martedì 21 aprile 2015

Animalisti a Darfo Boario Terme insultano e minacciano, perfino i bambini

Animalisti violenti fiera zootecnia
La carne rende violenti, disse poco prima di minacciarti di morte

Esplosione di violenza "animalista" a Darfo Boario Terme:

In occasione della fiera della zootecnia un gruppetto di animalisti, i soliti noti del "fronte" e altri gruppetti di violenti, ha dato vita ad uno spettaccolo raccapricciante: insulti, offese, volgarità, spintoni, minacce di morte e lancio di oggetti. Tutto contro gli allevatori ma anche contro la gente normale, comprese famiglie con bambini.

Non si fermano nemmeno di fronte ai bambini


I nostri "cari" animalardi del cazzo si sono distinti per l'ennesima volta nella loro classica gara a chi vomita più merda e bile contro il prossimo. Il nuovo record è stato terrorizzare i bambini, probabilmente andati lì perfino contenti di vedere gli animali ma che hanno trovato 22 bestie animalarde.
Una delle scuse dei nostri eroi della violenza gratuita è stata "gli animali sono mostrati come oggetti, questo è diseducativo nei confronti dei bambini".
Urlare "muori figlio di puttana" nel mentre che si lanciano transenne e si urlano altre volgarità contro i loro genitori e loro stessi è quanto di più pedagogico esiste. Ma non del presente eh, quelli sono avanti cent'anni proprio! Questi a Montessori la mandano a fanculo con un braccio legato dietro la schiena!

Una testimonianza diretta

Un ragazzo mi ha scritto in privato per raccontare in prima persona cosa è successo quel giorno, visto che era presente con la sua famiglia, bambini compresi.
Sembra che i veganimalardi fossero 22, e che hanno iniziato sin da subito a creare disordini e lanciare insulti e volgarità contro gli espositori e le loro mogli, definire "puttane contadine" e "culone sfondate" (ricordo che erano presenti dei bambini nella piazza). Dopo questi preliminari sono passati alle minacce di morte, al lancio di fumogeni, hanno urlato bestemmie e per togliere ogni dubbio sulla loro sanità mentale hanno cercato più volte la rissa.
Per sedare la rivolta sono servite ben 8 volanti dei carabinieri, che sono dovuti intervenire più volte per evitare che la situazione degenerasse, nonostante questo alcune persone sono state spintonate a terra e una persona ne è uscita con un occhio nero.
Diverse famiglie, temendo per la propria incolumità e dei loro figli, hanno abbandonato la piazza per la troppa violenza dimostrata dagli "amanti degli animali".
Il ragazzo che mi ha scritto (che al momento tengo nell'anonimato per sicurezza) ha avuto l'impressione che se non ci fossero state le forze dell'ordine a mantenere l'ordine ci sarebbe potuto scappare il morto. I nostri prodi minchioni non sono nuovi a pestaggi di gruppo e aggressioni, e sicuramente posso affermare che il bilancio sarebbe stato molto più pesante di un occhio nero e qualche escoriazione...

Per completare l'informazione linko un servizio giornalistico locale, in cui trapela la totale inciviltà degli animalisti che si scontrava con la completa pacatezza e calma dei partecipanti alla fiera.
Da menzionare il fatto che perfino il loro mailbombing è stato un fallimento totale.

Signori, ci troviamo di fronte ai nazisti del nuovo millennio. Questa gente sarebbe capace di ammazzare a sangue freddo una persona per il solo fatto che lavora nella zootenia, chi li spalleggia e giustifica è un criminale tanto quanto loro.




7 commenti:

  1. Che razza di gente! Finchè non accadrà qualcosa di veramente grave e anche in italia come giá in altri paesi si potranno incriminare per ecoterrorismo, questi dementi faranno impunemente quel che gli pare. Spero almeno che se qualcuno ha rimediato un occhio nero, sia nelle loro fila.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono già entrati in uno stabulario sputtanando anni di ricerche e investimenti per 500 mila euro, hanno dato fuoco a camion e aziende casearie, hanno commesso pestaggi di gruppo ai danni di un pensionato, hanno palpeggiato una quindicenne, hanno urlato volgarità e insulti di fronte ai bambini e adesso hanno rincarato la dose terrorizzandoli con minacce di morte.

      Dimmi tu se finora non hanno fatto molto di grave... ma continuano a non fargli un cazzo

      Elimina
  2. Aspetto che Stoppa faccia vedere anche questo...

    RispondiElimina
  3. Il bello è che continuano a smenarla sul fatto che mangiare carne, anzi karn€, renda violenti. I mangiatori di carne calmi e composti e i veganimalardi a vessare perfino i bambini? Un giorno o l'altro alla gente normale salteranno i cinque minuti, con queste merdacce che di umano ormai hanno ben poco.

    RispondiElimina
  4. Se di umano avessero "ben poco", si potrebbe ancora sperare in un recupero; questi, di umano, non hanno proprio più niente! Non hanno avuto mai niente.
    Minacciare di morte anche persone malate -tipo la caterina simonsen- e poi fare i paladini dell'amore per gli animali!
    Better VIP than... ci siamo capiti

    RispondiElimina
  5. Che vergogna questo è davvero il colmo animalisti del cazzo !!!

    RispondiElimina