martedì 22 settembre 2015

Quelli che usano gli asterischi per essere Politicamente Corretti

Inauguriamo una nuova rubrica, più o meno visto che non sarà a pubblicazione fissa: Gente da mandare al patibolo per essere impiccata per i coglioni (o altro, in caso di donne).
Iniziamo con quelli che sono gli esseri più abietti e cretini (dico sempre così però poi trovo di peggio due minuti dopo) che si possano trovare nel web: i coglioni che usano gli asterischi per scrivere frasi "unisex" e quindi "politicamente corrette" dal punto di vista della fava sbocciata.

Politicamente corretto ma logicamente sminchiato


Inizio con un esempio per mettere nero su bianco la fonte del mio malessere:

"Salve ragazz*, quest* ser* ci sarà un* spettaccol* dedicato ai gruppi più gettonati del momento: one direction e compagnia scoreggiante, per cui avvisate tutt*!!!111!!!3,14159"

E quando leggi qualcosa di simile non puoi fare a meno di domandarti che cazzo di problemi hanno quei poveri mentecatti vessati da chissà quale parassita cerebrale...
Che cazzo di problema c'è a dire RAGAZZI se nel gruppo ci sono delle donne? Seriamente, si da ascolto alle manfrine di quattro ritardati del cazzo che in uno slancio di attention whoring frignano minchiate sul maschilismo della società moderna che con il linguaggio al maschile bla bla bla (per cinquecento mila) e ci si adegua pure come se fosse cosa dovuta? Pardon. cos* dovut*?

Questo individuo ha tagliato la testa al toro: invece di passare mesi o anni a far cazzate politicamente corrette si è fatto
tatuare la scritta "stupido" in fronte, ottenendo lo stesso risultato ma con molta meno fatica
Non è maschilismo, è lingua italiana. Punto. Teste di cazzo (tanto lo so che leggerete pure voi stupratori di asterischi).
Non è che gli inglesi son meno maschilisti di noi perché hanno la lingua totalmente priva di riferimenti maschili o femminili, e non capisci se parlano di un uomo o una donna finché non si riferiscono direttamente a loro con "he" o "she". semplicemente la lingua italiana è molto più complessa, e in passato si è deciso di usare il maschile come forma neutra. E neutra non c'entra con i saponi, lo specifico in caso gli asteriscatori stiano incredibilmente ancora leggendo e non abbiano iniziato a insultare come babbuini impazziti.

Evidentemente nel passato non esistevano capre bercianti nazifemminarde che cagavano le palle ad ogni minima cazzata spinte dai loro enormi problemi mentali (farsi curare no eh?).

Quello che mi domando è: che c'è di bello a indignarsi per cazzate prendendo poi comportamenti a dir poco ridicoli?
Ma il bello è che questi fanno le peggiori cazzate e nessuno va lì a dirgli chiaro e tondo "Coglione!", no, continuano imperterriti e si sentono pure fighi. E se qualche altro povero mentecatto vede quel abominio grammaticale sul webbe pensa pure "guarda, scrivere come un coglione fa figo! Voglio essere figo anche io!!11" e anche lui inizia la fiera del politicamente corretto ad ogni costo, sia mai che si lede il sentimento di chi sentimenti non ne ha, ma ha solo una forma di schizofrenia esplosiva per cui puoi fare qualsiasi cosa che non andrà bene comunque e saranno proteste e hashtag a minchia (o sono asterischi o sono cancelletti, evidentemente i verbi prendono troppe energie e si affidano a segni e grugniti).

E grazie a questo principio si sta diffondendo l'usanza di usare gli asterischi per non usare il maschile in contesti misti. Adesso che abbiamo questi paladini del buonismo a tutti i costi ad ammorbarci i peli pubici il mondo è un posto migliore!
Come? Non è cambiato nulla a scrivere minchiate con asterischi a cazzo di cane?
Ma non è vero, il politicamente corretto ha salvato il mondo! Adesso gli handicappati son superman perché li si chiama "diversamente abili", perché handicap che significa difficoltà non rendeva bene l'idea, si deve andare a dire "diversamente abili". Che è una coglionata se vai a vedere nel dettaglio. Diversamente di cosa? Non fanno nulla di diverso, non poter camminare o non vedere non ti rendono diverso, ti portano una difficoltà (handicap, appunto) ma qua bisogna essere smielati, e già disabile non andava più bene, e si è inventato un termine del cazzo ad ogni capodanno venuto male visto che ci si annoiava.
Intanto però chi sta in carrozzina non può prendere pullman, tram o treni la maggior parte delle volte. Però son più felici perché li si chiama "diversamente abili", chiaro, loro badano alla parola, non ai loro diritti.

