Greta Menchi al festival di sanremo come giudice



Su questa cosa ci sono tante, ma tante cose da dire, e una fa più incazzare dell'altra. Per cui avviso già da ora: contenuti espliciti. Ma è proprio questo il bello: quando mi incazzo faccio le battute migliori.

Greta Menchi e un festival di sanremo ormai odiato dai giovani


Prima di tutto qualcuno si starà domandando chi stracazzo sarà questa Greta Menchi, il cui cognome si presta tantissimo a facili battute (che cercherò di evitare), che addirittura viene chiamata come giudice al festival di sanremo, a fianco a nientepopodimeno che Giorgio Mororder?

La risposta è tanto semplice quanto deprimente: nessuno.
Non è altro che la solita ragazzina che fa video su youtube, ma non video musicali o cosa, video demmerda sgommati per chilometri dove non c'è mezzo contenuto decente, uno dei suoi primi video è lei che va a scuola, e sotto nei commenti decine e decine di coglionazzi che scrivono "se guardi questo nel 2015 hue hue hue!!11!1!". Gli altri video, anche recenti, non sono da meno: cazzate, cazzate, lei che si trucca, cazzate, lei che fa vedere "cosa fa in hotel", cazzate, lei che truzzeggia, cazzate... ora che ci penso bastava il primo cazzate, ma sarebbe stato un filo troppo generico...
Il vuoto pneumatico, e a poche settimane dall'apertura del canale aveva già 80 mila iscritti.

Cioè una apre un canale e in poco tempo ha 80 mila iscritti, senza talento alcuno nemmeno a seguire i corsi CEPU apposta per i craniolesi, solamente mostrando ai bimbimerda quello che fa è chiaramente un canale raccomandato, una che aveva un contratto con qualche agenzia del mondo dello spettacolo e l'hanno lanciata su youtube, un po' come è successo con francesso sole che parla di "scommessa" quando già al primo video aveva post sponsorizzati in ogni dove, condivisioni di youtuber con centinaia di migliaia di iscritti, dj francesco, selvaggia lucarelli e altri.

Ed è per questo che sta al festival di sanremo ora: è collegata con quella merda di mondo dello "spettacolo", per quello la ritroviamo fra le palle in uno show ormai morto e sepolto per il pubblico giovanile, che non lo segue mai e anzi lo detesta.

E anche questa pratica di lanciare qualche povero caprone ragliante su internet per poi invitarlo in televisione ha un senso. Ci avevano provato anni fa con "youtuber$", una webserie che dire che faceva schifo è un compliemento sulla falsariga del dire che il culo cagato e putrefatto di una zoccola (intendo il topo proprio) investita da un trattore in estate sopra l'asfalto rovente profuma di rose, un maldestro tentativo di questa gente "dello spettacolo" di insinuarsi nel nuovo medium, tentativo basato sullo sterco che portavano in televisione ma che ad un pubblico giovane non piaceva.
Tentativo fallito nonostante la presenza di Fiorello e altri personaggi celebri della televisione.

Purtroppo all'epoca avevamo tutti sopravvalutato il pubblico del web, dicendo oh bene quella porcata ha fallito, significa che un po' di senso critico c'è! C'è speranza nel futuro!
E invece stocazzo c'è speranza, perché non si sono arresi e hanno studiato meglio cosa piaceva ai bimbimerda con il cervello slabbrato e hanno vomitato il piattino di merda perfetto per loro:
Francesso sole e greta minche (ecco, lo sapevo che non ci sarei riuscito a trattenermi...), insieme ad altri poveretti.

Una volta lanciati su youtube a scrivere post it di uno scialbo e scontatezza che le conversazioni sul tempo atmosferico parono una conferenza scientifica, ma che gente nata l'altro ieri prende per saggezza migliorata, e fare video demmerda dove mostrano la vita di una truzzetta "con i capezzoli a forma di cuore" che quando tinge i capelli di nero somiglia a Bailey Jay (maledetta IMDI con le gif trappola che hanno pubblicato), questi diventano famigerati e seguiti da orde di bambini merdosi con la merda nel cervello e la nutella in mano, magari per lanciarla in faccia a cicciogamer martirizzando uno che dovrebbe coltivare le patate invece di spendere stipendi interi in giochi del cazzo per il tablet, tutti arrapati come lupi sanguinari senza distinzione di sesso, ed è qui che scatta l'operazione tristezza a palate.

Somiglia veramente molto...
Invitano questi aborti dell'intelletto umano, patetiche e scolorite imitazioni delle star del cinema di un tempo, in trasmissioni televisive, così che i bimbimerda che non riconoscono il talento dalla tristissima mediocrità del cazzo si riverseranno a seguire quelle trasmissioni, per vedere altro piattume e mediocrità del loro idolo del cazzo.

Perché la televisione ha perso colpi. La televisione non viene seguita dai giovani, i giovani usano solo internet e youtube, non c'è un ricambio generazionale. Per questo quel povero rincoglionito di confalonieri proponeva di "tassare" youtube, nella sua mentalità da italianetto medio ignorante voleva distruggere la concorrenza che gli portava via spettatori potenziali, peccato appunto che non abbia capito una minchia di come funziona il mondo, abituato come è in un mercato che definire comunista è poco, praticamente di monopolio e con pochissimi concorrenti da distruggere a forza di favori politici. Ma torniamo al discorso ragazzini ignobili e del perché sono così agognati da tutti:

Come cicciogamer (un altro senza talento e che fa video demmerda dove spende uno stipendio in "gemme" o "spacchettamenti" per mostrare a quei poveri coglioni che lo seguono cosa viene fuori, elettroencefalogrammi piatti da mesi) insegna il guadagno reale sta nei bimbi e adolescenti, perché sono loro che spendono, sono loro quelli più influenzati dalle opinioni di chi idolatrano senza motivo, sono loro che tendenzialmente desiderano qualsiasi porcheria commerciale tu gli passi sotto il naso anche se annusando sentono puzza di merda. Sono loro che smuovono l'economia facendo sbocciare (cit) il portafoglio del papà.

