giovedì 1 agosto 2013

Medioevo moderno: la legge "salvacani"

Oggi quelle merde schifose cerebralmente sottosviluppate degli animalardi stanno festeggiando una legge del cazzo che hanno partorito dall'alto della loro idiozia e ignoranza: la legge "salvacani".
In pratica questi poveri mentecatti hanno fatto approvare dal parlamento, fra cui ci sono i cinque stelle che si sputtanano le password pubblicamente e poi gridano al "AKKER DEL PIDDI!!!11", una legge vergognosa che vieta l'allevamento di cani, gatti e primati sul territorio italiano, oltre ad altre aggiunte da far sembrare un genio un qualsiasi demente che riesce a contare solamente fino a 10 (che è comunque più del 9 delle associazioni animalarde).

A parte che mi girano i coglioni per aver letto un "articolo" scritto da qualcuno che non si capisce se sia totalmente ritardato o se abbia fatto un markettone di quelli stratosferici, tanto è vergognoso il modo in cui un povero cialtrone ignorante denigra la sperimentazione ed elogia quella ipocrita sfatta della brambilla.

Comunque sia, i dementoni festeggiano per aver bloccato l'allevamento di quelle tre specie animali... peccato che quei tre messi insieme non rappresentino nemmeno l'uno percento del totale degli animali usati nella sperimentazione. Insomma, è la classica stronzata populistica fatta per aggiudicarsi i voti di bambacioni rincoglioniti con la bava alla bocca, che nella loro situazione di limitata capacità encefalica non riescono a rapportarsi con le persone e si attaccano allo scodinzolare dei cani e li definiscono "meglio delle persone" perché non parlano e non possono domandare al coglionazzo "ma che cazzo stai dicendo, idiota?".

Populismo e moda mediatica a parte, vorrei sottolineare quanto sono ritardati questi mentecatti: hanno reso obbligatorio fare l'anestesia per qualsiasi test che provochi dolore.
Benissimo, dicono gli ominidi, malissimo, dicono quelli cerebralmente normodotati.
Chi ha subito un'anestesia sa benissimo quanto cazzo sono dolorose quelle punture, io se non ricordo male le ho trovate più dolorose di circa 300 volte una puntura normale, e allora io mi domando perché cazzo devi anestetizzare un topo per un prelievo di sangue, se l'anestesia gli fa 300 volte più male della puntura stessa?
Senza contare che parecchi animali potrebbero avere delle reazioni allergiche agli anestetici, causate dall'uso massiccio. Reazioni che possono portare perfino alla morte.
E meno male che si definiscono "animalisti" e professano la stronzata del "tenere alla salute dell'animale", altrimenti chissà quali cazzo di torture di nazista memoria infliggerebbero alle povere bestie, sto branco di debosciati sociopatici zoofili di staminchia.

Ma veniamo alla questione più importante, che tocca le TASCHE DI TUTTI NOI: le entrate fiscali.
Se si vieta l'allevamento di animali da laboratorio quali cani, gatti e primati (fra l'altro i primati non vengono MAI usati tranne casi realmente gravi, ma io la popolazione dimezzata a causa di un virus non la vedo...) non si perdono solamente tanti posti di lavoro (le famiglie ringraziano ovviamente, e non solo quelle che perdono direttamente il lavoro) ma si perde un giro di denaro che in questo periodo di crisi è indispensabile.
Quanti milioni di euro stanno sottraendo alle casse dello stato? Decisamente parecchi, se pensiamo che un beagle costa fino a 3000 euro e quei coglioni ne hanno rubato 2600 da un solo allevamento, senza contare i contributi versati dai proprietari degli allevamenti ed i loro dipendenti.
Da dove li andranno a prendere questi milioni di euro mancanti?
Dalle nostre tasche ovviamente, mica dalle tasche degli animalardi! Loro hanno le onlus del cazzo per prendere alberghi e camere di hotel di lusso CHE NON PAGANO TASSE, mica come noi poveri stronzi che lavoriamo onestamente e le tasse le paghiamo. Volevate l'abbassamento dell'IVA? Oh, ma che peccato, mi sa che non ci saranno le risorse economiche per farlo...
Aggiungiamo nel conto anche i 40 milioni di euro di multa della CE per aver mancato l'ennesima direttiva comunitaria. Eh ma noi siamo ricchi, i soldi li cachiamo!
Ah, dimenticavo: adesso i cani saranno costretti a farsi migliaia di kilometri nei camion. Li avete proprio salvati quei cani, cani i miei zotici rincoglioniti mangiamerda! Complimenti e congratulazioni per la vostra idiozia dannosa.

