giovedì 12 dicembre 2013

Le motivazioni dei forconi

Molti dicono che la protesta di questi giorni non sempre è violenta e sbagliata, che bisogna ascoltare quello che i pacifici e calmi hanno da dire.
Ecco, più o meno quello che hanno da dire è stato sintetizzato (grazie a Dario) e vorrei analizzarlo un attimino:

Questa è una lista che un conoscente ha sintetizzato dalle dichiarazioni ufficiali del movimento, non sono prese a cazzo o inventate.
Vediamo un po' cosa chiedono:




 

1- Dimissioni del Parlamento
2- Dimissioni del Governo
3- Dimissioni del Presidente della Repubblica

Ordinaria amministrazione. Ce la si prende sempre con chi sta in carica. Non dico che la politica non abbia responsabilità, ma al solito addossare tutte le colpe a qualcuno è una troiata immonda.
Come ho sempre detto le responsabilità sono di più persone, cittadini compresi.

4- Soppressione dei Partiti
A fare che sopprimi i partiti? Se non ti piace non votarlo, non finisce neanche in parlamento se non prende abbastanza voti. Troppo semplice?

5- Soppressione dei Sindacati
Qui non so bene a cosa dovrebbero mirare. Ammetto di non essermi mai informato a fondo sulla questione dei sindacati, ma è indubbio che questi hanno una utilità enorme. Se poi ce ne sono corrotti è bene che vengano ripuliti a dovere, ma se sopprimi i sindacati indiscriminatamente sono cazzi amari per tutti. Senza contare che abolire i sindacati mi puzza un po' troppo di fascismo. Infatti guardacaso è una cosa che propone grillo...

6- Smantellare il Sistema Bancario Italiano
Alé, En plain di qualunquismo! Classico baluardo Ggentista del cazzo: prendersela con le banche.
Ovvio che non capiscono una sega di niente: senza le banche non esisterebbe economia, si tornerebbe al medioevo. Saremmo tutti molto più vittima di furti e rapine in quanto non ci sarebbero le sicure carte di credito, non ci sarebbero scambi commerciali con l'estero con le facili transazioni elettroniche. Io personalmente mi troverei a non incassare più una sega di quel poco che guadagno perché i pagamenti mi arrivano dall'estero.
Saranno coglioni?

7- Il ritorno unilaterale della Lira

Benissimo, così ti ritroveresti con una moneta che non vale un cazzo, ma ci dovrai comunque comprare le stesse cose che compri oggi: petrolio, gas, energia, materie prime e così via.
Ovviamente avranno prezzi assurdi, ma siccome ci sono dei poveri coglioni che non sanno che l'italia dipende dagli altri paesi per tantissime cose si sono convinti che le esportazioni aumenteranno visti i prezzi concorrenziali. Prezzi che forse faranno per due minuti prima di vedersi raddoppiare, o peggio, le spese di energia e trasporto (che sono quelle che incidono maggiormente nel prezzo finale, insieme alla tassazione) e a quel punto dovranno aumentare tantissimo i prezzi, facendoli pure peggiori di prima! Fra l'altro la nostra moneta non farà altro che diventare via via più debole, come ha già fatto in mano a dei poveri coglioni, e la cosa non farà altro che peggiorare.
Ripeto la domanda: saranno coglioni?

8- Rescissione unilaterale dei trattati con la UE sulle banche
9- (quindi di fatto vogliono uscire dalla UE)
Sempre contro le banche... stavolta si vogliono staccare dalla bce credo, che regola la quantità di denaro che circola in ogni stato ed in Europa. Inutile dire che questi puntano ad avere la "sovranità monetaria" tanto cara ai signoraggisti ritardati. Stampare denaro per pagare i debiti! Perché il valore dei soldi è il numerino che ci scrivi sopra ovviamente!
Invitarli a studiare i casi Weimar e Zimbabwe è cosa inutile e che porta a deliri complottardi.

10- un direttorio Militare
Che cazzo!? Ma questo è un golpe bello e buono!

