lunedì 29 aprile 2013

Lo Stato non è la mammina

Ok, a quanto pare l'opinione che lo stato ti debba allattare a 50 anni è più diffusa di quanto pensassi...
Questa cosa è una puttanata di quelle che non mando giù, perchè è questa mentalità del cazzo che ha portato il paese nella situazione in cui siamo. I politici avranno delle responsabilità ma porca puttana i cittadini sono PEGGIO, e lo ha dimostrato grillo mandandoli in parlamento: stupidi, ignoranti, pieni di se e non hanno fatto un cazzo di concreto.

Come da titolo, lo stato non è la mammina e i cittadini non sono tutti neonati che devono succhiare dalla tetta.

Mi sono rotto il cazzo di vedere gente ragionare così. Cosa sono ritardati?
Caso di un po' di tempo fa, forse ne ho anche già parlato: crolla una palazzina a Napoli.
Gli inquilini del palazzo rimangono senza un tetto, lo stato quindi li alloggia in un albergo a mezza pensione, cioè compresa la colazione. Intervistano quei sacchi di merda (perchè altro non sono) e questi si lamentavano, piangendo ,che lo stato li aveva abbandonati! Il dramma? Eccolo: "sono costretta a rubare dal buffet della colazione (l'ho migliorato io, ci ha messo mezz'ora a descriverlo "a parole sue" ndr) perchè non ci danno il pranzo!!!1! Ci hanno ridotto a delinquenti!1!! *scappa via piangendo*".
Ma sul serio? Cioè ti viene a mancare un tetto, lo stato ti fornisce un tetto E LA COLAZIONE e tu fai casino sui media che vuoi anche il pranzo!? Invece di ringraziare pretendi di più?
MERDA, ecco cosa sei, avrebbero dovuto lasciarti sotto i ponti o nelle fogne, altrochè.

E questo è nulla...
Ci sono migliaia di aziende che vanno avanti a forza di finanziamenti statali. Tipo gente che fa corsi del cazzo, totalmente inutili, formando "figure professionali" che non servono a un cazzo di nulla.
Prendono soldi dallo stato, noi paghiamo insomma, per formare dei disoccupati a tempo pieno.
Si perchè una volta che il cittadino italiano del cazzo fa un corso al 65% non accetterà nessun altro impiego! E non è che si deve fare casino a gente che dice "siate meno choosy", perchè la realtà è questa. E non solo aspettano il lavoro per cui hanno "faticanto tanto a studiare" per 3 mesi del cazzo, ma pretendono che sia lo stato a trovarglielo!
Non solo ha pagato per la loro formazione, sin dall'infanzia, ma deve anche fargli trovare la pappa pronta! Ma come lo vedremmo noi un adulto, 30 anni suonati, picchiare sul tavolo gridando e piangendo "mamma pappa mamma pappa mamma pappa!!!" invece di farsi un panino?

La risposta è questa: normalmente verrebbe visto come un ritardato, da prendere a botte finchè non impara a fare qualcosa. E fin qui tutto bene
Ma se si rivolge allo stato? O al governo? Aaaaaaaaah fermi tutti! Se è così si tratta di una "povera vittima" del sistema! Difendiamolo contro i mostri!!!
E già si inizia a intuire perchè mi incazzo tanto.

Crisi economica: la gente urla contro lo stato perchè chiudono migliaia di aziende ogni giorno.
La maggior parte di queste aziende sono gestite da incapaci che per anni hanno vissuto alle spalle della comunità (vedasi corsi professionali per pettinatori di cani, per esempio) e che si sono visti togliere la tetta della mammina... cioè i fondi dello stato perchè si trova in una brutta situazione finanziaria.
I dementi, invece di essere contenti di aver eliminato delle zecche che aumentano in modo artificiale il carico fiscale e fanno concorrenza slealissima verso gli imprenditori capaci e onesti questi danno contro lo stato lamentandosi che "sta abbandonando i cittadini" e su cori di protesta ad minchiam.

Come far capire a una mandria di decerebrati che lo stato non è la mammina?
Forse facendo notare che uno stronzo che si è giocato tutto ai videopoker indebitandosi pure il culo, che ha comprato una pistola illegalmente quattro anni fa e che spara contro dei poveri cristi che lavoravano la domenica e una donna incinta non è ne una vittima ne un eroe, ma solo l'ennesimo sacco di merda inutile che prima si rovina la vita da solo e poi se la prende con lo stato?
E magari se l'è presa con "i politici" perchè sapeva che avrebbe avuto il favore dell'opinone pubblica dei sacchi di merda piagnoni del cazzo ottenendo magari dei benefici invece di una punizione esemplare?

Ma da dove cazzo è nata sta convinzione che lo stato ti deve pulire il culo quando caghi?
No perchè ad ogni suicidio si sente dire "è colpa dello stato!1!!" come se la depressione sia causata da quali stronzi siedono in parlamento. E' fuori da ogni logica.

Gridano contro sprechi delle amministrazioni. Ok, molti "signori" che stanno in posti di potere sono corrotti, sprecano i soldi e tutto il resto. Ma seriamente pensano che quello sia l'unico problema?
Le tasse sono altissime, certi si ritrovano in tasca appena il 15% del fatturato a fine mese, ma cosa causa questo?
Gli sprechi? In parte, solo in parte.

I problemi?
Gente che truffa lo stato in ogni cazzo di casa: si offre ai cittadini meno abbienti la possibilità di ottenere dei rimborsi sull'acquisto dei libri scolastici, tutto quello che devi fare è dimostrare di non avere soldi. Il 90% degli italiani di merda ha aperto un conto corrente apposta per mostrarlo allo stato e ottenere il rimborso, nonostante avessero tutt'altro che bisogno: SUV, tv al plasma da 50 pollici, 1000 euro di vestiti addosso, iPhone e cazzi in culo.
Questi sono parecchi miliardi che sono stati portati via con la truffa nel corso degli anni, e non dico cazzate.

Stessa cosa con l'esenzione al ticket sanitario: chi non ha problemi di soldi non ha problemi a pagare 25 euro (o quanti cazzo sono) per una visita. In teoria... perchè l'italiano di merda diventa molto spilorcio quando si tratta di "tasse": fra il comprare un cellulare con funzioni limitate ma che costa 900 euro e uno con funzioni complete che ne costa 300 scelgono quello che ti porta via un'intera mensilità, ma fra pagare 25 euro di ticket e stare zitti oppure truffare i cittadini (perchè lo stato siamo noi) lamentandosi pure, scelgono ovviamente "the italian way".

Vogliamo parlare dei falsi invalidi? Vittime anche loro poverini? Ebbene si, è stata detta anche questa aberrazione...
E la lotta a equitalia, prendendo ad esempio alcuni casi controversi (comunque vergognosi eh) per difendere a spada tratta tutti gli evasori fiscali di merda? Giustissima! Sia mai che mi sgamino i 20 anni di evasione totale solo perchè ho comprato 3 SUV e una barca...

