venerdì 14 novembre 2014

Gli uomini sono tutti stupratori: Il "femminismo" malato

Ultimamente mi imbatto sempre di più in stronzate epocali figlie di una educazione, direi più propaganda, che di logico ha ben poco: il nazifemminismo.
Quel "femminismo" malato fatto da gente che non si rende conto che mette su "battaglie" o su stronzate o su qualcosa che è già stato fatto...

Prendiamo ad esempio le femminarde da tastiera, quelle dementi che montano casi mediatici assurdi su piccolissime cazzate o addirittura su qualcosa che nemmeno hanno capito.
Una è Barbie Xanax, che leggendo un articolo di Nebo e non capendo un cazzo di nulla ha fatto un video in cui denunciava l'immenso maschilismo prigionato dal testo, in cui lui definiva coglione un idiota dopato da testosterone che ha malmenato la ex compagna.
Talmente geniale che quando le ho fatto notare che è affetta da analfabetismo funzionale ha risposto "i don't speak uglyish". Chapeau!

Un altro esempio è la femminarda che si nasconde dietro la pagina facebook "il maschilista di merda", fonte infinita di puttanate siderali a cui un pubblico di decerebrate, ma anche decerebrati in cerca di pelo (il classico morto di figa che si azzerbina a qualche donna per fare un giro insomma) fanno le ovazioni e si convincono che l'uomo è un porco maiale da punire e schiavizzare.

Come questa cazzata qua, pubblicata di recente:

Condividono un video, in cui mostrano cinque (di numero, 5) ragazzi che cercano di approfittarsi di una ragazza molto ubriaca.
Negli states è un reato, è considerato stupro perché il consenso è strappato quando la ragazza non è capace di intendere e di volere.

La conclusione della femminarda della pagina è chiara e plateale: quasi tutti gli uomini sono stupratori.

Quasi, perché loro sono moderate eh, non sono nazifemministe.

Vai a vedere il video e iniziano le cose strane: cinque ragazzi, dico cinque, su migliaia di persone che passano. Stavano addirittura sulla Hollywood Boulevard, la strada più famosa di Los Angeles in cui passano migliaia di persone al giorno!
Con tutto quel traffico ne beccano cinque? Si ma sono tutti stupratori, i numeri parlano chiaro!
Ma a parte il numero esiguo salta subito all'occhio qualcosa di strano: i volti non sono censurati. Strano che qualcuno che stava per stuprare una ragazza dia il consenso di mostrare al mondo il suo viso, vero? Anche le inquadrature erano molto strane, prese da vicinissimo. Impossibile non notare uno che ti riprende a quella distanza.

Poi salta fuori questo articolo in cui tolgono ogni dubbio: era una truffa...
Quei ragazzi sono stati assoldati come attori, convinti di partecipare ad un film studentesco, e si sono visti ricoprire da una valanga di merda quando il video è diventato virale e loro sono stati bollati come stupratori. L'autore della truffa ha cercato di calmarli, evidentemente incazzati, offrendogli da bere e promettendo altri lavori, cercando anche di convincerli a stare zitti.

Insomma, un'opera di propaganda maliziosa fatta apposta per screditare il genere maschile in toto.
Un video vergognoso ripreso dalla femminarda della pagina concludendo che (quasi) tutti gli uomini sono stupratori.

Ma magari non lo sapevano? Erano in buonafede anche se in raptus orgasmico nazifemminardo?
'Stocazzo erano in buonafede: con uno dei miei account ho riportato questo articolo, e indovina un po'? BLOCCATO E CENSURATO!

Così si fa! Femdom power! Balle e cazzate a nastro per giustificare la misantropia! Grande battaglia!
Sapete cosa mi ricordano? I veganimalardi e i complottardi. Stesso genere di mentecatti, diverso metodo per sentirsi importanti.

Ma ovviamente visti i presupposti questa non è l'unica stronzata che quel covo di represse ha vomitato, un amico mi ha segnalato questa merdavigliosa puttanata:

Introduciamo la stronzata incoerente dell'anno: Da delle femminarde che per decenni hanno berciato "tutti gli uomini sono porci e pensano solo a scopare" (uno undici centoundici) si incazzano se un uomo dice quello che hanno sostenuto da anni, cioè che le donne sono meno propense a fare sesso!

Il premio coerenza di platino alle nazifemminarde!

