venerdì 10 gennaio 2014

Legalizzare le droghe leggere

In questo periodo di crisi alcuni stanno rispolverando l'idea di legalizzare la cannabis per avere un gettito fiscale extra ed evitare di continuare a gravare sul cittadino con una tassazione troppo alta.
Io è da anni che lo dico, ma vediamo di analizzare come si deve che conseguenze può avere una scelta simile:

Iniziamo con le stronzate catastrofiche sul consumo.
Come ben sappiamo la legge fini-giovanardi ha creato un vero e proprio proibizionismo equiparando le droghe leggere con le droghe pesanti. Un po' come dire che bere un bicchiere di birra equivale a bere un bicchiere di alcol puro: una stronzata megagalattica dice quello.
In un clima simile è facile ipotizzare che i nostri politici abbiano la stronzissima idea che se si legalizzano le droghe leggere si avrà un boom di consumi.
In realtà la cosa è molto diversa...

L'Olanda è famosa per i suoi cofee shop, in cui si può consumare legalmente la cannabis. Ebbene, in questi benedette cafetterie, o come minchia le vogliamo chiamare, ci vanno principalmente stranieri. Solamente il 5% dei clienti dei cofee shop è olandese. Che significa?
Che agli olandesi sbatte una beata fava di farsi le canne come se fossero un novello Bob Marley ai tempi d'oro, ci vanno si e no una volta ogni tanto tanto per.
La cosa è facilmente spiegabile: i coglionazzi che fumano canne dalla mattina alla sera non lo fanno perché è bello, perché gli piace o altro, lo fa solamente perché è un povero idiota che lo fa perché è illegale: "Minchia zio sono troppo alternativo vado contro il sistemah!!1". Gli togli il divieto e rimane solo un coglione che a malapena riesce a contare fino a tre che non attira a sé l'ammirazione di nessun fottutissimo sacco di sterco perché non infrange nessuna legge.
Insomma, detto in parole povere tantissimi idioti si ammazzano di canne (rimanendo storditi e rincoglioniti tutto il tempo, anche nei rari momenti in cui non fumano) solo perché è proibito.
I dati parlano chiaro, e il proibizionismo non ha fatto che peggiorare la cosa: della mia generazione quelli che fumavano canne negli anni della scuola erano pochissimi, oggi sono praticamente tutti.
Ottimo risultato direi!

I danni alla salute:
Per quanto mi stiano sul cazzo i succitati storditi perenni da canna, è innegabile che un abuso di questa sostanza porti a dei danni alla salute (checché ne dicano i complottardi cannaioli secondo cui sarebbe la panacea che cura tutti i mali), ma è altrettanto vero che c'è di peggio.
Mostro questa immaginetta che ho visto su librodeigrugni:


A parte la conferma che la cocaina fa parecchio male, visto che chi la usa diventa un paranoico del cazzo violento e imprevedibile, c'è da notare che tabacco, alcol, farmaci e alcune sostanze per la disintossicazione siano decisamente più dannose della cannabis, fra l'altro con tassi di dipendenza più alti. C'è da dire che alla fin fine bisogna distinguere il tabacco secondo me: quello ti sputtana i polmoni e tanta altra roba, ma la droga ti sputtana il cervello, per cui danni anche limitati ma non usatela come scusa per fare i coglioni e ridurvi a semi vegetali del cazzo (specialmente il popper, che ti da allucinazioni mentre i neuroni si distruggono).

Questione economica:
E veniamo a quello che preme di più quelli che soffrono la crisi, cioè i vantaggi che si avrebbero nel legalizzare le droghe leggere mettendole come monopolio di stato.
E' stato calcolato che legalizzando la sola cannabis si avrebbe un gettito extra di quattro miliardi di euro l'anno. Come l'IMU in pratica...
E si parla della sola cannabis eh, figuriamoci se ci infiliamo dentro altra merda quanto potrebbe aumentare sto gettito.

Questa legalizzazione porterebbe non solo ad un aumento considerevole di gettito, e magari finalmente ad una diminuzione della tassazione che è fin troppo alta (e magari abbassano sta cazzo di IVA che sta distruggendo i consumi affossando ancora di più l'economia) ma anche ad un aumento di posti di lavoro, togliendo soldi alla criminalità. Per cui ci sarebbe anche più sicurezza, perché meno soldi girano nella criminalità meno potere hanno questi personaggi.


Per cui ci si domanda: perché continuare a fare proibizionismo, che ha già fallito miseramente tanti decenni or sono, se si sa che non fa altro che agevolare la malavita?
Perché continuare a fare proibizionismo se si sa che aumenta il consumo in maniera indegna?