Ah, giusto... gli evasori! Record europeo di evasione, gli italiani di merda saranno orgoglioni di questo! Le fatture? Ah, inutile spreco di carta. Lo scontrino? Ma no, così servo il cliente molto più velocemente! Il canone RAI? Io non pago! Sono furbo! Lasciamolo pagare agli altri, magari gli stessi che stanno in grosse difficoltà economiche e poi finiscono per suicidarsi, tanto basta incolpare "lo stato" e siamo tutti felici.

Dopo una vita passata a ciucciare soldi, evadere le tasse, truffare e sperperare questi DEMENTI hanno anche il coraggio di lamentarsi se le tasse sono alte, e basandosi su di questo addossano al parlamento tutte le responsabilità che in realtà sono del cittadino.
Complimentoni, molta coerenza!
E dopo aver fatto sto macello si incazzano se di soldi non ce ne sono più.
Che teneri! Se la prendono con i finanziamenti ai partiti, 50 milioni di euro all'anno. Praticamente nulla... una tassa come l'IMU ha portato 4 miliardi nelle casse dello stato solo dalla "prima casa", che con tutte le detrazioni (250 euro minimo) e il fatto che le case molto piccole non pagano, sarà costato in media 200-300 euro a famiglia. Quanto cazzo corrisponde all'anno il finanziamento ai partiti?


Questa situazione è paradossale e fuori da ogni logica.
Sinceramente mi fa incazzare e non poco. Gente che per tutta la vita non ha fatto un cazzo di concreto perchè si appoggiava ai finanziamenti pubblici, gente che per tutta la vita ha evaso le tasse, gente che per tutta la vita ha truffato per avere soldi o non pagare, gente di merda che si è comportata incivilmente e che ora da la colpa di tutto ad altra gente, identica a loro e che loro hanno votato.
Gente che ha vissuto sperperando i soldi convinta "che nulla sarebbe cambiato" e quando hanno incontrato la minima difficoltà sono crollati miseramente.
Di chi è la colpa di questo?

Il problema non è solo il parlamento, il problema è soprattutto la mentalità dei cittadini.
Cari dementi, se mai leggerete questo post provate a ragionare un attimo (No, pensare non fa venire un ictus, non morirete per averci provato): mi fa onore tentare di fare lo scaricabarile e addossare le mie responsabilità su di altri?
Forse sbaglio a parlare di onore e dignità con certa gente...

58 commenti:

  1. Parzialmente d'accordo, ma mi sembra che tu stia facendo di tutta l'erba un fascio.
    - L'attentatore di Montecitorio: sei davvero così sicuro che si tratti di uno "stronzo che si è giocato tutto ai videopoker indebitandosi pure il culo"? Questa l'hanno sparata i giornalisti, non è un dato attendibile. In ogni caso, tutti quegli onesti lavoratori che la pistola se la puntano alla tempia perché non ce la fanno proprio più dove li metti? Nel mucchio anche quelli?
    - Le aziende che chiudono perché si sono sempre basate su finanziamenti pubblici che a un certo punto non arrivano più, be', se la sono cercata. E tutte le aziende oneste che vanno in fallimento perché lo stato, da loro considerato un cliente come gli altri, ha deciso di non pagare le loro fatture dove le metti? Grazie al "patto di stabilità" (di 'sta cippa) queste aziende non beccano un centesimo bucato per commesse magari milionarie. Lo stato come cliente non si può considerare "finanziamento pubblico". (N. B.: se io fossi proprietario di un'azienda, col piffero che andrei a impelagarmi con gli enti pubblici...)
    - I "nullatenenti" che girano col SUV, c'hanno il villone e tre o quattro AHIfon per ogni membro della famiglia sono una triste realtà; ma chi dovrebbe occuparsi di controllare questa gente, di andare a scavare tra conti correnti farlocchi e pretese assurde... è una triste inesistenza. Come mai un avvocato "guadagna" meno della sua segretaria? Come mai un dentista "guadagna" meno dell'assistente che mette il tovagliolo ai pazienti? Come mai un impresario "guadagna" meno del più sfigato dei suoi operai? Semplice: perché sanno di poterla fare franca scaricando in pieno il loro tenore di vita sui loro stessi dipendenti.
    - Tasse e tartassaggi. L'evasione fiscale è endemica, ma anche qui lo stato ha fatto la sua parte, emanando la sua bella serie di leggi che proteggono proprio gli evasori, massacrando invece la povera gente. Credi che se vi fosse l'assoluta certezza della pena per gli evasori fiscali e il sistema fiscale fosse un po' più equo la gente non sarebbe un po' più contenta (parola grossa, lo so) di pagare le tasse? Perché un operaio che guadagna 1500 euro lordi al mese ne deve lasciare 700 allo stato e un libero professionista (quelli di cui al punto precedente) si deve intascare tutto proprio grazie alla connivenza dello stato? Finché i poveracci verranno spremuti come limoni per pagare le tasse degli evasori, TUTTI saranno contenti di evadere le tasse tutte le volte che ne hanno l'occasione.
    - Canone rai. Questa non è una tassa, è una truffa di stato. Pagare per una succursale di Merdaset? Ma neanche morto! Preferisco pagare Sky, guarda un po': una pay-tv nata come tale che fornisce ANCHE un servizio di qualità in mezzo al ciarpame.
    Chiedo scusa per questo pippone astronomico. Non potevo tenermelo dentro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spieghi quale responsabilità dovrebbe avere lo stato se uno si spara alla tempia? No perchè io questo collegamento ancora non l'ho capito, sinceramente.
      Bello pure che ho appena scritto che questo ragionamento è una cazzata e mi viene riproposto a bruciapelo...
      Mah.

      Le leggi a favore dell'evasione fiscale chi le ha fatte? Un tizio basso e sorridente che è stato votato apposta dagli evasori e dai dementi che non hanno capito un cazzo. Quindi di chi è la colpa anche questo caso? Solo "dello stato" o dei cittadini colpevoli di evasione o ignoranza demenziale?

      Comunque tu evadendo il canone RAI stai scaricando il tuo debito sulle spalle degli altri, bello parlare di connivenza all'evasione e poi evadere di persona eh.

