venerdì 31 ottobre 2014

Halloween animalista

Siamo di nuovo ad Halloween, festa di cui non me ne potrebbe fregare di meno ma che scatena un po' il delirio generale, a partire dagli ecclesiasti che si prodigano a fare figure di merda accostandolo al satanismo per finire con gli animalardi bercianti che "lo fanno festeggiare" agli animali.
Ed è proprio questo sottotipo di umanità ad interessare il post di oggi:
Animalardi...
Questi fallimenti dell'evoluzione hanno dimostrato spesso incoerenze e contraddizioni tali da far sembrare bossi, padre o figlio è uguale, un elemento notevolmente brillante.
Come l'urlare che siamo specisti perché beviamo latte vaccino, e oltrettutto non dovremmo perché siamo gli unici animali a bere il latte di un'altra specie. Poi li peschi a condividere "lezioni di antispecismo" che consistono in un cane che beve il latte da una vacca...
Gente che ha svaligiato qualche qualche raccoglitore di farmaci scaduti.

Ma ad essere al centro dell'attenzione è Halloween, che porta con sé un'altra grande dimostrazione di intelligenza veganimalarda: Gente che rompe il cazzo ai circhi dipingendoli negativamente in modo anche ridicolo, per il modo in cui raccontano (e sottolineo raccontano) trattano gli animali.
E per rendere meglio il senso del ridicolo ripropongo un'immagine che ho fatto qualche tempo fa:
Ebbene si, hanno detto che mettere due animali su un carretto trainato da un cavallo è la peggio tortura al mondo: http://www.pallequadre.com/2014/09/wired-sforna-articolo-vergognoso-sui.html
Come se questo fatto e l'inventarsi un mare di cazzate da film fantascientifico sul circo non fosse abbastanza, ecco che gli animalardi rifulgono di splendente coerenza: bardano i propri animali come mignotte.

Ebbene si, dopo anni passati a urlare di rispetto e umiliazioni verso gli animali questi stronzetti arroganti vestono e travestono le loro bestie, solamente per pavoneggiarsi o divertirsi.
E mi devono spiegare per quale cazzo di motivo gli animali nei circhi non possono fare due salti ma gli animali degli animalardi possono essere costretti a stronzate simili?
Se io fossi un animalardo merda potrei dire "guarda la sofferenza nei suoi occhi!" e verrei pure creduto. Se al posto del costume ci fosse una siringa per un prelievo di sangue si scatenerebbe l'inferno. Questo è il classico double standard veganimalardo: gente che tratta gli animali come bambole di pezza, castrati e costretti in appartamenti piccolissimi, ma che bercia di rispetto, libertà e altre stronzate.

Il bello di tutte queste stronzate? Gli animalardi hanno messo su associazioni di "difesa dei diritti di 'sta gran ceppa di minchia" con bilanci milionari, influiscono la politica e le feste e vengono presi sul serio quando sparano cazzate.

Chi è più rincoglionito: il rincoglionito o chi gli va dietro?

3 commenti:

  1. Mma se i animmali sn ksì Kawaii kn kuel kostme adoso, xk ce piji n giro a nui Veggani?! Al- (s lgg "mino") nui l faccimmo dvrtire, vui l mltrattate ni cirki, nele diskuteke (4tuna ke esistn nke le dskuteke Criuelty Frii!) e nei alevvamenti! bruto baxtardo adeso me dvi risp xke' tho kiuso kn 4 prle!!!!!1111!!!1! E l a risp l'ha vojo!11!! -AnimeGirlGamer98

    RispondiElimina
  2. Bella ; tra l'altro mi hai dato l'input per fare un minimo di ricerca proprio su questo ( cazzo son 10 minuti che penso al termine ma non lo trovo edit antropomorfismo ) cioe' la gente che considera i propri animali domestici alla stregua di veri e propri "figli".
    Chi non conosce almeno una persona che al ritorno dal lavoro abbraccia i propri cani dicendo "Il mio bambino.. " e robe simili, io avevo mia zia che al cane dava da mangiare con la forchetta. Insomma, detta alla carlona, li "umanizzano". E' interessante come discorso. Se ti va ci sono un paio di link
    http://www.legadelcanege.com/articoli1.htm ( non sono animalardi )
    http://www.greenstyle.it/animali-domestici-bambini-sono-uguali-cervello-umano-114981.html ( questi gia' di piu' )
    Cio' non toglie che addobbare il tuo gatto cane a quella maniera e' obbiettivamente patologico, poi rompono il cazzo ai circhi..
    sopratutto qui http://www.cani.com/etologia/lumanizzazione-del-cane
    "Un famoso negozio di Los Angeles mette in vendita pellicce di visone per cani alla modica cifra di $225, collari tempestati di pietre preziose per un altrettanto modico importo di $219.95! La lista è infinita, si parte dagli impermeabili, alle tute sportive in angora, per finire con i collari con cristalli incastonati; non crediate che questo fenomeno sia ristretto alla esigua fascia dei ricchissimi, la vendita di questi articoli sta ottenendo un vero e proprio boom negli USA. Nell’ultima decade, il fatturato generato da questo settore è aumentato da $17miliardi a $35.9 (2005)."

    piccolo refuso, hai "Gente che ha svaligiato qualche qualche raccoglitore di farmaci scaduti." un qualche di troppo

    RispondiElimina
  3. Il bello è che conciano i loro animali così per Hallo-stacippa-ween, poi però, oltre a rompere i cabbasisi per gli animali nei circhi, protestano a stecca quando vedono la solita vecchia babbiona di turno che porta a spasso il barboncino tosato a leoncino (sì, a me non piacciono i barboncini tosati a leoncino; li trovo molto più carini in formato NuvolaDiPeli; ma non metterei nemmeno mai una mascheratura infame al mio cane). Ecco la coerenza che ottengono a ragionare coi cavolfiori lessi che hanno al posto del cervello.

    RispondiElimina