lunedì 20 giugno 2016

Un'altra grande vittoria animalarda: 5000 cani morti

A dire il vero non sono del tutto sicuro sul numero di cani macellati in più, si parla del 50% degli ordini in più allo festival di Yulin, dove ogni anno vengono macellati dai 10 mila ai 15 mila cani.
In ogni caso l'effetto è quello e non ci si discosta poi molto. Perché dico che 5000 cani stanno sulla coscienza degli animalardi? Perché è per colpa loro se gli ordini sono cresciuti del 50% rispetto l'anno scorso!

I sedicenti amanti degli animali li danneggiano per l'ennesima volta


Quando uno dei gestori della pagina "Pubblica gogna per ignoranti" mi ha mostrato la notizia sono rimasto sorpreso, ma nemmeno troppo. Del resto non è la prima vota che fanno danni serissimi.
Sembra proprio che la jihad animalarda sia tanto fervente da renderli ciechi alle conseguenze delle loro azioni. Perché se si rendessero conto dei danni che fanno forse smetterebbero di dire e fare cazzate.

In questo caso si sono lanciati contro il festival di Yulin, dove mangiano carne di cane, con campagne mediatiche, mailbombing alle ambasciate cinesi, raccolte firme, slogan e tutto il repertorio che usano per stracciare le palle al prossimo (sono Cinesi, vuoi dettare legge a casa degli altri? Tu?).
Molte associazioni "animaliste" hanno iniziato loro stesse le loro campagnucole di raccolta fondi a oltranza sensibilizzazione contro il festival. Tanto è tutta pubblicità gratuita...

Se non fosse per gli animalisti questi cani... questi cani... sarebbero molti meno in quella gabbia porca troia!
Cosa hanno ottenuto i nostri prodi? Come da titolo: l'aumento incredibile del numero di cani macellati. Questo perché i cinesi sono molto orgogliosi (studiare la storia no eh) e se si sentono attaccati smettono di pensare e si chiudono in difesa delle loro tradizioni.
Ed ecco quindi che al festival sono aumentate del 50% le prenotazioni.
Hotel al completo e perfino nuovi servizi. Chi vende i cani è già sorridente e gaudente.

E oltre ai cinesi inorgogliti della loro tradizione, ci si sono aggiunti anche stranieri incuriositi dal sapore della carne di cane. Insomma gli animalardi hanno reso molto più famoso questo festival.
E in effetti io prima che scassassero il cazzo questi geni nemmeno sapevo che esistesse.
Ma, come dicevo prima, ai grossi non frega un effettivo cazzo degli animali purché si ricevino denari e al resto del popolino va già di culo se si sono messi le mutande dritte e senza l'aiuto di qualcuno.

E come se non bastasse aver aumentato le richieste di carne di cane del 50% (clap clap clap un'altra volta) c'è anche il fatto che stanno mettendo i bastoni fra le ruote a chi cerca di limitare il fenomeno usando vie traverse, e non l'attacco diretto (il metodo migliore)...

Insomma, il festival di Yulin diventerà sempre più frequentato e verranno ammazzati molti più cani, i "big" continueranno a renderlo famoso perché fingendo di fare qualcosa incassano le donazioni dei diversamente mentecatti rincoglioniti del cazzo, e in tutto questo casino a rimetterci saranno sempre e solo gli animali, che in Cina vengono allevati veramente a cazzo di cane (rimadendo in tema).

Ma saranno coglioni?
Ma quando cazzo lo accendono il cervello?
Fonte

4 commenti:

  1. Puoi darmi link dove verificare quanto hai scritto su quel 50% in più? E dove si parla della correlazione tra azioni di protesta e sensibilizzazione degli animalisti (non solo italiani visto che le petizioni aperte sono almeno una decina sparse per il globo). Te lo chiedo senza pregiudizio alcuno ma solo perchè in un'epoca di bufale non mi fido di un articolo senza fonti citate certe e dati da verificare :-) ciao

    RispondiElimina
  2. Potremmo suggerire agli organizzatori del festival di Yulin di usare gli animalardi al posto dei cani. Chissà: magari sarebbe un successo ancora maggiore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello lo farebbero al massimo al festival del kuru

      Elimina