      Grazie comunque, hai appena confermato quello che ho scritto.
      Ragionaci un po' sopra

      Elimina
    2. Sono della tua stessa opinione Borghans.
      Il problema di fondo rimane però quello espresso da Palle: Dare la colpa ad altri per il proprio fallimento oppure chiedere un finanziamento e scappare con la cassa.
      Faccio un esempio del secondo caso:
      qui in Piemonte, in particolare in provincia di Torino, c'erano molte aziende, oltre alla Fiat, che producevano auto (Giugiaro, DeTomaso, Bertone, Pininfarina) ora a causa della crisi alcune di esse sono fallite: La Detomaso e la Bertone. Altre hanno dovuto vendere: Giugiaro e Pininfarina.
      Ebbene la Regione Piemonte si è preso carico di cercare degli acquirenti per le aziende in fallimento, trovandoli.
      Per Bertone si sono presentati in due: Fiat e Rossignolo.
      La prende fiat che la rimette in piedi.
      Rossignolo allora si getta sulla De Tomaso, la prende e chiede finanziamenti pubblici per riqualificare i dipendenti.
      Ora questi dipendenti hanno si fatto un corso ma totalmente inutile e adesso l'azienda di Rossignolo è fallita.
      Il problema era però a monte, come si fa dare dei soldi pubblici a uno che porta un piano industriale sballato?

      Elimina
    3. A comunque io ritengo che è meglio pagare il canone che non pagarlo ed atteggiarsi a paladino di chi lo paga

      Elimina
    4. Comunque sia le aziende che chiudono a causa di crediti con lo stato credo siano veramente poche. Il fatto che tardino tanto a pagare è vergognoso, ma se un'azienda vanta solamente quei crediti alla fine non è "colpa dello stato" se fallisce.
      Molto probabilmente se avessero pagato per tempo quei soldi li avrebbero finiti così come hanno finito gli altri, magari sarebbero durati qualche mese in più ma poi idem come sopra.

      Poi ovviamente ci sono casi e casi, ma ridurre tutto a "governo ladro!1!!" è parecchio stupido.

      Così non si risolve nessun problema, e se non risolvi i problemi non avrai mai una soluzione

      Elimina
    5. Non ho contestato l'impianto del tuo post. L'ho solo accusato di essere un po' troppo di parte. Se le colpe vanno distribuite, vanno distribuite a TUTTI i soggetti coinvolti; la colpa è della popolazione che mette in certe posizioni certa gente, ma anche di questa gente che DIMENTICA, proprio così, DIMENTICA che di quella popolazione teoricamente dovrebbe fare parte. Il tizio basso e sorridente NON è stato il primo dei nostri politici a proteggere gli evasori; c'è una lunga filza di personaggi ben più autorevoli di lui che hanno sempre avallato l'evasione fiscale. Il tizio l'ha solo fatto in maniera più plateale, tutto lì. Per quanto riguarda il disagio sociale alla base del fatto che qualcuno spari a sé stesso o agli altri: questi personaggi che si sono DIMENTICATI di essere italiani e che piuttosto di rinunciare a un centesimo dei loro stipendi principeschi mandano sul lastrico grossi numeri di famiglie ne hanno una grossa responsabilità. Ti voto e poi tu ti fai i cazzi tuoi lasciandomi nella cacca? Io ti avevo dato fiducia e tu l'hai tradita! Per quanto riguarda il canone rai: ribadisco, è una succursale di Merdaset. Per quanto riguarda me, ho buttato il televisore fuori dalla finestra anni fa, e ovviamente non pago per qualcosa di cui non usufruisco - altrimenti sarebbe come dover pagare il bollo dell'auto anche se non hai l'auto. Certo non vado a fare le pulci e le contropulci a tutti gli amici da cui vado, a chiedere loro se pagano o no il canone rai: non spetta a me. Anche qui, la gente sarebbe un po' più contenta di pagarlo se questa fosse la televisione di stato degli anni '60, veramente di qualità; così com'è, pagarla una schioppettata ogni anno non ha senso.

      Elimina
    6. Ma dove avrei detto che la colpa sta tutta da un lato?
      Mi pare di aver detto che tutti hanno delle responsabilità no?

      Elimina
    7. Canone rai. Questa non è una tassa, è una truffa di stato.

      Vorrei solo far notare l'irrazionalità della sopra citata affermazione; il canone per la TV pubblica è a pagamento, un po' in tutto il mondo civilizzato, ed è normale che sia così. Oltremodo, quello Italiano, è uno dei più bassi in Europa. Per esempio il canone BBC costa una paccata di soldi e nessuno Inglese si lagna a riguarda.

      Se non vi va di pagare il canone RAI non fatelo, è una vostra scelta, però dovete anche buttare il televisore nel cassonetto e non guardare mai più la TV. Non vi piace il palinsesto della RAI (e sono concorde che fa cagare)? Critica lecita, ma nessuno vi obbliga ad usufruirne, e potete staccare l'antenna di casa come e quando volete. Se non lo fate, allora è solo ipocrisia e mancanza di coerenza.

      Elimina
    8. Io il televisore lo uso solo per vedere DVD, Cielo, Real Time, Focus e DMAX (non guardo la RAI dai tempi dello switch-off), eppure il canone mi tocca pagarlo lo stesso, anche se ho scelto di non guardare la RAI. Dov'è che starebbe la mia scelta quindi?

      Elimina
    9. Il canone è una tassa sulla proprietà di apparati atti a ricevere frequenze radiotelevisive. Ergo, puoi anche usarlo come tavolino da caffè ma il canone lo devi pagare comunque. Giusto? Non giusto? Intanto si paga, poi al limite si protesta.
      Vogliamo discutere di tasse veramente inutili? Il bollo del passaporto. Non inficia la validità del passaporto (infatti non possono impedirti di uscire dallo Stato ne tantomeno di rientrarci) però devi pagarlo comunque. Una tassa senza nessuna utilità e nessun tipo di funzione o di scopo: devi pagare perchè devi.

      Elimina
    10. Appunto, bisogna pagarlo perché si deve e basta.
      Non ha senso dire che è una nostra scelta.

      Elimina
    11. sì, ma il canone RAI non è una tassa.

      /facepalm

      Il canone RAI puoi non pagarlo, hai la tua scelta (leggi: rinunciare alla TV in toto). Rimane comunque un'imposta (non una tassa), perché è un servizio pubblico e chiunque abbia la residenza in Italia deve pagarlo obbligatoriamente (se possiede la TV). Sempre per fare un esempio concreto, in UK l'imposta sulla TV/Radio pubblica (BBC) la paghi obbligatoriamente, a prescindere che tu abbia o meno una TV e se non paghi ti becchi multe salatissime.

      E' inutile farvi ragionare e/o spiegarvi la differenza tra imposta e tassa, per voi il canone RAI è una cosa cattiva per partito preso e quindi va combattuta a priori. Vi lagnate qui su Internet, ma poi nessuno di voi va dal politico della vostro circoscrizione a rompergli i maroni per chiedere una rifoma legislativa sul canone della TV pubblica.

      Elimina
    12. Forse vuoi dire che il canone rai non è un imposta.
      Il canone rai è una tassa, perchè le tasse sono i versamenti allo stato non obbligatori.

