mercoledì 30 settembre 2015

Home schooling: il nuovo rifiugio del complottista

Il primo grande nemico di quelle piccole persone che sono i complottisti è la scuola.
Dipinta come strumento di plagio delle masse che le tiene buone e sottomesse al sistema, ma soprattutto che le acceca di fronte al marcio del mondo, è il bersaglio preferito dei teorici del complotto. Teorici perché non hanno mai dimostrato un cazzo di concreto, non per altro.
Loro, che sono andati a scuola, non sono stati influenzati e con un blog sul webbe smascherano i gombloddi del mondo.
A parte questa contraddizione, che loro spiegano in uno slancio di megalomania che son furbi e geniali, i dementi che danno retta a questa coglionata sono tantissimi, e per questo qualche furbone ha trovato il modo di sfruttare la cosa:

Home Schooling

La pratica consiste nel tenere i bambini in casa e insegnare personalmente tutto ai bambini, sostituendo maestri e professori. E qua ci si domanda come personaggi che sono analfabeti funzionali e ignoranti come porci vietnamiti possano adempiere a tale compito... Ma andiamo per gradi.

Loro sostengono che la pratica è legale, anche se avrei qualche riserva visto che la scuola è obbligatoria e loro si attaccano al cavillo legale del "Parlano di istruzione, non di scuola".
In ogni caso è una puttanata astronomica, per tanti diversi motivi, e infatti già nelle faq di un sito di sostenitori della pratica mettono le mani avanti. In modo molto poco convincente...

La prima paraculata che salta all'occhio, dopo quella legale si intende, è quella delle motivazioni per cui si sceglie di fare "educazione parentale" (parti in blu fra parentesi sono i miei commenti):
"Le motivazioni sono molteplici: possono essere di natura religiosa (Ma dove? Mai sentito nulla del genere), linguistica (Imparare la lingue del paese dove stai gli pare brutto, meglio non capire un cazzo e comprare soda caustica al posto dello zucchero. E' una battuta, idiot alert), di salute (Forse l'unico caso valido citato, che non è quello loro, ma lo vediamo più avanti), oppure semplicemente perché si vuole dare ai propri figli un’educazione personalizzata che soddisfi le necessità, le passioni e i tempi del singolo (Fanculo al bambino, devo educarlo ad essere un complottardo o un vegardo, che poi è la stessa cosa, in tutto e per tutto, senza che impari un cazzo di diverso dalle cazzate pseudoscientifiche di straker, della bramby o di losai). Alcune famiglie educano a casa per evitare che i propri figli subiscano il bullismo e l’esposizione al clima oppressivo e competitivo della classe (Clima oppressivo o competitivo? Cioè aboliamo gli sport agonistici perché sono competitivi, fanculo anche inculcare il concetto che la mediocrità non è un crimine ma se tutti fossero mediocri e non avessero migliorato le proprie capacità staremo ancora nelle caverne a mangiare cicoria e insetti. Secondo loro questo è il male). Altre ancora scelgono l’homeschooling perché non vogliono delegare ad altri il compito fondamentale di educare i propri figli."

Infatti non si deve MAI delegare ad altri il compito di educare i figli, la scuola è solo un aiuto ma il resto lo devono fare i genitori. Ma questa è una credenza delle nuove generazioni, abituate a buttare come un sacco dell'umido pieno di merda i propri figli prima a scuola e poi di fronte la televisione/playstation e sbattendosene i coglioni di educarlo, salvo berciare come babbuini col cervello mummificato accusando i sucitati media come nocivi per l'educazione e quindi vanno censurati, cambiati, bruciati al rogo al grido di "morte alle streghe".

Insomma, già da queste righe si capisce dove vogliono andare a parare questi personaggi: è duddo un gombloddo e devo insegnare io al pargolo come diventare un complottardo DOC.

Qualcuno ha sollevato il problema della socializzazione? Ecco, infatti paraculano anche quel frangente:
"Innanzitutto bisogna chiedersi che tipo di socializzazione sia quella che vivono i bambini a scuola (Riti satanici e battesimi del sangue?).