Ma non golpe come lo intendono i grillini del cazzo quando uno segna un simbolo simile al loro o li contraddice in qualche maniera, ma un vero e proprio colpo di stato da parte dei militari!
Gente, le peggiori dittature al mondo sono militari, ma sul serio seguite e appoggiate questi fascistoidi rincoglioniti complottardi e violenti?

Ecco, ora che ho spiegato chiaro e tondo che questi stanno protestando contro il nulla, che nessuno provi a dire che in realtà la protesta è pacifica.
Pacifica un paio di coglioni. Questi non possono protestare pretendendo di portare il fascismo.
Protestano contro la crisi economica suggerendo azioni che non farebbero che peggiorare le cose, e se non li si ascolta cercano pure di imporre sta merda con la forza?

Ma vaffanculo i forconi, forza nuova e chi li appoggia pure.


46 commenti:

  1. la tua ignoranza e la banalità delle risposte non hanno eguali. Tu sei un altro itaGliano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avessi portato mezza argomentazione puttana miseria.
      Ma no, devi dimostrare di essere una povera merda secca giusto?
      Ti piace essere preso per il culo vero? Sei masochista? Di quelli sottomessi che si fanno inchiapettare con lo strap on magari.

      Elimina
    2. Per favore, risparmiaci le tue pulsioni erotiche inconsce.

      Elimina
    3. Per favore, risparmiaci TU i tuoi commentini inutili. "Ignoranza e banalità delle risposte". Bene, allora spiega. L'unica cosa ignorante e banale, qui, mi sembri tu. A me pare che nell'articolo ci siano delle spiegazioni chiare: forse non approfondite, ma chiaramente riassunte.

      Elimina
  2. ma questo qui ha sicuramente il culo adagiato sul burro se parla così...ecco perché non sente dolore ad esser inculato ....ma vaff te...visto che ti piace pure....demente....Forza movimento 9 dicembre..
    avanti a tutta rotta...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il capo dei forconi, tale danilo calvani, è un imprenditore che va in giro in Jaguar e ha fondato la lega nord Lazio nel 2009. Proprio un povero disperato e affamato che cerca di salvare il paese!
      Quanto a tutta quella feccia nazifascista che chiamate "forconi", merita di finire in cella con tante manganellate sulla testa, te compreso.

      Avete visto i bei video dei forconi che costrigono i negozi a chiudere con la forza? Quello è il livello di questa gente.
      Ciò che mi dispiace è che le forze dell'ordine non stiano schiacciando questa immonda feccia con molta più determinazione, ma dal ministro Alfano non ci si aspetta troppo.

      Elimina
    2. Consiglierei un bel corso di grammatica per scoprire a cosa cazzo servono i puntini di sospensione, e specialmente quanti se ne devono usare.

      Elimina
    3. Ma quelli con le pezze al culo in Italia hanno tutti il pc/smartphone e la connessione internet? esticazzi.
      Laura

      Elimina
    4. Leone che ciancia di grammatica, ma per piacere!

      Elimina
  3. A parte le parolacce è un intervento sensato.
    Se avete argomentazioni perché non le proponete.
    Ammesso che abbiano senso.
    Ah, già, dimenticavo, non hanno senso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stiamo ancora aspettando le tue argomentazioni, saremo ben felici di ascoltarti. Ma cosa c'è d'aspettarsi da uno che si nasconde sotto l'anonimato...

      Elimina
  4. Massì lasciamo fare a letta che ci porterà fuori dal buio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tra lui e i forconi/M5S/Leghisti celoduristi preferisco Letta,
      I secondi fino adesso hanno fatto proposte economiche idiote (leggasi i punti 6/7/8/9)...
      Ah già ma te leggi i blog di barnard o di marra dove basta stampare moneta a tutto spiano per riuscire a ripianare il debito pubblico, dare a tutti gli Italiani un bel ferrarino e una casa con piscina in Sardegna...
      Scusa ma poi il marchio Ferrari non varrà più niente e la Sardegna sarà un colata unica di cemento (così ci scordiamo cannonau, filu e ferru, il pecorino e il mirto; solo per citare alcuni prodotti tipici di questa bellissima isola)

      Elimina
    2. Il governo italiano non fa gli interessi dell'Italia ma di potentati economici vari, transnazionali e poco puliti. Non è complottismo, è così.

