giovedì 2 giugno 2016

I vegani invecchiano prima

Vi è mai capitato che un vegardo in piena crisi mistica del sacro cavolo d'argento vi insultasse sull'aspetto fisico? E quante volte affermano che i "mangiacarcasse" sembrano tutti vecchi? Del resto loro sono convinti che essendo vegani vivranno 150 anni senza ammalarsi. E nonostante ormai gli studi dicono che non c'è differenza fra lo stato di salute fra vegani e onnivori e che l'aspettativa di vita è la medesima ancora nessuno ha visto cosa succede nel lungo termine... E i dati dicono che il mito della salute divina dei vegani crollerà quando avremo di fronte vegani di 50 anni che lo sono stati per la maggior parte della loro vita, e non solo due o tre anni:

Vegans AGE faster


Gioco di parole in inglese che ci sta più che bene, perché gli AGE, Advanced Glycation end products, sembra siano correlati con l'invecchiamento e l'insorgere di quelle malattie croniche collegate all'età.
A quanto pare giocano un ruolo nell'aggravare il diabete di tipo mellito...
Possono anche creare problemi ai reni, al cuore, causare arteriosclerosi, Alzheimer, infarti e così via. Poi dicono buon infarto a noi, vabbe' sarà il Karma...

E non è finita lì, la lista di malattie e complicazioni è lunga...

Questi AGE li troviamo all'esterno dei cibi cotti, e ne assorbiamo il 30% (uno dei motivi per cui esistono i crudisti), e vengono sintetizzati nell'organismo durante il metabolismo.
Ed è proprio il metabolismo che frega i veg (alla faccia del crudismo!), infatti la loro dieta agevola fortemente il formarsi di queste molecole!


Ne hanno di più, e nemmeno pochi, si parla di belle cifrette!
L'assunzione di grandi quantità di fruttosio fa si che si formino gli AGE, infatti quando le proteine vengono metabolizzate insieme agli zuccheri a lungo andare lo zucchero si attacca irreversibilmente alla proteina nel processo chiamato glicazione. Il prodotto della glicazione diventa una proteina spazzatura che l'organismo deve eliminare. L'accumulo di queste sostanze ci fa invecchiare, ed è inevitabile che queste si formino, in quanto nel circolo del sangue c'è sempre dello zucchero e delle proteine.

Quello che fanno i vegani però è l'equivalente di gettare benzina sul fuoco, accellerando la produzione di queste sostanze e quindi l'invecchiamento e l'insorgere di quelle patologie sopracitate.

Questi dati provengono da uno studio su 19 vegetariani (si lo so, adesso li sistemo) e 19 onnivori. Numeri non certo alti, ma viste le premesse credo che anche con numeri molto più alti i risultati non cambierebbero poi tanto, si sa come si formano gli AGE e che dieta ricca di fruttosio fanno i nostri allegri "amici" augura sciagure.

Adesso passiamo alla reazione tipo. cioè "BRUTTO BASTARDE STANNEH PARLANDE DI VEGGGGGETARIANI!!11 LORE MANCIANE FORMACCE PER KUELLE SI AMMALANOOOOO!11111!!!uno uno uno!!1"
A parte il fastidiosissimo vizio di attribuirsi i meriti dei vegetariani per poi sputargli addosso quando non fa più comodo o solo perché non sono vegani, qua si parla di fruttosio. Ed i vegetariani avendo una variazione nella dieta che è fatta di latte e uova stanno pure meglio dei vegani, perché ingeriscono meno fruttorio.

Si lo so, mind fuck totale, augurio di tumore, minacce di morte e un po' di insulti perché così quanto ho scritto non vale nulla. Peccato che io l'ho letto da un medico... quindi s'ha da ride ad attaccare me!

Ci sono delle sostanze che riescono a distruggere i legami fra proteine e zuccheri impedendone gli effetti negativi, diversi sono farmaci che trattano il diabete, poi ci sono elementi "naturali" che si trovano nel cibo. Alcuni in cibi sia animali che vegetali (vitamine B6) e la vitamina C.
Subito a festeggiare eh, peccato che anche gli acidi grassi animali (ALA), la taurina e la carnosina abbiano quell'effetto, e ne abbiamo giusto qualcuno di più...

Da qui i livelli più alti di AGE, e da qui il confronto fra Nigella Lawson e quell'altra


Stessa età, diversa dieta. Ora, per cortesia, smettete di rendervi ridicoli e di rompere i coglioni.
Fonte
AGE
L'idea me l'ha data Chiara durante una conversazione, e aveva ragione.

11 commenti:

  1. però prima di publicare bisognerebbe aspettare un esperimento con piu di 40 soggetti davvero interessante, coinvolti....

