lunedì 4 marzo 2013

Il vincolo di mandato secondo grillo

Odio parlare di politica. Fa male al blog.
Però come posso io, che odio le menzogne e le puttanate idiote, lasciar correre quelle che vengono sparate da grillo? Specialmente ora che ha una massiccia presenza in parlamento?
Stavolta ha vomitato un mare di merda sopra il divieto del vincolo di mandato dei politici:

Cosa è il divieto del vincolo di mandato?
La costituzione (COSTITUZIONE grillo, i diritti basilari) dice che "Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato".
Cosa si nasconde dietro questo concetto secondo grillo? GOMBLODDO!

Cosa scrive nel suo blog? Queste stronzate:
"Il voto è un contratto tra elettore ed eletto ed è più importante di un contratto commerciale "
Perchè devo leggere tali puttanate stratosferiche da uno che è dentro il parlamento con un potere non indifferente? Il cittadino vota un suo rappresentante in parlamento che farà i suoi interessi nel legiferare e amministrare (in teoria), non esiste definire il voto un contratto. Non esiste da nessuna parte.

E dopo aver copiato la definizione della costituzione dice:
"Questo consente la libertà più assoluta ai parlamentari che non sono vincolati né verso il partito in cui si sono candidati, né verso il programma elettorale, né verso gli elettori. Insomma, l'eletto può fare, usando un eufemismo, il cazzo che gli pare senza rispondere a nessuno"
Mai letta una tale sequela di cazzate, neanche nei più beceri siti di complottisti...
L'eletto DEVE avere libertà di movimento, altrimenti sarebbe dittatura. Ricordo a questo nazifascistello in fasce che così come lui ha la libertà di fare quello che vuole così è lo stesso per i suoi rappresentanti. Fra l'altro non è vero che non risponde a nessuno, risponde alla legge. Quante volte il suo amico di pietro ha incitato all'arresto di avversari politici?

"Per cinque anni il parlamentare vive così in un Eden, in un mondo a parte senza obblighi, senza vincoli, senza dover rispettare gli impegni, impegni del resto liberamente sottoscritti per farsi votare, nessuno lo ha costretto con una pistola alla tempia a farsi inserire nelle liste elettorali "
Mi piacerebbe vedere cosa succederebbe se uno fa una campagna elettorale promettendo una casa a tutti e il dimezzamento delle tasse che tanto i soldi ci sono, poi una volta eletto si ritrova lo stato senza una lira e in forte debito. Costretto a dimezzare le tasse e regalare una casa a tutti raddoppia il debito pubblico e poi si finisce tutti nel fango!
Non può esistere il vincolo di mandato, perchè bisogna valutare i fatti man mano che avvengono.
Bella troiata preparare tutto il programma in anticipo e poi far crollare lo stato al minimo imprevisto perchè quei coglioni degli elettori vogliono che ci si attenga a quella cagata di programma.

Siccome ho studiato sta cosa del vincolo di mandato spiego a cosa serve, anche se probabilmente lo sanno già tutti: il parlamentare una volta in carica non rappresenta solo le persone che lo hanno votato, ma TUTTO il popolo del paese. Nessuno escluso. E il suo compito è quello di fare gli interessi di TUTTI, non solo degli elettori, altrimenti sarebbe rappresentante solo di una maggioranza risicata: pensa se vincesse vendola, eletto da dei poveracci che campano con 300 euro al mese, dichiarerebbe illegale la ricchezza e appianerebbe il benessere di tutti in una baracca fatiscente con stipendio di 300 euro al mese, per far contenti quei pezzenti dei suoi elettori che non rosikeranno più; oppure berlusconi votato dagli evasori che tassa al 90% chi non lo ha votato perchè chi lo ha votato non vuole pagare tasse.

E' una puttanata paurosa, e devo essere sincero, questa escalation di stronzate da parte di gente con in mano il 20% del parlamento italiano mi fa paura. Non solo perchè stanno ricalcando le orme del nazifascismo per salire al potere, ma anche perchè stanno palesando il chiaro intento di mettere su una dittatura aizzando i grillini idioti contro le regole fondamentali che garantiscono la democrazia.

Fra l'altro mostro una immagine, pubblicata a scopo percula da "siamo la gente il potere ci temono" ma che mostra l'immensa ipocrisia di grillo:


La democrazia è diversa quando è beppe a farla. O si fa come dice lui o si va tutti "a casa".
Credo che se salirà al potere i nuovi campi di concentramento si chiameranno "casa"

16 commenti:

  1. il problema sono coloro che sfruttano questa libertà concessa dall'Art. 63 per proprio tornaconto (vd scilipoti e simili); basta comprarli con un piatto di lenticchie per far sì che un governo non cada per un paio di voti..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il trasformismo è un fenomeno tutto italiano, non esiste negli altri paesi.
      Chissà perchè...
      Ma qua si parla di poca onestà della persona, non si possono fare leggi contro i figli di puttana.

      O si fa un po' di educazione civile o si rimane come si è

      Elimina
    2. ma poi Scilipoti è ancora in parlamento per colpa della legge elettorale, che non permette agli elettori di scegliere i candidati, altrimenti col cavolo!
      E aggiungo anche che Di Pietro è stato "trombato", e forse tanti elettori hanno lasciato il suo partito anche per punirlo per la vicenda di Scilipoti e Razzi.Un politico che non sa giudicare gli uomini, e sceglie i candidati sbagliati, perde la fiducia dell'elettorato!