Essere chiusi in un edificio (Specie d'inverno, privando i bambini di stare sotto le bufere di vento pioggia o neve. Bisogna essere delle bestie), confinati in una classe di bambini che hanno tutti  la stessa età (Quale inferno peggiore se non stare con i bambini della tua età?), dove bisogna stare seduti per la maggior parte del tempo e dove si deve persino chiedere il permesso per andare in bagno (Aboliamo le sedie nelle scuole!!!1), non rappresenta lo scenario ideale per socializzare (Infatti non si parla durante i cambi dell'ora, o durante la lezione col compagno di banco e quelli vicini, non ci sono le lezioni di ginnastica o le uscite in cortile, e non si fanno nemmeno i gruppi in cui i ragazzi collaborano. Che socializzazione malata! E tutto per colpa di quelle maledette sedie, PU SCHIFO!)

Inoltre ogni classe può contare episodi di bullismo più o meno gravi (Quello è un problema, vero, però non esiste solo a scuola), situazioni di competitività esasperati (Ma che cazzo dicono? Ma se alle elementari non bocciano nessuno e alle medie è difficile farsi bocciare? Stanno sfornando ignoranti per il troppo buonismo e mi vengono a dire che è il contrario?) e una generale ricerca di status futili e dannosi (per esempio: giocattoli, vestiti, linguaggio volgare, tabagismo, sessualizzazione precoce) (Quelli sono problemi sociali a cui vai incontro ovunque tu sia, a meno che non vuoi rinchiudere il bambino in un recinto come fai con il cane). Questi sono tutti esempi di una socializzazione “malata” a cui molti genitori rifiutano di sottoporre i propri figli. "

A me sembrano i deliri di un fanatico, che cerca scuse e dipinge in modo eccessivamente negativo qualcosa solo per giustificare la soluzione proposta e il libro venduto sulla faccenda. Perché così fa figo, se avesse parlato di scie chimiche o complotti di big farma l'avrebbero perculato a vita.

Continua:
"Mentre gli scolari socializzano in un ambiente controllato e artificiale (Meglio liberarli nei boschi, così socializzano tirandosi merda dalle cime degli alberi?), i bambini educati a casa vengono in contatto con la società, con il mondo intero (Se a casa tua ci passa il mondo intero o spacci droga o vendi il culo. Ripeto: son battute. Ma già immagino le scimmie che urlano TI KUERELOH!!11111), e interagiscono con esso in prima persona (Mentre se lo mandi a scuola sei ore al giorno il resto della giornata lo devi chiudere in un bunker antiatomico così non incontra nessun altro). Un homeschooler si trova a confrontarsi con persone di tutte le età, in molteplici contesti (Mentre gli altri, ricordo, stanno nel bunker). Socializzare significa sviluppare rapporti interpersonali adeguandosi alle regole della vita in società (Facciamo pagare le tasse ai bimbi, forza), le dinamiche della classe sono ovviamente limitative in questo senso (Infatti a scuola non devi pagare tasse!). Risulta quindi evidente che gli homeschoolers abbiano una marcia in più, essendo liberi da costrizioni di spazio e tempo e potendo sperimentare sulla propria pelle cosa significa interagire con l’ambiente esterno (Come succede a lavoro! Sei libero, non hai orari, interagisci con persone di tutte le età che ti urlano contro che sei una cazzo di scimmia ammaestrata male. E poi dormi fuori infrascato nei cespugli perché gli interni sono il diavolo incarnato, una marcia in più!). Incontri sportivi, gite istruttive, lezioni di arte, danza, musica, visite ai musei, spettacoli a teatro, volontariato, uscite per fare la spesa, incontri tra amici, offrono interessanti opportunità di arricchimento sociale, culturale e civico al di fuori del sistema scolastico tradizionale (Perché ricordiamolo, se metti piede dentro una scuola tutto questo non lo fai nemmeno per il cazzo, sia chiaro). "

C'è da domandarsi che scuola conoscono, visto che hanno elencato tutte cose che i normali bambini fanno anche se vanno a scuola, anzi spesso sono attività promosse dalle scuole stesse.
Insomma, scusazzole...

