mercoledì 1 luglio 2015

Negracci clandestini spaccano una macchina della polizia. Povera Italia!

Lo so che con questo titolo mi sto attirando addosso l'odio del popolino mentecatto funzionalmente analfabeta del cazzo che si fermerà a guardare quello e l'immagine di anteprima di facebook, tirando su polemiche sul nulla o nel caso di mentecatti ancora più grossi condividendo festanti o indignati "cuarta ke fergonia!11!". La verità è che chi ha postato e creduto a quel video è un povero coglione:

Il video che fomenta l'odio verso gli africani


Gira da qualche mese, anche se ogni tanto come le peggiori pestilenze (o l'erpes) torna in circolo. Si sa che il razzismo è un sempreverde da 70 anni a questa parte.
In ogni caso vengono ripresi dei ragazzi africani (immagino siano africani, sono neri...) mentre prendono a sprangate una macchina dei carabinieri distruggendo carrozzeria e vetri.
Kuartalih!!1 Li paghiamo li sussidi 30 euro alggiorno e
loro spacano botilia mazano familia!11!!111!
Ovviamente il commento al video, scritto da un illustre concittadino dalla cultura invidiabile, è stato "viva l'Italia", come a dire che è un paese del cazzo che lascia che accadano le azioni descritte nel titolo in modo poco gratificante (è una provocazione, anzi un idiot test se vogliamo, come fu il post "i vegani avevano ragione" tutt'oggi strumentalizzato dai vegetali).

Inutile sottolineare come migliaia di teste di cazzo silurate ci hanno creduto e si sono indignate, con commenti del tipo "gli paghiamo e loro spacano tuttoh". Il più votato, con 163 like, è stato "gente di merda, nullafacenti e parassiti. E noi paghiamo con le tasse".
16500 e rotte condivisioni... stiamo messi meglio del cazzo. E ovviamente dico questo perché c'è un motivo ben valido.

Quello di cui i nostri compari rincoglioniti non si sono accorti è... beh, che si vede chiaramente che è tutto finto. E lo si nota da un paio di piccolissimi, ma piccoli piccoli eh, poveri razzistelli decerebrati come potevano notarli?

I dettagli che sgamano il video

Quelle facce da cazzo devono proprio avere delle enormi
fette di Mussolini di fronte agli occhi per non notare
qualcosa di così in bella vista
Perché guardare come stanno le cose se si può fare cherry picking e avere finalmente una scusa per non passare per un ritardato razzista del cazzo agitando una patetica scusazzola per giustificarsi (anche fosse stato vero, usare le azioni di cinque o sei per bollare intere nazioni in blocco è da coglioni patentati) agli occhi di chi critica? Prendi e indignati e vomita tutto il tuo odio ingiustificato derivante da ignoranza, idiozia e propaganda di quattro politici coglioni che si siedono al potere invocando alle ruspe di fronte un pubblico inebetito.

Perché notare IL FOTTUTISSIMO MICROFONO "a giraffa" che sta registrando tutto?
Perché notare il tizio che tiene UN ENORME FOGLIO RIFRANGENTE per aiutare le telecamere con la luce?

Perché dedurre da questi dettagli che si stava girando un film/telefilm/telenovela/telespacco quelle mani di merda con cui fomenti il razzismo?
Oppure siamo di fronte a degli ominidi subumani nemmeno bipedi con la bava alla bocca e le mutande sgommate che non arrivano a comprendere qualcosa che è palese?

Mi sa che è la seconda...
In ogni caso mistero svelato. Tanto lo so che il 90% della gente si fermerà a leggere il titolo, ma sarà bello vedere i poveri mentecatti italioti condividere il post e fare la figura dei dementi perfetti con chi leggerà il post.


7 commenti:

  1. Guarda, per mandare in pappa i decerebrati razzisti della domenica ci mancava solo più che nella foto fosse finito il cartello "Stiamo girando un film" (o quello che fosse) che mettono sempre per delimitare l'area interessata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me non l'avrebbero capita nemmeno così

      Elimina
    2. Se ci fosse il tipo con la tavola del ciack in mano i dementi direbbero che "i nekri inmikrati clandestini bau bau sono andati a rovinare il set di un glorioso film sul ducie che ha fatto anche cose buone". Il mondo va così e dobbiamo tenerci i dementi...

      Elimina
    3. Ciak, non ciack, scusate.

      Elimina
    4. Oppure l'avrebbero scambiata per una ghigliottina portatile...

      Elimina
    5. Mio nonno diceva che "a certa gente fai prima a metterglielo nel culo che nella testa" (e scusate il francesismo) quindi che affoghino nella loro superficialità, prima o poi le figure di merda vengono sempre a galla anche su feissbuc.

      Elimina
  2. DI bufale riguardante agli immigrati e altri gruppi odiati dai razzisti c'è ne sono tantissime! Sono arrivato al punto che appena leggo un articolo che parla di rom o immigrati penso subito che sia una bufala

    RispondiElimina