venerdì 1 aprile 2016

Fan di Vasco in fila dalla mattina per i biglietti, che si compravano solo online.

Sembra una di quelle notizia a là Lercio, ma è successo veramente! I fan di Vasco Rossi, d'ora in poi Fiasco per abbreviare, si sono messi comodi, si fa per dire, in coda sin dall'alba per comprare i biglietti del concerto a Udine, all'angolo della musica di via Aquileia, per poi scoprire che le vendite erano solo online...

In coda dall'alba, ma vendevano solo online


Ora non vorrei cadere in una fallacia logica, ma quando dici che Fiasco fa musica di merda tutti insorgono sostenendo che è bravissimo, soprattutto perché "ha tantissimi fan".
Fan che si fanno una coda la mattina, sin dalle 6:50, per comprare biglietti disponibili solo online. Grandi intenditori, non c'è che dire.



La cosa è già abbastanza comica di suo, e ti fa domandare se saranno coglioni, ma non è mica finita!
Loro SAPEVANO che i biglietti si vendevano solo online, però erano scettici! Eh, ma dai, non è vero! Vendite solo online nella frazione povera del Burkina Faso? Scherzi? Andiamo al negozio va', mattina presto mi raccomando che hanno detto cazzate per prendersi tutti i biglietti, undici centoundici.
Fossero tutti così scettici con le panzane e le bufale puttana miseria ladra questo paese sarebbe migliore, ma come cazzo ragionano questi?

Eeeeeeeeh


Delusi dalla scoperta i fan sfegatati di Fiasco si lamentano pure: "Non è giusto!11 Dopo tutti questi anni mi impediscono di andare a vedere Fiasco!!1" e chi cazzo te l'ha impedito scusa?
"E se uno non ha internet e la carta di credito?" Primo che su internet ci vai pure con il cellulare, secondo prendi una cazzo di poste pay a 10 euro e fatto.
Ma sul serio è così pieno di trogloditi qua? Oppure sono i fan di Fiasco ad essere un po' rincoglioniti?

"Prima era più maggico!!!1 Si faceva amicizia con gli altri fan prima di comprare il billietto!!1 Poi ha stata la corsa e tutto si è rovinato!!1"
"Prima il bilietto te lo conquistavi e tornavi a casa vittorioso, adesso è duddo un click click click"

Poi ci sono altre interviste ma ho la nausea e l'indicatore Geiger indica sovrabbondanza di radiazioni coglionose.

Vuoi mettere il bello di svegliarti presto, fare ore di fila, perdere sonno e mattinate intere, per comprare una merda di biglietto quando ti puoi svegliare, accendere il cellulare, comprarlo e vaffanculo o dormi ancora o ti fai i cazzi tuoi?
Maledetto progresso!!!1

Si ok, Fiasco ha molti fan, ma non significa un benemerito cazzo di nulla se il livello medio è quello.
E lo so, è off topic, non è di pubblica utilità, non tutti quelli che lo ascoltano sono stupidi (però ascoltano musica di merda) bla bla bla, fatemi fare una risata.
Notizia con i deliri dei fanz



8 commenti:

  1. Evabbè, sono fan di Vasco, che ti aspetti? E'già tanto che riescano a trovare la biglietteria senza la guida dell'insegnante di sostegno.

    RispondiElimina
  2. Il fatto che Vasco abbia fans idioti non significa che la sua musica valga poco.
    I fans sono idioti per definizione. Qualsiasi cosa sostengano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La musica di vasco fa schifo perché fa schifo, semplicemente.
      Canta sempre uguale, eeeeeeeeeeeeh, non sa nemmeno cantare, sono tutte canzonette. Dire che è sopravvalutato è un eufemismo

      Elimina
    2. Severo, ma giusto.

      Elimina
  3. Mia opinione personale: già per essere fan di un "cantante" con le virgolette d'obbligo come quell'asino ragliante di Fiasco (storpiatura appropriata, tra l'altro: mi sa che beve prima di salire sul palco) bisogna aver mandato il neurone solitario a dormire. E sono quarant'anni che ha un successo immeritato! Be', se i suoi fan si sono fatti una gran figura di merda, se la tengano. Io concordo con Fabrizio: sono uno di quegli "eretici" da bruciare al rogo, secondo la maggioranza dei bimbiminkia anche cresciuti per i quali dire male di Fiasco vuol dire prendersi una scarica d'insulti; sapessero quanto me ne fotte, dei loro insulti! (Povera Italia, e povero, soprattutto, il suo attuale livello culturale...)

    RispondiElimina
  4. L'episodio mi ricorda un aneddoto personale su Scozia-Italia per le qualificazioni a Euro 2008. Nella nostra cerchia di conoscenze vi è il classico "organizzatore di eventi": quale migliore occasione per la tradizionale serata in pizzeria a guardare la partita della nazionale.
    Fatto sta che propone l'idea, accettata con entusiasmo, e tirate su una ventina abbondonate di persone, prenota al locale per le 20,30.
    Peccato che la gara si giocasse in Scozia, con fischio d'inizio alle 18,00, ora italiana: in pratica, aveva prenotato senza manco preoccuparsi dell'orario, convinto che "le partite delle nazionali si giocano sempre e solo alle 20.30" salvo scoprire il giorno stesso dell'errore commesso quando per caso vede le immagini della partita in televisione. Ovviamente ti lascio immaginare le reazioni:
    - delle 20 persone, a sapere della serata buttata via
    - del pizzeria, che si è trovata una ricca prenotazione disdetta all'ultimo

    Tornando però ai fanne del Rossi, ma sei sicuro che sapessero già prima che la vendita era solo in linea?
    Perché dal link al Messaggero Veneto che riporti mi pare solo che questi siano andati a comprare i biglietti nelle solite rivendite senza informarsi prima e solo lì hanno scoperto che non si potevano acquistare che in linea.
    Non vedo commenti che portino a pensare che lo sapessero prima e non ci volevano lo stesso credere.

    RispondiElimina
  5. @Pallequadre Pardon, off-topic, ma ho trovato una pagina che sono sicuro ti delizierà di incazzatura. Ti dico solo che l' autrice si definisce "una di quell*" http://www.softrevolutionzine.org/2016/lo-chiamavano-jeeg-robot-stupro/

    RispondiElimina
  6. Obbligatorio:

    https://www.youtube.com/watch?v=YG0i3yg1FIk

    RispondiElimina