      Elimina
    13. Mauro, conosco la differenza tra imposta e tassa (a differenza di te...).
      Comunque vedo non ci capiamo. Secondo la tua logica anche l'IMU è/era una scelta, se non si vuole pagarlo basta rinunciare alla casa in toto e andare a stare sotto un ponte. Se questa la chiami scelta...

      Elimina
  2. Sai quante volte ho provato a spiegare che politici&co, pur avendo stipendi schifosamente alti, non sono il vero problema perché le loro spese sono una piccola frazione del bilancio dello Stato?
    Un'infinità di volte e sempre, immancabilmente, c'è chi mi prende per pazzo.

    I politici sono l'espressione del popolo che li vota, non c'è nessun complotto dei partiti come ama ripete il grillo pazzo. Lo stesso M5S lo ha dimostrato: se ci fosse stato un complotto non sarebbe in parlamento.
    Non sono concetti difficili, eppure sfuggono alla comprensione dell'uomo della strada che, nonostante questo, si sente un grande statista.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi pare che tutto il parlamento bene o male, fra gestione dei palazzi e tutto il resto, si prenda 1 miliardo di euro l'anno.
      La spesa dello stato è di svariati miliardi di euro l'anno, ora non so con esatezza e probabilemente dirò una stronzata, ma credo siano nell'ordine di parecchie centinaia.

      Se anche il parlamento ne prenderebbe 5 di miliardi, la differenza sarebbe talmente minima da non fare poi tanta differenza.

      A fare lo sfacelo è l'evasione e la corruzione: prezzi decuplicati per esempio. Se si spendesse 10 volte meno per molte spese pubbliche probabilmente il costo complessivo scenderebbe di parecchio, forse un quarto.

      Ma chi è che il corruttore? Chi è che corrompe uno che occupa una posizione importante nel pubblico? Un cittadino. E questo dovrebbe dire tutto

      Elimina
    2. Veramente sono 29,6 miliardi di euro all'anno come puoi verificare qui http://it.finance.yahoo.com/blog/linkiesta/i-costi-della-politica-italiana-infografica-161038530.html

      Se poi conti solo camera e senato sono circa due miliardi all'anno.
      In ogni caso sempre il doppio dei tedeschi, il triplo dei francesi etc....etc....etc....
      Se si fa un discorso di costi della politica devi contare tutti i costi, regioni, provincie, comuni etc....etc.....etc.....
      Uno stenografo guadagna in media 250mila euro l'anno; il barbiere prende sui 160mila; idem i commessi. Ma non basta: in media un coadiutore (aiutante) prende 192mila euro, un segretario 256mila. E così nel 2012 la Camera ha speso 238,5 milioni per gli stipendi e 216 per le pensioni.
      Hanno 15 mensilità e comunque se googli un po' trovi tutte le cifre ufficiali.

      Elimina
    3. Se poi a te sembra normale che un commesso prenda tutti quei soldi e un padre di famiglia che perde il lavoro a 50 anni se la prenda in culo perchè lo stato non deve fare la "mammina"....allora credo che non ci siano i termini per un sereno confronto.

      Elimina
    4. Ad aiutarci ad inquadrare meglio la tematica ci pensa Pietro Monsurrò, fellow dell'Istituto Bruno Leoni. L'economista ha analizzato la voce di spesa denominata "Organi esecutivi e legislativi, attività finanziarie e fiscali e affari esteri" contenuta nei dati della Ragioneria generale dello Stato. U ...

      Leggi tutto: http://www.soldionline.it/notizie/economia-politica/politica-italiana-ma-quanto-ci-costi?cp=1

      Elimina
    5. Ti ricordo il fiume di proteste nate quando Monti ha provato a eliminare molte province, cioè a tagliare i costi della politica.

      Che ci siano degli sprechi non lo nego, ma non mi puoi venire a dire che le tasse sono alte SOLO per il parlamento, che come hai detto sono due miliardi l'anno.

      Solo di finanziarie ultimamente hanno messo su spese per 250-300 miliardi.
      Ridurre tutta la questione al solo parlamento è una stronzata.
      Si stanno ignorando tutti gli altri problemi, e questo non è bene. Per niente.

      Se la barca affonda puoi anche buttare a mare il capitano, ma di certo questo non tappa le falle. E una volta che questi avranno buttato a mare il capitano e si accorgeranno che ormai la barca è irrecuperabile che si fa? Si cerca un altro colpevole?

      Elimina
    6. Non mi fraintendere, ho detto che gli stipendi sono schifosamente alti e credo che i costi debbano essere assolutamente abbassati. Tuttavia, anche se li dimezzassimo non risolveremmo un bel niente, visto che lo stato ogni anno tratta migliaia di miliardi: è solo uno dei tanti problemi che tengono l'Italia zavorrata, e nemmeno il più grande.
      Quanto al fare la mammina, è vero: lo stato non deve pagare la gente per non lavorare (per esempio come vorrebbe fare il M5S) ma deve creare le condizioni adatte al funzionamento dell'economia; se l'economia funziona ci sono i posti di lavoro; se ci sono i posti di lavoro essere licenziati non è grave perché ne trovi una altro (e qui entra in gioco il sussidio di disoccupazione rigorosamente a termine di qualche mese).
      Per esempio in Danimarca è normale licenziarsi e cercarsi un altro impiego anche solo se ci si è stancati di quel lavoro, in Italia invece ti tieni stretto quello che hai perché l'economia funziona male per svariati motivi.
      Naturalmente parlo in linea teorica, poi la pratica è un'altra faccenda.

      Sono problemi notevolmente complessi e non ci sono soluzioni semplici e lineari perché dipendono dalla concomitanza di molti fattori diversi. A volte si deve considerare il sistema nella sua totalità e non è affatto semplice: si rischia di dimenticare qualche dettaglio importante.

