mercoledì 27 gennaio 2016

Ho assaggiato i nuggets di soia

Know your enemy, credo sia una massima usata e abusata ma che rimane sempre saggia. Anche se definire nemico gente di cui m'importa un benemerito cazzo tranne quando sclerano, insultano e montano teorie del complotto è un tantino esagerato. In ogni caso, spinto dalla promozione fatta anche dalla nostra amata Sbarellona (diverso tempo fa, ma mi è rimasta nel cuore) ho deciso di provare quei benedetti nuggets di soia dell'Eurospin:

Nuggets di soia dell'eurospin

A guardarli non sembrano nemmeno troppo schifosi, nulla in confronto ai piatti che certi veg ardi ignari mettevano su Facebook vantandosi di quelle scodelle di stronzetti che galleggiavano in acqua di fogna con prezzemolo e verdure dentro.
Li prendo, non costano nemmeno pochissimo, ma i veg sembrano molto entusiasti della cosa (anche Sbarella), anche perché volevo verificare di persona se facevano schifo al cazzo o se fossero buonissimi come raccontano loro.

Le sexy manine della Sbarellona ci mostrano gli ingredienti
di queste leccornie


Prima di comprarli leggo gli ingredienti, fra i quali ho notato subito la B12. Vent'anni di complottardismo vegardo sputtanati dai loro stessi prodotti: impagabile.

Non li ho comprati a dire il vero, li ho nascosti e me ne sono andato via. Non tanto per rubarli ma per non farmi vedere mentre compravo quella merda. Che giustificazioni potevo dare se mi avessero visto prenderle? Era meno vergognoso comprare i pornazzi in edicola davanti ai bambini...

Apro la confezione e odoro... che cazz!? Riprovo... odora di pane. Si, più o meno odore di pane... del resto quello è praticamente pane con pane di pane impanato di pane al pane e qualche spezia.
Duri e rigidi come piccoli cazzetti in tiro di vegani di fronte una fottutissima di balla di fieno secco e profumato, e meno male che erano freschi...

Li ho fritti per qualche minuto e li metto sulla carta da cucina per asciugare. Mai visto tanto fottutissimo olio sulla carta prima, assorbono come nemmeno lo so descrivere, chissà che cazzo di roba c'è dentro... no si sa: soia e frumento. Ma non normali, scarti di scarti "reidratati" manco fossero la pelle grinzosa di una settantenne che ha passato il tempo libro a farsi le lampade insieme a Roberto Carlino. E abbiamo visto tutti come ne è uscito il signor Carlino...

In ogni caso pungo con la forchetta... che cazzo è? Minchia come è duro! L'ho cotto troppo? No, è normale... che cazzo è, una suola di scarpa? Gomma? A parte le battute era una cosa dura. Sensazione confermata anche durante il taglio: duro e rigido, mai vista una roba simile. La stessa consistenza di una suola ammuffita del dopoguerra.

Assaggio... sono sincero, immaginavo chissà quale schifo, che avrei sputato tutto, che avrei rimesso quella roba, la colazione, la cena e perfino il cenone di capodanno, il problema del cenone di capodanno è che l'ho già cagato da tempo quindi come mi sarebbe tornato dentro per essere vomitato è un mistero.
E invece no... non fa schifo. Duro e stopposo come poca altra roba io ho assaggiato ok, ma non faceva schifo...

Il sapore non è schifoso

Ok, non fa schifo, il problemino è che non sa di un cazzo... sapore blandissimo, quasi inesistente. Non sa di cartone, il cartone ha un sapore molto più forte. E li ho fritti eh, cazzo friggendoli si ha un sapore più forte (almeno penso) ma non c'è stato un cazzo di verso.
Blando, quasi inesistente, appena percettibile (li ho mangiati da soli, li avessi mangiati dopo qualsiasi altra cosa avrei detto che non sapevano di un cazzo bollito) e decisamente dimenticabile.

