venerdì 16 settembre 2016

Non è stato il patriarcato e nemmeno il "web"

Prevedibili come le zecche in un campo abbandonato i nostri prodi Social Justice Warriors e feminazi si sono buttati a capofitto a banchettare con la carcassa ancora calda della ormai conosciuta Tiziana.
Non gli sembrava vero poter sciacallare sulla sua sciagura per poter urlare le loro puttanate astronomiche, e infatti lo hanno fatto...

Sciacallaggio a scopo propagandistico


Cosa è successo?
E' successo che questa ragazza si è fatta filmare mentre tradiva il ragazzo, in cinque video diversi e pare con sei ragazzi diversi (non li ho visti tutti) mentre ingiuriava contro il ragazzo definendolo "il cornuto" e altri complimenti. C'è chi dice che i video fossero una ripicca verso di lui, c'è chi dice che i video fossero stati voluti anche da lui (che sarebbe una sorta di masochista delle corna?), fattostà che questi video vengono spediti a cinque amici di lui.

Poi da qui vengono pubblicati online, e in poco tempo diventano virali. Specialmente uno, con una frase che divenne meme: "stai facendo il video? Bravo!".

Dopo questa ribalta la ragazza ha iniziato ad avere problemi personali, perdendo il lavoro e venendo riconosciuta per strada, visto che vennero pubblicati tantissimi dettagli fra cui il nome ed il cognome.
Recentemente si è suicidata, ponendo un epilogo tragico alla sua storia.

Ed è qui che feminazi e coglionazzi vari si sono sgrillettati e segati a due mani con foga animalesca, presi da una estasi di forcaiolismo che mai avevano provato prima, godendo come porci mentre urlavano "patriarcato", "maschilismo" e ovviamente "sessismo" e sgrizzavano in ogni dove le loro sentenze da orgasmo rampante.

"Uomini di merda!!1 Se fosse successo ad un ragazzo adesso sarebbe famosoh invece che morto!11"
Tutto da dimostrare... io ricordo solo che Tiger Woods ha perso TUTTO per aver tradito la moglie, e che Bill Clinton è stato al centro di uno scandalo per essersi divertito con la stagista Lewinsky, anche lui rischiando grosso.
Poi di casi italiani non me ne vengono in mente, ma questa puttanata di puntare il dito urlando "a voi non succede" non solo è coglioneria, ma anche fanatismo in cui si vede solo quello che si vuole vedere.

"Società maschilistah!11 Le hanno tutti dato della troiah anche se ha fatto quello che fate tutti!11"
Primo io non ho mai visto nessuno chiamarla troia. Secondo io non ho mai tradito e mai tradirò, parla per te testa di cazzo. Terzo da che mondo è mondo tradire è una porcata che ci si può sempre risparmiare, ma vedo che è un atto condannato solamente se lo fa un uomo... Uomo porco donna libera, ovviamente. Però società patriarkato!!1

"Umiliazione da parte di internette!!1 Il webbe cattivoh!!1"
Censurate internet perché ha fatto dei meme su una tizia. Si fanno meme sulla gente da anni, però se una di queste muore automaticamente siamo tutti dei mostri infami.
Piuttosto ci sarebbe da domandarsi il perché i suoi video siano diventati tanto virali... forse perché le testate giornalistiche ci hanno banchettato con il clickbait? Ah, ma i giornalisti non sono il webbe di bastardi misogini patriarcali maschi bianchi eterosessuali (cit), quindi va bene dir cazzate...

Tutto questo sa di già visto: prima era tutta colpa del cinema "rende i ragazzi violenti!11", poi colpa della musica metal "rende i ragazzi violenti1111!", poi è stato il turno dei videogiochi "rende i ragazzi violentih1!1" e infine è kolpa dei social network "rendono i ragazzi violentih!11".
Gira e rigira però nessuno che punta il dito sulle vere cause di un fenomeno, e nemmeno viene analizzato questo fenomeno visto che tutti sono impegnati a linciare "il mostro" o a sciacallare sopra per portare acqua al proprio mulino d'odio.

Ci si aggiunge pure Selvaggia Lucarelli (nome maiuscolo per distinguerla da un comodino) che condanna la gogna mediatica facendo gogne mediatiche. Così si che si ferma il fenomeno eh, mossa geniale. Come combattere l'uso delle bombe nucleari bombardando con bombe nucleari. E la guerra fredda non è tanto lontana da essersela già dimenticata.

Ma volete sapere una cosa? Non solo è sbagliato, ma è perfino una mezza verità, se non una menzogna.

Mentre erano tutti impegnati a rasparsi per sgrizzare giustizia sociale in faccia ai "maschi bianchi eterosessuali privilegiati" (occhio che ormai anche i neri etero vengono presi di mira eh, piano piano odieranno tutti gli uomini indiscriminatamente, senza più scusazzole) salta fuori una notizia:

Causa persa da Tiziana: doveva pagare le spese processuali per il diritto all'oblio perché, come riferiscono alcuni giornali sulla sentenza, era consenziente a girare i filmati, inoltre ha citato in giudizio società che avevano già provveduto a cancellare il materiale incriminato.
Insomma fra errori e cazzate giudiziarie doveva sborsare 20 mila euro, cifra che per una trentenne che ha perso il lavoro è folle. Ma sarebbe fosse per chiunque.