In ogni caso, se le motivazioni sono queste c'è da dire che sono motivazioni veramente molto deboli, a parte i problemi di salute. Ma sono stati messi nel mezzo tanto per dare forza al concetto, che nasconde solo complottismo.

Infatti l'unico vero motivo che spinge questi personaggi è quello, cioè non vogliono che a scuola parlino con chi la pensa diversamente o ascoltino lezioni che li mandano fuori dai binari delle minchiate complottiste.

E ho le prove di quanto dico:

Perché parliamoci chiaro: se lo dice Balasso che è un semplice comico e che spesso tira fuori cazzate pseudoscientifiche da far paura a straker (puppa) c'è da crederci!
In ogni caso cito gli studi sul riscaldamento globale: 96% afferma che esiste, 4% afferma che non esiste. Una frase come quella di Balasso è figlia solo di ignoranza totale e malafede.


Quale è il problema? Ha istituito un concorso, non ha obbligato le scuole a servire i suoi hamburger.
Anche qui, malafede e ignoranza, oltre una certa dose di paura delle streghe e terrorismo mediatico.
OMG LE MULTINAZIONALI!!!1111 CORRETEH!!11


Adesso condannare i propri figli ad una esistenza di malattie gravissime e ricoveri in ospedale è chiamata "libertà".
Fra l'altro sono pure degli asini in matematica, e pretendono di insegnare loro ai bambini...
Un vaccino costa si e no 10 euro, e con quello stai a posto tutta la vita per diverse patologie.
Patologie che se contratte porterebbero a spendere molti soldi in medicinali...
I farmagi per l'epatite C arrivano a costare quasi 500 euro a confezione (a quanto ho visto, ma sono ignorante e chiedo aiuto a qualche medico).

Che cazzo di discorso è "Vogliono venderci il vaccino per arricchirsi" se poi si evitano farmaci e spese sanitarie per centinaia di migliaia di euro?
Ma ovviamente loro grideranno al complotto affermando che i vaccini fanno ammalare di più, in barba al fatto che dalla loro introduzione tantissime malattie sono state debellate...

Ed eccoci qua, di fronte a dei complottisti ignoranti come la fogna di calcutta ad Agosto che pretendono di non mandare i figli a scuola perché loro, che non sanno contare fino a otto, sono "oltre il sistema".
Oltre il sistema ma che vendono libri a caro prezzo. Il sistema dei soldi pare non fargli schifo quanto quello scolastico...

E così i complottardi alleveranno una nuova generazione di poveri ignoranti fanaticizzati a cui lo stato garantirà un diritto al voto. E ditemi che non è lecito incazzarsi...

21 commenti:

  1. Sarà brutto ma io comincio ad essere dell'idea che il diritto al voto va riformato. Ad oggi il suffragio universale con gente simile in aumento è un pericolo per le persone "normali".
    Vedere il che il mio voto vale come quello di gente che pensa che possa esistere una dieta respirariana è veramente deprimente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chi ha voluto il suffragio universale non ha mai incontrato uno sciachimista o un rettilianista

      Elimina
  2. La parte in cui tuonano contro l'istituzione di un concorso da parte di McDonald's fa piegare dal ridere.
    Probabilmente 'ste persone pensano che, dopo che "McDonald's avrà infilato i suoi tentacoli nelle scuole", sui libri ci sarà scritto che la Rivoluzione Francese fu finanziata da McDonald's, o che Ronald McDonald salvò un paio di centinaia di soldati americani dietro le linee nemiche durante la Seconda Guerra Mondiale.
    Oppure pensano che a mensa si inizieranno a servire hamburger di McDonald's tutti i santi giorni (perché i genitori non direbbero nulla, vero?)...

