lunedì 8 agosto 2016

Tsu chiude e Zeb89 ci rimane male

Non sempre ci azzecco... tempo fa pensavo che Zeb89 era ormai alla frutta, e invece eccolo lì ancora con il suo nutrito seguito. Ma a volte ci azzecco, come quando ho subito riconosciuto come mezza cacata il suo gioco e soprattutto quando ho detto chiaro e tondo a tutti che tsu.co era una merda di sito su cui non bisognava perdere mezzo secondo della propria vita. E infatti...

Tsu chiude improvvisamente


Improvvisamente e senza alcun avviso, tsu ha chiuso i battenti adducendo scuse fumose e che non spiegano nulla, tranne solo che "volevano cambiare il panorama mondiale dei social network ma non ci sono riusciti". Io ho già detto cosa pensavo a riguardo, qui e un altro che avevo messo su un blog esterno ma che ho messo qui che almeno sto a casa mia...

La recente chiusura però non ha fatto che darmi ragione, tranne forse nelle tempistiche: gli davo massimo un anno di vita e invece è durato qualcosa di più, ma a stupirmi maggiormente è stata la reazione di Zeb: stupito e ignaro.
Ma come, non collaborava con loro? Tutti quei video a pubblicizzare Tsu erano fatti per racattare solo referral? Povero Zeb, infinocchiato in quel modo...

A confermare l'impressione che la "collaborazione" con Tsu non fosse molto trasparente c'è anche il video che ha caricato, in cui si dimostra stupefatto della cosa e tenta di spiegare "perché è andato male e hanno dovuto chiudere", ma vediamo le sue dichiarazioni:

"Ci sono rimasto male e non c'è stato nessun preavviso"
Segno che la "collaborazione" erano parole gettate al vento e si sono procurati pubblicità gratis


"A mio avviso ci sono vari elementi che ci aiutano a capire" e come no... ma sentiamo.

"Il picco di Tsu è stato di cinque virgola due milioni di utenti"
No Zeb, non è il picco, è il numero di account creati, punto. Non un picco, e lo scrive chiaramente nella nota il fondatore stesso. Cinque milioni di utenti in più di un anno non sono un buon risultato, né per un singolo paese né su scala mondiale (come lo era tsu). Basti pensare che Facebook in quattro anni ha registrato 800 milioni di utenti in tutto il mondo, alla faccia del "lo Tsu-nami travolgerà facebook!11" perché pagava 20 cent al mese i bimbimerda che spammavano cazzate. Certo!
In ogni caso non erano picchi, ma appunto il totale. Totale su gente che dopo due ore aveva sfanculato il social (come ho fatto io).

"Facebook come sappiamo si tiene il 100% di tutti gli introiti [...] il che mi sembra un attimino ingiusto forse"
Ancora non ha capito che Facebook offre un servizio che tu usi gratuitamente. Pretendere di essere pagati per usare facebook solo perché loro guadagnano dal loro lavoro è come pretendere di essere pagati per guardare la televisione. Cazzate! Solo i sistemi "pagato per cliccare" demmerda a cui si affidano i "diecenni" per racattare due euro per comprare le figurine Panini o le carte dei Pokemon (se esistono, ma fanculo cazzo me ne frega) promettono qualcosa del genere. No, tsu non era nemmeno originale, anche senza contare le decine di "social che ti pagano" usciti prima di lui...

"Tsu invece proponeva la monetizzazione dei post"
E infatti a parte te e qualche altro "famoso" che ha deciso di giocarsi la faccia inculando i propri iscritti che gli davano fiducia nessuno ha visto il becco di un quattrino. Perché guadagnando si e no 1 dollaro al mese col cazzo che l'utente medio in nemmeno 20 mesi ha raggiunto la soglia di payout, e ora che è chiuso non vedrà nemmeno quei quattro spicci che vedeva segnati nell'account.
Io l'avevo detto che erano sterili numeri che la maggior parte della gente non avrebbe mai visto e non ho tentato di inculare nessuno.

"Per me il sito ha sempre funzionato"
Certo, ma avevi 30 mila iscritti e non so quanti referral, ma la cosa non è valida anche per gli altri.
Gli altri, a cui sono stati promessi guadagni facili, non hanno visto il becco di un quattrino, e sono fiero di aver risparmiato la perdita di tempo a della gente mettendola in guardia.

"Come mai, secondo me, tsu ha chiuso?" Ancora non te ne sei accorto eh...

