sabato 10 ottobre 2015

Dimissioni Marino: la pochezza dell'italia che fa schifo

No, non è un errore: italia ce l'ho messa col minuscolo apposta. Perché questo è l'ennesimo spettacolino indegno in un paese che non abbia il 90% della popolazione con età non superiore ai cinque anni... Sempre più convinto che si debba togliere il diritto di voto alla semplice matura età e darlo a chi non si dimostra un demente con la scatola cranica piena di liquido spinale...

Polemiche sterili e senza senso contro Marino


Sia chiaro, non sono di Roma e non posso valutare bene il suo operato. Ho visto che ha fatto cose buone e giuste come in altre ha toppato, e fin qui nulla di strano visto che tutti sbagliano e non sono perfetti. Ma la fogna mediatica che gli è stata mossa contro è uno schifo indescrivibile, seriamente.

Gente che ha fatto casino per OTTO EURO spesi per offrire la colazione ad un reduce dei campi di sterminio nazista, casino per duecento euro di cene di stato, dove non è affatto strano portare la propria moglie ma che ai nostri cavalieri dal mantello di peli di culo è sembrato uno scandalo senza precedenti nella storia umana.

Tutti si sono messi a fare questa caciara, PD compreso perché non lo voleva più fra i coglioni, e tanto è bastato a distruggere la figura di Marino, costretto a dimettersi perché ha semplicemente fatto il suo dovere di sindaco.
La cosa mi fa incazzare, e parecchio, perché questo è quanto succede sempre e comunque in questo paese di merda: il disonesto spende e spande e favorisce la corruzione? Non si dice nulla! Guai!
Arriva il goffo (perché un po' è goffo, non ha saputo incutere il minimo timore o rispetto) che il primo giorno in cui si insedia chiama la guardia di finanza sputtanando i corrotti (favoriti dai precedenti sindaci, l'ultimo mai toccato guai a farlo) in un casino colossale chiamato "mafia capitale", fornisce ogni santo giorno documentazioni e rendiconti per favorire le indagini, blocca diversi casini di corruzione che andavano avanti da decenni (perfino un canile che era un buco nero di denaro, a quanto ho sentito, che non aveva nessuno a favore ma andava avanti comunque) e magicamente inizia a stare sul cazzo a tutti, che decidono di cacciarlo scrivendo sui giornali che ha offerto la colazione a quella grandissima canaglia di reduce di lager che di certo non meritava nemmeno una stretta di mano (ricordo che faccio ironia, in caso qualche povero demente voglia rompere il cazzo) per la incredibile cifra colossale di OTTO EURO. Una nota di demerito, ma tanto non avevo tanta stima sin dall'inizio, al movimento cinque stalle, che si è allegramente unito al teatrino del cazzo nonostante siano "l'alternativa alla vecchia politica" ma si comportano esattamente come tale. Per eliminare un onesto fra l'altro: cinque stalle, complimenti vivissimi!

Ma a farmi incazzare di più è la totalità della gente...
Dico io, si può essere più caproni del cazzo per farsi manovrare così facilmente?
Tutti odiano Marino perché ha offerto la colazione ad un reduce, una coglionata peggiore non si poteva sentire. Certo, in cinque anni ha speso 20 mila euro, peccato siano spese normali per un sindaco, tanto normali che lui stesso per trasparenza le ha messe online. Evidentemente non immaginava quanto pollo, bove, testa di cazzo e idiota può essere il popolino italiota con la bava alla bocca.

Saranno coglioni?

Ma questo è solo il caso più palese... in 'sto cazzo di paese non esiste avere un piano di governo per risolvere i problemi. Non serve.
In 'sto cazzo di paese popolato da una maggioranza di teste di cazzo analfabete e una parte di disonesti del cazzo si va contro, punto. Si va contro a prescindere dalla qualità dell'operato di chi è stato eletto. Contro contro contro, sempre e comunque!
Il governo vuole emettere una legge per salvare gli orfani dall'annegamento (roba teorica per dire che stanno facendo qualcosa di buono)? Lo si blocca con l'ostruzionismo, fino a far cadere la proposta, così che sui giornali e telegiornali si possa dare la notizia trionfale "governo BATTUTO in parlamento, decade la legge", come se non ci fossero in gioco le vite dei giovani orfani ma fosse una partita di calcio (dimentico che molti dementi hanno solo il calcio nella capoccia piena di merda...). Intanto gli orfani affogano uno dopo l'altro, ma l'importante è far vedere al popolino merdoso che noi siamo più forti e devono tifare, ops votare, per noi.