Grande giubilo eh, e questo fra l'altro è nulla.
Prima gli allevamenti vendevano i cani anche all'estero, ma ora che si vieta tutto sarà l'italia a comprare i cani da altri paesi. Questo, secondo una legge economica molto basilare, si chiama perdita di denaro. Ricordiamoci che l'export è l'unica cosa che tiene inpiedi la malandata economia italiana, e sti stronzi non solo lo fermano, ma invertono la tendenza facendo andare fuori i soldi dall'italia, che difficilmente torneranno indietro visto che non vedo molti motivi di investire in un paese governato da dementi che vogliono il voto dei decerebrati ritardati...

Ah, vietano anche gli xenotrapianti. Tuo padre o tuo nonno ha bisogno di un trapianto di valvola cardiaca? Bhe, si attacca al cazzo e si becca quella sintetica, che fa un rumore del cazzo e obbliga il tuo caro a sedute dallo psicologo e ad abituarsi a quella cosa orrenda (pensa cosa significa sentire un rumore strano ogni volta che ti batte il cuore, pure la notte).
Senza contare il fatto che gli xenotrapianti sono l'unica via per salvare la vita a tutti quei pazienti in lista d'attesa per un organo. Che muoiano tutti, che qui abbiamo un esercito di coglioni che devono salvare topi e maiali invece della vostra famiglia!

Si capisce perché sono incazzato adesso?
Ma voi siete sicuri di volere pagare più tasse e di vedere gente morire per salvare quattro ratti ed un porco?


11 commenti:

  1. Tutti quelli che dicono "gli animali sono sicuramente meglio di noi" sono dei sociopatici imbecilli
    e si offendono pure, se glielo dici.
    anche io in certi contesti dico che il cane è meglio di una persona, sì, ma in condizioni ben specifiche. E nelle medesime condizioni dico anche che IL BASTONE, è meglio di un accompagnatore. Tutto un altro discorso.
    Ma da là a idolatrizzare un essere vivente, ce ne passa
    Quelle sono persone sociopatiche, appunto, che confondono l'amore con l'obbedienza. Che pensano di essere amati incondizionatamente, invece un animale "ama" solo chi gli dà da mangiare, chi lo accudisce
    punto
    in quanto agli allevamenti, a me quello che fa paura è che dal vietarli in italia arrivino anche a vietare l'importazione dall'estero, con la scusa dei viaggi estenuanti, facendoti vedere quelli che arrivano dall'est tramite i traffici illegali, i cosiddetti traffici di cuccioli a scopo di vendita nei negozi di animali domestici o esposizione nelle fiere itineranti del cucciolo.
    quei traffici sono una cosa. E vanno fermati. Ma quelli degli animali da laboratorio son altra cosa, voglio sperare che proprio per lo scopo, gli animali per le sperimentazioni vengano tenuti coi dovuti crismi.
    La mia paura è che possano appunto usare immagini e video di camionate di cuccioli illegali per documentare lo sfruttamento e i maltrattamenti
    e che l'opinione pubblica non riesca a scindere le due cose. La mia paura è che possano essere vietati anche allevamenti di cani a scopo di lavoro. antidroga, guida, pet therapy, e così via, con i soliti futili falsi e populisti argomenti del presunto sfruttamento.
    Non si rendono conto che, in questa maniera, vietando o rendendo la vita difficile agli allevamenti di cani e gatti qualsiasi sia lo scopo, incentivano, anziché fermare, i traffici illegali
    cosa hanno ottenuto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E lo faranno sicuramente.

      Comunque si, a volte è meglio un cane di una persona: pensa come sarebbe bello stare nella stessa stanza con un animalardo di un centro sociale.
      Anche se il cane inizia a cacare e pisciare ovunque ne guadagni in odore percepito, rottura di cazzo e idiozia espansa.