"Numero 1: il copyright! Il copyright non è qualcosa che puoi lasciare da parte così e far finta che non esista! Va rispettato, su youtube, su facebook e per forza di cose anche su tsu.
Però ragazzi cos'è che succedeva su Tsu.co? Violazione del copyright a destra e a sinistra! Utenti che caricavano link a video, foto e contenuti che comunque erano protetti dai diritti d'autore.
Ovviamente non è possibile compensare qualcuno che posta degli stati che fanno view ma violano il copyright. Come su youtube se tu carichi parti di un film scommetto che fra qualche ora il video verrà cancellato e riceverete un copyright strike e al terzo strike si chiude e non guadagni più nulla. Stessa cosa su Facebook, se pubblichi roba pirata o link a film steraming il tuo account verrà sospeso.
Il problema di Tsu è che c'erano pochissimi o addirittura nessun controllo!"

Bello spezzone, analizziamolo: non hanno monetizzato perché il copyright, perché su youtube e facebook ti segano. Ora specifichiamo alcune cose: è vero che il materiale illegale non si può pubblicare, ma sui siti web la cosa è un po' più complessa. Facebook e youtube sono dei colossi e in quanto tali è molto più facile tenerli d'occhio, minacciarli di denuncia e far valere il diritto d'autore, è uno denunci lui e via. Sui siti web la  questione è molto più difficile, visto che i sistemi di controllo automatici e anche manuali non sempre fanno effetto. Basti pensare che esistono siti web che infrangono clamorosamente il regolamento di Adsense e stanno lì da anni...
Quindi a meno di siti dedicati interamente alla pirateria potrebbe essere difficile ricevere un ban, specialmente per delle immagini.
Quindi no, tsu non ha chiuso per quello, perché se i banner adsense sono rimasti lì fino alla fine significa che hanno avuto l'account attivo fino alla fine.
E in ogni caso continuo a sostenere che un social network che si affida ad adsense non aveva intenzione di funzionare fin dall'inizio, ma a quello arrivo dopo.

"Un utente su 3 era un bot pakistano che spammava"
Io l'avevo detto che era una cloaca piano di dementi attirati da quei quattro centesimi di merda, ma nonostante tutto insiste a difendere la piattaforma come valida, quando lui stesso ammette che era pieno di spam e bot e dementi che pubblicavano minchiate su tsu che ti fa diventare ricco.
Ma come cazzo si fa?

"Mantenere un sito usato da milioni di persone costa migliaia di dollari al mese"
Un cazzo di server dedicato lo paghi 600 dollari al mese, e dubito avesse avuto tanto di quel traffico da richiedere un servizio più costoso, perché appunto i cinque milioni erano gli account, e l'account non potevi chiuderlo, e molti avevano abbandonato da tempo...

"Il denaro erogato agli utenti era pari al 90% dei guadagni"
Primo, hanno pagato pochissima gente, secondo adsense pure nei siti web peggiori al mondo non ha un CPM di 10 centesimi, quindi si potrebbe dubitare perfino della percentuale, terzo i bannerini di adsense non erano l'unico metodo di guadagno di tsu, l'ho già detto e lo sappiamo (link a inizio articolo) ma rinfresco la memoria: email marketing, vendita email con precisi interessi dell'utenza e vendita dei dati stessi. Hanno guadagnato come minimo 500 dollari ogni mille indirizzi email, potenzialmente due milioni e mezzo di dollari... senza contare appunto adsense, che anche se buttato lì a cazzo di cane qualche migliaio di dollari deve averli per forza generati. A fronte di una distribuzione di massimo 10 mila dollari agli iscritti, perché il 99% degli utenti non ha mai raggiunto il payout e ora che è chiuso si attacca al cazzo.
Non mi pare che agli utenti siano stati distribuiti oltre due milioni di dollari... zeb stesso se ne ha visto mille è tanto, ed era uno dei pochi fortunati famosi che prendeva un centone ogni tanto...

"Ai tempi mi sembrava troppo bello per essere vero, cazzo il 90%! I costi erano troppi, non entrava più un cazzo!"
E infatti non lo era, ancora non lo capisce eh, e fra l'altro cosa sarebbe andato storto se non pagavano altro che nemmeno l'1% dell'utenza? I soldi li avevano tutti loro, come cazzo fai a dire che non ce l'hanno fatta con le spese?

"Gli inserzionisti pubblicitari si saranno resi conto che Tsu era usato prevalentemente da bot. Questo comporta ulteriore perdita di denaro"
Ma, forse si forse no, ricordo che avevano adsense e i banner adsense appaiono su decine di migliaia di siti web, molti dei quali generavano più visite di tsu stessa, che si accorgessero di una sola poteva verificarsi solo in caso di numerosi click ma nessuna vendita (insomma, qualcosa di anormale) cosa che ai bot non fregava sega di fare... adsense paga a click, di che minchia di investimenti pubblicitari parla? "gente non interessata ai banner", e allora? Se non clicchi non paghi, ergo all'inserzionista frega sega se girano i banner a vuoto su tsu. Ovvio, loro non ci guadagnavano, ma come detto prima un social come si deve non usa adsense... lo fa youtube, ma perché sia youtube che adsense sono di Google, quindi gioca in casa. Come fa Facebook: gioca in casa. Perché dividere i guadagni con altri se puoi gestire tu il tutto? Ma vabbe', queste cose probabilmente nemmeno gli interessano...

