venerdì 2 dicembre 2016

Bello Figo a rete 4 trolla Mussolini

Vedere dei poveri mentecatti incazzarsi come babbuini con la rosolia in calore è qualcosa di catartico e magico, stavolta Bello Figo ha fatto il pienone di geni che non capiscono sega e si sono incazzati dietro le sue canzoni, in un tripudio di gentismo che nemmeno cinque anni di sacro blogghe.

Non mi sporco le mani perché sono già nero


Ovviamente non devo nemmeno sottolineare come gli scaltri pennivendoli di stocazzo abbiano approfittato della cosa per fare propaganda politica contro Renzi e Mattarella, ponendo molta enfasi sui passaggi delle canzoni di Bello Figo che li citava.

Peccato non abbiano capito una benemerita sega di nulla, e che le canzoni fossero una sorta di concretizzazione delle minchiate che girano sui social e siti di notizie false, appunto Matarella che li invita e loro appena sbarcati che hanno albergo a 4 stelle, stipendio e fighe.

La prima a urlargli contro è mussolini (minuscola da oltre 70 anni) che sentendo "non pago afito", "non faccio opraio" e "vogliamo wifi", dopo anche il tentativo di spiegazione pacata di Bello Figo che, senza uscire dal personaggio troll, ha sbottato urlando "sei da prendere a calci".
Non ha nemmeno provato ad ascoltare quello che diceva Bello Figo, che molti profughi stanno male, gli danno cibo avariato e non hanno nemmeno il wifi per contattare i parenti rimasti in zone di guerra.

Così come quando ha detto che se la gente è in difficoltà non è colpa dei profughi (mi pare ci siano si e no 120 mila profughi, bisognerebbe ricoprirli veramente d'oro per mandare a puttane il welfare di 60 milioni di persone eh, ma proprio matematica for dummies, o per italioti), scatenando l'ira di chi non ha acqua corrente e riscaldamento.

E così gli hanno fatto urlare contro da chi sta male, usando Bello Figo come capro espiatorio e parafulmine della rabbia della ggente che non capisce un cazzo.

"Tu non paghi affitto perché te lo paghiamo noi con le tasse!!11"
Ha pure detto che sta qui da 12 anni, che i genitori lavorano e lui guadagna con la sua musica, facendo concerti serate e cose simili, ma per loro è un "immigrato" che non lavora, sta in albergo, prende soldi e continua a lamentarsi, va in stazione a rubare le bici e in piazza a pisciare.

La fiera del ritardo mentale, se non fosse stato per la trollata invece di ridere mi sarei incazzato pure io, ma non con loro, contro di loro. Ormai non capiscono più una benemerita fava di nulla.
Ed è anche il motivo per cui molti si incazzano con me: c'è chi dice "poveri immigrati" sempre e comunque, anche quando delinquono, e c'è chi dice "bastardi immigrati" sempre e comunque anche quando dimostrano un senso civico che il 90% degli italiani vaffanculo. Mi trovo nel mezzo, nel limbo dove non sta nessuno perché non può fare tifo da stadio, insultare e urlare contro gli altri sapendo di avere le spalle coperte da una folta schiera di mentecatti che fanno lo stesso.

Perché se non lo fanno in molti viene il dubbio di essere dalla parte del torto.

In ogni caso il momento più epico è stato quando hanno passato il ritornello "non mi sporco le mani perché sono già nero", che è di un geniale che nemmeno si può quantificare. Infatti ha provocato butthurt e rosik a palla fra i presenti.

In ogni caso a parte la trollata di Bello Figo è stato degradante, sul serio, vedere dei poveri imbecilli incazzarsi così con un ragazzo che lavora onestamente, vive in una famiglia che lavora ma è stato bersaglio dell'odio condensato frutto di propaganda politica del cazzo, visto comunque come profugo parassita problema numero uno in Italia.

Pensateci bene: fino a poche decine di anni fa questo ruolo lo ricoprivano i meridionali.
In ogni caso ecco il video, per ridere o incazzarsi, finché non lo blastano via


Non credo ci sia da aggiungere altro
Tranne che per i milioni di poveri coglioni che hanno seguito la trasmissione lo stereotipo del profugo che affama il popolo è stato rafforzato.

5 commenti:

  1. Non hanno mica capito che Bello Figo li trolla di proposito, e che ogni volta che si fanno schizzare gli occhi dalle orbite lui rigira il dito bello sporco nella piaga? Ah, è davvero bello vederli incazzati a mille per un troll professionista come BF.

    RispondiElimina
  2. Mi dispiace solo per il mediatore culturale che non ha capito l'intento di Bello Figo, anche se effettivamente là in mezzo è l'unico che se la potrebbe prendere visto il mazzo da culo che si farà per far fronte a sta massa di razzisti idioti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è da dire che parlare guardando 20 secondi dei suoi video è anche quello un errore, di per sé.
      Perché se non conosci il personaggio, che canta "mi faccio una segha" "stasera scopo sono felicio" "mi faccio la pasta col tonno" e "sono ricco" mentre sta su una fiat panda 1990 che lancia carta di quaderno ritagliata con scritto sopra "500 euro" magari viene un filino più difficile capire che cazzeggia, anche se ha provato a dire che cazzeggia

      Elimina
  3. Ha utilizzato tecniche basiche di trollaggio che neanche uno in quinta elementare e non si è dovuto sforzare per niente . Vittoria di internet sui media 17-0 ... e la dimostrazione di quanto i media "tradizionali" e certi personaggi siano oramai bolliti. Quando poi gli dabba in faccia e alla musolina si deforma la faccia è l'apoteosi.

    RispondiElimina