sabato 2 maggio 2015

I No Expo a Milano: incoerenza e stupidità

Come ben sappiamo ieri è stato aperto l'Expo di Milano, evento internazionale che benché abbia avuto diverse magagne (ma trovate qualcosa in questo paese malandato che non ne ha...) è sicuramente degno di nota, e nonostante tutti gli italioti che tifavano contro l'inaugurazione dei padiglioni è stata fatta per tempo.
Ovviamente ci si sono raggruppati attorno degli scarafaggi, che evidentemente non hanno le idee molto chiare...

No Expo di Milano:

"e poi loro rubano"
Perché tu spaccando tutto alla "gente" gli hai fatto un favore
Perché protestare contro qualcosa come l'Expo? Non è nient'altro che un evento di scala mondiale dedicato al cibo. Si può dissentire sulla scelta di farci farneticare merdana shiva e così via, ci si può incazzare per il fatto che molti pagavano una miseria i lavoratori e hanno avuto la faccia di dire "italiani bamboccioni che volevano le ferie" (uno disoccupato da due anni che pretende le ferie? Ma vaffanculo) ma l'evento in sé non è nient'altro che una ottima occasione per farsi conoscere a livello mondiale.

Peccato che a farsi conoscere siano stati i punkabbestia, le merde allergiche al lavoro, i no global con l'iPhone in tasca e perfino i vegani, che completano il bouquet di idiozia reperibile.

Ma perché protestano? I no global perché vorrebbero lottare contro la globalizzazione.
Peccato che la globalizzazione sia in corso da qualcosa come qualche millennio. Già nel neolitico i popoli prendevano le barchette, ci caricavano quello che avevano in abbondanza e lo portavano a chi non ne aveva scambiandolo con quello che loro avevano in abbondanza ma gli mancava.
E allora non esistevano né capitalismo né la finanza da usare come spauracchi o l'uomo nero.

Poi ci sono gli "studenti", che più che studenti li definirei buste di merda mantenute con due esami portati in 10 anni molto probabilmente, che vanno a fare casino per protestare contro "la ricchezza".
E' la prima volta che vedo qualcuno voler essere povero... eliminiamo la ricchezza e viviamo nella miseria totale, magari morendo pure di fame (fisicamente, non metaforicamente).



Ora, mettiamo anche che questi subumani del cazzo avessero un'idea nel cesso di testa che si ritrovano e che la volessero diffondere... è questo il modo di farsi ascoltare? Spaccare tutto?

Macchine incendiate, negozi sfondati e dati alle fiamme, distruzione di tutto quello che incontravano.
"Ci siamo divertiti", dice uno degli scarafaggi durante un'intervista, che non ha fatto capire se era più idiota che strafatto o viceversa.

Ora, la maggior parte dei danni li hanno fatti contro dei poveracci e lavoratori che di ricchezza di certo non ne avevano. Dicono di "combattere la ricchezza", cosa che solo una merda che non ha mai lavorato in vita sua può dire, e poi fanno danni a gente che non arriva a fine mese?
Ma saranno coglioni? Questi sono talmente rincoglioniti che non riescono nemmeno a trovare una scusa che regga 10 secondi. Tutto quello che volevano fare è puro e semplice casino "perché mi diverto".

Basta, non c'è altro se non inciviltà, barbarie e ignoranza a palate. Non hanno nessuna scusante. Non sono difendibili.
E dopo che hanno spaccato tutto e scritto con le bombolette sui muri di una banca, che hanno ottenuto? Nulla. E' per questo che dico che questi in realtà non vogliono ottenere nulla se non sfogare la loro inciviltà contro qualcuno usando una scusa ridicola.


Scarafaggi attratti dalla luce del Expo di Milano

Veniamo al motivo per cui li definisco scarafaggi: ci sono alcuni tipi di scarafaggi attratti dalla luce (per chi stesse già pensando di rompere i coglioni con "huehuehuehue li scarafagghi skappano alla luche!!1") e questi fanno parte di quella categoria.
L'Expo di Milano è un evento di scala mondiale, è qualcosa di spettaccolare e gigantesco.
Insomma, emana luce. Ed emanando luce gli scarafaggi non possono che abbandonare le loro tane e i loro buchi fetidi per andare ad appiccicarcisi sopra.
Ma come ben sappiamo essendo loro scarafaggi infami non possono fare altro che insozzare quello da cui sono attratti, perché non riescono fisicamente a fare altro, nemmeno volendo potrebbero. Non comprendono, quindi temono. Non lavorano, quindi non capiscono cosa significa lavorare. Arrivano lì, attratti dalla luce, e si trovano spaesati in mezzo alla società da cui scappano nascondendosi nei loro buchi. E non sapendo che fare e non conoscendo altro che violenza iniziano a spaccare tutto.