Ma vediamo che cazzo dicono: "Non poterti fidare di qualcuno più o meno sconosciuto con cui avresti voglia di fare sesso perché hai paure di essere stuprata".
Ok, sono imbecilli e credono che siano tutti come loro? Che senso ha stuprare chi vuole fare sesso con te? E' come se io andassi a casa di una persona, suonassi il campanello e quando aprono la porta invitandomi a entrare io, nonostante la porta aperta e il permesso, prendessi e sfondassi la finestra a mo' di Steven Seagal per entrare.

Lo stupro è una cosa seria, ma certi geni lo usano come spauracchio, rischiando di delegittimare chi lo denuncia. Anche la fiaba del bambino che gridava al lupo è esempio di gretto maschilismo patriarcale e non l'hanno letta?

Secondo punto: "Dubitare delle capacità del tuo partner e avere timore che a lui interessi solo il proprio piacere". Che è come dire "non mangio perché vorrei un buon hamburger ma non so se quello sarà buono", che è la più grande puttanata mai sentita. Fra l'altro ignorano che anche gli uomini hanno dei gusti, e non basta sdraiarsi per farci contenti. Tanto per dire che nemmeno noi sappiamo se spendere tempo dietro una ragazza sarà soddisfacente.

"Sapere di essere additata come una poco di buono". Eh si, quello è un problema. Ma a parte il fatto che ad addittarvi sono anche le donne, questa cosa succede anche agli uomini. Se ci provi sei un porco, siamo porci anche solo se vi salutiamo per strada (il famoso video delle "molestie per strada") perché tanto noi "ragioniamo con il pene".

E a proposito di ragionare con il pene, noto spesso che molte ragazze perdono la testa e non capiscono letteralmente più un cazzo di fronte un "bel manzo", perché cagare il cazzo a noi se apprezziamo delle belle donne se poi voi fate esattamente lo stesso?
Perché noi con i paraocchi perché "tutti stupratori" e voi no?

Ho una notizia per le femminarde: anche gli uomini vengono molestati, picchiati e violentati dalle donne.
Ma ovviamente rimane tutto nascosto, perché se una ragazza ancora oggi protetta dalle leggi (a volte vergognose come quella del "femminicidio") si lamenta che la gente dice "eri troppo svestita" o "non dovevi farlo incazzare" sapete come reagisce la gente di fronte ad un uomo che subisce violenza da una donna? Ride.
La gente ride. Se succedesse ad una ragazza si scatenerebbe il finimondo.

Stiamo arrivando al livello contrario, cioè da una società in cui la donna era maltrattata ad una società in cui è l'uomo ad essere maltrattato. Ma perché se una cosa viene condannata come ingiusta l'altra viene salutata come progresso?

L'oppressione è sbagliata punto e basta, andate a fanculo voi e il vostro nazismo del cazzo.
Ho scritto questo dopo una conversazione con un amico (l'avevo acennato) che a sua volta ha scritto la sua nel suo blog: Donne che odiano la logica


25 commenti:

  1. Ho acquistato, letto e apprezzato i tuoi libri e riconosco la tua capacità di contrastare in modo efficace la follia animalista. Di donne invece dimostri di non capire nulla. Forse volevi solo provocare, ma come puoi scrivere: “anche gli uomini vengono molestati, picchiati e violentati dalle donne” o definire “vergognosa” la legge sul femminicidio? Oppure “una società in cui è l'uomo ad essere maltrattato”? Il “nazifemminismo” è ridicolo, d’accordo, ma il tuo ragionamento è speculare al loro. Non puoi mettere tutto sullo stesso piano, non è la stessa cosa. Informati un po’ meglio su questo argomento, che hai dimostrato di non conoscere assolutamente, leggiti le statistiche, le testimonianze di chi uno stupro l’ha subito. Fatto questo, comincia a frequentare le ragazze, trovati una morosa, forse scoprirai un nuovo mondo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma davvero?
      Le statistiche dicono proprio che il 50% delle vittime di violenza domestica sono uomini.
      Ma che strano, forse con "informarmi" intendevi che devo andare a vedere quello che fa comodo a tizio o a caio?

      Mai sentito di stalker donne? Eh no, siccome hanno il pene gli si può perseguitare perché non è lo stesso.