      Elimina
    7. Forse mi sono espresso male o non sono stato capito, io non dico che riducendo i costi della politica si risolvano i problemi del paese ma dico che proprio perchè questo paese è nella merda, deve, e sottolineo DEVE risparmiare ogni centesimo ovunque sia possibile.
      Non è possibile che l'INPS abbia un bilancio completamente negativo da anni e continui a pagare il suo direttore generale 1.500.000 euro all'anno più i bonus. Se vuoi fare il manager da un milione all'anno vai a lavorare nel privato e non nel settore pubblico.
      Rimane comunque il fatto che il direttore dell'INPS guadagna più di Obama e non credo che abbia le stesse responsabilità.
      L'aver detto per trenta e più anni che non erano quelle spese ad inficiare in qualche modo il bilancio, ha contribuito a condurci dove siamo e questo è innegabile.
      Nessuno e neanche il M5S ha mai sostenuto che la gente va pagata per non lavorare, chi lo sostiene o è in malafede o non ha capito un cazzo.
      Si è sempre parlato di introdurre anche in Italia quello che esiste in ogni paese d'europa (a parte l'Italia e la Grecia) e che è un sussidio che spetta a chi il lavoro l'ha perso e non per sei mesi come adesso.
      Scusa ma uno che si trova in mezzo ad una strada magari a 50 anni, cosa deve fare una volta che non ha più un euro sulla pelle? Come va a cercarsi un lavoro se non ha neanche i soldi per fare benzina o per spostarsi con i mezzi? Ma sai cosa significa per un genitore rendersi conto di non poter neanche dar da mangiare ai propri figli?
      Magari tu hai lavorato trentanni e ti trovi nella merda a 50 anni, i tuoi contributi te li sbatti su per il culo (ed erano soldi tuoi) e quando hai finito anche la liquidazione che fai?
      Ma forse ragazzi miei voi vi guardate poco attorno, non vi rendete conto di certe realtà che ci circondano oppure vivete in isole felici, qui stiamo parlando di milioni di disperati, gente onesta, lavoratori, non di parassiti della disoccupazione o di falsi invalidi.
      Eppure comuni come Torino stanziano 8 milioni per i campi nomadi, ma non hanno 300 euro per aiutare una famiglia nella merda.
      Qui non si parla di assistenzialismo come si è fatto e si fa tuttora in certe regioni, qui si parla di sostegno alle famiglie, quelle stesse famiglie che ti hanno sempre dato i soldi lavorando.
      La cassa integrazione deve scomparire, le aziende se devono fallire che falliscano, non ci deve più essere il sostegno al lavoro, ma il sostegno al reddito. Basta con le aziende che usano la cassa come ricatto sociale per avere soldi dallo stato, io assumo 50 persone poi ne metto a casa la metà e le altre le faccio lavorare il doppio e ricatto lo stato per farmi pagare i 25 che mi sono messo a casa.
      E' vero che la situazione è complessa, ma tu stato non puoi lasciare senza dignità milioni di persone che hanno sempre lavorato e che proprio perchè lavoratori dipendenti, ti hanno sempre pagato lautamente tutto quello che gli hai chiesto.
      Garantire un sostegno al reddito farebbe comunque ripartire in parte i consumi, se il poveraccio che adesso non ha più lavoro e tribola a trovarlo può andare a fare la spesa, lo fa, i soldi che gli dai se li spende, per mangiare, per vestirsi, per fare benzina e andare a cercarsi lavoro. Maggiori consumi=maggiore occupazione, non dimenticatelo.

      Elimina
    8. Rispondo brevemente al commento di "Voceidealista" del 29/04/2013 ore 11:41
      "I politici sono l'espressione del popolo che li vota, non c'è nessun complotto dei partiti come ama ripetere il grillo pazzo."
      FALSO: semmai lo è solo il presidente del consiglio. (Neanche tanto, vedi nomina di Letta... neanche si era candidato). Gli altri parlamentari sono nominati dai partiti stessi. Vedi ultime elezioni.
      "Lo stesso M5S lo ha dimostrato: se ci fosse stato un complotto non sarebbe in parlamento."
      FALSISSIMO: anche se sono convinto che generalmente l' 85-90% dei cittadini siano un branco di rincoglioniti, non puoi (al fine di dar parvenza di democrazia) smettere di far credere che essa esista ancora: infatti M5S è stato di fatto, grazie alle nomine di Napolitano, messo ai margini della politica... MA NON PRIMA DEL VOTO, DOPO!!! praticamente è come se non fosse in parlamento. Anche se dubito sulla genuinità del M5S, devo dire che è stato l'unico partito-movimento ad essere rimasto coerente con gli obbiettivi iniziali (nessun patteggiamento a favore di norme contro nostro programma).
      "Non sono concetti difficili, eppure sfuggono alla comprensione dell'uomo della strada che, nonostante questo, si sente un grande statista."
      INESATTO: la verità è che ormai la gente ne ha le palle piene della politica. Vorrebbero solo qualcuno che protegesse i loro interessi.
      A parte che in TV o sul Web io non sento parlare di politica ma di gossip politico: "Tizio sta con Kazio che ha lasciato Sempronio"
      La vera politica è fatta di gesti concreti. Di cose che dovrebbero di tanto in tanto venire dopo le parole.

      Elimina
    9. Ma che cazzo stai dicendo se per due mesi li hanno implorato di fare un governo con il PD?
      Ma siamo ritardati porca puttana!? Ma lo hai avuto di fronte agli occhi di merda tutto il tempo e adesso parli di "messi in disparte"!!??

      Cristo santo, ma che cazzo avete che non va in quel cervellino di merda?

      Elimina
    10. Scusami Pq se intervengo, anonimo dice che la coerenza l'hanno dimostrata proprio nel non fare il governo, avevano impostato una intera campagna elettorale su questo punto, e proprio su questo punto sono stati coerenti e questo fatto non si può negare, aldilà che lo si condivida o meno.
      L'essere stati messi in disparte non è negabile, da sempre il copasir è andato all'opposizione, e proprio come opposizione il M5S ha chiesto la presidenza del copasir che invece è stata affidata alla finta opposizione della lega.
      Al di là delle mie scelte di voto, che non sto qui a dire, rimane secondo me molto chiara la volontà di tenere fuori "sopratutto" dal copasir il M5S, dato che vi è la certezza che loro vogliono aprire gli archivi e ficcare il naso in tutte quelle belle carte inerenti a 50 di misteri italiani.
      Insomma sono isolati in quanto non conformi ai soliti giochi di partito e di potere, indipendentemente che possano piacere o no.

      Elimina
    11. Non è coerente per nulla.
      Avevano promesso fatti non parole inutili e vuote.
      Aveva promesso soluzioni alla crisi invece ha fatto perdere un casino di tempo in trattative e fatto salire lo spread. Potevano fare un governo dettando legge, visto che era il primo partito, e fare le riforme necessarie.

      Sai che bella campagna elettorale dopo? Invece no... siccome hanno sputato merda a destra e a manca dovevano salvare la faccia parandosi con il nostro culo.

