giovedì 17 novembre 2016

Morto il coglione che inventava le bufale della morte dei VIP

Il cancro delle notizie false sulla morte di personaggi famosi è inarrestabile, ogni tre per due ne spunta fuori una. Paolo Villaggio sarebbe dovuto morire qualcosa come 15 volte, così come Wee Man di Jackass. Insomma, questo tipo di notizie ha rotto le palle.


Evidentemente ha rotto le palle anche alla divina provvidenza, che ha fatto schiattare nella notte la malefica mente che si inventava morti a cazzo per attirare l'attenzione e diventare famoso per cinque minuti.

E' morto nel sonno, all'età di 34 anni, Piergiorgio MacOjoni, italoirlandese trapiantato in Molise sin dalla tenera età, era rimasto fino a questo momento completamente anonimo. Nessuno sospettava che ci fosse lui, e unicamente lui, dietro tutte le bufale sulla morte di cantanti, attori, politici e terrazzinai, segreto svelato quando analizzando il suo PC per trovare eventuali assassini hanno trovato il database di bufale, con almeno 300 bufale inedite sulla morte di Renzi, Berlusconi, Trump, Umberto Eco (battuto sul tempo dalla realtà stessa), Bruce Willis e il mago Gabriel.



Ha sviluppato un'ossessione verso l'attenzione altrui quando da piccolo suo padre, che da buon irlandese preferiva la birra su tutto il resto del mondo, lo ignorava completamente stando di fronte la TV a guardare le donnine scolando litri di birra e ruttando in modo sonoro.

Da allora è rimasto ossessionato dal volere attenzioni, finendo con il diventare l'incubo dei necrologisti della domenica su Facebook.

Il coroner, scoperto della sua tendenza a fingere morti, ha provveduto a pungere con uno spillone direttamente nel cuore del corpo per constatare l'effettiva avvenuta morte, sospettando si trattasse di un altro scherzo.
Non sapremo mai, quindi, se stesse fingendo o fosse veramente morto, in quanto lo spillone stesso potrebbe averlo ucciso.

5 commenti:

  1. Le bufale sulla morte dei VIP non si arresteranno perché MacOjoni ha lasciato tutto in eredità al nigeriano Stopar Dibale, entrato qui come profugo di guerra.
    :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed essendo immigrato che prende 45 euro al giorno per stare in un hotel a cinque stelle avrà fin troppo tempo per buafalare! Maledetto!

      Elimina
  2. cioè ma non è ermes maiolica? No spero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A parte che Ermes non è un coglione, si inventa bufale soppraffine e trolla molti che si credono introllabili, no. Comunque questa è una trollata e ci sei cascata, lol!

      Elimina
  3. Si capiva perfettamente che era una bufala. Infatti asserisci che il "bufalatore" si chiamasse MacOjoni e che fosse italoirlandese. Ma, com'è risaputo, il Mac è proprio dei cognomi Scozzezi (per gli irlandesi si ritrova un corrispettivo in O' - tipo O'Brian)...

    RispondiElimina