      Elimina
    3. No, mi spiace si chiama populismo che è il peggior complottismo.
      Vorrei farti notare che è proprio a causa del "fare gli interessi dell'italia" che siamo nella m.
      Distribuzione a pioggia delle risorse, aiuti a chi non ne aveva bisogno, pensioni baby e altro hanno affossato la nostra nazione non i vari Bildibberg, paperone o UE.
      A vorrei dirti che spesso e volentieri gli aiuti dell'UE o non li spendiamo oppure spariscono nelle tasche dei faccendieri, se poi l' ce ne chiede conto non possiamo dire i soldi erano nostri e ne facciamo cosa vogliamo.
      Inoltre ci vogliono prove mio caro e non tipi come Barnard o Borghezio che sparano cavolate assurde.

      Elimina
  5. Punto 7: tra svalutazione e inflazione non vi è una correlazione diretta. Tra il 1992 e il 1997 (uscita dallo SME), la Lira si svalutò del 50%, mentre l'inflazione SCESE dal 5% al 4%.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'inflazione non è scesa, è solo salita di meno: invece di salire del 5% è salita del 4%.
      E se guardi il dato inflazionistico di ora ti accorgerai di come fossero cifre assurdamente alte.

      Elimina
    2. Sì, intendevo dire che l'aumento scese dal 5% al 4%; sempre di aumento si tratta, ma non si ebbe un'esplosione dell'inflazione pur in presenza di una massiccia svalutazione, anzi si verificò il contrario.

      Elimina
  6. ciao frabrizio. condivido molte delle cose che scrivi, ma soprattutto mi piace come vengono sbugiardate le minchiate e le cialtronerie, come posso contattarti? ho un argomento da proporti, vale la pena dargli un occhiata fammi sapere

    RispondiElimina
  7. Ti faccio il primo esempio che mi viene in mente, ce ne sarebbero decine. Fino a pochi anni fa l'Italia era il primo partner commerciale MONDIALE dell'Iran, stiamo parlando di decine di miliardi all'anno, non le cifre ridicole dell'imu sulla prima casa. Bene, una classe politica che fa gli interessi del proprio popolo alla richiesta israelo-americana di interrompere questi rapporti, gli avrebbe riso in faccia dicendo "certo, se ci date voi n miliardi all'anno si può fare". Invece i nostri eroi, proni e subalterni, hanno risposto "yes sir, vuole anche che mi spalmi un po' di vasellina" sottraendo all'economia italiana decine di miliardi in un momento di crisi come questo. Da parte mia nessun rispetto, nessun riconoscimento. Noi una volta eravamo una potemza e si rubava quanto e più di adesso. Non che la corruzione non sia un handicap pazzesco, ma non si può ridirre tutto a questo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari l'Iran portava tanti miliardi, ma se ti fai nemico mezzo mondo per tenerti un solo "amico" ci perdi molto di più. Ma parecchio.
      Bisogna valutare molto bene le questioni internazionali, non per nulla ci sono uno sfacelo di diplomatici ed un ministero apposito.

      Elimina
  8. Ma dai! Ma che nemico mezzo mondo. Ma secondo te se l'Italia si fosse rifiutata di aderire alle sanzioni (che tra l'altro colpiscono la parte più povera della popolazione, ai pretacci gli fanno un baffo) qualcuno avrebbe fatto... cosa di preciso? Sanzioni all'Italia? Sii realistico. Non sarebbe successo proprio niente, anzi avremmo mostrato di avere la schiena dritta invece di palesarci al solito come molluschi. Non per niente Cina, India, Russia e altri si sono messi a ridere e se ne sono sbattuti allegramente. Lo sfacelo di diplomatici che dici tu serve ad andare a Washington a prendere ordini.