Alla faccia della bontà... sanno quasi di un cazzo.
Ma devo spiegare anche cosa intendo con quasi...
Prendete delle patate, bollitele, sbucciatele, metteteci sopra un pizzichino di sale (nemmeno olio) e assaggiate. Ok, adesso avete presente un sapore 10 volte più intenso di quello dei nuggets di soia.
Non esagero! Cazzo se li metto in confronto ai nuggets di pollo... macché di pollo, se li metto in confronto con i nuggets VERI non c'è storia, non c'è paragone. 100 a 0 palla in culo.

Altro che alternativa... decisamente non ci siamo.
Duri, insapori e quel poco che si sente serve a un cazzo. Il prezzo poi affossa questa "alternativa" nel cestino del "era meglio sordo" (cit).
In ogni caso ho conosciuto meglio il "nemico", e adesso posso compatire quei poveri bastardi, ma soprattutto capirli: ti credo che stanno sempre incazzati, magnano roba insapore e la trovano buonissima, che cazzo di vita è?

Ah, per la precisione sono definiti "vegetariani" solo perché hanno usato l'albume d'uovo per tenere insieme quel blocchetto che sembra la lingua di una giraffa, ma è in tutto e per tutto "vegano".
Chissà, forse quel blando saporino in lontananza che si sentiva era proprio l'albume d'uovo... poveri vegardi... e pensare che al reparto di frutta e verdura trovano di meglio e che costa meno.

9 commenti:

  1. Poi si incazzano quando uso l'hashtag che sai, #BetterBlindThanVeg, anzi, più che "blind" è più corretto "VIP" (Visually Impaired People) giusto per non escludere da chi sta meglio dei vegazzi, chi ci vede un po' di più della sottoscritta; ... tu hai detto "era meglio sordo" quindi deaf ma va bene lo stesso. VIP e HIP (Hearing impairment) ma ci siamo capiti.
    Io sono una che le patate bollite se le mangia naturali. Un po' di sale e via. Le taglio a metà e me le mangio così, ma sono patate buone, di quelle belle saporose tante volte le uso al posto del pane ma insieme a cibi tipo pollo in umido o roba simile. Anche con il pollo più ruspante dei ruspanti, quello che la carne dall'osso vien via solo dopo due ore, non mangerei mai i nuggets di soia.
    Comunque per la cronaca, sarebbe stato bello provare a metterli in forno invece di friggerli; tutto il sapore che gli hai percepito, probabilmente glielo dà il fritto.
    E se dicessi ai miei amici VIP's di proporre una "cena al buio al sapor vegano"? Sono pronta a scommetterci che più di qualche vedente porconerebbe in turco.
    v. porconare = maledire, imprecare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quelli rimasti li provo al forno allora. Chissà che non siano realmente insapori.
      In ogni caso era la citazione da una canzone di Leone di Lernia, quella della sordità.

      Elimina
  2. Non me la ricordavo la canzone di leone di lernia, allora sono io che ho scopiazzato. Oops!
    Poi aggiornaci sui nuggets al forno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sapore leggermente diverso, credo sia la curcuma, ma sempre blandissimo...
      Le patate bollite scondite rimangono un pasto da gourmet a confronto.

      Elimina
  3. Finalmente un blog davvero ben fatto. Le risate che mi ha regalato, caro Fabrizio Leone, sono impagabili. Ho finito di leggere mezz'ora fa e non riesco ancora a smettere di ridere. GRAZIE!

    RispondiElimina
  4. ... che già i nuggets di pollo non è che sappiano di molto, eppure sicuramente rispetto a 'sta roba saranno un turbinio di gusto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La roba di pollo e tacchino che mangio hanno un sapore minimo 20 volte più intenso di quella roba lì.
      Come ho scritto nel post: una patata bollita scondita ha molto più sapore...

      Elimina
  5. Onore al tuo coraggio!
    Al mondo servono anche i temerari (in questo caso cavie) o perlomeno i curiosi.
    Grazie di aver provato un alimento che dovrebbe essere vietato dalla convenzione di Ginevra.

    RispondiElimina