Zingare nel gabbiotto: accusata mezza italia di razzismo

Riscrivo il post per spiegare meglio le cose ai poveretti che hanno difficoltà cerebrali:



Un paio di "geni" chiudono un paio di zingare in un gabbiotto e se la ridono, una fa la scenata mentre l'altra se ne sbatte le palle.
Subito si condanna il gesto (giusto) accusando chiunque sia incazzato con gli "zingari", cioè quelli dei campi nomadi, di razzismo (sbagliato).

Non è razzismo perché dai campi nomadi viene fuori solamente degrado e criminalità (e fin qui siamo d'accordo o dobbiamo negare la realtà per non essere accusati di razzismo un'altra volta?) e in molti hanno avuto esperienze negative. Ne ho elencate alcune e qualche genio le ha definite "razzismo", vabbe'.

C'è gente incazzata perché nei campi nomadi c'è degrado e criminalità che creano disagi o danni, a volte con situazioni insostenibili per la sicurezza personale. E fin qui non ci becchiamo del razzista, spero.
Accusare quelli incazzati per degrado e criminalità di razzismo è una coglionata, perché non sono razzisti: chiunque gli causerebbe degrado e criminalità li farebbe incazzare.
Non ho mai visto nessuno non lamentarsi del degrado delle zone di spaccio e consumo solo perché i tossici sono italiani, puttana eva ladra ma accendere il cervello no?

Rifaccio l'esempio: ti tirano un pugno in faccia e ti incazzi, dici che chi ti ha dato un pugno in faccia è un coglione e ti prendi del razzista perché ti ha colpito uno straniero. Il senso logico dove cazzo è?
Cosa si ottiene così facendo? Nulla!

E mi ricollego alle mie solite considerazioni: accusare la gente di razzismo, o addirittura nazismo, a cazzo di cane è sbagliato, perché appunto non sai se sono incazzati con un motivo preciso o per semplice pregiudizio.

Vuoi combattere i pregiudizi? Ok, DIALOGA, non fermarti a dire "sei un coglione razzista" (come è stato fatto a me per la prima versione di questo post, cioè fai notare un problema e arriva il genio a reiterarlo, il top dell'idiozia), primo perché nella stragrande maggioranza dei casi non è vero, secondo perché così facendo chiudi ogni possibilità di dialogo.

I due ex dipendenti lidl hanno chiuso due donne nel gabbiotto, non lo hanno fatto per razzismo perché erano zingare ma lo hanno fatto perché molto probabilmente le due hanno rotto i coglioni a oltranza da anni. Adesso dicono sia stato uno scherzo, ma credo sia solo la difesa per il tribunale, in ogni caso non sono io che decido.

Non era razzismo.
I commenti della gente incazzata con gli zingari? Ricolleghiamoci al motivo del post: non è razzismo in almeno il 75% dei casi.
I commenti che inneggiano i forni, il nazismo, l'acido e il fuoco sono stupidi (così almeno i malpensanti non mi accusano di appoggiare tutto questo) ma appunto non convincerai mai nessuno di questo se invece di far partire il tuo discorso con "guarda che molti dicono falsità" parti con "razzista coglione di merda".
Non convinci nessuno. Poi se anche dopo che ti sei spiegato quello non ascolta non ci si può fare nulla (non puoi insegnare alla merda a non puzzare, qualcuno lo ricorda?). E qui parte un'inspiegabile accusa di paraculaggine e incoerenza che mi hanno fatto riscrivere questo post.

La prossima volta faccio un disegnino, che in molti mi hanno fatto cascare i coglioni non capendo una minchia di nulla.

Ah si, sezione politicamerde corretta che se non dici l'ovvio qualcuno potrebbe pensare che sei razzista:

Il degrado nei campi nomadi non è causato unicamente per colpa loro, non ci sono state politiche di integrazione decenti da parte dello stato che si è limitato a sbatterli nei campi e dimenticarsi della faccenda.
Non tutti i rom stanno nei campi, sono 200 mila circa e solo 40 mila stanno nei campi (ciò non toglie che dai campi venga fuori comunque degrado, che subiamo sia noi che loro e l'avevo scritto pure prima ma sono razzista...) ne consegue che la maggior parte ha una casa e lavora.
Se non mandano i figli a scuola nessuno li obbliga a farlo, mantenendo lo status di segregazione (ma questo è anche colpa loro che non ce li mandano)

Tutti contenti?
Ribadisco veloce veloce: dai campi nomadi nell'80% dei casi viene fuori degrado e criminalità che fa incazzare la gente, la gente incazzata per il degrado e criminalità sarebbe incazzata pure se nei campi nomadi ci vivesse la cugina della nonna.
Accusare chi è incazzato per degrado e criminalità di razzismo non aiuta ad arginare il pregiudizio che voi dite di voler combattere.

Tutto chiaro? Adesso andate tutti a fanculo


Commenti

  1. Infatti se nei campi c'è degrado cosa dovremmo dire del quartiere Zen di Palermo?
    Scampia o Quartieri Spagnoli a Napoli? Quarto oggiaro a Milano (Per anni governata dai leghisti)
    E potrei andare avanti per molto tempo segnalando quartieri difficili di varie città italiane.
    Era una cosa razzista? No
    Era per farle prendere 5 minuti di sano cagoto? forse ma almeno non riprendere le tue gesta e non pubblicarle.

    RispondiElimina

Posta un commento