    RispondiElimina
  9. Ma gli anonimi non sanno rispondere alle risposte? Devono sempre mettere un nuovo commento? Poi non capisco mai un cacchio quando leggo, perché il discorso si divide in più parti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono ritardati poveretti, non ci arrivano.

      Elimina
    2. Ma ti riferivi a quello dell'iran, cioè io? Fammi capire io ho esposto dei fatti, tu non hai dato uno straccio di risposta xkè ovviamente dopo la ridicola elegia della nostra diplomazia non sai che cavolo dire, e il ritardato sono io? Mah, vedo la gente scema (cit.).

      Elimina
  10. Alcuni dati, accessibili e verificabili da chiunque, relativi al periodo 2002 (introduzione effettiva dell'Euro)-2013:

    - Pil reale negativo o stagnante
    - Produzione industriale calata in maniera drammatica
    - Esportazioni (punto di forza dell'economia italiana) calate
    - Disoccupazione aumentata: 8,6% nel 2002, 12,5 nel 2013
    - Pressione fiscale aumentata: 40,8% nel 2002, 45% nel 2013
    - Debito pubblico aumentato e quasi fuori controllo: 105,36% nel 2002, 133% nel 2013.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si, ci fosse stata la lira sarebbe tutto molto meglio.
      Non ti è balenato il dubbio che potesse essere perfino peggiore la situazione odierna?
      No eh, è più facile trovare un capro espiatorio, un mulino a vento, e scagliarsi contro di quello.

      Elimina
    2. Scrivere che il debito pubblico è aumentato dal 105% al 133%, significa non avere coscienza di ciò che si legge: confondi debito col rapporto Deficit/PIL.

      MK

      Elimina
    3. Mk, ma che minchia dici? 133% è il rapporto debito/PIL.

      Elimina
    4. Vedi Shiraz, sei tu che dici stipidate: guarda che sei tu che hai scritto che il debito è aumentato all 105,36% al 133%. Io ti ho solo fatto notare che quello da te indicato è l'andamento del rapporto col PIL. L'aumento del rapporto al 133% è dovuto alla diminuzione del PIL non alla eccessiva crescita del debito (che dal 2002 ad oggi è aumentato di circa 400-600 miliardi).

      MK

      Elimina
    5. Mk sei in confusione, io ho detto che il rapporto debito /PIL è aumentato dal 105% al 133%.

      Elimina
    6. Shiraz, stai trolleggiando?. Ti riporto quello che hai scritto nel tuo intervento sopra:

      "- Debito pubblico aumentato e quasi fuori controllo: 105,36% nel 2002, 133% nel 2013".

      Hai scritto Debito e non Debito/PIL. E ti ho fatto notare l'incongruenza. Ed ora ti sei corretto.

      MK

      Elimina
    7. Ok, nel farmelo notare hai però fatto confusione e hai menzionato il rapporto deficit/Pil in luogo del rapporto debito/Pil.

      Elimina
    8. Hai ragione, ci ho fatto caso ora: intendevo Debito/PIL e non deficit/PIL, ovviamente.

      MK

      Elimina
  11. Qui non si tratta di mulini a vento o di entità immaginarie, ma di dati di fatto (o vogliamo smentire i numeri?).
    La classe politica italiana (dx, sx e centro indistintamente) ci ha propinato il progetto europeo come una specie di paradiso terrestre, la panacea di tutti i mali, e invece abbiamo avuto decrescita, deindustrializzazione, più disoccupati, più debiti e più tasse, e il bello è che per tutto questo abbiamo pure pagato (miliardi di euro di contributi al bilancio Ue).
    Se ci fosse stata la Lira, la disprezzata e vituperata Lira, cosa sarebbe successo? Non so, ma i dati economici ci dicono che prima dell'Euro vi erano sviluppo e una relativa prosperità, si faceva impresa, si lavorava, si guadagnava e i soldi giravano, mentre ora, dopo dieci anni di Euro, è esattamente l'opposto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo sai che una volta un bambino ha tirato fuori dal garage una bicicletta proprio nello stesso momento in cui è caduto un fulmine. Per anni è rimasto convinto che la bicicletta avesse causato il fulmine, nonostante fosse lontano e ci fossero migliaia di biciclette in giro.