      Elimina
    3. Di pietro è stato sputtanato in questo ultimo anno.
      La faccenda scilipoti è una concausa della perdita di fiducia

      Elimina
  2. Io mi sorprendo che una persona intelligentissima che conosco, che a scuola aveva il massimo dei voti, che ha ottenuto un signor lavoro per meritocrazia (in svizzera, naturalmente), che praticamente è cresciuta in Svizzera, sostiene questo mentecatto, al punto da usare, come avatar il simbolo del movimento a cinque stelle.

    Ma non dovrebbe essere 'il potere ci teme'?
    Neppure l'italiano sanno scrivere. (non che io sia tanto brava, ma scrivo meglio di loro di sicuro)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' scritto male apposta, prendono per il culo gli idioti ignoranti che supportano grillo con frasi sgrammaticate e da bimbominkia.

      Elimina
  3. "Perchè devo leggere tali puttanate stratosferiche da uno che è dentro il parlamento con un potere non indifferente?"
    Occhio che Grillo non è in parlamento, ma fa il burattinaio dall'esterno. La cosa, se possibile, rende il tutto ancora più inquietante, visto che avremo una forza politica il cui leader sarà libero di sproloquiare senza gli obblighi del confronto pubblico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti lo hanno sempre detto. Si trova in una posizione comoda (per lui, ovviamente). Ma altrettanto pericolosa (che accadrebbe se il suo partito gli si rivoltasse contro per qualsiasi motivo?)

      Elimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. (citazione da Keinpfusch)

    La gente è convinta di aver votato per il genio della lampada, raccogliendo voti trasversalmente per disperazione dal piccolo imprenditore fallito, dal disoccupato, da dipendenti pubblici, da vari tipi di farlocchi (animalisti, ecologisti, free energisti). Da tutti insomma. Come fai ad accontentare l'imprenditore arretrato che vuole zero tasse e lavoratori aggratis e i giovani che vogliono orari umani e stipendi decenti? Non appena si renderanno conto che Beppe non mantiene le promesse
    "ma beppe, credevo che avremmo usato il motore di Schetti, sei un servo delle lobby petrolifere " , "ma io pensavo che mi davi la cura Di bella gratis", "continuo a vedere scie chimiche", "meno tasse e reddito di cittadinanza per tutti", "il signoraggio, perchè non parli del signoraggio".
    Grillo non deve far bene, deve fare miracoli

    RispondiElimina
  6. Alla luce di Scilipoti non sarebbe male definire una scelta per vincolare il mandato, fatto salvo l'articolo 63 per tutti gli altri. Mi troverei d'accordo sul principio, ma non sulle cause che l'hanno portato a blaterare: come si vede sul blog di mantellini, tre anni fa diceva cose totalmente diverse. Pertanto Peppe vuole solo, per lui e per Casaleggio, teleguidare gli eletti sotto di lui.
    Poi ovviamente diciamo che non è fascismo questo, che per definirlo fascismo aspettiamo le squadracce e peppicrillo premier che si assume tutta la responsabilità dell'omicidio del tale oppositore, eccetera, dài. Aspettiamo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si farà chiamare con qualche nomignolo in latino.

      Elimina
  7. [quote]Il cittadino vota un suo rappresentante in parlamento che farà i suoi interessi nel legiferare e amministrare (in teoria), non esiste definire il voto un contratto. Non esiste da nessuna parte.
    [/quote] Fa gli interessi di chi? Mi pare di capire che nemmeno tu abbia ben chiaro l'art.67. Ogni eletto non fa gli interessi propri, ne' degli elettori che lo hanno votato, ne' delle lobby che lo hanno supportato durante la campagna elettorale, ne' dei partiti che lo hanno presentato alle elezioni.
    Una volta eletto, ogni parlamentare, deve fare gli interessi della Nazione. E' questo il significato dell'art.67 e dell'assenza di vincolo di mandato.
    In realta' il vincolo di mandato e' facilmente introdotto da vari sistemi elettorali, come quello attuale, che vincola la possibilita' di essere rieletto alla volonta' del partito che ti mette in lista. Non a caso Razzi e Scilipoti sono stati recentemente eletti grazie al "vincolo di mandato" che avevano con Berlusconi, dopo averlo sostenuto nella legislazione precedente cambiando schieramento politico.
    Pur mantenendo il principio del vincolo di mandato, sancito dalla costituzione, non sarebbe un'idea peregrina introdurre strumenti di revoca del mandato da parte degli elettori (quindi fondamentale legare gli eletti ai propri seggi) in caso di "palese inadempienza ai propri doveri di eletto".

    RispondiElimina
  8. Palle, questo è per te, un esempio dei deputati che stanno in Parlamento grazie a Grillo...



    25 anni

    laureato

    vegano

    poster di bart simpson in camera

    le stesse capacità espositive e cognitive di un bambino di 12 anni (non vegano)

    afferma che tante coscienze si stanno svegliando grazie a internet

    il resto scopritelo da soli


    http://video.repubblica.it/dossier/movimento-5-stelle-beppe-grillo/il-deputato-m5s-negli-usa-microchip-nel-corpo-umano/121432/119917


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dai, volevo segnalarlo io per rallegrarmi la giornata (piove pure...). Non è giusto...

      Luca.

      Elimina
    2. Ci sto scrivendo a proposito proprio ora

      Elimina