Pure gli spazzini adesso sono fighissimi, li chiamano "operatori ecologici", che fa tanto figo.
Intanto però fanno lo stesso lavoro di prima, insomma non è cambiato un cazzo, men che meno il rispetto verso di loro: se non pulissero le strade sarebbero un troiaio (molto peggio di quanto non lo siano già) e per questo vanno rispettati, anche se sono costretti a raccogliere la merda dalla strada.
Sarebbe più rispettoso evitare di far cacare i cani come betoniere impazzite per strada e soprattutto raccogliere il risultato sfinterico del loppide, invece di inventarsi paroline dolcificanti del cazzo e poi trattare a merda nei fatti comportandosi come trogloditi infami.

E' questo che odio del politicamente corretto e del buonismo: a parole, nelle apparenze, si fa di tutto per apparire rispettosi, educati e di buon cuore, mentre nei fatti si piscia in testa alla gente alla stessa maniera di prima, se non peggio, perché tanto son pochi che guardano i fatti.

Ed è per questo che il politicamente corretto ed il buonismo mi sta sul cazzo, ma è la stupidità immensa di chi pensa che la lingua italiana sia "maschilista" o discriminatrice che dovrebbe portare alla condanna di impiccagione per le palle.


7 commenti:

  1. Diciamo che questi fanatici dell'asterisco sono "stupid". No, non stupidi o stupide: proprio STUPID, come il tipo della foto. La parola in ost- in bab- in quella lingua là è perfettamente neutra, quindi politicamente corretta, no?

    RispondiElimina
  2. Che poi, non basterebbe usare entrambi i generi, per esempio "ragazze e ragazzi"? Troppo consumo della tastiera? Mah.
    Voglio solo farti una critica: "c'hai troppo odio zi' " [cit.]
    Probabilmente qualcuno te l'avrà già detto, ma a volte riempi i tuoi post con talmente tanto turpiloquio che faccio sinceramente fatica a leggerli, nonostante la validità degli argomenti che porti; anzi, penso che tutti gli insulti tolgano forza alle tue argomentazioni (con tutta la questione delle fallacie logiche e annessi e connessi, penso tu le conosca molto bene).
    Comprendo la fatica e la frustrazione dell'essere bersaglio di certi minus habentis, però te lo dico con il cuore: stay classy Squareballs.
    Cari saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma non lo sai che oggi esistono 45 generi scoperti dall'accademia femminista sociale australiana in concominatanza con le universita americane e canadesi? dovreste usare tutti e 45 i generi ogni volta ... trà cui genderfluido (come ti svegli ti senti maschio femmina o lupo o drago) o il pansessuale (cioè che qualsiasi cosa ti può eccitare anche gli oggetti inanimati) se non lo fai sei un transfobico pezzo di merda eteronormativo binarionormativo misogino omofobico e anche razzista e/o altro

      e si stò scherzando ma altra gente prende stè cose sul serio. anche perchè sono "vere" cioè davvero dicono ste stronzate nelle scienze sociali.... che io da adesso in poi chiamerei scemenze sociali!

      Elimina
    2. Ma soprattutto bianco, perché i maschi bianchi sono i peggiori

      Elimina
  3. Mi conosci da una vita e sai come la penso del politicamente corretto. Purtroppo la comunicazione verbale o scritta, dice molto più di noi rispetto a quello che vorremmo lasciar trasparire; purtroppo, o per fortuna nel caso. Chi ha bisogno di inventarsi forme grammaticali o parole ad hoc, mostra solo di voler apparire in un modo per nascondere quello che veramente è.

    RispondiElimina