E così va avanti da decenni, e poi ci stupiamo se Roma è infognata nella corruzione, ci stupiamo se c'è crisi economica, ci stupiamo se i lavoratori ormai hanno pochissimi diritti e molti lavorano in nero 16 ore al giorno per 20 euro, ci stupiamo del caporalato, della malavita, della malasanità, dello spreco di denaro pubblico...

E certo, visto la bellissima gente che vota perché "il governo è stato battuto" o "è andato a trans!1!" oppure "ha offerto la colazione di otto euro ad un reduce!111!" mentre se ne sbattono i coglioni che per decenni c'è stata mafia capitale con tanti partiti coinvolti, e magari vogliono votare proprio i politici invischiati in quella merda. Salvo poi urlare e sbattere i piedini storti a terra che ci sono pregiudicati in parlamento.

Un teatrino di dementi, teste di cazzo, corrotti e disonesti, e nessuno riesce a capire un beneamato cazzo di nulla, tranne i disonesti che hanno capito che basta nulla per distrarre il popolino merdoso italiota.

Stavolta non parte dai grullini: vaffanculo!
A tutti, non solo ai politici.

6 commenti:

  1. Grazie, da parte di un romano.

    RispondiElimina
  2. Questa, per me, è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Se prima avrei potuto dare anche un solo 1% di fiducia ai 5 Stelle, adesso proprio zero. Il mio voto lo vedranno quando sarò morto, cioè mai.

    RispondiElimina
  3. Io non conosco l'operato di Marino ma mi sono fatto un'idea: a giudicare da CHI sta festeggiando per le sue dimissioni, era un bravo sindaco.

    Capitolo M5S: loro si pongono come l'alternativa per la vecchia politica ma in mente hanno solo una cosa, i soldi. Da anni non fanno altro che parlare di quanto sono bravi restituendo i soldi e ora si attaccano a questa storia solo perché si parla, appunto, di soldi. Pensavo parlassero alla "pancia" dell'elettore, ma questo è peggio, parlano veramente solo al portafogli.

    Poi, per carità: se Marino ha usato soldi pubblici per scopi privati è giusto che si dimetta. Non sono un benaltrista... ma il problema è che sarebbe giusto in una situazione di normalità, come in Paesi del nord, dove un politico che fa qualcosa del genere viene SUBITO costretto alle dimissioni perché è inammissibile e inaudito che lo faccia.

    Ma se NOI, in italia, pretendiamo da subito le dimissioni per robe così arriverà quello che farà anche di peggio e non si dimette perché è un lestofante. Prima di chiedere la testa di Marino dovremmo aspettare che otto euro per scopi privati siano VERAMENTE scandalosi.

    RispondiElimina
  4. Francamente - lo dico da non romano, mi scusino i romani - tutta 'sta buriana su Marino per me è senza senso. Perché ha dovuto andarsene? Perché ha pestato i calli a un sistema marcio fino al midollo. Punto. Che adesso questa vicenda occupi tutti gli spazi mediatici, in TV, sui giornali, su web, mi pare a dir poco assurdo; è davvero inutile all'ennesima potenza continuare a rivangare questa faccenda ad infinitum. Ai grUllini auguro di riuscire a piazzare un loro uomo lì, così dimostreranno definitivamente di essere degli incapaci.

    RispondiElimina
  5. C'è da dire, caro Fabrizio, che se il SUO partito, quello che lo ha candidato a Sindaco della Capitale non più di 27 mesi fa, lo avesse difeso come avrebbe dovuto fare, le manovre dei 5S e di FdI gli avrebbero fatto il solletico.
    Stefano da Roma

    RispondiElimina