mercoledì 6 maggio 2015

Falsa recensione animalista al mio libro

Ci risiamo: per l'ennesima volta un povero mentecatto si è sentito in dovere di sputare merda sul mio lavoro, e grazie ai bellissimi meccanismi di Amazon non posso nemmeno difendermi dalle falsità sputate, per cui mi tocca farlo qui, che comunque non serve a molto.

Recensioni piene di falsità per danneggiare la verità

Si, è un animalista che prende molto bene il fatto che qualcuno smentisca le cazzate a cui crede
Non è la prima volta, anzi la maggior parte di recensioni a una stella è una coglionata paurosa e chiunque abbia letto i libri sa bene questo fatto. Ma chi legge le recensioni o guarda le valutazioni dei libri sono le persone che non hanno letto, e loro puntano a influenzare la loro opinione.

Hanno anche trovato il modo di fingere di aver letto, visto che molti non hanno nemmeno comprato il libro e ne hanno parlato in modo totalmente generico solo per lasciare un voto basso e rovinare la media: lo comprano, scrivono la recensione e poi chiedono il recesso. Così la recensione risulta essere di chi ha letto.

Altri leggono, e da bravi analfabeti non capiscono un cazzo.

Vediamo questa:
"Leone ruggisce...anzi grugnisce assurdità senza forma, senza coscienza, ne documentazione scientifica"
Ma davvero? Senza documentazione scientifica? E le decine di studi di pubmed da cui ho attinto e che ho inserito nella bibliografia non li ha visti? O ha finto di non vederli? Solo i fanatici possono negare questo fatto...

"Chiamarlo pseudo scrittore sarebbe un eufemismo, l'autore irresponsabilmente si "sveglia" un giorno "scrittore" a trattare temi sensibili come si trattasse di una chiacchierata sorseggiando un caffè."
Che siano anni che tratto il tema è un dettaglio che al bustino di piscio non interessa, peccato che faccia la differenza esattamente come la documentazione scientifica che ho portato (e vedono tutti) di cui accusa la mancanza mentendo spudoratamente. Del metodo in cui scrivo credo si possa pure opinare, ma mi domando perché IO dovrei scrivere come vuole LUI e non con il mio stile.
Il primo libro è scritto di pancia, in modo molto poco formale, ci sono degli errori e questo lo so bene e le recensioni che parlano di questi difetti le ho accettate senza problemi, ma decisamente in questo caso si sta mentendo sapendo di mentire.

"Tra i suoi argomenti fiacchi, parte volendo smascherare "l'inganno" citando delle leggi che in molti casi non vengono applicate, possono essere inapplicabili, sono spesso insufficienti o emanate da incompetenti che si trovano a gestire dei temi e delle questioni senza avvalersi da fonti esperte."
Io qui mi adesso mi diverto:
Leggi che in molti casi non vengono applicate. Ok, quindi secondo questo stronzo in tutti gli allevamenti si maltrattano gli animali perché le leggi non vengono applicate, esattamente quello che dicono gli animalarmerda ogni santo giorno. Ricapitoliamo: scrivo un libro per smentire delle puttanate e questo idiota ripete tali puttanate per smentire la smentita. Sarà coglione? Io credo di si.
Inoltre vorrei citare la frase "fatte da incompetenti". Il povero mentecatto animalardo evidentemente ha letto solo i primi capitoli (quelli dove appunto iniziavo il discorso parlando delle leggi e delle pene severe che fanno da deterrente agli illeciti) e non si è accorto che più avanti nel libro cito chi ha partecipato a promulgare molte di quelle leggi: le associazioni animaliste.
Ebbene abbiamo un genio: un coglione animalardo che per danneggiare me dà dell'incompetente alle associazioni animaliste!
Si possono raggiungere vette di idiozia simili senza aiutini esterni come cadute da bambino o emorragie cerebrali?

"Assumendo un ingenuo atteggiamento, l'autore celebra il modo in cui le istituzioni e governi "proteggono" la natura e il suo equilibrio, convinto e in cerca di consenso per contrastare la crescente consapevolezza generale."
Quella che lui chiama "crescente consapevolezza" io lo chiamo animalardismo, cioè minchioni che non hanno mai messo un piede fuori dal loro quartiere e sono convinti delle cazzate che vedono nei siti web animalardi. Insomma è pura menzogna e un mondo fittizio, per lo meno riguardo il nostro paese. Come potrei non citare i casi (già citati nel libro) di maltrattamento animale beccati e puniti severamente? Come non citare il fatto che dove la caccia è ben regolamentata la biodiversità è perfino migliore che nei parchi protetti? Come non citare il fatto che il cibo è controllatissimo e sicuro (fatto confermato anche da Le iene, tanto care agli animalarmerda)?
Insomma, a sentire questi stronzi di vegardi il governo è in gombloddo contro la popolazione, ma dimentica che il governo è composto da persone che mangiano, bevono e respirano esattamente come tutti gli altri...
Se la prendessero una sola volta con la mafia questi stronzi, invece di addittare la legalità come illegalità, ma forse gli viene troppo peso nelle mutande.

"Affrontare irresponsabilmente argomenti così importanti è il vero comportamento "malato e molto pericoloso"."
Dovrebbe essere un'autocritica, specialmente alla luce dei fatti che ho elencato nel libro.
Ma si sa, non lo ha nemmeno letto. Si è fermato ai primi due capitoli, evidentemente il rimborso ha un termine di scadenza e lui poverino non poteva fare a meno di quei preziosissimi 1,99 euro...

E questo è solo un esempio...
Giusto ieri scrivevo di come sono sempre sotto attacco da parte del popolino per aver scritto dei libri e aver commesso il reato di averci messo un prezzo sopra, ma il quadro completo è questo: sono sotto attacco da tutti i lati, tutti i giorni, con menzogne e con nessuna possibilità di difendermi.
Questo è il massimo che l'Italia ha da offrire in termini di libertà.

Ormai le recensioni di sfregio stanno diventando molte di più delle recensioni normali (anche critiche, non è un lavoro perfetto e lo so). Vedere per credere.

Addendum, questa è veramente il colmo:


4 commenti:

  1. Scusa, Palle. Per curiosità, ma tu lavori?
    Non è uno spunto per criticare. Ma avendo letto il tuo precedente post mi è venuta questa curiosità.
    Non sei obbligato a rispondere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dipende dal periodo, la crisi sta portando via tutto però

      Elimina
    2. Infatti. Io sono ancora in periodo scolastico, per esempio, e vivo sulle spalle dei miei geniori.
      Posso supporre che sia così anche per te? Domanda senza malizia.

      Elimina
    3. Ni, per quanto posso mi guadagno i soldi che mi servono.
      La bolletta della ADSL me la pago io, così come altre necessità. Capita che metto soldi in casa quando le cose mi girano bene

      Elimina