Per questo, principalmente, la televisione vuole pescare questo pubblico, e lo fa usando finte webstar incapaci che fanno colare la merda dal culo pur non essendo incontinenti ma che sono seguiti da qualche milione di ragazzini cresciuti da genitori che "i bambini devono essere promossi a priori perché sono tutti special snowflake" e mandano in ospedale i professori che mettono un due ad un asino bastardo che non sa nemmeno che Roma non sta in Africa (qui qualche "padano" avrebbe da ridire, questione di ritardo mentale presumo).

Il festival di sanremo per quanto possa farci schifo non scenderà mai al livello di una greta "minchessia", ma proprio mai, e anche se l'anno scorso hanno invitato Rovazzi (opinione impopolare della storia: andiamo a comandare fa sorridere). Per scendere a livello di un "vlogger adolescente" dovrebbero montare il palco in una fogna a cielo aperto che ha formato una palude di liquami e merda dove sguazzano animali mostruosi e fetidi che si nutrono di escrementi e ricagano di peggio, andando ad amplificare lo schifo in maniera esponenziale e inarrestabile, e a cantare invitassero i peggiori cani ululanti del paese, che le stecche che tirano gliele vorresti ficcare in gola e spezzarcele dentro pure, altro che canzonette di artisti ormai morti dentro ma che bene o male sanno cantare.

Lasciamo perdere le considerazioni sulle "canzonette" che cagano e ricagano ogni singolo anno, tutte fottutamente incentrate "sull'amore". Amore qui amore là, amore mio non andartene amore mio vaffanculo, figlie della doppia paraculaggine da italiano mediocre, una la volontà di non incorrere in "polemiche" (che ricordiamo è lo sport nazionale del 47% dei nostri connazionali, il popolino bove che non capisce nemmeno "spingere" nelle porte degli edifici) e l'altra quella di andare sul sicuro, non osare, non rischiare. Fanculo.

Ma la verità è che lo per attirare un po' di pubblico giovane, non perché ormai alla frutta ma perché necessitano di una fetta di ascolti che renda bene economicamente ma soprattutto hanno bisogno di un po' di ricambio generazionale. Perché oggi fanno molti ascolti (esattamente) ma fra 10 anni i vecchi potrebbero essere tutti morti e il pubblico scendere vertiginosamente.

Mai domandati perché il festival di sanremo su facebook sembra faccia sempre cagare a fischio e che non lo segua nessuno, quindi in punto di chiudere, ma nonostante tutto continuano a farlo? L'ultima puntata dello scorso sanremo ha registrato oltre 11 milioni di spettatori, cioè oltre la metà dello share totale. Sono cifre impressionanti belli miei, e ulteriore indice di come chi sta su internet non apprezza minimamente cosa sta in televisione e viceversa, chi segue la televisione non seguirebbe mai internet.
Ha spaccato ogni record di ascolti storico del festival, e le puntate hanno tutte superato i 10 milioni di spettatori.

Insomma non è morto il Festival, più che altro rischia di morire il pubblico di vecchiaia perché i giovani snobbano la televisione.
Ed è qui che nasce il cancro di una incapace che di musica ne capisce meno di un sordo alla nascita che deve giudicare degli artisti, che per quanto porteranno le solite canzonette della minchia (sotto questo punto di vista "andiamo a comandare" è perfino decente, per lo meno non è il solito cuore amore stupore bruciore) sono pur sempre dei professionisti (più o meno).

In ogni caso, anche se dietro c'è una logica, perversa ma c'è, tutto questo fa solamente girare i coglioni. Ma tanto. Perché non si vede altro che elogio alla mediocrità e all'inutilità, ormai si diventa famosi perché si è famosi, il vuoto pneumatico e la morte della cultura, delle capacità, della meritocrazia e della civiltà.

E comunque potevano fare meglio la scelta, buttarla lì come valletta o ospite, non piazzarla a valutare le canzoni. Non capisce un cazzo e le fai valutare le canzoni? Ma il direttore che è, grillino? Uno vale uno fanculo alle tue competenze? Ma vaffanculo và!

P.S. greta minche ha scritto un libro. Con questo ho detto tutto.

7 commenti:

  1. Mi chiedo cosa dirà Giorgio Moroder a trovarsi accanto una ignorante come una scarpa. Spero sia lui a suggerirle i giudizi.

    RispondiElimina
  2. >>P.S. greta minche ha scritto un libro. Con questo ho detto tutto.
    sarà a livello di PewDiePie :D
    nella puntata di ieri a presa diretta han fatto un bel pezzo di giornalismo
    seguendo il dietro le quinte degli youtubers.
    Vale la pena vederlo (e, sì c'è dj francesco :D) ti rendi conto del lavoro
    che c'è dietro, impressionante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fare video e montarli costa molto tempo, quello è vero, ma se nei video non porti nulla di unico o eccezionale stai facendo semplicemente qualcosa che possono fare tutti.
      Non ho mai visto un contadino doppiare un film perché sa zappare la terra

      Elimina
  3. Leggevo il sito orrorea33giri.com dove ci sono un sacco di canzoni trash e adesso si sta parlando di sanremo
    Nei vecchi sanremo almeno ci si divertiva

    RispondiElimina