"L'idea era più che valida!"
E come no! L'idea era inculare gli utenti e l'hanno fatto. Perché non ci si mette nessuno a fare cacate simili? Almeno aziende serie. Perché non è così che attiri l'utenza, non è un motivo valido, non è una strada da seguire. Nel web si offrono servizi, non centesimi.
Adsense paga perché TU porti persone, acquirenti e clienti attraverso il TUO sito e il TUO lavoro, non che uno apre un sito tu scrivi "ciao stronzih lol" e pretendi soldi. Ma dove cazzo è la validità dell'idea?

Ora credo di aver già detto il motivo per cui ha chiuso Tsu, e specialmente in periodo "strategico" come Agosto: hanno preso il malloppo e se la sono telata.
Tsu era infatti nato dopo un versamento di due milioni di dollari (sempre se non ricordo male) o più, ma a vedere il sito web sembrava fatto investendo si e no qualche migliaio di dollari (non aveva nemmeno una chat attiva, quella cloaca, brutto come la fame e semplicissimo), hostato su un server scadente (inizialmente non aveva nemmeno l'https) e il cui marketing si è fermato dopo poco tempo, affidando appunto tutta la pubblicità agli utenti, che allettati dalla promessa del guadagno lo hanno spammato a destra e a manca (ricordiamoci che zeb ha fornito almeno un migliaio di euro di valore in sponsorizzazioni a tsu, probabilmente gratuitamente accontendandosi di 100 euro al mese, ma portandogli almeno 30 mila persone, monetizzate secondo il mio modesto parere in 15 mila dollari minimo) per cui investimenti pochissimi.
Aggiungiamoci appunto lo sfruttamento commerciale degli indirizzi email e dei dati (inizialmente validi) che avranno fruttato probabilmente almeno altri due milioni e abbiamo un quadro valido delle motivazioni:

Chiuso ad Agosto, quando molti sono in vacanza e pensano a divertirsi quindi c'è meno clamore, e fuggiti con la saccoccia piena. Un motivo per cui potrebbero aver chiuso precocemente era probabilmente il traffico dei bot pakistani, il 25% del totale seguito poi dall'India (italia 9%, insieme agli USA, troppo poco traffico valido per poter continuare a guadagnarci) per cui ormai non ne valeva più la pena tenere aperto il sito, adesso guadagnano con quanto già raccolto.

Ma di certo non è come pensa Zeb, che gli investitori sono scappati... avevano adsense, non hanno mai avuto intenzione di lavorare seriamente con quel sito, avevano intenzione sin da subito di usare il sito per acquisire milioni di indirizzi email e relativi dati a costo praticamente zero.
Dati e indirizzi che sfrutta anche Facebook, ma loro in cambio dei tuoi interessi ti offrono un servizio, tsu offriva qualche centesimo e nemmeno te lo hanno dato.



Insomma tutto 'sto pippone per dire che tsu si è confermata la perdita di tempo che avevo annunciato, e poi mi venite a dire che non voglio bene al mio pubblico! Quanto sbattimento vi siete risparmiati?

4 commenti:

  1. Lo sapevo :°D
    Sapevo che il sito avrebbe chiuso all'improvviso. Era lo scopo iniziale: guadagnare abbastanza e poi svignarsela!
    È un classico! Accade anche in alcuni retroserver di famosi MMORPG in cui ti fanno shoppare offrendoti il ben di dio (No, non ne sono stata vittima ma le mie conoscenze sì) per poi chiudere improvvisamente sparendo nel nulla :°D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me stupisce vedere come ancora ci credono dopo la fuga col malloppo...
      Ok non aver visto le avvisaglie, ma una volta che ci sbatti il muso cazzo SAI che è lì

      Elimina
  2. Mi ricordo successe una cosa del genere per un retroserver di Warhammer:Age of Reckoning
    Io non ci shoppai nulla perché appunto era un retroserver, ma quando poi ha chiuso ho riso un casino per quelli che spammavano in chat "ho preso questo" "io questo perché son più figo!"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lui era più figo però poi è arrivata la provvidenza a rendere tutti uguali: a tutti è arrivato un cazzo in culo, senza distinzioni di ceto sociale e reddito!

      Elimina