire la testa di merda simile ad un bambino di 5 anni non lo rovina) a delle bambine di 5 anni, che magari non è stupro ma è comunque un abuso, di quelli da manuale.

E' plagio bello e buono, di bambini, a scopo di lucro o propagandistico.
Frega cazzo se fanno beneficenza, è comunque a scopo di lucro, perché vendono i loro stracci di magliette, intrise di odio misandrico e propaganda anche esse.

Insomma hanno rovinato completamente quelle bambine e quel bambino, tutto per continuare a sbraitare cazzate debunkate e stradebunkate centinaia di volte, migliaia, che non hanno né capo né coda, che sono dati inventati o manipolati ad arte, tutto per continuare a far girare il mulino e macinare soldi a palate senza concludere un cazzo di niente.

E il fatto che siano state disposte a plagiare, indottrinare, devastare l'infanzia a delle bambine è la prova che le loro puttanate non hanno senso di esistere, perché non puoi condannare la "violenza contro le donne" facendo violenza psicologica contro delle bambine. Non te ne frega nulla della violenza, ti frega solo di foraggiare l'odio contro gli uomini mentre si incassano grandi profitti.

Dicono di devolvere una parte dei loro guadagni in beneficenza e si vantano di aver donato 280 mila dollari, foraggiare odio deve essere proprio un gran bel business, complimenti!


1 commento:

  1. Che dire: gente pericolosa, soprattutto per l'educazione dei bambini, dei loro stessi figli. Se è vero anche solo l'1% di quello che ho letto, meriterebbero che venisse tolto loro l'affidamento dei figli.

    RispondiElimina