lunedì 2 novembre 2015

La moda vegana si sta spegnendo

Da qualche tempo ho notato che le shitstorm si erano placate, che le decine di messaggi e commenti con minacce di morte erano ormai un ricordo e ne capita uno ogni morte di papa.
Credevo fosse normale, ormai abituati alla mia presenza, oppure che si fossero resi conto che dimostrarsi violenti e psicotici ci perdevano tantissimo... invece pare che proprio ormai ce ne siano pochissimi...

Vegani dimezzati in un anno


Qualche tempo fa i vegani erano l' 1,1% della popolazione, proprio nel periodo d'oro delle minacce di morte e shitstorm violente. Ma sono passati degli anni, e quel numero è ormai un lontano ricordo...
Infatti erano già diventati prima lo 0,6% nel 2014, per poi scendere allo 0,2% quest'anno.
Sono insomma quattro cani in croce.

Trovano nuovi adepti, ma la metà abbandona quasi subito, ormai lo sappiamo benissimo.
Probabilmente è per questo motivo che stravolgono le notizie e fanno terrorismo mediatico, ultimo in ordine cronologico quello che la carne fa venire il cancro (evitando di parlare di carne rossa e non bianca e pesce, evitando di parlare di abuso e così via).
E credo sia quello il punto debole del veganismo in Italia, visto che i vegetariani che sono notoriamente sani di mente e non sparano cazzate siderali ogni volta che aprono bocca e culo rientrano nella media nazionale di altri paesi, mentre i vegani italiani sono decisamente meno (1-3%, italiani 0,2 ricordo).

Se straparli di "risparmiare tantissimissimi soldi" è chiaro che, specialmente in momento di crisi, è chiaro che ne gabbi e anche diversi, ma questi quando vedono che pagano la roba tre volte tanto di prima capiscono che li hai coglionati e ti sfanculano perché non credono più in te...
Se straparli di sentirsi meglio e curare tutte le malattie, e poi la gente scopre che ad esagerare con i vegetali si incorre in molte più intolleranze e caga pure l'anima 24 ore su 24, oppure ha problemi preesistenti, ergo si sente dimmerda, ti sfancula perché perde fiducia in te e in quello che dici.
Se straparli di carne che fa diventare violenti e da vegani si vive in pace, poi andate in giro incazzati come babbuini in calore con zero senso dell'umorismo e le emorroidi in fiamme è normale che tutti capiscano che stai dicendo cazzate.

Immagine che spiega perfettamente la situazione
In poche parole, se convinci la gente a diventare vegana con l'inganno, la cosa non potrà mai durare.
E credetemi se dico che il 99% di quanto raccontato dai vegardi per veganizzare più gente possibile è una coglionata. Il caso più eclatante, riportato anche nel libro, è stato quello di un'associazione di veganimalisti che è andata in visita in due allevamenti di bovini da latte riportando immense sofferenze, torture, tristezza e sporcizia in cui riversavano gli animali, salvo mostrare fotografie di animali in perfetta salute e tenuti puliti e sani. A quel punto la gente lo vede che la descrizione stride tantissimo con quanto tu stesso hai mostrato, si capisce che parli per fanatismo, e a quel punto si domandano "ma allora anche il resto è una cazzata?" e non ti danno più retta.

Italia vegana nel 2017

In questo contesto di fine della moda spiccano in modo ironico tutte le affermazioni dei vegardi che, come a riconferma che ormai la realtà la vedono in modo distorto, festeggiano il fatto che i loro numeri stanno crescendo a dismisura. Dicono loro.

Ed ecco che quelli che festeggiavano perché hanno aperto due ristoranti vegani e al supermercato hanno portato il prosciutto di soia dicendo che presto saranno tutti vegani fanno la figura che meritano.
Quelli che qualche tempo fa parlavano di "riserve dei mangiacarogne, come gli indiani" o di "carcere per ki mancia karn€" perché sicuramente avrebbero conquistato tutto risultano ancora più ridicoli di prima.
Quell'altro, il moralizzatore vegano, che parlava di italia vegana entro il 2017 ormai dovrebbe andare in pensione...

Ma il bello è che loro continuano a gonfiare i loro numeri, parlando di 1,1% di popolazione vegana "secondo dati eurispes", lo stesso eurispes che ha dichiarato che sono lo 0,2%.
Come fanno? Prendono i dati degli anni passati, infatti a vedere nel sito del eurispes si scopre che il dato è del 2013, cioè quello del boom delle shitstorm...

