giovedì 14 marzo 2013

Perchè il cambio di papa

Foto di una porcilaia
Cosa è successo all'interno della chiesa cattolica? Perchè ratzinger ha abdicato annunciandolo con largo anticipo e poi è stato eletto un nuovo papa a tempo quasi record?
Io mi sono fatto un'idea, anche se a qualcuno potrà sembrare banale:

Negli ultimi anni la chiesa cattolica ha incassato diversi duri colpi, specialmente gli scandali legati ai preti pedofili e ai malcelati tentativi degli "uomini" di chiesa di coprirli. Anche l'omicidio di Elisa Clapps ha messo in cattiva luce la chiesa, visto che il parroco depistò per anni le indagini e nascose il cadavere, in questo articolo (particolarmente duro con gli italiani, probabilmente son incazzati del fatto che hanno lasciato libero l'assassino che ha ucciso nuovamente) ne parlano come figura chiave della faccenda, e descrivono anche di come la chiesa abbia aspettato ben due mesi prima di parlare del ritrovamento del corpo.

Insomma, negli ultimi anni ha preso piede nell'immaginario collettivo la figura di una chiesa corrotta fino al midollo, che copre i peggiori reati possibili per evitare scandali e altre conseguenze.

Immagino che questa situazione abbia danneggiato parecchio la chiesa: una infamia simile ha sicuramente fatto diminuire il numero di fedeli praticanti e il numero di donazioni in loro favore (molti si saranno chiesti: perchè finanziare gente che stupra i bambini e gente che aiuta i pedofili?), rosicchiando piano piano il loro potere (perchè vogliono il potere, questo è cristallino).

A questo quadro si deve aggiungere la figura di ratzinger, un papa che non è stato simpatico a molti e che non è riuscito a sostituirsi al papa precedente, ancora il più "gettonato" fra i cristiani belan... praticanti.

Tutto questo deve aver diminuito parecchio l'influenza della chiesa, e questa gente si deve essere cagata in mano. Hanno quindi provato a reclutare nuovi pecoroni paganti fedeli attraverso internet, aprendo un canale twitter. La storia sappiamo benissimo come è andata a finire, in effetti affacciarsi sui social per una istituzione così aspramente criticata nel web è stato come buttarsi in una fossa di leoni. In una settimana hanno chiuso (io pensavo durassero 3 giorni).

Con ormai solo i giornalisti del cazzo leccaculo a parlare bene di loro (e guai a dire "c'erano 4 cani in piazza") e la loro credibilità in costante declino hanno deciso di giocarsi la carta del finto rinnovamento.

Il vecchio papa, ratzinger, si è dimesso dicendo di essere troppo vecchio per poter continuare, lasciando intuire che lui si è voluto allontanare dalla chiesa per dissociarsi dagli scandali continui, fenomeno che negli USA ha preso una dimensione assolutamente assurda.
E con questa mossa il vecchio papa, ora cardinale emerito, ha ripulito la sua immagine. In molti hanno riconosciuto la sua mossa come coraggiosa.

Intanto hanno votato un nuovo papa.
Ma l'evento è talmente importante, nonostante tutto, che le critiche sui favoreggiatori di preti criminali presenti al conclave e del doppio pesismo ipocrita di scomunicare i cardinali che postavano su twitter, lasciando i pedofili impuniti, sono passate quasi in sordina. Conclave che ha eletto un papa a tempo record: neanche due giorni.

E ora si affaccia un nuovo papa, cioè una nuova figura della chiesa: simpatico, alla mano, povero e che si spera faccia pulizia.
Et voilà, televisioni italiote a reti unificate che per ore hanno mostrato il papa, internet stesso fremeva alla notizia, giornalisti da tutto il mondo che mostravano in diretta nei loro paesi.
Un evento in mondovisione per mostrare il nuovo volto della chiesa, studiato a tavolino per piacere alla gente in questo periodo storico di crisi economica profonda e scandali.

Un'operazione di marketing sicuramente funzionante: i giornali già stanno decantando le lodi al nuovo papa, come dicevo prima: il primo del sud America, il primo a chiamarsi Francesco, il primo gesuita e che farà parecchie riforme. Insomma, sottolineano "il nuovo che avanza" che va tanto di moda nella mentalità odierna.
E tutta questa pubblicità mondiale l'hanno avuta quasi aggratise.

Ed ecco la nuova chiesa: corrotta come prima ma con una facciata più simpatica.
Probabilmente il prossimo passo della chiesa sarà fare qualche legge blanda contro i preti pederasti, magari decideranno di pagare qualche tassa, giusto per rendersi più simpatici e rafforzare l'idea che la chiesa sia cambiata.