Perché non guardano all'Olanda, ma anche al Portogallo. In Portogallo hanno reso legali tutte le droghe, o meglio, se ti beccano ti fermano e ti pongono di fronte una scelta: continuare per la tua strada o disintossicarsi. Ebbene, consumi scesi drasticamente, numero di disintossicati cresciuto vertiginosamente (se trovo l'articolo lo linko).
I fatti parlano chiaro, il resto sono solo congetture e cazzate.





12 commenti:

  1. Qualcosa a cui sono pienamente d'accordo, se verranno legalizzate le droghe leggere nessuno le userà più, non è più illegale. Quando poi si deciderà di renderle di nuovo illegali tutti torneranno ad abusarne, appunto per come hai detto "Minchia zio sono troppo alternativo vado contro il sistemah!!1".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono sostanzialmente d'accordo, vedi anche la questione sigarette: perché la maggior parte delle persone inizia a fumare da ragazzino? Perché "fa figo", perché lo devi nascondere o i tuoi genitori ti fanno il culo. E poi il danno è fatto, diventi dipendente e ciao.

      E dire che a me fumare piace, ma per paura di questo stupido gioco psicologico mi sono imposto di non provarci neanche fino ai 17 anni. Quando poi ho raggiunto un'età in cui non avevo peer pressure, nessuno dei miei coetanei spingeva per farmi provare e nessuno mi considerava più o meno figo sulla base di una sigaretta, allora l'ho provato. E mi è piaciuto. Ma non c'era nessuno a dirmi "fumane un'altra", per cui non l'ho fumata, non mi son preso il vizio e sto benone così. Di tanto in tanto se capita una me la fumo (in media? una ogni due anni) ma è come dire che di tanto in tanto mi bevo un bicchiere di vino.

      Idem per le canne, probabilmente una me la farei per curiosità, ma da ragazzino c'era un ENORME fascino generale dato dall'illegalità, dal fuck the system.

      Elimina
    2. Si andrebbe anche a risparmiare sul carcere per questi spacciatori di cannabis, visto che al limite si mettono a coltivare per vendere allo stato invece di finire in galera a spese nostre.

      Elimina
  2. "Minchia zio sono troppo alternativo vado contro il sistemah!!1"


    dai Fabrizio questa e' una minchiata
    sono 16 che fumo e me fotte d'essere contro il sistema anzi mi da nel culo fare le grandi manovre per un quarto d'oncia d'erba sembra che vado a comprare pistole e mitra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok max, hai ragione tu: siccome tu non sei così non è così nessuno.

      Allora prendo d'esempio me stesso e dico che non esistono ne omosessuali ne pedofili, perché io non farei mai quello che fanno loro.

      Una logica che non fa una grinza.

      Elimina
  3. ma sopratutto non mi arrestano- o perquisiscono o molestano - per due canne che e' una minchiata colossale mentre entro all'off licence e mi prendo due litri di cider a £1,50
    lsd e' molto piu' pericoloso, puoi "rimanerci" effettivamente anche la prima volta ; puoi fare del male o farti del male poi non e' che prendi lsd tutti i giorni eh mentre altre droghe come l'eroina i danni sono quantificabili nel tempo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non me ne parlare, ho girato mezza Europa e non ho mai visto tanti alcoolizzati come in UK, e' spaventoso. Devo farci un post sul mio blog appena posso, giuro che ogni venerdi' sera vedo scene che non mi sarei aspettato di vedere neanche nelle peggiori bettole di Palermo (la mia citta' natale).

      Elimina
  4. Lsd pericoloso?
    Che danni fisici da? NESSUNO.

    Casomai, a causa dei bad trip, può venir fuori una schizofrenia latente....
    Ma male non fa, si sa che è un "viaggio"...

    Stessa cosa con funghi allucinogeni e noce moscata (in grande quantità, e qui sì con rischi).

    RispondiElimina
  5. vabbe' si Fabrizio ma allora anche la tua e' una generalizzazzione, ovviamente non sono ne "tutti come me" ne " tutti degli scoppiati" se poi la gente che fuma ti sta sulla minchia e' un "problema" tuo non un' argomentazione solida.

    RispondiElimina
  6. si ci sono i ragazzini ",imchia zio" ma anche gente oltre i 30 che vorrebbe farsi le sue cannette senza appunto sembrare un narcotrafficante che va per kilate di coca e bombe a mano [ e tric e trac ] e rischiare prima l'amministrativa poi i calci in culo per una sostanza di molto meno dannosa del tabacco* ; e' questo il punto, non "minchia zio" : il grafico postato parla da solo.

    poi mi sarei anche rotto il cazzo di dare soldi a chi non si sa facilmente3 denaro che va a gonfiare porcherie in un modo o nell'altro; in Italia la riduzione del danno ha fallito

    RispondiElimina
  7. Sapete perché fumare cannabis fa venire fame? Ecco qui la risposta... http://www.focus.it/scienza/salute/perche-la-cannabis-fa-venire-fame_C12.aspx

    RispondiElimina