Fine della moda vegana

La moda è finita, rimarranno i duri e puri e ovviamente i malati mentali, che un giorno diventeranno crudisti, poi alcalinisti, poi fruttariani, poi proveranno a diventare respirariani crepandoci malissimo.
Per questo, molto probabilmente, hanno fatto tanto casino con la storia della "karn€ cancheroghenah", e credo ci sarà un aumento nel numero di vegardi per questo sfacelo (del resto aprire i negozietti vegamerda costa eh, mica possono chiudere!) ma tanto dureranno poco, come tutti gli altri.

Specialmente quando si accorgeranno che con una dieta veg il tanto demonizzato cancro colorettale è il 50% più probabile prenderlo...

Imparate la lezione, non rompete il cazzo e non mentite.
Nessuno vi odierà, nessuno avrà da ridire nulla, avrete solo le percule degli idioti ma quelle toccano a tutti. Fare i martiri e le vittime, condendo tutto con disinformazione rabbia e odio, può sembrare la via più facile e veloce, ma non lo è e il risultato si vede chiaramente.
Se invece continuerete con questa linea del cazzo, facendovi ridere dietro o odiare da tutti, finirete con l'essere ancora meno. Ma è meglio così, almeno non avremo politici disposti a comprare i vostri voti del cazzo sparando minchiate senza senso...
Da quanto è che non si vede bramby al tg? Sono io che me la perdo?
Video

Vegani nel rapporto del 2014 Eurispes (Ctrl+f vegani):

44 commenti:

  1. Come tutte le mode, anche questa è destinata a passare; ma i fanatici s'inventeranno qualche altra moda assurda, stai pur tranquillo.

    RispondiElimina
  2. Dati Eurisko aggiornati al 2015: vegani al 3%, ossia 1.150.000
    Prima di scrivere un articolo accusando gli altri di manipolare la realtà, impara a non farlo tu.
    http://www.ilsecoloxix.it/p/cultura/2015/11/01/ASEdViG-indiani_secondi_italiani.shtml

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi linki un articolo che dice "secondo dati eurispes" cosa che non è vera.
      Ce la fai?

      Elimina
    2. Posto anche che ci fosse qualcosa di vero in quell'articolo nella sezione "cultura" : "Secondi solo agli Indiani". Popolazione nota per longevita', qualita' della vita e bassa mortalita'. O NO?
      :)

      Elimina
    3. Poi, senza scomodarsi nemmeno tanto: http://www.leurispes.it/vegetariani-vegani-alimentazione-futuro/

      "Benché la pratica vegana faccia registrare un basso numero di adesioni, possibilmente legate al fatto che uno stile alimentare così rigido, benché completo, possa in molti casi non essere praticato vita natural durante ma si debba limitare a certi periodi, queste sembrano essere in calo negli ultimi anni, passando dall’1,1% del 2013, allo 0,6% del 2014, allo 0,2% di quest’anno."
      Ti devi essere scordato di prendere l'integratore di B12 amico :>

      Elimina
    4. L'articolo ha confuso Eurisko ed Eurispes.
      Comunque:
      "ROMA - Il verde batte il rosso sulle tavole degli italiani. Aumenta infatti il consumo di prodotti a base vegetale, mentre sono 2 milioni gli italiani che hanno ridotto il consumo di carne negli ultimi 6 anni. E circa il 3% degli italiani tra i 18 e i 64 anni si ispira ai principi vegan (quasi 1.150.000). A dirlo l'indagine GfK Eurisko - TreValli "Buono da Pensare", presentata in questi giorni a Milano al Fuori Expo della Regione Marche, che ha fotografato i cambiamenti nelle abitudini alimentari negli ultimi 20 anni tra salute, palato e genuinità, ma anche etica e rispetto degli animali.

      Rappresentano il 16% gli italiani che si sentono vicini ad almeno un regime alimentare particolare, a partire dalla cucina vegana e da quella vegetariana che, insieme, raccolgono consensi per 9% degli intervistati (3% vegani, 6% vegetariani), seguite dal macrobiotico e dal crudismo (vicini alla sensibilità del 2% del campione).