    Mamma mia, come dev'essere orrenda la vita del complottista:
    1) vedi minacce ovunque,
    2) vedi i nemici che ti circondano,
    3) praticamente qualsiasi cosa tu veda o abbia è stata creata per ucciderti/sottometterti/indebolirti/instupidirti,
    4) nessuno dice la verità e tutti mentono,
    5) appena vedi qualcosa di innocuo/romantico/comico salta fuori qualcuno a tirarci fuori una verità orripilante (ovviamente falsa, ma tu ci credi),
    6) tutte le persone che ti circondano o sono "agenti dei poteri forti" oppure "poveri schiavi inconsapevoli" (leggi: incapacità a stabilire rapporti affettivi sani, usando la scusa che "è colpa degli altri"),
    7) vivi la tua vita in costante tensione,
    8) non ti senti mai al sicuro da nessuna parte,
    9) sei costantemente nel bel mezzo di un esasperante conflitto interiore: da un lato non ti fidi di nessuno perché "i poteri forti hanno tentacoli ovunque", dall'altra credi a chiunque dichiari di "non essere un servo del potere" (trascurando il dettaglio che nessun delinquente ha mai detto di essere tale), nonostante dica delle cazzate micidiali e prive di qualsiasi fondamento o prova, alimentando così anche un inizio di schizofrenia,
    10) con la tua paranoia contamini e ammorbi la vita dei tuoi figli e dei tuoi cari, esasperato anche qui da un conflitto interiore: da un lato non vuoi che vivano la vita in modo merdoso come te, ma dall'altro non vuoi che diventino "vittime del $i$tema",
    11) per stare al passo con tutti i nuovi complotti che vengono scoperti, devi dedicare talmente tanto tempo "all'aggiornamento", che questo ti porta via quasi tutto il tuo tempo libero e ti esaspera ulteriormente,
    12) ogni occasione gioviale di relax da solo o con amici viene immancabilmente rovinata da qualche dettaglio che ti riporta alla mente quanto il mondo faccia cagare e sia una concimaia progettata per la tua distruzione (ovviamente mediante un rimando a qualche teoria complottista di gestazione recente).
    Potrei andare avanti all'infinito, ma basta così, non voglio imbrattare la sezione commenti di questo bel sito (a cui sono affezionato e che seguo da anni, anche se non scrivo quasi mai).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio così.
      Anche se non ho mai capito una cosa: è tutto un complotto e non si fidano di nessuno, ma appena leggono un blog anonimo messo su da un pincopalla ritardato qualsiasi gli credono immediatamente e senza porsi domande.

      Elimina
    2. Sembrerebbe proprio cosi'.
      Conosco personalmente genitori ultra-vegan che terrorizzati del mondo hanno "evitato" vaccini, pediatri e nutrito il nascituro con quinoa e bacche, roba da chiodi insomma
      Quando dopo 4 mesi il bimbo non solo non parlava ma dava segni di rincoglionimento pesanti allora gli hanno aggiunto i nutrienti decisivi tanto odiati..la Karne111!!!1
      Si, poi, il climax lo raggiungono quando in pratica ( ad esempio con il Moon Hoax ) ogni cosa, parola, verbo diventa prova e controprova della manipolazione: ci sono le foto della NASA, allora sono false; non ci sono le foto della NASA, allora non sono mai stati sulla Luna.
      E un win-win per analfabeti

      Elimina
    3. Un altro tratto in comune tra complottardi e' che di solito chi crede ad UNA cospirazione ( 9/11 ) tende a credere a TUTTE le altre ( scie comiche, moon hoax etc ).
      E' cosi' palese; quando lo fai notare si incazzano di brutto LoL
      E poi fateci caso, tutti con "la mente aperta" ma rigorosamente ultra-cattolico-conservatori ( vedi LoSai, Blondet e tutto il fenomeno del complottismo di destra, dai Protocolli al signor aggio )
      Basta leggersi i commenti ad uno degli ultimi articoli pubblicati sul noto Circo Massimo Mazzucco..e' l'hit parade del imbecillita'. Consiglio anche un forum sul quel sito che spiega bene, meglio illustra, che la paranoia non ha limiti a parte l'immaginazione, il forum si intitola Terra Piatta ( si, quelli che CREDONO alla terra piatta )
      Leggetevi i "ragionamenti"...e piangete perche' ce ne sono a frotte messi cosi..e se non e' la terra piatta sono le scie chimiche...i terremoti a distanza..le camere a gas che non sono mai esistite...gli antichi alieni o sarcazzi si chiamano..e un nutrito gruppo di cialtroni di profesisone munge la vacca complottista..Franceschetti, Malanga, Circo Massimo, Straker ( puppa ), Chiesa, Blondet...e quelli della Confederazione Galattica Di Luce ( quella tizia li sta proprio male )