      Continua ad attribuire tutti i mali del paese alla moneta unica, agli occhi della gente non sei ne più ne meno di quel bambino che attribuiva il fulmine alla bicicletta.
      Solo che il bambino è anche comprensibile visto che a 10 anni non puoi pretendere, ma tu quanti anni hai?

      Elimina
  12. Ah ah ah ah, Palle sei uno spasso! Io purtroppo ne ho ben più di 10; in quanto alla tua età mentale, visti i "ragionamenti" che fai, mi sa che essa sia ampiamente sotto tale cifra.
    Le "difficoltà" causate dall'introduzione dell'Euro erano state previste da chi non si era uniformato alla vulgata dominante, quindi con i fulmini non c'entrano una beata mazza.
    E' chiaro che la nostra situazione attuale non è frutto solo dell'Euro, ci mancherebbe, tuttavia mi sembra evidente che l'integrazione europea,per come è stata gestita, non possa essere considerata priva di responsabilità per quello che è avvenuto.
    Io ho evidenziato dei dati di realtà e ho proposto una mia interpretazione degli stessi, tu hai sparato delle minchiate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che il 99% dei commenti che iniziano con "ahahahah" sono emerite stronzate?
      E infatti l'hai detta...
      Primo c'è una differenza abissale fra moneta unica e coesione fra gli stati Europei, anzi sono due cose totalmente distinte.
      In secondo luogo l'euro ha tamponato tantissima della merda fatta dagli italiani. Il fatto che siano peggiorate le cose da quanto c'è l'euro è solo la conseguenza fisiologica di decenni di politiche fatte alla cazzo di cane.

      Cercare responsabili esterni è il classico problema degli italiani: colpa di lui, colpa dell'altro, ma guai a guardare le proprie responsabilità.

      Elimina
    2. Non trolleggiare, Shiraz.
      Il fatto è che si è dormito sugli allori e non si è approfittato della moneta unica e dei suoi benefici per fare tutta una serie di riforme necessarie ed in tempi di vacche grasse.

      Ti rendi conto che nel 2002 i paesi BRIC non erano neppure all'orizzonte.

      Concordo con Fabrizio: si dà sempre la colpa agli altri per non dover ammettere le proprie responsabilità. Troppo comodo trovare un capro espiatorio!

      MK

      Elimina
    3. Fabrizio, moneta unica e processo di integrazione europea sono due cose distinte ma strettamente correlate, se sostieni il contrario poi non ti devi lamentare se provochi delle sacrosante risate.
      Stai a vedere che i numeri e i grafici che sputtanano le balle europeiste che ti sei bevuto, sono duddo un gombloddo!

      Elimina
    4. Noto che il concetto di "errore di correlazione" non è noto a certi commentatori, che tristezza.
      Comunque, qui c'è un solo tipo di balle: qualle ANTI europeiste proprio perché basate sul suddetto concetto di errore di correlazione.

      Elimina
    5. Idealista, a proposito di errori, tu non sei quello che pensava che in Svezia ci fosse l'Euro?

      Elimina
    6. Sì, ero io ed era un errore. Comunque, documentandosi un po', si scopre che la Svezia ha avviato le procedure per l'adesione all'Eurozona, quindi se fosse una truffa gli svedesi (che non sono stupidi) non cercherebbero di aderire.
      Nessuno è infallibile e ammettere i propri errori è un comportamento tipico delle persone adulte e civili.

      Elimina
  13. Ciao Palle, se ti interessano i sindacati io avevo scritto un po' di roba qui, più che altro modellizzazioni matematiche:
    http://leganerd.com/tag/speciale-sindacati/

    RispondiElimina
  14. Cmq sti forconi hanno rotto il cazzo, tornatevene negli stadi a fare gli ignoranti!

    RispondiElimina