mercoledì 2 novembre 2016

Animalisti denunciati per associazione a delinquere, ex dipendente di Green Hill dorme sotto i portici

Un paio di notizie insieme, una è quella che un ex dipendente di Green Hill, il canile che allevava beagle destinati alla ricerca (ricerca, non come dicono i camorristi del pelo di porco "tortura"), finito a dormire sotto i portici insieme alla moglie da un anno e mezzo, rimasto senza lavoro per colpa della disinformazione animalarda, l'altra che finalmente qualcosa si muove contro questo squadrismo, a volte appoggiato anche dalle autorità (un giudice li ha favoriti proprio nel caso Green Hill)

Ex dipendente di Green Hill senzatetto, ma finalmente i nazimalisti vengono riconosciuti come associazione a delinquere



Stefano e Cesarina, i nomi della coppia finita in miseria a causa dello squadrismo, la disinformazione e lo strapotere nazimalista, dormono sotto un portico da un anno e mezzo, e lei si è pure ammalata.
Sono stati sfrattati e non hanno più un tetto, nemmeno ora che Stefano ha trovato un nuovo lavoro, che non basta nemmeno per uno straccio di affitto.

Questa è la conseguenza della chiusura di Green Hill, mentre sia animalardi che animalisti festeggiano per aver "salvato" i cani, hanno di fatto condannato delle oneste persone a perdere il lavoro e la dignità, malati e sfrattati in nome di una ideologia malata e nata da disinformazione e pregiudizio.

Senza cambiare, di fatto, un benemerito cazzo di niente per i cani, che verranno allevati in altri centri, o altri paesi (dove non si garantisce la stessa protezione degli animali che garantisce il nostro) condannandoli come minimo a trasporti molto più lunghi.
Due piccioni morti con una fava insomma.



Per chi non lo ricordasse contro Green Hill una muta di camorristi del pelo di porco ha fatto irruzione, rubando cuccioli per decine di migliaia di euro e portando alla morte di alcuni di loro (uno si era abbeverato in un secchio per pulire in terra, pieno di detergenti e chissà che altro, questo però gli animalardi nei loro trionfi lo omettono sempre).

Ecco, proprio questo chiudere un occhio, anzi agevolare, questa gentaglia nelle loro attività illegali, infrazioni della legge, aggressioni (a volte contro bambini) è sempre stato qualcosa che mi ha fatto incazzare maledettamente.

Perché dei criminali possono delinquere, in folti gruppi, senza che nessuno faccia qualcosa?

Ma ora, finalmente, qualcosa si è mosso: cinque di loro, le donne che venivano mandate in avanscoperta a malmenare i cacciatori così che i coraggiosissimi uomini potevano filmare la rissa in cerca di una reazione difensiva urlando al "cacciatori di merda che picchiano le donne", ma che si divertivano anche in atti vandalici e danneggiamenti, perfino rapimento di cani, ai danni di oneste persone, sono state arrestate.

L'accusa, ed era ora, è di associazione a delinquere.
Cosa non molto lontana dalla realtà, anche se in altri paesi sono accusati di terrorismo (giustamente) che è perfino più grave.
Ma l'accusa di associazione a delinquere finalmente mi dà la possibilità di chiamarli per quello che sono e come ho già scritto sopra: camorristi del pelo di porco.

Io pretendo che venga fatta giustizia e che si creino importanti precedenti per la legge, visto che questi invasati hanno mandato fin troppa gente in rovina e in ospedale, passandola quasi sempre liscia o addirittura avendo il favore di chi dovrebbe essere super partes.


4 commenti:

  1. Parlando di bambini, lo hai sentito di quella vegana che ha augurato un cancro ha un bambino colpevole di tentare di magnarsi una bistecca. Be se non lo sai anche quella donna si è beccata una bella denuncia dal padre del bambino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si ho sentito, spero la sistemino come si deve.
      Anche se di episodi simili se ne presentano a decine ogni giorno

      Elimina
  2. Animalardi, vegamerda, complottardi, antivaccinisti e tutte queste categorie di fanatici col culo altrui andrebbero tutte accusate di associazione a delinquere se non di terrorismo. Forse finalmente la gente comincia a non lasciarsi più infinocchiare dalla propaganda di questi soggetti e a denunciarli. Purtroppo i fanatici sono sempre esistiti e sempre esisteranno; se mai queste specifiche categorie dovessero scomparire, verrebbero semplicemente sostituite da fanatici su altri argomenti; però la gente deve reagire e relegarli in un angolino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I fanatici ci sono in ogni argomento, il problema è che il fanatismo non viene punito e anzi ottiene sempre risalto mediatico

      Elimina