venerdì 15 maggio 2015

Le prove dimostrano la falsità delle recensioni negative ai libri de L'inganno Animalista

Sin da quando ho pubblicato il primo libro, quasi due anni fa, sia quando ho pubblicato il secondo, lo scorso Settembre, sono arrivate numerosissime recensioni false e menzognere a una (ma anche due o più, dipende) stella. A lasciarle un gruppo organizzato di animalardi dietro l'altro.
Stavolta uno di loro però ha fatto l'errore di incitare alla calunnia dei miei libri in modo pubblico, fornendomi le prove con cui mi posso difendere.

Recensioni false a scopo di danneggiamento
Finché lo dico io che sono false e menzognere la cosa può anche essere interpretata come permalosità dell'autore. Si sa, ogni scarrafone è bello a mamma sua, ma questo non è il mio caso.
Questo però non ferma i detrattori ad attaccarmi su questo lato.

Ecco quindi che porto le prove definitive e inopinabili di come delle recensioni negative lasciate per entrambi i miei libri sono per la maggior parte lasciate da rosikoni o sabotatori di professione (se così si può chiamare chi non lavora per distruggere il lavoro altrui...):


Questa non era di certo la prima volta che i nostri "prodi" disoccupati si prodigavano nel compiere veri e propri reati (ricordo che questa è calunnia bella e buona contro il mio lavoro), per cui se la sono cantata e suonata da soli: prima lasciano recensioni false con i loro amici, usando anche innumerevoli fake, dopo usano tali recensioni per screditare la bontà del lavoro fatto e invitare altri poveri mentecatti a reiterare il reato.

Istigazione a delinquere ed eccesso di idiozia. Perché fino ad ora chi si organizzava lo faceva in privato, in segreto. Questo povero mentecatto invece ha fatto tutto alla luce del sole, dandomi appunto la possibilità di smascherare questa vera e propria associazione a delinquere ai miei danni.
E questi minchioni sono gli stessi che mi accusano di non accettare critiche quando mi difendo dalle false recensioni. Vegano ed onestà non vanno a braccetto...


E infatti hanno anche reiterato il reato.

Difendersi su Amazon è molto difficile, difficilmente una recensione finta viene eliminata, specialmente se a segnalarla è l'autore stesso.
Però fuori posso farlo, ed ecco le prove che mi danno ragione.

In molti hanno criticato i toni del primo libro (il secondo è molto più pacato) ma come potete ben vedere questo è il tipo di persone con cui ho avuto a che fare. Questi sono gli "animalisti" che ingannano la gente.
Mentono, distruggono, insultano, offendono, screditano, minacciano di morte.
Capisco che bisogna rimanere seri, ma sfido chiunque a mantenere come minimo il rispetto per personaggi simili.

Fra l'altro i toni del primo libro sono sarcastici, provocatori; è un libro in cui si lanciano frecciate e si intravede la bassa stima del sottoscritto nei loro confronti, non è assolutamente vero che ci sono insulti o offese. Non nel primo e men che meno nel secondo, che ricordo è più moderato rispetto al predecessore.
Ma questo lo saprebbero se solo si fossero sprecati a leggere i miei libri...


Aggiornamento:
Dopo che qualcuno ha segnalato il post Facebook ha deciso di eliminarlo, così il dementone ha frignato questa patetica scusa ridicola:

Eh, poverino! Lui non ha fatto nulla! Il libro potrebbe averlo acquistato altrove, specialmente L'inganno Animalista Volume II che è ESCLUSIVA di Amazon!
Povero, sta piangendo, lui che fino a qualche giorno prima invitava a lasciare recensioni a una stella non ha assolutamente invitato a farlo!

E poi ha la faccia di rispondere a chi glielo fa notare:


Falso, bugiardo, falsa vittima, carogna, infame, disonesto.
Lascio a voi i commenti su quanto sia credibile questo squallido e triste personaggio, io ho già detto abbastanza.

Sono sicuro che ora starà evidenziando qualche frase a cazzo di cane per tentare di darsi ragione da solo, arrampicandosi sugli specchi ma facendo una figura da miserabile quale è.
Mi spiace, ma oramai ti sei bruciato da solo cocco di papà

E infine la confessione:

Chiunque ci sia dietro questa pagina ha fatto una figura di merda epocale, e non mi rimane altro che scoprire chi si nasconde come un sorcio dietro l'anonimato per diffamarmi.
Vediamo se il genio è contento di vedere queste porcherie alla sua brutta faccia!

3 commenti:

  1. Certo che gli animalisti non hanno niente da fare, oggi ne ho beccato uno che sta passando la giornata ad insultarmi in tutti i modi possibili (avendo sempre la risposta da parte mia pronta) e tutto solo perchè ho ribattuto alla frase che siam tutti boia assetati di sangue che insomma che faceva storie solo per due cagnolini e lui per tutta risposta ha detto che dovrei essere condannato a morte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La famosa empatia vegana e animalista

      Elimina
  2. Questa è anche un'eterna riprova del fatto che le socialmerde (il Tomo delle Facce di Merda in testa) stanno rendendo imbecilli perfino i criminali. Una volta un criminale - e questi tuoi diffamatori lo sono: non sto minimamente pensando di difenderli - la combinava, poi al massimo se ne vantava nella sua cerchia ristretta di criminali come lui (stupidamente, anche in quel caso, perché c'era sempre "l'amico" pronto a fargli le scarpe...); adesso lo sbattono sul Tomo delle Facce di Merda pensando di essere al sicuro, senza rendersi conto che il concetto di "privacy" per le socialmerde è alieno come se venisse da un'altra galassia. Be', la zappa sui piedi se la stanno dando da soli; penso che alla polizia postale occorra ben poco sforzo per giungere all'identità di questo simpaticone che si firma PostLeaks.

    RispondiElimina