Insomma, ha provato a difendersi affidandosi ad un avvocato che evidentemente non sapeva quello che faceva, rimettendoci una fortuna, poi il diritto all'oblio lo ha ottenuto per metà perché la legge è una puttanata e non è al passo coi tempi.
Insomma, tanta fatica per non ottenere nulla tranne la beffa: 20 mila euro da sborsare.

Questa è probabilmente la causa finale che l'ha portata al suicidio, oltre al fatto che già non sopportava le attenzioni che si era attirata addosso.

Se poi era veramente consenziente noi che cosa ci possiamo fare?
Ci sono troppe persone che fanno cazzate e poi se ne pentono perché nemmeno immaginavano la portata delle cazzate fatte, ma noi cosa possiamo farci se fanno cazzate?

Ricordate la storia della "spermatariana"?
Ecco, lei dopo il video con Diprè ha aperto una pagina facebook in cui continuava il ruolo di "mangiasperma", per qualche mese. Poi quando la gente ha iniziato a riconoscerla per strada e sfotterla si è accorta della minchiata fatta. Così ha accusato l'ex di averla "plagiata" portandola a fare il video con Diprè... come se i mesi successivi in cui ha continuato con la farsa non siano segno abbastanza evidente che ha fatto scaricabarile su un disgraziato che c'entrava una sega.
Ma hey, è maschio ed etero, quindi bastardissimo a priori.

Quello che bisogna imparare da questa (queste) storie è che le cazzate spesso si pagano molto più care di quanto potremo mai sognare nei peggiori incubi, e che pentirsi solo quando si ha la merda al collo non serve a niente.
PENSATE prima di fare cazzate.
E finitela di rompere i coglioni col patriarcato, con le troie, con la società sessista e tutte queste puttanate che non hanno senso e servono solo a spalancare la fogna e sparare minchiate.
Ah, lo so che vi piace urlare contro i maschi brutti e cattivi, ma quella ragazzina diciasettenne mentre veniva stuprata è stata ripresa e sputtanata su whatsapp dalle sue AMICHE. Donne, femmine, non maschi. Tutto il teatrino dell'uomo brutto e cattivo crolla di fronte la realtà, ma a loro frega un cazzo.
E anche il "cornuto" ne ha passate di brutte, che cazzo credete? Umiliato e sputtanato in lungo e in largo ha cancellato il suo profilo già molto tempo fa. Però oh, è uomo quindi è bastardo a priori, tanto lui è diventato famoso e ricco (cit).

Ecco il cornuto! Guarda chi è lo stronzo che viene cornificato a raffica! Ah ma è uomo e le corna "sono un'offesa a lei".
E come no...
Eventi  su facebook per scovare il cornuto. Chi sarà mai stato lo stronzo cornuto e mazziato?
Ah ma lo rispettano perché uomo eh, la società patriarkaleh!11
Da notare che negli screen non si legge la parola "troia". E nemmeno nel resto del testo, unico superstite della cancellazione del materiale della ragazza.

Proprio la gente di merda non ce la fa a non sciacallare sulle tragedie eh.
Per oltre un anno e mezzo non avete detto mezza parola in sua difesa. Avete riso sulla sua frase come chiunque altro. Ve ne siete sbattuti i coglioni e le ovaie per un lasso di tempo troppo lungo per poter tirare fuori la testa dal pertugio fetido dove vi eravate incastrati a sputare sentenze contro la società.
ANCHE VOI siete la società, e non avete fatto un cazzo. ZITTI E MUTI

1 commento:

  1. Troppo ci hanno sputato sopra 'sta ragazza. Pure il fatto quotidiano che ha pubblicato un articolo l'anno scorso col suo video, e l'ha tolto solo poche ore fa, scusandosi, ma intanto le lacrime di coccodrillo non servono.
    Il vero mostro è l'irresponsabilità; non c'è patriarcato o maschilismo che tenga, è l'irresponsabilità di chi non è in grado di comprendere che le situazioni possono sfuggire di mano.
    Teoricamente, non avrei nulla da dire su due partner che si filmano, siano amanti o coniugati o fidanzati; è un gioco come un altro. Ma teoricamente, perché poteva andar bene con le videocassette; ora, per quanto consenziente possa essere una persona, dovrebbe sapere che un video su uno smartphone è tendenzialmente stato messo in mano al mondo. Anche se il video lo fai tu e lo smartphone è tuo.
    Certi oggetti, nella vita intima delle persone, non devono proprio entrarci. La fiducia che hai verso il fidanzato-marito-amante che sia, non è una scusante; e se lo fai scientemente, e il video viene pubblicato, beh... non puoi lamentarti poi delle conseguenze che ha.

    RispondiElimina