      Elimina
    4. A leggere queste cose mi viene da chiedere l'abolizione del suffragio universale con una rivoluzione

      Elimina
  3. Beh rispetto alla faccenda religiosa per esempio negli USA l'home schooling e' praticato apppunto dai red necks fondamentalisti della Bible belt, anche i suprematisti bianchi usano home schooling ( Aryan Nation, Church Of The World Creator, I mormoni, quegli scoppiati dei Davidians e sette mistiche assortite )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi mancavano nella lista quei fanatici...

      Elimina
    2. Si, Fabri, se hai tempo e voglia leggiti solo che la pagina de Church Of World Creator..meno male che alla fine si tratta di frange parecchio isolate ( come i Phelps, quelli de "Dio odio i froci" ).
      Ti consiglio sul tema homeschooling ( lo tocca per un momento pero' da' l'idea dei soggetti che lo praticano ) un documentario di Louis Theroux, "Louis and the Nazis" dove Louis entra in contatto con una delle famiglie 2piu' odiate d'America" ovvero i Gaede. Pensa, questa famiglia di neonazi ha cresciuto le bambine tra Mein Kampf e rune, e appena sono riuscite a spiccicare una parola le hanno obbligate a formare una band (!) dal nome Prussian Blue ( lo zyklon b delle camere a gas ). Le due bambine, gemelle, Lynx e Lamb oggi si sono ripigliate un attimo a causa di una condizione medica di una delle due che la ha portata a fumare erba a scopi medici..oggi si dicono "liberali"

      https://en.wikipedia.org/wiki/Louis_and_the_Nazis
      https://www.splcenter.org/fighting-hate/extremist-files/individual/april-gaede
      http://www.mirror.co.uk/news/real-life-stories/nazi-twins-lynx-and-lamb-gaede-941546
      https://en.wikipedia.org/wiki/Prussian_Blue

      Insomma..di materiale da farsi venire l'ulcera ce ne sta a iosa :)

      Elimina
  4. Beh il motivo di salute mi sembra cosa buona e giusta!
    Visto che questi benedetti homeschooler non saranno sicuramente vaccinati, eviti l'imperversare di malattie (facilmente prevenibili con una punturina) tra gli studenti che, per motivi validi, non sono stati vaccinati.

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. E se la ragione: "per me è più comodo così"? Perché bisogna giustificare la scelta di non andare a scuola, invece a quelli ci vanno nessuno chiede niente, tipo "Perché alzarsi presto, stancarsi, spendere 6 ore al giorno quando 2-3 ore al giorno bastano e avanzano"?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A volte farsi le domande giuste è dirimente, brava. Io sono onnivoro, ateo e razionalista e faccio homeschooling con i miei figli dopo aver constatato l'immodificabilità della scuola italiana, perché noi non siamo in Islanda vero? Prendere un caso o pochi casi e usarli contro un intero fenomeno di cui fanno parte, è pratica scorretta ed anche disonesta,ecco un esempio di sillogismo sbagliato : "Hitler era cattivo, Hitler era tedesco, quindi tutti i tedeschi sono cattivi", che assomiglia a "Erika è vegana e fa homeschooling, il veganesimo (o il complottismo) é sbagliato, quindi tutti gli homeschoolers sono sbagliati". Poi è vero, una volta che si scopre che fuori dalle regole del sistema (o vogliamo negare che "i sistemi" esistano?) non si verifica nulla di tragico e che addirittura fuori dalla scuola si apprende meglio anche senza "esperti"..bè ovvio che qualcuno potrebbe essere attratto anche da cose sbagliate che stanno pure loro fuori dal sistema. LO sbaglio è quello di generalizzare in modo improprio, finendo per diventare dei conservatori...perchè vedete io non sarei come Leone così sicuro che i vaccini facciano sempre bene, che le case farmaceutiche siano una associazione di benefattori altruisti e che la ricerca non sia mai interessata. Comunque l'homeschooling appartiene ad un generale movimento di messa in discussione della scuola italiana così come l'abbiamo conosciuta e soprattutto così come è diventata, cioè pervasiva, nozionistica e soprattutto initilmente stressante e dannosa...non lo dico io ma la ricerca OCSE-PISA pubblicata ad ottobre 2014, operata con metodi scientifici. Grazie dell'attenzione