      Elimina
    2. Cazzo sì.
      Sono contento di aver trovato questo blog, finalmente qualcun altro che sostiene le stesse cose che dico io in merito.
      Mi fanno salire la nausea tutti i discorsi su questa presunta bontà e purezza degli animali contrapposta alla cattiveria umana.
      Che poi nel 90% dei casi sono ragazze cesse che qualcuno ha preso per il culo al liceo, e che invece di mettersi di buona lena e coltivare fiducia in sé stesse, hanno preferito consolarsi col cane che, poverino, non capisce un cazzo e quando torni a casa scodinzola tutto contento aspettando che tu lo porti a giocare o gli dia da mangiare.
      E poi vomitano su facebook tutta la loro frustrazione accusando l'intero genere umano di cattiveria e adorando tutti gli animali in quanto incondizionatamente buoni e puri.
      Ma non hanno mai fatto caso al gatto che uccide PER PURO DIVERTIMENTO tutti gli animali di piccola taglia che gli capitano a tiro? E che poi invece di mangiarseli te li lascia sull'uscio di casa?

      Io boh, meglio riderci sopra che sennò verrebbe da pigliarle a manate nel viso

      Elimina
    3. La componente "frustrazione" nella psicologia di sta gente è importante, ma non dobbiamo dimenticarci di quella malata di mente, capo del comitato fermiamo green hill, che aveva in casa un vero e proprio tugurio in cui torturava seriamente cani, gatti e anche rettili.

      Quella gente dice a noi come trattare gli animali. Ipocrisia al 100000%

      Elimina
    4. "Ma non hanno mai fatto caso al gatto che uccide PER PURO DIVERTIMENTO tutti gli animali di piccola taglia che gli capitano a tiro?"
      Il gatto e' un predatore.
      Puo' farti le fusa per 6 ore di fila, ma rimane un predatore. Non e' buono e puro. Ne piu' ne meno degli umani.
      Certi animalardi sarebbero da sopprimere, secondo me.

      Elimina
    5. Il minimo che si possa fare è togliergli il diritto al voto.
      Vedi che fanno i politici per comprarsi i voti di sti dementi?

      Elimina
  2. "..un animale "ama" solo chi gli dà da mangiare, chi lo accudisce
    punto"


    mah, questionabile.
    certo non sono un neurologo e neanche la mia vecchia zia buon'anima che dava da mangiare al cane seduto a tavola con la forchetta [ non scherzo ] ,solo, probabilmente, ci dimentichiamo di essere bestie anche noi*
    *a la Darwin


    "Ah, vietano anche gli xenotrapianti"

    invece questa e' una merdata criminale

    RispondiElimina
  3. capacità encefalica --> capacità encefalLica *fixed*

    penso che riassuma tutti gli insulti che ho in mente in questo momento

    RispondiElimina
  4. Quella è una legge assolutamente CRIMINALE! Spero che qualche animalaro abbia, prima o poi, necessità di uno xenotrapianto in modo che capisca cosa ha fatto.

    Comunque, secondo l'associazione Pro-Test Italia (che ha giurato di fate tutto il necessario per fermare questa follia), esiste una flebile speranza di salvare la ricerca biomedica del nostro Paese: http://protestitalia.wordpress.com/2013/08/02/recepimento-direttiva-sulla-protezione-degli-animali-da-esperimento-facciamo-il-punto/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pare che qualche politico si sia opposto, e che ora dovrà decidere il governo.
      Forse se ci fosse stato ancora il governo Monti saremo salvi, perché tecnico e se ne sbatteva i coglioni dell'opinione dei mentecatti con diritto al voto, ma ora non saprei. Speriamo bene, altrimenti sarà l'inizio del declino del paese

      Elimina
  5. Proprio ieri, parlando di questo argomento, è venuta fuori una considerazione a cui non avevo pensato. Questi pretendono che, durante la SA, si anestetizzino gli animali anche solo per un semplice prelievo. Questo potrebbe creare un precedente e far espandere la cosa anche agli studi veterinari? Perchè un prelievo è sempre un prelievo, che sia fatto per SA o per una diagnosi veterinaria. Potrebbero quindi iniziare a pretendere anestesie anche dai veterinari?

    Se si sarebbe un enorme problema. I vet si troverebbero costretti ad aumentare i costi delle prestazioni e questo potrebbe portare a due conseguenze:
    -gente che abita al confine di altri paesi porterebbero all'estero i loro animali (tipo FVG e Slovenia, che ci arrivi in 20 minuti) mandando in crisi i nostri specialisti
    - gente che non riesce a sostenere le spese veterinarie e quindi aumento dell'abbandono e del randagismo.

    E' una roba fantascientifica, ma per come sta andando ultimamente non mi stupirei se qualche scemo del villaggio proponesse una cosa del genere

    RispondiElimina