      Sono 4 su 5 gli italiani che conoscono alimenti a base di soia, e sfiorano il 40% quelli che li consumano abitualmente o ne hanno fatto uso almeno una volta negli ultimi 6 mesi.

      L'acquirente tipo viene dal nord-ovest (36%), abita in grandi città (13%) e occupa posizioni dirigenziali (25%); sono prevalentemente donne (58%), tra i 45 e i 54 anni (28%) e in possesso di una laurea (17%). A finire più spesso nei carrelli della spesa la panna vegetale (15%), le bevande sostitutive del latte (conosciute da oltre la metà del campione e scelte dal 14%) e i piatti pronti a base di soia (12%)."

      http://www.ansa.it/terraegusto/notizie/rubriche/inbreve/2015/05/14/cresce-cucina-vegan-e-vegetariana-al-verde-16-italiani_f3b6423f-3d96-4a1f-bbc7-325158acde5f.html

      Elimina
    5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    6. La verità è che hai usato dati superati, studi imprecisi e fotografici (che non dimostrano causa-effetto), esperienze personali e tanta retorica populista per il piacere di lettori che non capiscono nulla di ricerca, ma che ti stimano perché dai ragione alle loro idee. Più o meno come un articolo cristiano contro il Darwinismo.

      Elimina
    7. No vabbe', c'è da domandarsi da dove cazzo hanno preso i dati...
      Sarà come i sondaggi di berlusconi, visto che è difficile trovare gente che consuma regolarmente prodotti a base di soia, e che i vegetariani stessi riportano percentuali molto simili a quelle del Eurispes.

      Elimina
    8. io consumo tantissima roba a base di soia se guardi gli ingredienti ovunque è pieno di lecitina di soia...

      lo sai roby che stai mettendo fuori numeri a caso senza dichiarare l'insieme degli stessi ?
      il 36% di quanti ? 10,100,1000 ? la statistica non è un'opinione se non dichiari di cosa è il 36% un insieme il numero in sé è un rapporto di cui non consoci il divisore quindi non puoi determinare.
      se usiamo come divisore la popolazione Italiana i tuoi clienti tipo corrispondono a meno di 40000 persone...
      prima di scrivere studia matematica ( io sta roba l'ho fatta alle elementari (con la maestra che mi diceva che il 36% DI UN NUMERO CHE NON SONO NON MI DA NESSUNA INFORMAZIONE) che ti farebbe bene

      In ogni caso vorrei capire come sono stati condotti gli studi il campione utilizzato, la popolazione usata per creare il campione, il modo con cui sono state fatte le domande e così via perchè dati presi così senza il necessario compendio statistico specie se portati da uno che si dichiara di parte valgono poco meno di un bicchiere di sale in mezzo al deserto.

      Elimina
    9. Ho solo riportato il testo dell'articolo. I numeri nelle parentesi a cui ti riferisci sono le percentuali assolute all'interno del sottoinsieme [vegani],

      Elimina
    10. Quindi se l'Eurispes pubblica un risultato che ti conviene non hai nulla da dire, se l'Eurisko fornisce dati che non ti convengono "c'è da domandarsi da dove cazzo hanno preso i dati". Mi sembra giusto. L'Eurisko è al soldo delle lobby vegane! Gombloddo!!!11!!

      Elimina
    11. allora cambia giornale perchè è un giornalista ignorante.
      quindi a parte il fatto che con quei numeri tirati fuori a caso dal giornalista senza alcuna competenza non si è dimostrato. portaci dei dati veramente statistici perchè la momento non c'è nulla tranne l'aria che corrobori la tua ipotesi.

      Elimina
    12. Se qualcuno afferma che il 4% degli asini volano io sento puzza di cazzata, se permetti.
      Non è questione di complotto, è questione di buon senso.

      Elimina
    13. come sopra se da una ricerca statistica da cui non ci sono i fondamenti per capire se sia veramente statistica od una pura opinione che mi dice che al mondo ci sono il 99% di uomini mi faccio domande...

      Elimina
    14. Continuo a non capire. Le cifre sono quelle riportate? Volete un'altra fonte?
      http://lmgtfy.com/?q=eurisko+vegan+2015

      Elimina
    15. se nella realtà vedi una cosa e una statistica mi dice che non è così mi faccio alcune domande, se siamo in in 2 abbiamo due polli il mio vicino se li mangia tutti e 2 io non mi fermo alla statistica che ne mangiamo uno a testa...
      scusa l'esempio se vuoi lo rifaccio con le carote...

