martedì 2 agosto 2016

Antifeminazi trolla animalisti a supportare Milo Yannopoulos

C'è qualcosa di estremamente magico in questo fatto, qualcosa che solo chi conosce a fondo le due correnti di pensiero può degustare al meglio. Come i sommelier con il vino. E infatti solamente sapendo che molte correnti "femministe" assimilano i "diritti degli animali" come un problema femminista che si può assaporare al meglio questa trollata...

Free Milo

Un fan di Milo Yannopoulos, dovrebbe essere scritto giusto, è andato a Londra per cercare di parlare con alcuni dirigenti di Twitter, credo per protestare contro il ban di Milo (faccenda marginale in questo caso).
Ma è stato rimbalzato via perché non aveva un appuntamento...
Mentre si allontanava ha scorto un gruppo di animalisti che protestavano contro le cavalcate degli asini e chiedevano soldi per un rifugio. Perché è malefico che siano costretti a portare bambini in giro per un prato verde, con tanto di sella... C'è molto di peggio al mondo, anche contro gli animali stessi, ma vabbe' lasciamo stare, son animalardi...

Dopo aver sentito la stronzata si allontana, per tornare mezz'ora dopo e raccontargli la struggente storia di Milo, un meraviglioso asinello prigioniero, e impegnarsi a liberarlo.
Ci sono cascati e hanno urlato felici e gaudenti "Free Milo".



Che altro non è un hashtag a suo favore.
Ma quello che rende ancora più comica la cosa non è tanto che, come ormai le statistiche insegnano, il sit in era a quasi totalità femminile, ma che con molta probabilità erano pure "femministe".

Qualsiasi cosa gli dici, se la giustifichi con "è per gli animali", ci credono, la fanno. Creando spesso danni.
Si perché appunto come acennavo all'inizio molte "femministe" dichiarano i "diritti" degli animali come problematica femminista, quindi la trollata non la cogliamo noi perché istruiti al minchiesco mondo animalardo, ma anche perché istruiti al minchiesco mondo feminazi.
Insomma una trollata doppia, doppio gusto, doppia farcitura, ai quattro formaggi...

Ed è anche segno che qualsiasi pincopalla può andare da un animalardo e fargli fare quel cazzo che vuole se gli racconta che è "per li annimagli".
Ah, ovviamente la faccenda "feminazi animalarde" la approndiamo, c'è tanto da ridere che due righe non bastano.


Nessun commento:

Posta un commento