    RispondiElimina
  2. Non intendo difendere la dieta veg, però leggendo i dati che hai pubblicato salta subito all'occhio che l'età media del campione VEG è maggiore di 6 anni rispetto all'età media degli onnivori ( 36,1+/- 10,8 contro 30.5+/- 6.9). Insomma il vegano più vecchio dello studio aveva circa 46 anni, mentre l'onnivoro più vecchio 37 anni circa!
    Gli AGE possono aumentare con uno stile di vita poco sano, ma si sa anche che aumentano naturalmente con il normale invecchiamento indipendentemente dallo stile di vita.
    Quindi è ovvio che se i vegetariani sono mediamente più vecchi dei vegani, hanno anche più AGE nell'organismo. Per fare un confronto equo ci vogliono due campioni di persone più omogenei possibile, in cui l'unica differenza consiste nell'alimentazione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Comunque strano che in pochi anni di differenza ci siano discrepanze così elevate fra i numeri

      Elimina
    2. Infatti può darsi pure che la dieta qualcosa c'entra, non lo so, bisognerebbe sentire il parere di chi se ne intende di queste cose.
      Personalmente sono convinto che in termini di invecchiamento essere vegetariani o meno fa poca differenza, se guardi in giro ci sono persone che invecchiano bene e persone che invecchiano male in entrambi i gruppi!

      Elimina
  3. Leggo spesso i tuoi articoli quando posso, ti trovo una persona intelligente e una buona fonte di informazioni. Però mi spiace ma questo lo considero al pari di un articolo spazzatura. Io personalmente sono dell'opinione che i vegani abbiano una condizione di salute peggiore e invecchino prima di persone che mangiano bene, ma al fruttosio non darei alcuna colpa, anzi è una fortuna per loro, almeno li protegge.
    I veri problemi che hanno io li attribuirei ai polinsaturi, al bassissimo consumo di saturi e il grande uso di cereali integrali e legumi

    RispondiElimina
  4. Leggo spesso i tuoi articoli quando posso, ti trovo una persona intelligente e una buona fonte di informazioni. Però mi spiace ma questo lo considero al pari di un articolo spazzatura. Io personalmente sono dell'opinione che i vegani abbiano una condizione di salute peggiore e invecchino prima di persone che mangiano bene, ma al fruttosio non darei alcuna colpa, anzi è una fortuna per loro, almeno li protegge.
    I veri problemi che hanno io li attribuirei ai polinsaturi, al bassissimo consumo di saturi e il grande uso di cereali integrali e legumi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo sia spazzatura, gli eccessi sono sempre dannosi, e non vedo come un eccesso di fruttosio possa essere escluso da questa regola. O no?

      Elimina
    2. In che misura li attribuiresti ai polinsaturi o ai saturi troppo bassi (che poi è tutto da vedere, non è che gli alimenti vegetali non contengono grassi saturi)?
      Chiaramente il fruttosio in sè non è deleterio, come ogni cosa quello che conta è l'eccesso. Ed è facile assumerne tanto soprattutto se lo si usa come dolcificante o se si usano prodotti contenenti elevate quantità di HFCS. Una dieta vegana bilanciata non dovrebbe apportare quantità così elevate di fruttosio.

      Elimina
  5. Perché uno deriviamo dalle scimmie e la base della nostra alimentazione era la frutta. 2 perché tutte le cose brutte che leggi sul fruttosio derivano da studi su altri animali, tipo topi che lo metabolizzano in maniera molto diversa da noi. Gli studi sugli umani spesso valutano gli effetti in acuto e da li non è semplice trarre conclusioni come su legge spesso.
    3 il fruttosio aumenta l'acido urico che è un antiossidante
    4 i vegani non mangiano quantità spropositate di fruttosio, ne mangeranno leggermente di più rispetto alla media degli onnivori.
    A parte questo il consumo di frutta è inversamente proporzionale ai casi di diabete. E tra le varie cose il diabete peggiora lo stress ossidativo e non di poco.
    Io come ti ho detto penso che i vegani invecchiano prima e peggio, ma questo è causato dalle tossine che assumono dai cibi e dalla scarsa qualità proteica della dieta piuttosto ad una storiella sul fruttosio che mi piacerebbe qualcuno dimostrasse. In questo commento ho nominato anche le proteine. Diciamo che su questo argomento è un po' complesso il discorso, alla fine un deficit proteico può portare ad autofagia, ma poi c'è da vedere com'è strutturata tutta la dieta, ma in linea di massima quello che ho scritto lo ritengo corretto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Solo una piccola osservazione, per il resto quello che dici lo trovo molto interessante: la nostra alimentazione principale "era", era, la frutta, ora però non più, la nostra dieta si è abbastanza ampliata, per di più sbaglio o i nostri antenati erano anche insettivori?

      Elimina
    2. Beh, basta guardare la cucina asiatica.

      Elimina