      Ti rendi conto di cosa stai dicendo?
      Ah, ne ho parlato molto con la mia donna, ed è d'accordo con me

      Elimina
    2. Fabrizio Leone, dai retta. Non perdere tempo a rispondere a questi idioti, ci diventi solo scemo. Pensa saolo a combatterli.

      Elimina
    3. Se li ignoro la gente legge commenti del cazzo senza risposta e li prende per buoni

      Elimina
    4. Senti un po', compagno Josip Broz, ma ti hanno insegnato alle media il concetto di "aderenza alla traccia"?

      Elimina
    5. ...e allora bannali, o cancellali. Hanno rotto.

      Elimina
    6. Ma no, se si mette a censurare o bannare la gente solo perché lo contraddicono non sarebbe migliore degli animalardi o delle femminaziste che combatte. E poi vedere Fabrizio che smerda gli ignoranti è una delle cose più divertenti di sto mondo.

      Elimina
  2. Non so tra gli animalardi e le nazifemministe chi sia peggio

    RispondiElimina
  3. è esattamente quello che sto pensando da un po di tempo.
    bisogna dire però che se è vero che tutti possono provocare dolore, è vero anche che una donna in armeria è difficile trovarla; al contrario la violenza maschile è sempre più immediata ed appariscente (omicidi con armi da fuoco, accoltellamenti, ecc). quando una donna vuole far soffrire il proprio compagno, sceglie modi meno rumorosi, come potrebbe essere un divorzio con diritto al mantenimento da parte del marito (sofferenza duratura direi).
    dovremmo darci tutti una calmata, stiamo passando da un eccesso all'altro ma sempre di eccesso si tratta .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà di armi improvvisate ne trovano a iosa. Sono numerosi gli uomini presi a colpi di attizzatoio o accoltellati con coltelli da cucina.

      In ogni caso si, si sta andando troppo verso l'estremismo

      Elimina
  4. Hai fatto pubblicità a quella pagina. Comunque come puoi scrivere adesso l'uomo è maltrattato dalla donna??? Ma ti leggi? No è solo una curiosità. Ma come fai a parlare di nazifemminismo? Ok gli estremi non vanno mai bene da nessuna parte e in quella pagina sono esagerate ma le donne sono da sempre "maltrattate" è anche vero che molte donne vengono uccise dai propri mariti, per cosa? Per possessività non certo per amore. Al telegiornale quasi tutti i giorni si sentono queste notizie, il corpo femminile poi non ne parliamo e tante volte sembra che se non sei bella non vali niente. Almeno è questo il messaggio che viene trasmesso in tv ci sono sempre piu casi di anoressia e parli di nazifemminismo? Io penso proprio che questa società sia maschilista anzi "nazimaschilista". Con questo volevo esprimere la mia opinione non ti arrabbiare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Al telegiornale, ecco, AL TELEGIORNALE.
      I media sono famosi per creare casi mediatici del cazzo e far credere che ci sia un'escalation di qualcosa che in realtà non è.
      Quando un uomo uccide una donna è femminicidio, subito dopo danno la notizia di una donna che uccide il padre (e poi un'altra che uccide il compagno) e quello va bene.

      Ti invito anche a controllare le statistiche sulla violenza domestica: le vittime non sono solo donne, sono anche gli uomini. E indovina un po'? Sono il 50% delle vittime.
      Violenza fisica e psicologica, non è che uno solo perché ha il pene è invulnerabile.

      Elimina
  5. Non ho assulutamente detto che quello va bene. Ci mancherebbe la violenza è una cosa bruttissima per tutti.e su questo ti do ragione, Ma gli altri esempi che ti ho riportato?

    RispondiElimina
  6. Secondo me si sta generando l'effetto contrario anche per il cosiddetto RAZZZZZISMO. Ormai non si può più dire nulla riguardante i ne(g)ri che vieni subito additato come razzista, nazista, fascista... Intanto però gli immigrati hanno una crescita demografica esponenziale mentre gli italiani/europei sono sempre meno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se una cosa è vera è vera, ma riguardo l'immigrazione non ci puoi fare nulla, del resto negli states quasi il 30% della popolazione è di origine italiana, che dovrebbero fare?

      Elimina
    2. Gli USA sono gli USA, in Europa dovremmo cercare di evitarlo, purtroppo tempo 100 anni e di europei puramente di discendenza europea non ce ne saranno più.

