venerdì 5 febbraio 2016

Fra ladroni e scuse ridicole: il meglio di Facebook

Capita spessissimo che nel webbe ci sia il furbetto che ruba contenuti altrui a proprio vantaggio. Si tratta di orripilanti sanguisughe infami purtroppo sempre presenti, perché si sa creare qualcosa necessita di inventiva, abilità e tempo. E loro sono pigri pusillanimi e teste di cazzo. In ogni caso a volte capita l'errore, la distrazione, per cui non sempre si punta il dito punto e basta. Ed è proprio in uno di questi casi che è emerso il neurone di platino del nostro millennio:

Geni incontrastati

I giovanotti di "Senti che puzza", pagina satirica/troll che si diverte a stuzzicare e provocare incazzi e rosik fra gli estremisti più mentecatti d'Italia, hanno creato un meme in cui perculavano i conigliari estremisti con la frase "Se hai un cuore non separarli, cucinali insieme".
Tanto semplie quanto geniale (stavolta nel modo buono) questa immagine ha macinato migliaia di condivisioni, dettaglio che non deve essere sfuggito agli scaltri occhi del ladrone di turno.

Che con gran destrezza ha scaricato l'immagine, ha ritagliato in modo indegno il watermark che rivendicava la paternità dell'immagine, ha salvato l'immagine in formato Jpeg del 1990 tanto faceva cagare la qualità finale, sfocato e smerdato come poche altre cose al mondo. Nemmeno paint di windows ti fa un lavoro simile, mi domando che cazzo abbia usato...

In ogni caso, soddisfatto della merdaccia malcagata che era sfocata, sbiadita e con testo dicentrato che puzzava di inculata lontano km, prende e carica l'immagine nella sua paginetta facebook della minchia. Non chiedetemi quali cazzo di processi possano innescare il comportarsi in quel modo... di certo dalla pagina facebook non ci guadagnano un cazzo, dai like men che meno, e fare il nulla usando le idee altrui non porta alcuna soddisfazione. Quindi la domanda non trova risposta.

In ogni caso l'admin di "Senti che puzza" si accorge dello sgobbo ma senza aggredire immediatamente ha linkato l'originale chiedendo spiegazioni e scuse, altrimenti li avrebbe sputtanati.
Alla richiesta si sono accodati molti altri, visto che a nessuno piace chi incula materiale altrui.

La reazione a questa semplice e lecita richiesta è stata epica:

"Allora, bisogna chiarire una questione.
Qualche girono (E Latorro? Eh? E i marò?) fa, ho preso una pic da un altro gruppo (Ricordiamoci per bene questo passaggio) che in un secondo momento si è rivelata "rubata" e agghingata (Nemmeno il vocabolario...) in modo da non far vedere chi ne fosse proprietario. La pagina proprietaria con fare da camorristi (lol, fare da camorristi. Ti beccano in fallo e sono gli altri i delinquenti) "ti sputtano gni gni gni io faccio i big like e tu no" ha armato una situazione assurda.. Vorrei far presente che ***** ***** (Cancello io per non fare nomi) è una pagina nata semplicemente per far fare una risata senza troppe rotture di coglioni. Non perdo tempo a creare meme (Però perdi tempo a incularli agli altri, cancellando i watermark), non perdo tempo a sfasciarmi le palle scrivendo articoli assurdi e, cosa piu importante NON VIVO PER LA PAGINA (Non mi pare siano stati accusati di questo, perché lo tirano fuori?). La aggiorno quando ne ho voglia, e me ne sbatto se un post fa 5 o 50 like (Però si inculano i meme che ne fanno migliaia perché se ne sbattono di tutto, mica rubano quelli che non piacciono a nessuno!).
Colgo l'occasione per ringraziare la o le pagine che mi hanno accusato perche quel giorno mi hanno fatto prendere 230 like in pagina, quindi grazie per la pubblicità.. (Mi ricordano Fede che prima dice "Dagli il microfono" e quando gli viene dato del coglione urla "TOGLIGLI IL MICROFONO! MA CHE FAI?". Prima dei like non gliene frega niente e dopo 3 secondi ringraziano della pubblicità perché hanno fatto like. Ma come cazzo si fa?)
Che dire, viva le costolette e viva la figa!"

Quel viva la figa che non si vedeva dai tempi dei berlusconiani rampanti che giustificavano lo sfruttamento della prostituzione minorile...



Dopo questo delirio che pare partorito da un bimbominkia dodicenne con overdose di strafottenza tipica di chi rosika ma non vuole darlo a vedere, l'admin di Senti che puzza pubblica la conversazione con l'admin della paginetta di "Me ne frego dei like, grazie per i like" in cui ammetteva candidamente: "Noi non abbiamo rubato niente, l'ho presa da Vegano Stammi Lontano" Uno uno undici e pure centoundici se preferite.
Nota la piccola incongruenza: rubi un'immagine, ti accusano di averla rubata e per difenderti fai l'arrogante dicendo di averla RUBATA da un'altra pagina.

Bello mio (o miei, quanti cazzo siano non lo so) non stai facendo la figura della volpe eh.
A parte che su VSL tracce di quella immagine non ce ne sono, primo, anche se dopo dicono "non diche il nome perché non me ne frega niente!11!" convinti che fare il finto menefreghista possa essere in qualche modo utile o far figo.
Inoltre, se anche tu l'avessi presa da loro si tratta comunque di un'inculata, ciulata, furto, sgobbo, grand theft, ladronata o scippo, qualsiasi fosse la pagina.
"No, che dici! Non l'ho rubata, l'ho rubata da quell'altro!!111" undici undici undici.

Che dire, grande ingegno ma soprattutto parlantina e carisma a vagonate, tanto di capello a cotanta maestria nel difendersi dalle "finte accuse" e "situazioni assurde".
Perché oh, ha ragione! Perché non ha tempo da perdere, a lui piace la figa, e se non ha tempo da perdere perché cliccare il tasto condividi che ruba un secondo o due quando puoi scaricare l'immagine, ritagliarla, salvarla a cazzo di vitello tonnato e ricaricarla in pagina?
Pure voi, malfidenti, dovreste ragionare e apprezzare la figa, come fa lui.

Parlando un poco seriamente, gli admin di quella pagina si sono comportati in modo veramente tanto triste, e a scorrere la loro pagina si vedono tantissime immagini prese qua e là e ricaricate. Ancora è un procedimento che prende meno tempo del condividere?
Rubare le immagini invece di condividerle è il metodo con cui certi credono di avere più visibilità e like per la propria pagina, quindi di nuovo la già miserabile scusa del "non ce ne frega un cazzo" è di nuovo sbugiardata (credo per la quinta volta).

Infatti non hanno fregato nessuno, e facendo gli arroganti si sono giocati la collaborazione di almeno il 99,9% delle pagine che perculano i vegardi.
Che poi appunto perculiamo i vegardi, non ce la prendiamo con i vegani solo perché vegani (almeno non tutti) e anzi conosco vegani che si comportano mille volte meglio di questa gente strafottente e disonesta a tutti i costi.

Nessun commento:

Posta un commento