      Elimina
    12. Puoi sicuramente anche aver ragione sull'occasione mancata, ma un partito o movimento che sia, che fa una intera campagna elettorale dicendo "O vinciamo con una maggioranza netta o NON FAREMO mai un governo con nessuno" e poi fa esattamente ciò che ha appunto detto come puoi definirlo incoerente. Hanno fatto esattamente ciò che avevano detto di fare, se questa non è coerenza cos'è? O avrebbero dovuto fare come la lega dei tempi d'oro poi annichilita e dissolta dai giochini del PDL?
      Si può dire che sono incompetenti, si può dire che non piacciono, si possono dire tante cose, ma la coerenza di pensiero e di condotta finora dimostrata non si può negare.
      Inoltre quando c'era da eleggere il presidente, il movimento ha detto al PD "votate Rodotà e vi si apre un'autostrada per il governo", il Pd ha ignorato l'invito, ha messo in rivolta la propria base che ha addirittura occupato le sedi di partito, quindi quanto ci teneva il PD a fare un governo con il Movimento? Meno di zero.
      Bersani doveva smacchiare il giaguaro, poi doveva sbattere fuori dalla politica berlusconi, poi diceva che MAI E POI MAI avrebbe fatto un governo con il pdl, e il risultato qual'è stato?
      Quindi se si parla di COERENZA riconosciamo i meriti a che ne ha diritto, se poi si parla di scelte politiche sono tutto un altro paio di maniche.
      Quando il Movimento parlava di abolizione dei finanziamenti ai partiti era populismo, Bersani fino a tre settimane fa diceva che era impossibile, stasera Letta l'ha messo come priorità insieme al sostegno al reddito e quella merda subumana di Brunetta stasera era in tv a dire che l'abolizione dei finanziamenti ai partito l'ha voluta il PDL.
      Insomma saranno incapaci, saranno idioti, saranno quel che vuoi, ma non mi sembra che siano stati incoerenti o poi così populisti.

      Elimina
    13. Scusa, ma come poteva il PD fidarsi della "responsabilità" di M5S, come poteva votare Rodotà e poi credere che li avrebbero sostenuti anziché pensare che fosse solo un'esca e poi, votato Rodotà, si mettessero a dire "A KA$A LA KA$TA" e cagate simili?

      Per inciso io penso che non votare Rodotà sia stata una coglionata, ma ci vedo delle giustificazioni di fondo nell'atteggiamento pregresso di M5S, che se veramente avesse voluto cambiare il Paese anziché distruggerlo avrebbe collaborato da prima col PD per i famosi 8 punti.

      Elimina
    14. Quindi per mantenere una promessa (che è una promessa del cazzo) si sono sputtanati l'intero programma e hanno tradito la fiducia dell'elettore, non facendo quello che avevano promesso di fare.
      In sto casino nero dovrei lodarli per aver tenuto fede ad una sola promessa (ridicola) mandando a puttane l'intero paese?

      Ma ti rendi conto di che cosa hanno fatto?

      Elimina
    15. Guga, forse guardiamo lo scenario politico di due paesi diversi, innanzitutto spiegami come si può dire che una forza politica appena nata e che solo ora è entrata in parlamento abbia "Distrutto il Paese", inoltre i famosi 8 punti il M5S ha detto che li appoggia ed è quello che farà.
      Ti faccio notare che comunque i famosi 8 punti sono stati presi pari pari dal programma del movimento (eliminazione finanziamenti, pagamento imprese, riduzione costi, riduzione parlamentari etc....etc...etc....)
      Posso anche essere d'accordo con te sulle "cagate sparate" in campagna elettorale e non solo, ma accusare un movimento di colpe che non ha non è indice di una attenta analisi politica.
      Comunque rimane il fatto indiscutibile che prima si accusava il movimento di dire minchiate pazzesche come appunto il sostegno al reddito, la riduzione dei parlamentari, l'eliminazione dei finanziamenti e poi il governo appena insediato ha messo questi punti in cima alle priorità attuali. Erano quindi cazzate irrealizzabili, oppure lo sono solo se lo dice il movimento?
      Poi se non ricordo male, la folla radunata davanti a Montecitorio che gridava il nome Rodotà bruciando tessere del PD mentre gasparri mostrava il dito medio, erano elettori del PD.
      Quindi è più che condivisibile non apprezzare un partito e le sue scelte, ma accusarlo di colpe che non ha è quantomeno fazioso.




      Elimina
    16. Fabrizio spiegami come fai ad accusare il movimento di aver mandato a puttane un paese quando si è appena insediato in parlamento e quando il governo appena nato utilizza il suo (del movimento) programma per cercare un'uscita dalla crisi.

      Elimina
    17. Due mesi che si tentava di creare un governo non sono abbastanza?
      Due mesi che gli si implorava in ginocchio di fare qualcosa mentre la crisi e lo spread stavano martoriando tutti?
      Quello è nulla?

      Si sono appena seduti e hanno ampiamente dimostrato quello che sono: dei paraculo magnifici che pur di non dire "io non ho fatto nulla con il pdmenoelle!!!!!111" hanno creato danni ingenti e milioni di euro di danno.

      Per cosa sono stati eletti questi qui? Per continuare a dire "vaffankulo!!1!" come facevano sul blog?

      Elimina
    18. Il nuovo governo usa il programma di grillo per uscire dalla crisi?
      Spero di aver capito male.

      http://lavoceidealista.wordpress.com/2012/07/02/analisi-il-programma-del-movimento-5-stelle-sezione-stato-e-cittadini/
      Quando avevo appena aperto il blog mi sono preso la briga di analizzare punto per punto il programma pentastellato: è completamente folle. Spiegatemi come diavolo di può uscire dalla crisi con quella roba.

      Quanto alle commissioni, hanno fatto bene a darle alla lega: non si può dare il controllo dei servizi segreti a un movimento di complottisti (pensa se la presidenza fosse finita a quell'idiota dei microchip); idem per la RAI, non si può dare la commissione a un partito che nel programma elettorale dice chiaramente di voler distruggere la RAI e sostituirla con quella che è esattamente una televisione di regime.

      Cercate il video che ritrae un pentastellato deputato che dice perché non vuole votare la fiducia al governo Letta: legge un lungo elenco di problemi del paese, passati, presenti e futuri (anche indipendenti dalla politica) e dà la colpa di tutto all'inciucio, ai politici che non vogliono portare avanti un'idea come invece fa il M5S.
      Quel tizio leggeva peggio di un chierichetto di terza elementare... il fatto che questa gente espressione della peggiore mediocritaà che il nostro paese abbia prodotto sia pagate da me (e da voi) mi manda davvero in bestia.

      Elimina
    19. Che ti devo dire, io vedo un movimento che è rimasto coerente con ciò che aveva detto in campagna elettorale, tu ci vedi la rovina del belpaese.
      Io le mi argomentazioni le ho esposte, sei liberissimo di pensarla diversamente, ci mancherebbe.
      Io non mi sento in tutta coscienza di accusare il movimento per i problemi del paese, anzi se non ci fosse stato il movimento nessuno avrebbe parlato di quei bei programmi che si leggono sui quotidiani oggi.
      I danni ingenti che tu citi non capisco quali siano, i milioni di euro che tu citi finora li ho visti solo restituire dal movimento.
      Il M5S ha detto e ribadito che sosterrà e voterà ogni mozione che considera utile al paese ed è quello che farà.
      Nessuno del movimento ha mai detto "io non ho fatto nulla con il pdmenoelle!!!!!111" ma hanno solo detto che non avrebbero dato una fiducia ad un qualunque governo, come del resto ha fatto SEL.
      Difatti da sempre l'opposizione fa questo, altrimenti non sarebbe opposizione, vedrai che i singoli emendamenti verranno tranquillamente votati e sostenuti.
      Comunque dato che tu parti dalla tua legittima considerazione che questo paese sia stato rovinato dal M5S e non da chi l'ha ammininistrato nei 50 anni precedenti (difatti prima di M5S eravamo come la svizzera??) io consiglio di aspettare qualche mese e vedere come evolve la situazione.
      Adesso abbiamo un governo, vedremo come andrà.
      In ogni caso vorrei solo farti notare che non siamo MAI rimasti senza un governo, dato che il governo Monti è rimasto in carica e funzionante fino al passaggio di consegne con Letta e che l'ultimo provvedimento è datato 26 aprile 2013.

