lunedì 27 aprile 2015

Piero Pelù, il vegano che indossa cuoio

E' tutto ok ragazzi!
E' ecopelle! Undici
Il caro Piero Pelù ne ha sparata una grossa. Non voglio metterlo in discussione come artista, anche perché come artista ha buttato giù dei pezzi che sono a dir poco memorabili, sia con i vecchi Litfiba sia come solista (e anche la reunion non è tanto male, per quel poco che ho sentito).
Quella che voglio criticare è la piega vegan ignorante che ha preso...

Piero Pelù è Vegano ma indossa cuoio

Perché deve stare lì a stracciarle sugli agnellini puccini tenerini mentre indossa cuoio?
Perché deve spaccare gli zebedei col veganismo qua e là con addosso la pelle giustificandosi con "ecopelle, informati!". Uno undici centoundici pure, così facciamo tombola!

Il bello è che lui si difende sostenendo che si tratta di ecopelle, come se quel fatto lo mondasse da ogni peccato. E invita pure chi lo contesta ad informarsi.
Quello male informato è lui, visto che l'ecopelle non è fintapelle, ma pelle vera trattata in modo diverso rispetto al passato, inquinando in modo molto minore. E da qua vien fuori quel "eco".
La finta pelle è definita... vediamo... finta pelle! Occazzo, troppo beaucoup! Difficilissimo arrivarci!
Ma perché chiunque dica agli altri "informati!!!" è il primo ad essere un ignorante bestiale?

I vegani indossano cuoio e rompono a chi mangia carne

Il nostro Pelù non è il solo a confondere l'ecopelle con la finta pelle, ma sono tantissimi a farlo, specialmente i vegani. Ancora ricordo la bellissima custodia vegana per iPhone fatta interamente in pelle, cosa ribadita a destra e a manca dall'azienda produttrice. E i vegani non se ne accorgono nemmeno.

Direi che questi personaggi sono piuttosto spassosi: figli dell'ignoranza si autoeleggono a onniscenti laureati in minchiologia su youtube e soprattutto a moralmente superiori rispetto alla massa troglodita degli "mangiacarogne putrefatte", sulla base di falsità e menzogne.
Il fatto che vestano di pelle mentre fanno proselitismo vegano è solamente la contraddizione più evidente che caratterizza questi poveracci intellettualmente devastati.

Tutti i vegani non distinguono la finta pelle dal cuoio?

A vedere questi numeri, il fatto che vendano roba di cuoio spacciandola per vegan e nessuno dice nulla, il fatto che Pelù indossa cuoio e nessuno (almeno fra i veg) dice nulla, e vedendo pure i like che si becca con il suo informati...


...inizio a credere che praticamente tutti i vegani siano ignoranti in materia.
Ma allora che mi predicano il culo a fare, se sono i primi ad essere incoerenti e ignoranti?
L'unico vegano sano di mente che conosco, mio amico, pensava che questo fosse impossibile, ma vedendo come questi siano convinti che l'ecopelle sia finta pelle penso sia molto probabile che la comprino senza accorgersi di nulla.

Sono proprio belli i vegardi che ti fanno la predica sul maialino pucciosino tenerino mentre indossando decine di kg di cuoio...
Sempre detto: l'ignoranza è la loro peggior rovina.
Animali maltrattati, pesci di acqua dolce buttati in mare a morire male, capi di cuoio indossati con nonchalance, topi ammassati al buio di un cesso minuscolo, macachi dati in pasto ai cani, metodi alternativi che sfruttano comunque gli animali...
Ogni "impresa" vegamerda finisce in totale fallimento.

Piero, a differenza di Povia sei un bravo artista, non seguirlo nel delirio pazzoide e non regalarci cazzate come questa, che ci fai solo brutta figura.
Fra l'altro uno con in tasca milioni di euro che manda in rovina onesti lavoratori, allevatori e pastori, dicendo che mangiare agnello fa male e non è giusto mi pare tanto la classica veganata del cazzo, detta da chi non ha nessuna difficoltà economica e nessun problema di salute e che si permette di giudicare l'operato altrui.

Info segnalata dal veganimalista ipotetico e che ha pubblicato nella sua pagina.



4 commenti:

  1. No, non è giusto!
    Io pensavo che la cover per iPhone in ecopelle fosse il top! Invece evidentemente c'è chi si supera...
    Ma... la leggono almeno Wikipedia?
    "informati", si, ci informiamo; e diciamo gonzi, a Piero e ai suoi fan sfegatati -quelli che pendono dalle sue labbra, non quelli che semplicemente ne apprezzano la musica-.
    Il concetto è semplice: si può, anzi si deve, dire a un bravo artista che fa buona musica e poi si perde su un bicchiere d'acqua con le stronzate. Non è oltraggio, non è vililpendio; è semplicemente la realtà.


    RispondiElimina
  2. Mi é caduto il mito dell'adolescenza...

    RispondiElimina
  3. Non voglio difendere il buon Pelù, ma comunemente la finta pelle viene commercializzata come eco-pelle. Basta fare una ricerca per rendersene conto, questo avviene in barba ai divieti di legge ed ovviamente genera una diffusa confusione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La confusione c'era anni fa, per quello hanno messo una legge che definisce senza ombra di dubbio cosa è l'ecopelle e cosa non lo è.

      Elimina