sabato 26 novembre 2016

Boldrini e lo screen degli insulti che ha ricevuto: ha fatto bene!

Che boldrini non mi piaccia non è un segreto, si capisce già perché lo scrivo con la minuscola: tutte le minchiate sparate sulla lingua italiana, le fregnacce per usare "ministra" e "sindaca" che nella migliore delle ipotesi sono solo perdite di tempo, mi stanno immensamente sul culo.
Ma da qua a ricoprire di insulti e minacce ce ne passa parecchio, ed è quello che alcuni alternativamente intelligenti (traduzione: coglioni) fanno contro di lei dalla mattina alla sera...

E boldrini pubblica gli screen


Così ha deciso di fare una raccolta, piccola, di tutti i commenti velenosi che le sono stati rivolti su facebook e di pubblicarla. Ora, la strumentalizzazione de "la giornata contro la violenza sulle donne" poteva risparmiarsela, allegramente, ed è per questo che mi sta tanto sul cazzo, ma il resto è condivisibile.

Tranne che "le vittime sono donne". Come ben sapete a trattare certi temi ci si espone, sempre, io stesso in prima persona sono stato vittima di migliaia di messaggi di insulti, centinaia di minacce di morte e altre centinaia di minacce di pestaggi vari ed eventuali. E non sono donna (se ancora non si fosse capito).

Ora la questione è questa: dopo che lei ha fatto questo in parecchi le sono insorti contro urlando al bullismo.
"Non si combatte il bullismo col bullismo!!1!"
"Vergogna!!1!"
"La gogna pubblica!1!"
"Non può fare quello!!11!"

Ma che cazzo andate a vomitare in giro porca la merda? Bullismo? Non può farlo?
Un cazzo! Può e DEVE farlo!

Ora riprendo il mio personale esempio: sempre inondato di insulti da parte di betoniere di letame che fino a quel momento hanno imperversato a destra e a manca minacciando e insultando la gente, nel tentativo di intimidirla e zittirla. A parte la ben poca democrazia di un nazismo censorio ottenuto tramite la minaccia, l'ingiuria e la diffamazione vorrei far notare che tali comportamenti andavano avanti da anni, decenni, senza che nessuno parlasse.

Ho iniziato a parlare, nel mio piccolo, sputtanandoli e rispondendo per le rime a questi immondezzai maleodoranti putridi, e cosa è successo? Che non si sono più permessi di rompere i coglioni, sono mesi che non mi spacca le palle nessuno.


Funziona così con i "bulli", se li lasci fare diventano sempre peggio, perché tanto sanno che non subiranno nessuna conseguenza dalle loro azioni.
Ora volere tappare ulteriormente la bocca a chi è vittima di continui insulti è da dementi, scusate se alcuni di voi sono miei amici ma se fate le coglionate non è colpa mia, ed è come dire ad uno vittima di bullismo "non dire o fare nulla, continua a subire zitto e muto altrimenti sei come loro!" uno undici centoundici.

Ma alla vittima di bullismo devi urlargli di prendere tutti a calci nelle palle appena si avvicinano a rompere i coglioni, altro che "sta zitto e muto".
E' con questo lassismo del cazzo che in questo paese c'è una cafonaggine e maleducazione, inciviltà e barbarismo, che non si può sopportare.
Iniziare a rispondere, iniziate a restituire tutto e con gli interessi, ricacciate lo sterco nella fogna.
Insegnate a colpi di vaffanculo l'educazione a questa feccia, perché non può continuare a passare il messaggio che invece di argomentare basta insultare il prossimo e via si festeggia "la vittoria".

E quindi ha fatto bene boldrini a sputtanare questa gente, e farà bene chiunque altro lo faccia.
Uno di quei cretini ha pure chiesto scusa, un altro si sta dimostrando pure peggio di quanto sembrava ma si sta scavando la fossa da solo.

La vergogna deve tornare di moda.

6 commenti:

  1. Premesso la boldrini non mi piace per niente e attendo con ansia il giorno delle sue dimissioni, stavolta ha fatto bene (almeno in teoria) a pubblicare gli screen, perché sono stufo di tutto questo odio che viene vomitato in rete. Dico in teoria, perché ancora una volta ha sbagliato una cosa: ha pubblicato, in mezzo ai vari commenti, anche uno che col sessismo non c'entra assolutamente nulla, quello in cui le danno della terrorista.
    Se è stata apostrofata così, un motivo ci sarà. Non si è mai vista una traditrice della patria come la boldrini, peggior carica di sempre nello Stato italiano.

    RispondiElimina
  2. Le piace credere che la gente la odi perché donna. Ammettere che la odi in quanto schifosa rappresentante di un governo schifoso non sarebbe così bello.
    Così come in America vogliono credere che la Clinton è stata sconfitta in quanto donna. Come se non fosse impresentabile almeno quanto Trump.
    E mentre indugiamo in queste stronzate, i partiti peggiori come la Lega in Italia riescono a recepire l'odio di classe e a convertirlo in consensi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, aspetta. Anche Alfano è schifoso rappresentante di un governo schifoso, anche e soprattutto Renzi lo è, eppure il tenore degli insulti verso la Boldrini o peggio ancora verso la Kyenge (e questa manco è più al governo ora) è MOLTO diverso.

      A Renzi e Alfano solitamente ci si ferma all'insulto base (coglione, pezzo di merda etc) e le uniche minacce si limitano a generiche previsioni di miseria (come "il popolo si sveglierà, finirete in galera") o ad appelli alla "provvidenza" di qualche pazzo (come dire "prima o poi qualcuno ve la farà pagare").

      Alla Boldrini e alla Kyenge ho letto ben di peggio, tra minacce di morte e di stupri. E questo è perché sono donne e una è pure di colore. Ok, sono uno che pensa che quando si insulta si colpisce dove fa più male, e a una donna fai più male colpendola nel suo essere donna (un po' come insultare la virilità di un uomo), ma il punto è che leggendo gli insulti a Renzi non provo la stessa PAURA, non sento la stessa cattiveria, che provo leggendo quelli alla Boldrini.

      Elimina
  3. A mio avviso sbagliano entrambe le parti - e, come si suol dire, due torti non fanno una ragione. Sbagliano i bulli, ovviamente: la loro stessa esistenza è uno sbaglio. Sbaglia la boldrini (minuscola d'obbligo, anche da parte mia), perché il modo migliore per combattere i bulli da parte sua sarebbe trascinarli in tribunale e far loro sputare sangue per vie legali: come presidente della camera dei deputati partirebbe già con un piede di vantaggio. Il fuoco non si combatte con altro fuoco, ma con acqua.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci ha già provato, ma facebook è un far west e non hanno concluso niente

      Elimina
    2. In realtà, Tomo delle Facce di Merda o no, il reato di diffamazione a mezzo stampa è sempre applicabile. Gente meno potente della boldrini ha trascinato in tribunale bulli rei di averla diffamata proprio sul TFM; non vedo perché non debba riuscirci lei. E oltre tutto che esempio pensa di dare se ricorre agli stessi mezzucci di quelli che la trollano sul web?

      Elimina