lunedì 18 luglio 2016

Molti Cinema vuoti per il nuovo Ghostbusters

Ghostbusters al femminile, un'idea nata più che altro dalla necessità (così pare) di concludere un progetto che rischiava di affondare. Il primo trailer è stato uno dei peggiori flop della storia del cinema (almeno nei social) con un numero spropositato di critiche e "non mi piace".
Da qui la polemica che accusava il mondo di misoginia...
Ma pare che nonostante tutto il film facesse realmente cagare e la misoginia non c'entrava nulla. Sorpresa eh.

Non fa schifo il film, è la gente che odia le donne!


Undici centoundici ci sarebbe da aggiungere! Come avranno fatto ad accusare TUTTI di misoginia è un mistero, visto che quasi sicuramente c'erano anche voti e commenti negativi lasciati da donne.
Ma ormai aspettarsi un po' di cervello da chi sbraita nazifemminismo ad ogni piè sospinto non è molto furbo.

Ma non si sono limitati a questo... hanno perfino attaccato l'Angry Videogame Nerd, al secolo James Rolfe, perché si è rifiutato di recensire il film, e qualcuno parla anche di minaccia di denuncia.
Insomma, attacchi a raffica per difendere il loro capolavoro emblema del fem power nel mondo, il film è bellissimo e chi dice il contrario è un maschilista patriarcale bianco ed eterosessuale!

Ma è veramente così?


Evidentemente no...
Molti dei cinema che proiettavano il film erano vuoti, o quasi, mostrando immagini veramente desolanti: Gruppetti indipendenti di otto persone dentro una sala completamente vuota, quando andava bene, o singole persone sperdute che si sono sentite come naufraghi in un'isola deserta.

Tanti cinema vuoti... tanto che il film è praticamente certo essere un fallimento.
La prima settimana ha incassato forse 46 milioni di dollari nel mondo, che non è nemmeno pochissimo ad essere sinceri, ma è tutt'altro che un grandissimo successo (17 milioni ghostbusters negli USA, 71 milioni Avatar negli USA, tanto per fare un confronto con un successone).
Insomma, poteva andare pure peggio...

Ma non tutti quelli che hanno visto il film sono rimasti contenti... c'è chi lo ha apprezzato, chi dice che è mediocre e poco divertente e chi lo ha definito una merda immonda astronomica.
Come Angry Joe, youtuber statunitense, che ha recensito il film (più che altro lamentandosi di quanto facesse schifo) definendolo una serie di battute da show televisivo (lo hanno fatto anche altri a dire il vero), con scene inutili e senza senso, cose che accadevano a cazzo, personaggi piatti e in genere tutto il film è stato scritto malissimo.

Ha riportato anche quello che molti temevano: misantropia portami via.
Stando a quanto dice Joe tutti i personaggi maschili sono stupidi, rincoglioniti, inutili e perculati.
Un film impestato di battute contro gli uomini... che se fai vice versa ti ritrovi come minimo impiccato in piazza.
Insomma, pare che siamo di fronte nuovamente ad un altro charlies' angels che è sessista fino alle gonadi ma nessuno dice nulla perché ad essere "discriminati" sono "solo" gli uomini...



A questo punto spero non rientrino dei 144 milioni di dollari investiti nel film, visto che vogliono farci un "franchise infinito".
In ogni caso se mi capiterà di vederlo lo recensirò in prima persona, così da dare una mia opinione.
Raccolta di testimonianze e foto di persone dentro cinema deserti

12 commenti:

  1. Ci avrei scommesso!

    PS: il link delle foto non funziona :(

    RispondiElimina
  2. Ci hanno fatto pure un videogioco. Un flop mostruoso anche quello - e lo vendono a una quarantina di euro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vabbe', nella storia dei videogiochi sono veramente pochissimi gli esempi di bei giochi nati da una licenza cinematografica

      Elimina
    2. Vero; questo gioco è uno dei pochi che riescono a mantenere il livello qualitativo del film da cui sono tratti: se il livello del film è zero, il gioco vince facile a rimanere pure lui a livello zero.

      Elimina
  3. Piccolo appunto: l'odio verso gli uomini (intesi come maschi) credo si dica misandria ;)
    Io comunque sono curiosa di vedere il film e riponevo speranze (sempre meno purtroppo) nel fatto che possa essere quantomeno guardabile. Credo che di per sé l'idea di rifarlo con protagoniste donne possa essere interessante per molti aspetti, anche se temo che molto facilmente sarà l'ennesima occasione sprecata. Perché poi alla fine il problema è quello: siamo un paese sessista e maschilista fino al midollo, ma per prime noi donne ci intestardiamo in battaglie di forma che poco hanno a che vedere con la sostanza (e che appunto ci fanno poi passare da feminazi come le chiami tu) e alla fine si riduce tutto ad un maschi contro femmine come all'asilo.

    RispondiElimina
  4. Bell'articolo, ma l'AVGN s'è rifiutato proprio di guardarlo, il film!

    RispondiElimina
  5. puzzava di una mamma per amica da lontano..

    RispondiElimina
  6. Ghostbusters 3 sta al femminismo come la Corazzata Potemkin sta al comunismo.
    http://it.avoiceformen.com/suggerito/ghostbusters-3-e-una-cagata-pazzesca/

    RispondiElimina
  7. @unknown magari se evitavi di citare la battuta di un film di 40 anni fa ci fai una figura migliore, pensi di essere spiritoso ema dimostri solo le tue limitate conoscenze cinematografiche.

    RispondiElimina
  8. Quando dissi che era una trovata commerciale di basso livello e che rendeva le donne protagoniste ridicole su un sito di tecnologia fui censurato e quasi bannato...da un uomo.
    Ormai non mi stupisco più di nulla.

    RispondiElimina
  9. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina