martedì 16 febbraio 2016

La piramide del disagio feminazi

C'è poco da fare: quando uno è mentecatto non può che vivere in modo disagiato il mondo che lo circonda. Come se non ne avessero già sparate abbastanza, infatti, le misantrope della pagina "il maschilista di merda" ne hanno cagato una di proporzioni gigantesche: la piramide di quello che pensano sia l'emblema del maschilismo della "società patriarcale". Vediamolo e cerchiamo di farci quattro risate, visto che l'alternativa è going postal:

La piramide del delirio


Che inizia male e finisce pure peggio, parte da un delirio e finisce in una mistificazione, semplicemente fenomenale! Ma voglio smerdare punto per punto questo calderone di merda che viene rimestato periodicamente da gente che ha litigato con la realtà e con gli psicofarmaci:


La base: società patriarcale.
Che non so nemmeno come commentare, seriamente. La nostra società non è perfetta, ma ormai di "patriarcale" c'è ben poco, anche se alcune porcherie effettivamente sono perdurate fino a non troppo tempo fa (matrimonio riparatore).

Forma nascosta: de che? Cristo santo ma nemmeno si sanno spiegare bene. E hanno usato un disegnino, cazzo! Di solito a chi non capisce gli si dice "Ti faccio un disegnino?" come a dire sei stupido come la merda dell'elefante e non capisci un cazzo, quindi ti faccio uno schemino a prova di demente così lo capisci". Nemmeno di fronte al disegnino hanno capito qualcosa, andiamo proprio bene!
Battute sessiste: e certo, perché sugli uomini non ne esistono. Proprio no:


Fonte
Oh guarda, battute sessiste e sprezzanti, OMG società misantropica!!11 Ma vaffanculo va'.
Mi piace immaginare la faccia della feminazi rampante media così (si lo so, ne ho un po' abusato, ma ci sta sempre bene):


Controllo: hanno inventato il telecomando per teste di cazzo? Ma non era una battuta? Ah no, si riferiscono ad altro! E a cosa cazzo si riferiscono? A singoli casi di maltrattamenti domestici, che non sono unisex alla faccia della propaganda? Madonna che minchiata...

Pubblicità sessista: eh si, adesso non si può dar loro torto! Ho visto una pubblicità di una macchina rivolta al pubblico femminile, in cui la donzella cambiava tutto con il telecomandino del portachiavi, e il giardiniere grassoccio e brutto è stato cambiato in un fusto palestrato col viso di un dio greco, e quella che mugugnava sorridendo in modo malizioso! Non si può mercificare l'uomo in quel modo! Non si può ridurre la qualità di una persona al mero aspetto fisic... cosa? Non si riferiscono a quello? Ah, quello va bene, ma mettere una ragazza in costume da bagno è sessista? Ah, ok. Vaffanculo!

Invisibilizzazione: parola che non esiste ma che ricorda tanto...

... il buon Raul Cremona. E comunque che cazzo invisibilizzi se appena ad una ragazza si spezza un un'unghia sui giornali urlano "FEMMINIKIDIOOOOOOOOOH" per settimane? Arivaffanculo va'.

Linguaggio sessista: ah, stavolta non mi faccio fregare! Non intendono mica quelle frasi come "gli uomini sono tutti stupidi" "sono tutti uguali" "sono tutti stupratori" vero? Ecco, vaffanculo.

Annientamento: no vabbe', qua siamo a livelli di paranoia e malattia mentale pura. Ma dove cazzo lo hanno pescato? Mica siamo in paesi del terzo mondo porca puttana.

E ora si sale di livello, oppression intensifies!
Se già quelle iniziali erano cazzate figuriamoci ora che ti sparano... quanto vorrei non esistessero minchiate simili...

Umiliare - svalutare - ignorare: ok, ci sono alcuni contesti in cui alcuni tendono a svalutare le donne, questo è vero e non mi metto di certo a negare la realtà (anzi è una cosa che ho denunciato. Per esempio una donna può benissimo essere medico senza che il suo genere influisca minimamente nella cosa) ma umiliare e ignorare dove cazzo esisterebbero? Nel contesto privato di alcune forse, ma allora perché non lo mandi a fanculo e soprattutto perché il singolo deve essere preso per identificare la "società patriarcale"?

Disprezzare - manipolare - colpevolizzare: ma davvero? Oddio c'è un maschilista laggiù, tutto il paese è maskilistah!!111 Ma vaffanculo, sinceramente.
Prendiamo ad esempio un caso recente: un marito chiede il divorzio dalla moglie. Lei lo umiliava, insultava, lo faceva dormire sul divano, non faceva un cazzo di nulla in casa e picchiava pure i figli. Titolo dei giornali: chiede il divorzio perché la moglie non cucina.

Sentite un po', so bene che fare le vittimiste del cazzo attiri la pietà e il supporto della gggente (con tre g, esattamente, è il numero perfetto dell'imbecillità in questo caso) e ci sono pusillanimi incapaci che ci fanno soldi a palate, AHEM anita sarkeesan AHEM, ma dovete sapere che il resto del mondo vi vede solo per quello che siete: ridicole.

Saliamo di livello, alla "forma esplicita": oppressione ai massimi livelli.

Violenza fisica: ullallà! Società patriarcalissima e oppressiva questa, in cui le donne prendono a botte degli uomini e quando vedono che si incazzano urlano "che fai, vuoi picchiare una donna?". Perché magari potete pure urlare sputacchiando che le donne sono più deboli degli uomini (cosa che dipende da caso a caso, ho visto ragazze farsi 100 kg di panca piana), ma gli uomini e i ragazzi non sono fatti d'acciaio, e le botte fanno male lo stesso. Le armi poi lasciamo perdere. Minchiate come se piovesse:

Stupro: eh si, lo stupro in Italia è sistematico! Tutti i giorni si stuprano tutte le donne per tenerle buone e sottomesse. Permesso dalla legge. Ah no? Beh allora farneticate, e di brutto anche.

Aggressione - Minacciare - Urlare - Insultare: rispondo solo con questo:



Non badate al titolo del video, messo probabilmente da un coglione. La donna urla, insulta aggredisce e picchia l'uomo. Società patriarkaleh eh. Perché di donne violente non ne esistono, di donne che fanno violenza domestica non ce ne sono, anche se si calcola che almeno metà dei casi di violenza domestica sono perpretati dalle donne. Ma chi se ne frega, basta piangere, urlare, titolare a cazzo di cane o nascondere queste notizie che si ottiene il risultato: violenza sulle donne first Italy problem, femminikidio uomo bastardo.

E infatti l'ultimo gradino è proprio quello: femminicidio.
Il mare di stronzate raccontate sul femminicidio è clamoroso, qualcosa di vergognoso e sessista fino al midollo marcio, infatti la realtà è ben diversa:

Fonte
Le donne vittime di omicidio sono state lo 0,06% nel 2011 (e immagino non sia cambiato molto nel mentre), alla faccia dell'ondata di violenza, dell'emergenza, dello svalutare la vita di un uomo a essere umano di seconda classe dando pene più severe se si uccide una donna rispetto all'uccidere un uomo.
Ah, e in quel 0,06% ci sono anche donne uccise da altre donne...

Stralcio preso da "A voice for men" dove si palesa il fatto che appunto si pensa a salvare prima le donne degli uomini. Ok i bambini, ma non volevamo la parità? Perché le donne prima? Che cazzo hanno in più degli uomini? E quando gli uomini impauriti volevano salvarsi scavalcando la fila delle donne cosa è successo? Putiferio mediatico, umiliazioni contro quei poveri cristi, gogna mediatica.

Belle mie, misantrope del cazzo affogate nell'odio e nella propaganda da quattro soldi, fatevi un favore e andatevene a fare in culo su un'isola deserta lontano da tutti. Così vi sentite al sicuro e la smettete di rompere le palle con cazzate che non esistono.

Ok, ho finito con l'incazzarmi, ma non ci posso fare nulla...


Nessun commento:

Posta un commento