      Elimina
    3. Ah, mi domando se sa che gli europei per la maggior parte discendono dagli indoeuropei...

      Elimina
  7. M santi nu pko k 6 1skifs vivisktor karnvr é xD+ nu masklist!11!!!1Tuu amazeresti ma pvra ragazza xke si 1 spitato disinfrmtre! M vati a dinfrmre e skuprirai k vui homini site di kran porki; VERGUNJAAAAAA!!!1!!!111!!1!!! Dvrste essere km Kirito ke vuole BN ad Asuna e alé ragase di SAO, n'Anime belisimo ke nn kpite xke ve fapate kn le futo de la Bramblli!!!111!1!1!!!!! -AnimeGirlGamer98

    RispondiElimina
  8. A proposito di femminismo, uno degli scienziati dell'operazione rosetta ha fatto un'intervista con indosso una camicia (tra l'altro regalatagli da una amica (quindi di sesso femminile)) che raffigurava donne in bikini e cazzate del genere, è stato preso di mira da un branco di femminazi ed è stato costretto a scusarsi pubblicamente fino alle lacrime perchè la sua camicia era offensiva nei loro confronti.
    L'umanità raggiunge un traguardo importante approdando su una cometa in movimento, ma ovviamente la camicia di un tipo è assolutamente più importante...

    "Quando il dito indica la luna lo stolto guarda il dito" diceva una volta un ometto saggio, però era un uomo, quindi molto probabilmente era propenso allo stupro e non era bravo a letto..

    RispondiElimina
  9. Credo ci si possa ancora ricordare di quell'episodio di un paio d'anni fa... lui rientra a casa, la moglie lo sta aspettando. Lo accusa (non so se a ragione o a torto, non ricordo) di averla tradita. Dopodichè lo riempie di mazzate con un mattarello, e per finire lo sodomizza sempre col mattarello.
    Risultato: lo ammazza.
    Alla faccia delle donne vittime del maschilismo, questa doveva essere la sorella di Chuck Norris.

    RispondiElimina
  10. Sono una donna e penso che le femministe vere cagherebbero in testa a quel manipolo di ragazzine rimbecillite che frequentano la pagina! Le sacrosante battaglie per la parità di genere vengono completamente travisate. Le loro "opinioni" fanno drizzare i capelli in testa se si pensa che queste dovrebbero essere la frangia più evoluta del genere femminile. Mi sono fatta un giro sulla pagina e mi hanno colpita le seguenti perle: "la famiglia omosessuale è l'unica sana", "la gravidanza fa male alla donna perchè le distrugge il corpo", mentre il gruppo musicale Il Teatro degli Orrori "istiga al femminicidio", "i padri separati, se denunciati dalle mogli per violenza, devono vedersi revocata la patria potestà sui figli" ( chissenefrega se poi la denuncia si rivela falsa, per precauzione non vedranno più i loro figli forse per anni.); "se un uomo ci prova con una ragazza ubriaca\brilla= tentato stupro", e potrei andare avanti ancora per molto ma penso di aver reso l'idea....La cosa più triste è che è impossibile un dialogo cortese, un ragazzo faceva notare come i loro video di riferimento fossero dei fake ed è stato insultato, una ragazza invece asseriva che le sembrava superficiale (e maschilista) dire che le gravidanze vanno evitate per paura delle smagliature e che, per chi la sceglie, la maternità è una cosa molto bella e gratificante.....è stata praticamente linciata!!!!! Da donna mi vergogno di sta gente

    RispondiElimina
  11. Il problema è che certe "femministe" non capiscono che così non fanno altro che peggiorare la situazione. Il femminismo doveva nascere come movimento di uguaglianza, cosa su cui sono assolutamente d'accordo, ma ora si sta estremizzando e persone dalle idee moderate se ne stanno allontanando (o anzi proprio andandovi contro) proprio perché disgustate dalla misandria del movimento.

    È vero che le donne hanno ancora una posizione di svantaggio, ed è giusto rimediare. Ma non è giusto sfruttare questo svantaggio per attaccarsi a stronzate come la camicia (brutta? forse. sessista? ma quando mai) di uno scienziato. Davanti a cose del genere è OVVIO che il movimento perde credibilità. Certo femminismo fa più danni che altro, imho. Tipo le Femen.

    RispondiElimina