      Elimina
    16. Quindi la tua esperienza personale è superiore ad una statistica nazionale. Interessante presupposto scientifico. Salvo il fatto che un'altra statistica è stata utilizzata per scrivere l'articolo che commentiamo, ma quella non stride affatto con la realtà, ovviamente. Perché dà ragione ai tuoi preconcetti.
      Io sono vegano, conosco sempre più vegani e molti miei amici lo stanno diventando. Dal mio punto di vista dovrei dunque credere che anche la statistica Eurisko sia per difetto.

      Elimina
    17. Qua si parla di statistiche che danno in molti che coincidono con i dati di fatto e di statistiche che da uno solo che sembrano (eufemismo) campate per aria.
      Il 3% di vegani quando solo l'anno scorso erano solo lo 0,6% è difficile da credere.
      Uno che dice 0,2% e l'altro che dice 3% è un problema, perché sicuramente uno sta dicendo una cazzata.

      E scusa, staranno portando pure la roba vegana nei supermercati, ma sento spesso e volentieri di ristoranti e negozi veg che chiudono, di vegani che si lamentano che al supermercato hanno smesso di portare la roba veg perché loro erano gli unici che la compravano (si era ammalata e la roba era scaduta sullo scaffale, niente più angolo veg).
      La roba vegana tira solo nei grandi centri, dove per forza qualche cliente lo trovi, ma nei piccoli centri difficilmente vanno avanti. E queste notizie vanno smentite.

      Elimina
    18. Perché è risaputo che la maggior parte delle persone vive nei piccoli centri e non nei grossi. I supermercati e gli ipermercati hanno ormai tutti quanti una sezione vegan e accanto una bio. Perfino i discount hanno ormai diversi prodotti e scaffalature dedicate. Sorgono nuovi negozi in ogni città, molti fast food hanno ormai intere pagine vegane nel menu, Se ne parla continuamente su internet e in TV. L'argomento è uno dei più discussi, viene affrontato in qualsiasi trasmissione o programma. Le battaglie animaliste sono sempre più frequenti e interessano sempre più persone. Negare l'evidenza non vi darà ragione, "non potete fermare il vento, gli fate solo perdere tempo" (cit.)

      Elimina
    19. Il bio c'entra un cazzo essendo un marketing che può interessare anche chi non è vegano.
      O sei di quei vegani che pensano che gli altri non tocchino mai frutta e verdura?
      L'animalismo lo stesso, non è prerogativa dei vegani

      Il resto è marketing, ovvio che ci provano se vendono roba che costa un occhio della testa con margini di guadagno stratosferici. Ci sono polli da spennare? Si spennano, vedere la cosa come la valanga di vegani in arrivo è una cazzata

      Elimina
  3. Ma quante cazzate e allora perchè gli scaffali dei supermercati sono sempre più pieni di prodotti per vegani? Buuuuuuuuuuuuuuuuuuu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché i vegani sono facili da mungere. Gli dici "per vegani!" e loro ti comprano qualsiasi merdata. Pochi, ma spendono.

      Un vegano con un briciolo di cervello non avrebbe bisogno di "prodotti per vegani", perché è possibilissimo mangiare vegano con le cose normali, una pasta al pomodoro, un minestrone coi fagioli, cose così.

      Elimina
    2. La domanda è perché negli scaffali c'è roba per vegani che costa 40 euro al kg partendo da roba che costa 20 centesimi al kg mentre esistono i frutta e verdura...

      Elimina
    3. Io mi domanderei più come faccia certa carne a costare meno della verdura, fossi in voi...

      Elimina
    4. perchè la mungitura in Italia è lo sport nazionale...siamo pieni di polli che crederebbero a qualunque cosa quindi è normale che vengano munti...anzi è necessario che vengano munti in modo che che Darwin faccia il suo corso.

      Elimina
    5. Intendi la carne per cani?

      Elimina
  4. Pensavi che fosse finita l'epoca delle tempeste di merda? Be', qui sopra sono solo in due i vegardi straconvinti - ma mi sembra che il fenomeno non sia affatto calato...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo è nulla... ai tempi d'oro si arrivava ai 250 commenti...
      E moli erano insulti, qua ancora si sta sul civile

      Elimina
    2. 'Spetta che non si sono ancora scaldati.