      Elimina
    20. Se pensi che lo squilibrio politico di due mesi e l'aumento di spread non abbiano conseguenze monetarie hai proprio sbagliato.

      Io fra iniziare a fare qualcosa di concreto con il PD (che non è il demonio come vogliono farti credere loro urlando) e star li ad aspettare e vedere lo spread salire, avrei iniziato a muovere il culo.

      Invece questi sono stati "coerenti" con le puttanate urlate in campagna elettorale, sbattendosene i coglioni delle conseguenze.

      Elimina
    21. Ciao sono anonimo del commento del 29 aprile 2013 ore 21:36
      Volevo replicare a Fabrizio ma devo dire che lo ha fatto Egregiamente Sbudellorum. Ha capito cosa intendevo. Ottimo lavoro.

      Elimina
  3. Anche tu non sei certo un esempio di buon cittadino e non puoi permetterti di spalare merda sempre sugli altri, come sei solito fare.
    Certo, posso sempre sbagliarmi, ma non penso che sulle entrate del tuo blog(che immagino siano minime ma non è questo il punto) paghi le tasse ed hai un'attività in regola.
    E' questa è più o meno la stessa cosa di non fare lo scontrino nella vita di tutti i giorni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho cancellato il commento precedente, comunque sottolineo che io pago fin troppe tasse per i quattro soldi che guadagno con il blog.

      Ad accusare a cazzo qualcuno di reati infamanti vai da qualche altra parte

      Elimina
    2. Di solito non mi piace rompere il cazzo alla gente, ma visto che ti piace tanto fare il paladino della "giustizia" e te la prendi con tutti a destra e sinistra e qualche volta ti permetti pure di fare il moralista..
      Comunque, non ci credo che l'attività del blog è messa in regola con partita iva e tutto, ma tanto non me ne frega nulla, praticamente tutti i siti web non lo sono e sono pure d'accordo con te che per quei 4 spiccioli non ne vale la pena.. Però mi danno fastidio quelli che criticano sempre ed esclusivamente gli altri senza guardare in casa propria.

      Elimina
    3. Vaffanculo e non rompere i coglioni, demente.
      Arrivi a rompere i coglioni presumendo che io non sia in regola in nulla, e insisti a cagare il cazzo anche quando ti dicono che sopra quattro spiccioli ci ho pagato un bordello di tasse.

      Prendi la strada e vai a farti inculare da un asino

      Elimina
    4. Che dire.. solo ad insultare sei capace.. cosa credi che mi possano fare delle offese provenienti da te ?
      Almeno mi faccio qualche risata dai..

      Elimina
    5. La merda secca che mi sta dando dell'evasore e cittadino "non pulito" sei proprio tu, e ti stupisci se ti insulto?

      Ripeto: vai a farti fottere da un asino

      Elimina
    6. No, non mi stupisco dei tuoi insulti perché so che non sei in grado di fare altro.
      Detto questo, non interverrò più, tanto alla fine ripeto a me se tu paghi o non paghi le tasse non me ne può fregare di meno e ragionare con te si è dimostrato impossibile, come già immaginavo, ma meno ipocrisia e falsi moralismi.

      Elimina
    7. E insisti pezzo di sterco disseccato!?
      Vai a farti fottere. Arrivi ad accusarmi di evasione e pretendi pure che ti faccia sopra "ragionamenti"!?

      Ma sei ritardato o semplicemente un coglione idiota che crede di dimostrare alle suo micropene impotente che io faccio "falsi moralismi"?

      Dovrei denunciarti per calunnia, pezzente ritardato rincoglionito

      Elimina
    8. I guadagni del blog presumo vengano da AdSense o altro che non implicano P.Iva, ci paghi la ritenuta d'acconto, ma su questo non sono sicuro.
      Sono invece sicuro, visto che con PQ ne abbiamo parlato in Facebook, che lui paga più tasse di quelle che dovrebbe. Infatti, da quello che ho capito, lavora con contratti per i quali potrebbe chiedere un rimborso tramite il modello Unico ma, a quanto ho capito, ignorava questa possibilità. Quindi, anonimo, credo che accusare di evasione fiscale uno che molto probabilmente avanza soldi dallo Stato mi pare un filo eccessivo.

      Elimina
    9. Per via di una fallacia nella legislazione tecnicamente i guadagni da Adsense necessitano di partita iva. Questo sempre se vengono INCASSATI.

      La tassazione di cui parlavo era applicata su soldi fatturati con aziende italiane, che applicano la ritenuta d'acconto quindi si tratta di soldi incassabili senza troppi problemi.

      Comunque sia aprire partita iva, che costa 3000 euro l'anno, per intascarne alcune centinaia è una stronzata.
      Ma come detto prima questo si applica se i soldi vengono incassati

      Elimina
    10. Ora è più chiaro. ;) Comunque devi imparare come farteli ridare quelli della ritenuta d'acconto, sono abbastanza sicuro che paghi più di quello che devi.

      Elimina
    11. Essendo i miei guadagni al di sotto della no tax area posso dire che tutto quello che pago non è dovuto

      Elimina
    12. Rispondo ad Alessandro, se passerà nuovamente di qua, perchè tanto parlare con palle è del tutto inutile.
      Non conosco precisamente la situazione di Palle se incassi o meno i soldi guadagnati da adsense, e quali e quante tasse paga, oltretutto non sono un commercialista e quindi un esperto del settore.
      Voglio solo sottolineare che la mia "accusa di evasione" è del tutto legittima (anche se esagerata) visto che per quanto ne so ogni sito su internet per poter guadagnare qualcosa deve quantomeno possedere la partita iva e, non vedendola sul sito (sull'obbligo del pubblicarla ci sono ancora dei dubbi) è legittimo che io pensi che il sito non sia in regola.
      Per il resto, continuo a dire che non voglio giudicare nessuno, non mi interessa. La mia era semplicemente una voluta esagerazione per fare un esempio di come tutti in fondo, tendiamo ad approfittare delle occasioni che si presentano, più o meno lecite che siano.

