venerdì 13 maggio 2016

I combattimenti fra cani della Heineken

La Heineken avrebbe sponsorizzato nientepopodimeno che combattimenti fra cani! Eh si, non paghi di aver assoldato Benicio Del Toro per i loro spot si sono spinti oltre sponsorizzando dei combattimenti clandestini fra cani, ma non sotto banco, no no, con tante bandiere verdi che svettano tronfie nell'arena clandestina!

E la gente ci credono

Inutile dire quanto sia coglionazza quella foto e quanto sia ancora più coglionazza l'affermazione che la Heineken sponsorizza eventi clandestini aborriti dalla maggior parte della gente.
Chissà se la gente si rende conto che la fetta di popolazione contro i combattimenti clandestini è nettamente superiore alla fetta di popolazione a favore... chissà se mai riuscirebbero a capire che si tratterebbe di una monumentale martellata sui coglioni a livello di immagine e vendite.

Prendete i forconi, c'è da dimostrare indignaggio!!!11
Ma hey, questo è il paese dei forcaioli e dell'indignazione a prescindere! Abituati bene a indignarsi a comando ormai lo fanno anche quando non aizzati, come i cani di Pavlov.
Solo che i cani probabilmente hanno più neuroni della gggente.

Infatti hanno ben provveduto alle minacce di morte e insulti canonici, ormai standard gentista, tanto da costringere l'azienda a spiegarsi: le bandierine erano lì perché il giorno prima c'era stato un evento promozionale e i gestori del locale non le hanno tolte quando hanno organizzato un combattimento clandestino fra cani. Avvenuto in Mongolia.

La notizia è mooolto vecchia, ma a quanto pare la foto ha ripreso a girare. E si sa come è il webbe: a periodi ciclici parte una nuova ondata di indignazione, è sufficiente che un cretino trovi la foto e la ricondivida, al resto ci pensa la viralità delle minchiate quando vengono viste da babbuini lobotomizzati dal QI di una arancia marcia.
Infatti nel 2016 qualcuno ha cercato di risbufalare l'immagine, con sotto un commento "io non credo agli olandesi". Emblema di stupidità umana e sintomo della necessità di togliere il diritto al voto ai coglioni.

Altra piccola considerazione: solamente gli imbecilli compiono reati mettendoci la faccia, come fanno i ladri su facebook. Quelli di Heineken, che è una azienda multinazionale ormai, non sono dei poveri fessi che rischiano arresti, multe, danni di immagine e linciaggio per sposorizzare combattimenti fra cani in un locale sconosciuto sperduto nel culo della Mongolia.
Dai cazzo, accendete il cervello ogni tanto!
Notizia e sbufalata ufficiale, datata 2012, la fine del mondo neuronale


2 commenti:

  1. Da notare i pochi commenti sotto l'articolo che hai linkato: nonostante il chiarimento della Heineken e la loro "rottura" con il bar, i geni gli sono andati contro lo stesso urlando "BASTARDI nn vi pako piu nabbirrah!11". Un passo in più per la mia sfiducia verso il genere umano!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre più convinto che serva togliere il diritto di voto agli idioti

      Elimina