      Elimina
    3. Se fai un articolo pieno di insulti è difficile aspettarsi risposte pacate. Se non gradisci gli insulti, cerca di essere il primo a non usarli, altrimenti è solo ipocrisia populista di stampo salviniano (insulta l'avversario e fa la vittima perché ti rispondono a tono).

      Elimina
    4. Pieno di insulti un paio di coglioni bello mio

      Elimina
    5. "Sono insomma quattro cani in croce."
      "vegardi"
      "negozietti vegamerda"
      Già, nessun insulto, brutto mio.

      Elimina
    6. non esageriamo 4?
      facciamo 2 che sono più che sufficienti per fare una croce...e per la maggior parte sono pure
      tarati, antiscientifici, settari in mnaiera imbarazzante

      Elimina
    7. Vedo che continuiamo con gli insulti, ma poi i maleducati saremmo noi.
      Ipocrisia tipica da esaltato religioso, direi.

      Elimina
    8. Vegardi si riferisce a quei vegani cerebrolesi che non hanno fatto altro che ricoprire me e altri di insulti, minacce di morte, volgarità sulle madri, auguri di tumore e varie ed eventuali.
      E tu vieni a fare le pulci per quel "cani"... bella figura di merda

      Elimina
    9. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    10. Vero, infatti capisco quanto ti possa dare fastidio che Andrea continui ad insultare, forse sperando in una reazione che ti faccia poi passare per vittima degli insulti "vegardi". Fortunatamente la maggior parte dei non vegani non sono come voi, si limitano a non essere vegani, invece di aggredirli continuamente con bugie contro il fantomatico complotto antispecista.

      Elimina
    11. Non ha insultato affatto, visto che di setta si può tranquillamente parlare.
      Conosco persone che sono state perseguitate e stalkerate per aver smesso di essere vegane.
      Continua ad arrampicarti sugli specchi, che tanto tutti sanno come vanno le cose

      Elimina
    12. Roby, io non ho insultato nessuno perché se dovessi farlo ne sentiresti delle belle, purtroppo ho conoscenza con il fenomeno.
      Madre vegana, che obbliga la famiglia a mangiare vegano e pupparsi tavolette integrative "per la salute", bambina "vegana" che appena può mangia tutto quello che le fanno mancare...quindi alla fine obbligare qualcuno a mangiare in una certa maniera è controproducente, a volte la vedi tutti con un bel panino con prosciutto e formaggio e le con delle robe oscene che guarda sti panini con la faccia del "se non ti spicci ti mordo una mano".
      Inoltre il dover continuare a pupparsi tavolette di roba prodotta da "BIG PHARMA" non credo che sia sintomo di una dieta equilibrata.
      Crescere così un figlio/figlia è una violenza psicologica degna di persone tarate e settarie e francamente non lo trovo diverso da far crescere le figlie con un burka e darle in sposa a 9 anni ad un quarantenne.
      Poi parliamone su facebook quella gente che si vanta di cercare di obbligare il gatto ad una dieta vegana, se quello è animalismo allora la salvaguardia della natura non è animalismo...pensare che un animale attrezzato solo per mangaire carne possa sopravvivere ad una dieta vegana vuol dire essere antiscientifici.
      Adesso, se riesci porta i dati grezzi che io qualche esamino di matematica e statistica lo ho fatto e vediamo se i numeri che tirano fuori da quelli studi sono corretti, perché io intravedo 2 possibilità o quelli studi sono sbagliati o sono prezzolati pensare che una dieta squilibrata malsana e assolutamente assurda da ogni punto di vista medico e sanitario come quella vegana possa aver moltiplicato del 500 o del 1500 per cento il suo consenso in Italia è impossibile, vorrebbe dire che la popolazione è definitivamente stupida.

      Elimina
    13. ignorante sottosviluppato !!!!

      Elimina
    14. contento te, siam contenti tutti...

      Elimina
  5. La domanda vera da porsi è: "dove cazzo si sono riversati quei fanatici?"

    Non è che smettendo di essere vegani sono spariti dal pianeta, quindi è facile che quelli duri e puri siano rimasti, ma gli altri pronti alla rissa ed al linciaggio si siano spostati in altre nicchie sociali. Continueranno a fare i fanatici, ma su un tema diverso. :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma lo vedi che faccia a viscido che hai !!!!???????

      Elimina