      Elimina
  4. Dire che lo Stato siamo noi è una sciocchezza colossale, una di quelle balle che il potere ha inculcato nella mente dei sudditi per fotterli meglio.
    Sveglia!!!Lo Stato è un'astrazione, esiste solamente l'apparato politico-burocratico detentore del monopolio della forza, in virtù del quale il suddetto ti fa il mazzo se solo ti sogni a fargli mancare la pappa (tasse).
    Sul fatto che siamo un popolo di coglioni hai ampiamente ragione.

    RispondiElimina
  5. Sveglia!!!Nessun complotto, solo logiche di potere, ben funzionanti peraltro. E' sempre accaduto che i detentori del potere (o il potere non esiste?) mirassero ad un consolidamento/ampliamento dello stesso, e quale miglior sistema, per ottenere ciò, che l'indurre i sottoposti a pensare con categorie concettuali da loro stessi concepite?L'idea di Stato è proprio una di queste categorie astratte.
    Finché i babbei italioti riterranno orgogliosi di essere lo Stato,inveendo furenti contro l'evasione, non finiranno mai di essere presi per il culo (giustamente, a questo punto).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma svegliati tu, evidentemente non ti è chiaro il concetto di Stato, visto che lo definisci astratto.

      Elimina
    2. Andrea881/5/13 12:18

      Allora spiegamelo tu tale concetto, anonimo genio....

      Quello che viene definito Stato, secondo me, non è altro che l'insieme degli individui che compongono l'apparato politico-burocratico detenente il monopolio dell'uso della forza; al di sopra di tale realtà non c'è nulla, niente di quelle categorie, queste sì puramente astratte, dei teorici/seguaci dello Stato etico.
      In Italia tale insieme di individui si è arrogato il diritto di accaparrarsi la metà del PIL, e questa cos'è se non una rapina?
      In ciò sta la ragione dell'esortazione a svegliarci.

      Elimina
  6. Purtroppo io non capisco molto di leggi etc. ma non sono né a favore né contro quanto detto.

    Che ci siano dei mantenuti cronici è fuor di dubbio. Io ho conosciuto addirittura una famiglia ricca del cui nucleo la madre è ammalata di Alzheimer e prendono un sacco di soldi tra accompagnamento e robe varie; la cosa bella è che non hanno nemmeno un'infermiera o una badante da pagare e lo fanno per non dare nemmeno un soldo a nessuno e tenersi i soldi in banca. Mai un controllo a casa loro dall'assistenza sociale o da qualche dipendente statale per accertarsi della situazione o delle condizioni della donna e posso dirvi che è tenuta malissimo, il marito ha la gotta e non la può seguire adeguatamente (ma tanto non la segue perché non gliene frega niente) e la figlia, professoressa in lingue, spende i soldi risparmiati per viaggiare all'estero e farsi le vacanze (mica lavoro).
    Riempire la bocca a chi la ha già piena.

    Ora vi elenco un secondo caso.
    Una donna che ora è sulla 60ina ha avuto 6/7 figli (non ricordo bene). Mai avuta una casa in vita sua, ha lavorato tutta la vita e i figli li ha cresciuti tutti tra la strada e qualche aiuto da parte di amici che si offrirono per guardarle i bambini. Lo Stato ha abbandonato questa donna che si è sempre presentata a chiedere un tetto sopra la testa e un lavoro ma non ha mai ricevuto risposte. Questa donna ha lavorato tutta la vita in nero ed è stata picchiata dall'ex marito e quando lo ha lasciato è stata pure criticata per aver abbandonato il tetto coniugale.
    Non ci crederete ma i figli di questa donna stanno tutti bene, alcuni sono riusciti laurearsi e son partiti all'estero, altri lavorano tutt'ora in Italia (come avranno fatto non so). A lei che ha lavorato tutta la vita non è stato riconosciuto nessun contributo perché ha lavorato sempre e solo in nero e riceve solo la minima con cui, per fortuna, si paga l'affitto di una casetta e vive tranquilla, anche se la sua vera tranquillità deriva dal fatto di veder sistemati tutti i suoi figli.
    (continua)

    RispondiElimina
  7. (riprende)
    Lo Stato non è la mamma ma nemmeno una sanguisuga o un menefreghista che dà da mangiare ad amici e parenti e che fa favoritismi senza adempire a quella legge della Costituzione che dice che bisogna rendere uguali tutti, ma così non è.

    Si dice che abbiamo il sussidio di disoccupazione ma da quel che so io, per averlo bisogna lavorare assicurati per almeno due anni, se perdi il lavoro ti pagano solo per sei mesi (e il resto del tempo come dovrei mangiare?).

    Non ci sono controlli per gli appartamenti o le case in affitto, per cui se mi si affitta un monolocale a 500 euro che dovrei fare? Rinunciare? Se prendo 400 euro almese e non mi si assicura il cibo ed il tetto dove e come dovrei vivere?

    Mi spiace dirlo ma a me fanno schifo tutti: grillo, prodi, monti, bersani, berlusconi e tutta la compagnia, io non credo nelle belle parole di chi ha stipendi milionari e pancia piena e se la prende comoda con chi soffre e combatte tutti i giorni per il pane e vede i figli senza speranza e futuro che fuggono in Paesi dove la dignità umana vale qualcosa. Come fanno quei ragazzi a non trovare lavoro in Italia ma, stranamente, trovano subito occupazione fuori? Sarà perché l'Italia è piena di mangiapane a tradimento da 30.000 euro al mese che mettono i loro figli a dirigere qualcosa e i figli entrano in quei posti di lavoro grazie ai genitori e non per merito?

    Ammetto anch'io che prendere la pistola e sparare non è giusto, dato che la maggior parte delle volte si colpisce la persona sbagliata; non è giusto scegliere la strada più facile anziché rimboccarsi le maniche come ha fatto la donna di cui parlo più sopra; ammetto che grillo e altri hanno comunque messo in soggezione tutto il Paese con le loro ipotesi di complotti ma è anche vero che dal Medioevo i ricchi non si sono mai limitati la ricchezza e hanno sempre e comunque spremuto il popolo fino all'esaurimento nervoso e fisico. Per mia esperienza personale posso dire che la fame so cos'è e posso dire con cognizione di causa che il cervello non funziona come dovrebbe e che la tentazione di fare qualcosa di brutto e disonesto passa più di una volta nella testa e qualche volta passa anche l'idea di farla finita e di andarsene per sempre.

    I politici (tra cui anche grillo anche se non lo è di fatto) hanno le loro colpe esattamente come il cittadino che non si dà da fare.

    RispondiElimina
  8. Chiedo scusa per la lunghezza del messaggio.

    RispondiElimina
  9. Palle la corruzione in italia vale 60 miliardi l'anno, per difetto. Gli sprechi della pa sono di fatto incalcolabili. Altro che "in parte, solo in parte".

    RispondiElimina