mercoledì 3 febbraio 2016

Femministe brasiliane, ENEM e fallimenti di massa

In Brasile esiste un esame da fare alla fine delle scuole superiori che fa anche da test di ingresso per l'università. Si chiama ENEM, e siccome le università pubbliche da quelle parti sono gratuite e rinomate sono letteralmente milioni i ragazzi che partecipano all'esame, e vista l'alta concorrenza bisogna ottenere voti piuttosto alti per passarlo. Il test consiste in due parti, una con 180 domande a risposta multipla e l'altra con un saggio (o tema) scritto. Ed è proprio con il saggio che le femministe si sono divertite di più!

Saggio, il più importante per chi vuole seguire gender studies

Quella gran minchiata dei gender studies, voglio sottolineare, che ovviamente per esclusione era quello che ha attirato maggiormente le femministe, come le mosche verso la merda o come i tossici verso le zone malfamate di spaccio, anche perché meraviglia delle meraviglie il tema del saggio era "La persistenza della violenza contro le donne nella società brasiliana".

Fare due più due e capire che le femminarde ci avrebbero sguazzato alla grande è fin troppo semplice, e infatti così è stato. Ovviamente nel web erano grandi festeggiamenti, canti di vittoria, annuncio della fine dell'oppressione e del patriarcato, si vedevano già le distruttrici della società con i loro saggi.

E abbiamo anche alcuni dei loro messaggi sul web:
1 "Le università saranno migliori con meno bigotti dentro. Adoro"
2 "Femministe, vi ho menzionate nel mio saggio"
3 "Adoro sentire i bigotti che piangono. Le mie possibilità di entrare nell'università adesso sono del 100%"
4 "Miglior tema per il saggio che abbia mai visto"
5 "SUCATE BIGOTTI! LE FEMMINISTE DOMINERANNO I SAGGI! PROVATE A SPARLARE DI NOI ADESSO!"

Tanto entusiasmo insomma, come un bambino che sta per sgrufolarsi mezzo kg di gelato pistacchio e cioccolato e limone.


Ma c'è un ma, altrimenti non avrei parlato di fallimenti di massa...
Infatti quando sono usciti i risultati c'è stata un'esplosione di rabbia e odio che nemmeno Zeb89 dopo tre settimane costretto ad aiutare in un centro di accoglienza profughi e immigrati che giocano a team fortress 2 (per chi non l'ha capita: Zeb si è dichiarato salviniano e contro l'immigrazione).

Infatti i risultati hanno visto le femministe fallire in maniera miserabile, che più miserabile non trovi nemmeno quelli che fingono di essere handicappati per strada per farsi dare un euro.

Vediamo le reazioni, che ad aumentare le risate e il facepalm sono delle stesse femminarde sopracitate, le riporto in ordine così abbiamo il prima ed il dopo, pulito pulito, anzi per renderlo ancora più chiaro li ho pure numerati tutti, uno con uno due con due:

1 "Ragazzi, c'è qualcosa che non va nel mio voto, non ho mai preso meno di 800 punti in un saggio prima d'ora e questo era uno dei migliori saggi che abbia mai scritto"
2 "Qualche bigotto ha corretto il mio saggio, perché è impossibile che io abbia preso solo 750"
3 "Mi infilero questo voto ENEM nel culo, questa merda è stata inutile"
4 "Mi vergogno così tanto del mio voto all'esame ENEM"
5 "Puoi realmente affidarti ad un sistema in cui tutte le capacità di una persona possono essere valutate con un unico test?"

Il prima/dopo è semplicemente spettaccolare, dai canti di battaglia alla vergogna, rabbia e ovviamente non poteva mancare il gombloddo! Femminarde che si scontrano con la realtà a cui si spezza il cuore peggio che con il primo amore a scuola.

Boicottate o stupide?
Diamo il beneficio del dubbio alle femminarde: hanno corretto veramente dei bigotti? E' il sistema a non essere buono? C'era veramente qualcosa che non andava?
Ebbene, fortunatamente uno dei correttori dei saggi ha risposto sul web ad un topic di rantoli e piagnistei fornendoci l'altra campana, e dopo che si sono divertite le finte femministe ci divertiamo noi:

"Io ero uno dei correttori dei saggi degli esami ENEM, e posso confermare questo: quasi nessuno ha seguito le regole ABNT (Brazilian National Standars Organization).
C'erano slang di internet, c'erano hashtags (in un saggio!!!), c'era "BIGOTS SHALL NO PASS" come titolo. L'argomento era stato appositamente scelto per causare trambusto.
La gente del MEC (Ministero dell'educazione) sapeva che l'era dei papiri di Facebook avrebbe provocato questo casino, che la gente avrebbe perso il controllo mentre scriveva quei saggi, che ha portato molta gente all'eliminazione.
Non dimenticate che l'ENEM è sempre una competizione, ha regole che vanno seguite, e se non le segui vieni squalificato. Un peccato, c'erano alcune buone idee in quei saggi, dopo tutto."

Signori, io mi tolgo il cappello di fronte alla più grande trollata di sempre: addirittura un ministero ha trollato il cretinaggio del web! Mi fa venire voglia di farmi eleggere ministro per trollare milioni di minchioni anche io! Pensate che soddisfazione, cazzo, quello si che è il lavoro dei sogni, altro che fare da guardiano ad una villa su un atollo privato...

Questo lo definerei un evento epocale. Ok, sono epici i trollaggi di 4chan che hanno portato le femministe da tastiera a pisciarsi addosso e dirlo in giro pure (insieme ad altri di cui vi parlerò), ma qua siamo su un altro livello. Qua siamo di fronte ad un'esca lanciata niente popò di meno da un'istituzione, a cui gli idioti hanno abboccato alla grande sputtanandosi un posto all'università!
Questa si che è selezione, cazzo! Un test più efficace non poteva esistere: una sfida sia come saggio sia come ti approcci al saggio stesso.

Insomma, il bimbo alla fine il gelato da mezzo kg lo ha sgrufolato, ma i gusti non erano cioccolato, pistacchio e limone, ma merda, bile e piscio. E se ne è accorto troppo tardi...

Fantastico! Semplicemente memorabile e leggendario!

5 commenti:

  1. se veramente la motivazione è fare selezione vado subito a fare richiesta di cittadinanza brasiliana...quasi sicuramente non passerò il test ma almeno saprò di vivere in una società che non premia gli idioti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io vorrei un ministro simile. O essere io stesso un ministro simile!

      Elimina
  2. Purtroppo in Italia stiamo togliendo tutti i test di ammissione... Rimane comunque il fatto che fare il ministro in questo paese (a parte per gli idioti che ti insultano e minacciano per il solo fatto che ti alzi dal letto la mattina) rimane uno dei lavori migliori cui si possa ambire.

    RispondiElimina
  3. Dei dannatissimi geni del male! Onore e rispetto

    RispondiElimina
  4. Oltre al trollaggio hanno voluto vedere se i ragazzi, posti di fronte a dei problemi concreti e che (potrebbero) colpirli da vicino, se reagivano in maniera razionale, cioè analizzando il problema e proponendo soluzioni per risolverlo, oppure in maniera irrazionale, cioè sparando delle immani cavolate e proponendo soluzioni totalmente inattuabili.
    Secondo me hanno fatto stra bene ad utilizzare questo tipo di stratagemma per eliminare gente che, presa dai propri istinti e dalla propria irrazionalità, avrebbe fatto solo danni.

    RispondiElimina