Mi domando sempre perché non vengano rincoglioniti di mazzate...

Il volantino dei No Expo:


I NoExpo non sono solo disorganizzati, esiste un comitato organizzato nato da anni (sin alla notizia che l'Expo si sarebbe tenuto a Milano, altro da fare non ne avevano) e che hanno organizzato il campeggio e la manifestazione a cui si sono uniti i vari punkabbestia e merdosi vari.

Ma loro almeno erano estranei ai fatti di violenza?
Forse non direttamente, ma si sono invischiati con loro... basta vedere il volantino qui a fianco.

Guarda come sono bravi a fare giri di parole...
Strumenti per azioni dirette, insomma armi: mazze, spranghe, esplosivi...
Proprio bravi a usare parole politicamente corrette per definire un drogato bastardo e armato.

E ho controllato, non è un fake.

Ma ho notato qualcosa che stride...
Loro si definiscono civili e incolpavano la polizia di "criminalizzare preventivamente" i partecipanti al corteo che stavano al campeggio, "Noi non siamo barbari".

Ma se non sono barbari perché hanno messo chiaro e tondo di non portare "troppi strumenti per azioni dirette"?
Cosa sarebbero questi "strumenti"? Armi? E se non sono armi sono comunque bombolette spray per vandalizzare muri e vetrine no? Di certo non sono striscioni, quelle non sono azioni dirette. Quindi mi devono spiegare perché sapevano dell'intenzione di spaccare tutto, hanno messo le mani avanti per non farsi beccare durante i controlli al campeggio definiti appunto "criminalizzazione preventiva" per poi urlare ACAB come asini che ragliano. Coerenza estinta da anni.

C'è qualcosa che non torna, così come non torna il fatto che i vegani si definiscono sereni e pacifici, a differenza dei mangiacarcasse come ci chiamano loro, e poi finiscono con il mischiarsi con minchioni violenti...

Così come non torna il conto dei contrari alle multinazionali, alla ricchezza e cazzi e mazzi:
Una birra media venduta a 3 euro, così come un piatto di polenta rossa. Vendita di magliette.
Prezzi stratosferici... ad essere gratuito è solo il "campeggio", cioè tu vai e ti piazzi gratuitamente, ma per mangiare ti tirano via perfino il ricordo dei soldi dalle tasche.
Alla faccia di chi si definisce contro lo sfruttamento, contro la ricchezza, contro le multinazionali  e anche contro la globalizzazione (immagino che le magliette siano tutte made in China).

Coerenza non pervenuta e idiozia a palate. Come dicevo prima: non sono difendibili.


6 commenti:

  1. Capitò che uscendo da un macdonald's, anni fa, ci trovassimo accerchiati , io , mio figlio seienne ed un amichetto, da un gruppo di no global urlanti invettive. Ne chiappai uno a caso e gli dissi serenamente che se aveva qualcosa da dirmi doveva 1) levarsi le adidas dai piedi e 2) farmi vedere l' etichetta dei jeans . Mi rispose che le scarpe erano usate, i jeans non me li faceva vedere e dovevo vergognarmi perchè portavo mio figlio a mangiare merda e ingrassare le multinazionali del cibo spazzatura. Premesso che è chiaro che il macShit venda cibo poco salubre, non vedo quanto possa essere il danno alla salute se non si tratta di abitudine frequente. E ora che mio figlio preferisce di gran lunga vino rosso e tagliata da 7 cm. rucola e parmigiano, posso dire di non avergli trasmesso abitudini alimentari poi così sbagliate (Vabbè, i vegani la penserebbero diversamente, peggio per loro ). Ma poi 'sti coglioni, andranno a dimostrare anche davanti alla Barilla ? Rifiuteranno anche un piatto di pasta perchè il grano è in massima parte importato ? Io a questa gente gli vorrei entrare in casa e rufolare negli armadi e in cucina, almeno quanto vorrei dare una sbirciata nell' armadietto dei medicinali degli anti s.a. , per vedere quanto riescono a vivere in coerenza con i loro slogan...
    Ci sarebbe da ridere !

    RispondiElimina
  2. Ma vai a cagare imbecille

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Articolare un attimino meglio il pensiero? No giusto per capire il senso e l'utilità del post eh..

      Elimina
  3. Certi che il campeggio con cucina vegana mette una tristezza....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fra l'altro una cazzo di polenta a 3 euro. Il top

      Elimina
  4. Messaggio ai punkabbestia: siete contro i ricchi, le multinazionali, bli, blo, e bla, e, a parte il merdofono da 800 euro in tasca e i vestiti firmati, andate a sfasciare vetrine e bruciare auto di poveracci che magari devono mantenere una famiglia, pagarsi il mutuo o l'affitto della casa e quant'altro? Siete veramente dieci o undici livelli più in basso della merda più putrida!

    RispondiElimina