Un paio di parole sull'evento: il comune di Roma ha speso 3 milioni di euro per preparare l'evento.
Io già mi immagino le scimmie ammaestrate male che, mentre sbattono le mani ossessivamente, urlano biascicando "e unnal'tro stato!11!! perchè dobbiamo pacare noi x lror!!1!!!1! VERGONIAAAAAAAAAAAAAA".
Forse perchè con le centinaia di migliaia di persone arrivate da ogni parte, le migliaia di giornalisti e la folla di curiosi gli hotel, e chiunque altro offriva posti letto, della capitale (per lo meno nelle vicinanze al vaticano) erano intasati e pieni fino a scoppiare, facendo pure lievitare i prezzi?
E sta gente oltre a dormire mangiava e beveva, e li bar, ristoranti, trattorie e anche supermercati hanno fatto affari d'oro.
Insomma, scassiamo meno il cazzo su questi aspetti visto che il giro d'affari probabilmente è stato più ampio dei 3 milioni spesi per la sicurezza.

28 commenti:

  1. No no no, aspettate aspettate. Qui c'è da avere paura, PAURA!!!
    Sentite un po': il Papa è l'intermediario del regno dei CIELI, vero? Bene, è stato eletto la settimana in cui inizia il nuovo mondiale di Formula 1, che per la prima volta nella storia sarà trasmesso integralmente in diretta solo da SKY.
    Quale nome ha scelto il nuovo Papa, dunque? Francesco I. F1.
    GOMBLODDO!!!!1!ONE!!UNO!1

    Scherzi a parte, la Chiesa Cattolica credo sia l'unica istituzione al mondo in cui il complottista medio rischia quasi di passare per negazionista, visti gli scandali, gli intrighi e la mancanza di trasparenza innalzata a livelli parossistici.
    Comunque adesso abbiamo un Papa. Bello, bellissimo, gaudio e giubilo su tutti i media nazionali. Se posso esprimere una perplessità, oggi avrei preferito avere un presidente del consiglio eletto ed una sede vacante in Vaticano, ma sarò io che sono rompiballe...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto che è gesuita immagino l'esplosione di teorie complottistiche...

      Comunque l'attenzione verso il papa dato dai media, e il loro leccaculismo, la dice lunga sul livello di "laicità" e indipendenza dello stato italiano e del popolo italiano verso la chiesa.

      Come nel medioevo...

      Elimina
    2. Beh, quella del Papa "nero" in quanto gesuita mi pare si sia già sentita questa mattina, no? :-)
      Comunque il punto è questo: nella Chiesa la merda è alla luce del sole. Il complottista medio ti parlerà dei soliti intrallazzi politico-economici. Solo che a confronto con lo scandalo dei preti pedofili, onestamente, tutte le teorie di complotto che ti possono venire in mente impallidiscono.

      Elimina
    3. Io non sono contro la religione in sè (anche se credo che pregare sia una immonda perdita di tempo) io lascerei libertà di culto e le chiese, eliminando però l'8 per mille alla chiesa e facendo in modo che chi ci orbita attorno non sia corrotto. Gli farei girare molti meno soldi in tasca, magari con una legge che imponga di donare in beneficienza e iniziative benefiche almeno il 50% degli incassi, visto che ne mettono solo il 7% e con il resto ci comprano oro, seta e i bambini

      Elimina
    4. Libera Chiesa in libero Stato. Fino ai patti lateranensi c'eravamo quasi.

      Elimina
    5. Poi sono arrivati i maiali che hanno preferito conservare potere, influenza e denaro

      Elimina
  2. Papa argentino e appassionato di calcio.

    Presto avremo San Diego Maradona...?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma ti auguri che Maradona passi ancor più presto nel mondo dei più?

      Elimina
    2. Spero di no, già la chiesa non è un granchè, se poi fanno santo un drogato sfatto è la fine

      Elimina
  3. Probabilmente il prossimo passo della chiesa sarà fare qualche legge blanda contro i preti pederasti

    ?

    Cioè, esiste oggi una qualche legge vaticana particolarmente dura contro l'omosessualità?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No aspetta, intendo pederastia nei confronti dei minori (la maggior parte delle vittime sono maschili), poi la loro posizione ufficiale nei confronti dell'omosessualità è fin troppo chiara, ma non so se esistono leggi apposite.

      Elimina
    2. Ma se ratzinger stesso si faceva accompagnare dal bello e giovane padre georg (il minuscolo è d'obbligo per questa gente), secondo voi non se la facevano i due?
      Penso che a questa gentaglia non interessi il piccolo o grande d'età, sono dei depravati a cui ogni cosa che si muove va bene, altro che solo pedofili.

      Son contro l'omosessualità solo di facciata, poi al chiuso delle loro stanze si danno alla pazza gioia.