      Elimina
  7. Allora, la scuola è sicuramente fallace e tutto... ma la soluzione non è certo abolirla, che cazzo. Integrare, partecipare ATTIVAMENTE da genitore alla formazione del bambino, non certo nascondere il pupo e tenerlo a casa!

    Che cazzo, da ragazzino avevo un amico la cui madre era di questo tipo, iperprotettiva che lo teneva in casa per tutto perché "fuori c'è il male"... ed era UN COGLIONE ALLUCINANTE, un povero idiota che se non l'abbiamo preso per il culo e ammazzato di botte è solo perché eravamo persone buone. Totalmente incapace di socializzare, non aveva modo di confrontarsi col mondo reale. Se ci ripenso mi fa molta pena.

    Mi spiace per quei cazzo di bambini che ne usciranno male male male, ma d'altro canto forse è meglio così: se Darwin ha fallito lasciando che certa gente si riproducesse, si sta salvando in corner lasciando che la prole di certa gente si elimini da sola dal mondo che conta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di solito lhomeschooling si inserisce in un contesto fanatico-religioso-isolazionista: consiglio i link postati sopra a Fabrizio.
      Ovviamente non sono l'unico caso ma certamente e' eclatante.

      Elimina
    2. "Di solito"? Sarò meno fortunato di lei ma io di questi individui non ne ho ancora incontrati, nell'associazione di homeschooling di cui faccio parte i momenti di socializzazione sono tantissimi e vedo giocare ed apprendere insieme bambini che parlano tutte le lingue e di tutti i colori. Bisogna conoscere prima di giudicare.

      Elimina
  8. TRa l'altro, cercando qua e la' ho trovato un documento recente ( gennaio 2015 ) che dichiara su base dati ufficiali che nei soli US ci sono "2.2 million home-educated student"[..] " There were an estimated 1.73 to 2.35 million children (in grades K to 12) home educated during the spring of 2010 in the United States (Ray, 2011). It appears the homeschool population is continuing to grow (at an estimated 2% to 8% per annum over the past few years). Families engaged in home-based education are not dependent on public, tax-funded resources for their children’s education. The finances associated with their homeschooling likely represent over $24 billion that American taxpayers do not have to spend, annually, since these children are not in public schools.
    Homeschooling is quickly growing in popularity among minorities. About 15% of homeschool families are non-white/nonHispanic (i.e., not white/Anglo). A demographically wide variety of people homeschool – these are atheists, Christians, and Mormons; conservatives, libertarians, and liberals; low-, middle-, and high-income families; black, Hispanic, and white; parents with Ph.D.s, GEDs, and no high-school diplomas."

    Qui ( anche se di parte homeschooling pero' presenta i dati in modo abbastanza neutrale senza sbilanciarsi )
    http://www.nheri.org/research/research-facts-on-homeschooling.html
    Oppure
    http://sacramento.cbslocal.com/2013/04/17/just-the-facts-the-pros-cons-of-homeschooling/

    RispondiElimina
  9. chi ha paura... attacca. Giusto Fabrizio Leone?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se intendi che temo una nuova ondata di ignoranza medievale hai ragione.
      Se pensi che ho paura per "la mia posizione" o che stai facendo danni a chissà quale "potere forte" non fai che confermare i miei dubbi

      Elimina