lunedì 27 giugno 2016

In realtà il Regno Unito non va da nessuna parte

Ieri ho letto su facebook (strano eh, ma se selezioni bene chi seguire ci trovi informazioni interessanti e non gattini kaffèeeeeee o scii kimiki) una considerazione che è validissima e fa capire che la brexit è una puttanata colossale. O meglio, dovrebbe farlo capire a chi ancora non ha capito un cazzo e pensa che sia roba buona...

Standard europei o GTFO


"Adesso si sono tolti dalla burocrazia europea!!1 Faranno i miliardi!!1 Cagheranno soldi!!1"
Questo è quello che sostengono gli economisti della domenica, che magari parlano pure di sovranità monetaria, dimostrando di non aver nemmeno la minima idea di cosa sia l'economia.


In realtà non se ne sono andati da nessuna parte, perché magari potranno sbragarsi e fare quel cazzo che vogliono, ma le loro merdate se le tengono pure. Infatti TUTTO IL MONDO si deve adeguare agli standard europei se vogliono vendere qualcosa nel mercato unico dei paesi dell'unione, paesi extra unione compresi.

Come fa sempre anche la Svizzera, che non è dentro l'unione.

Insomma, gira e rigira quei geniacci della brexit non hanno affatto bypassato nessuna "imposizione" della UE (che poi se compri della verdura al supermercato la trovi praticamente priva di pesticidi, grazie a queste "imposizioni", e se trovi qualcosa al massimo ti fa venire il mal di pancia), perché se vogliono continuare a vendere in questo mercato devono continuare ad adattarsi alle sue direttive.
A meno che non pensino di creare qualcosa di qualitativamente inferiore e venderlo ad altri paesi...

Ma se teniamo conto del futuro TTIP e altri accordi che potrebbero essere assimilati, gli rimangono ben poche alternative di mercato a cui "rivolgere" dei prodotti qualitativamente più scadenti e creati "a cazzo di cane ma libberi dai vinkoli europeih".

Sinceramente non capisco i dementi che dicono "fuori dall'europa si rivolgeranno ad altri mercati"...
L'unione non ha mai impedito a nessuno di commerciare con altri paesi, l'unica cosa che hanno ottenuto è stato perdere il vantaggio del mercato europeo e in futuro nord americano (il TTIP è imminente ormai).
Insomma adesso avrà minori guadagni da questi mercati, che sono colossali.

Eh ma, anne svalutate la sterlina quindi vendene dippiù!!!!1
La volta che l'euro ha svalutato un casino e non abbiamo avuto (fortunatamente) grossi contraccolpi perché il greggio valeva un cazzo bucato (La volta del casino con il franco svizzero, ricordate si?), la produzione industriale italiana è salita dello 0,02% (se non ricordo male).
Alla faccia di chi sbraitava da anni "svalutate llll'euroh del 30% per vendere dippppppiù!!!!1", non mi pare sia successo quello... anzi è successo praticamente un cazzo di niente.

Insomma, non è che il Regno Unito si è tolto dalle palle gli standard europei, al contrario ha solo rinunciato ai vantaggi del libero accesso al mercato europeo e nord americano (e scusate se è poco) con cui dovrà rinegoziare tutto e probabilmente l'Europa non gli garantirà affatto nemmeno l'ombra dei benefici che aveva prima.
Ha solo perso vantaggi, punto.

Del resto se Irlanda del nord, Scozia e Londra vogliono fare di tutto per rimanere in Europa un motivo ci sarà, oppure sono tutti coglioni e gli unici geni sono quelli che non distinguono una moneta che non vale un cazzo da una leggera svalutazione programmata per rilanciare i consumi?

2 commenti:

  1. Sei proprio tenero, sai? Sembri un bimbo a cui abbiano rubato il gelato...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutto quello che voi "leavers" sapete dire è "huehuehuehuehuè rosik".
      Sai cosa? Sarà brutto a dirsi, ma io mi sto godendo di gusto tutto questo.
      Di brutto

      Elimina