      Elimina
  4. Quello che è successo ieri è esattamente il contrario di ciò che sostengono i complottisti anti-gesuiti. Infatti, erano proprio i Gesuiti che ostacolavano il potere della Chiesa centrale e si opponevano al suo moralismo bigotto, e stavano diventando una minaccia talmente grande che Ratzinger non sarebbe riuscito a contenerla. Ratzinger si è dimesso proprio per far eleggere un gesuita (corrotto) in modo che i gesuiti si calmassero e ritornassero ad ubbidire al Vaticano.
    Bergoglio ha rinnegato lo spirito gesuita: in Argentina, infatti ad esempio:
    - ha contrastato le leggi sul matrimonio e sull'adozione dei gay in modo feroce, e ha scoraggiato le donne dal partecipare alla vita politica, mentre i gesuiti hanno una visione molto aperta e moderna su queste questioni
    - ha scomunicato e permesso il rapimento dei due gesuiti che aiutavano il popolo durante la dittatura.

    Prima avevamo un papa bianco e un papa nero. Adesso abbiamo due papa neri. Solo che uno è un impostore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma non ha senso dare il potere a qualcuno per farlo asservire, chi ha inventato sta cazzata?
      E' come dire che per evitare di far pisciare il divano dal cane tu gli togli il guinzaglio

      Elimina
    2. Allora non mi sono spiegato: Bergoglio non ha più nulla a che fare coi Gesuiti, era un infiltrato del Vaticano all'interno della Compagnia di Gesù. Infatti è l'unico Gesuita che ha mai avuto la possibilità di diventare arcivescovo/cardinale.

      Sono in fremente attesa di sapere come si comporterà il vero papa nero, Adolfo Nicolás. Quando venne eletto, nel 2008, Ratzinger si pisciò sotto così tanto che si premunì di ammonire e ricordare i Gesuiti il loro quarto voto, cioè il voto di ubbidienza assoluta al pontefice.

      Elimina
    3. Parlavo del complotto...

      Elimina
    4. Ma anche un cardinale può scomunicare? Credevo fosse prerogativa assoluta del Papa.

      Elimina
    5. Scomunicare dalla Compagnia di Gesù, cioè togliere l'appartenenza.

      Elimina
    6. "Ma non ha senso dare il potere a qualcuno per farlo asservire, chi ha inventato sta cazzata?"

      Hindenburg nel gennaio del 1933. :P

      Elimina
  5. Quoto tutto l'articolo, non mi viene nemmeno altro da aggiungere.

    RispondiElimina
  6. Ci sono una serie di errori in ciò che scrivete, i più madornali sono:

    Fausto Levantesi ha scritto
    Infatti è l'unico Gesuita che ha mai avuto la possibilità di diventare arcivescovo/cardinale
    e ciò non è vero. Il regolamento dell'ordine imporrebbe che rifiutassero la nomina, ma più di uno non ha rifiutato. Ad esempio attualmente ci sono ben 5 cardinali oltre all'attuale Papa.

    Conclave che ha eletto un papa a tempo record: neanche due giorni.
    Veramente ci sono stati dei conclavi precedenti (e senza andare tanto in là nel tempo) che sono stati addirittura più veloci: questo ci ha messo 5 votazioni, per Ratzinger 4, per Luciani 4, per Pio XII addirittura sole 3 votazioni. E comunque se vedi nell'ultimo secolo il numero dei giorni è sempre nell'ordine dei 3-4 giorni: Giovanni Paolo II 4, Paolo VI 3, Giovanni XXIII 3, Pio XI 4, Benedetto XV 4.

    Ovviamente solo tanto per puntualizzare ed evitare distorsioni storiche.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la correzione.

      Elimina
    2. Ma questo conclave non è durato due giorni e mezzo?

      Elimina
    3. In realtà solo 2. Però sarebbe più giusto contare le votazioni, in quanto sono cambiate come numero nel corso delle giornate nelle ultime elezioni. Una volta, ad esempio, si votava una volta sola alla mattina ed una volta sola al pomeriggio, nelle ultime elezioni 2 volte alla mattina, 2 al pomeriggio. Rispetto l'attuale conclave per Ratzinger ci fu una votazione di meno (fumata bianca infatti a metà pomeriggio e non alla sera) così come per Luciani. Se vogliamo contare i giorni possiamo dire che mediamente è durato un giorno di meno della media, ma credo (non sono un Vaticanista) che il nome fosse già bel e pronto dal precedente Conclave, dove Bergoglio ad un certo punto (subito dopo la III votazione) disse esplicitamente: "Votate per Ratzinger".

      Elimina
  7. Scusate, ma non mi sembra corretto giudicare Papa Francesco prima che abbia cominciato; magari riesce davvero a riformare la chiesa.

    Notizie di oggi (22/03/2013):
    http://www.lastampa.it/2013/03/22/italia/cronache/ior-sotto-il-controllo-vaticano-piano-del-papa-per-la-trasparenza-Brv5maZDjqaEUYvPsZSMsL/pagina.html

    http://www.repubblica.it/esteri/2013/03/22/news/la_mossa_di_bertone_ior_sotto_tutela_ecco_il_piano_per_salvare_la_banca-55094217/

    http://mattinopadova.gelocal.it/regione/2013/03/22/news/la-chiesa-si-liberi-dello-ior-un-vescovo-solleva-il-caso-1.6746329

    RispondiElimina