lunedì 28 gennaio 2013

I negazionisti delle camere a gas naziste

Siccome ieri era il giorno della memoria sono venuti fuori come vermi dal fango, come topi maleodoranti dalle fogne fetide, come larve di mosca dalla merda i negazionisti infami con le loro storielle del cazzo, che nonostante siano state bellamente sputtanate decenni or sono insistono a riproporle al pubblico ritardato complottardo:

Max Cady mi ha segnalato un link a un sito gestito da una disturbata mentale grave che riprende tutte le stronzate propagate da un vecchio rincoglionito francese un po' troppo affezionato al nazismo, tale robert faurisson, spacciandole però per sue. La data di pubblicazione ovviamente è il 27 Gennaio.

In pratica questo povero mentecatto ha paragonato le camere a gas naziste con la pena di morte che viene usata al giorno d'oggi negli USA, quindi secondo lui le camere a gas non esistevano perchè i morti erano tossici come i condannati a morte americani.
Ovviamente la cosa mi pare tanto una stronzata di proporzioni catastrofiche, e tutte le obiezioni appaiono come stronzate.

Lo stesso faurisson del cazzo, per difendere un nazistone mangiamerda durante un processo, mandò un povero mentecatto (successivamente condannato negli USA perchè non era neanche ingengere) a fare delle rilevazioni ad Auschwitz per verificare quanto cianuro fosse presente nelle pareti. La sua conclusione da nazistone del cazzo fu che non ci furono gassificazioni perchè nelle camere di spidocchiamento degli abiti (o come si chiamavano) c'era più cianuro nelle pareti rispetto alle camere a gas.
Il coglionazzo venne sbugiardato facendogli notare il fatto che per spidocchiare si teneva la stanza invasa per giorni, mentre per ammazzare per pochi minuti. Inoltre i nazisti distruggendo le prove danneggiarono parecchio le camere a gas lasciandole esposte agli agenti atmosferici, cosa che ha portato via il cianuro dalle pareti.
Il nazistone venne condannato e il finto ignegnere ritardato cacciato a calci in culo da ogni contratto con enti pubblici statunitensi.

Forse l'enorme sputtanata arrivata in faccia a questo imbecille ha fatto desistere i negazionisti di staminchia?
Ovviamente no! Quanto detto da tale imbecille è per questi disturbati mentali del cazzo VERITA' insindacabile.

I testimoni oculari? Pagati dal NWO.
Il diario di Anna Frank (che non voterebbe cinque stelle sciacalli del cazzo)? Un falso.
Deportazione degli ebrei? Una vacanza all'estero, sono morti per colpa degli americani.

Se tutto questo non fosse abbastanza ridicolo quel mentecatto stellare di faurisson è andato a teheran a una conferenza negazionista promossa da qualche terrorista islamico e il presidente ahmadinejad (grande sostenitore della democrazia made in deretano complottardo), in cui suddetto imbecille non solo disse che quanto detto da lui sia verità (nonostante la storica sputtanata, reiterate decine di volte da altrettanti studi) ma anche che il negazionismo ha avuto tante vittorie.
Tali vittorie non erano altro che articolucoli di siti web fogna di complottardi rincoglioniti o di neonazistelli mangiamerda, insomma un po' come se straker andasse in giro a dire che è un grande perchè degli imbecilli che lo seguono hanno aperto un blog fogna per dire "straker è grande".

In effetti questo rincoglionito credo sia una sorta di straker francese...

Ah, ci sono fior fiore di taniche di veleno, movimenti bancari, bolle di accompagnamento, fatture e cazzi e mazzi che attestano l'acquisto di oltre ottomila chili di Zyklon B da parte delle SS.
Oltre ovviamente alle camere a gas con ancora tracce di cianuro nei muri e il piccolissimo dettaglio dei testimoni.

I negazionisti solitamente sono degli antisemiti ritardati affetti da gravi disturbi della personalità, probabilmente psicopatici, che credono nel NWO, nell'egemonia ebraica e che tutto sia manovrato dai gesuiti. E con questo ho detto tutto

31 commenti:

  1. L'invasata che dici ha un blog che si chiama tipo 'Alice nel paese delle meraviglie?
    Ieri sera leggendo l'articolo sulle camere a gas associate alla pena di morte in America, mi domandavo 'e questo che diavolo c'entra col complottismo'?
    Una cosa che noto spesso è che i complottisti, forse facendolo apposta, forse no, scrivono articoli lunghi, ricchi di termini scientifici ma senza capo ne coda.

    Sui nazisti mia nonna, verso la fine della II guerra mondiale, incontrava quelli della Gestapo bazzicare in nord Italia (dove vivo io), e se quell'anno non fermavano il duce, la mia area sarebbe stata sgomberata per diventare una trincea, dato che si tratta di un area strategica (dove si possono trovare anche residui di appostamenti di guerre combattute parecchi secoli fa)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio quel blog...
      Si, sparano terminoni giusto per far sembrare valide le loro cagate ma alla fine non dicono nulla di concreto

      Elimina
    2. beh pq se vuoi renderti conto di quali sono le tecniche negazioniste ti consiglio vivamente "History on Trial" della Prof. Deborah Lipstadt, la quale, nel lontano 1992-1993 venne portata in tribunale da David Iriving [ un noto revisionista britannico ] per diffamazione.
      il processo e' riportato nel sopracitato libro, dove Irving, davanti ad una corte, ha la possibilita' di svelare "la truffa' o "la grande menzogna" [ ovvero, la Shoah decritta con parole negazioniste ] presentando il famoso "rapporto Leuchter", a cura del [ sedicente, leggendo il libro scopriremo proprio sedicente ] "ingegnier" Fred Leuchter, il quale, pagato 35,000$ da faurisson per "confutare l'esistenza delle camere a gas" ando' in "spedizione" ad auschwitz con la moglie e un cineoperatore al seguito dove illegalmente rubo' pezzi di intonaco scrostato da una parete di quella che una volta era una camera a gas; torno' non solo senza uno straccio di prova ma anche con l'onere di dover provare cio' in un tribunale. eppure i negazionisti esperti e meno continuano a ciotare il rapporto leuchter come prova comprovata della non esistenza delle camere a gas.devo dirti come e' andata ;) ?
      oppure,prova a chiedere loro DOVE sono finiti i bambini e gli anziani...ma certo, sono tutti scappati in russia o in sud america a rifarsi una vita......

      abolirei la liberta' di espressione caro pq

      Elimina
    3. Ah, mi riferivo proprio a leuchter come il "povero mentecatto" che raccoglieva prove per il processo del nazistone.
      Probabilmente ho semplificato troppo

      Elimina
  2. ti ringrazio per l'articolo, un peccato che non attiri decine e decine [ e decine ] di commenti come altri post che hai pubblicato.
    l'unica nota positiva e' che stormfront [ italia ] ce lo siamo tolti dalle palle
    un'altra questione che vorrei sottolineare e' come molto spesso i negazionisti vengano presi per l' "altra campana" della Storiografia Ufficiale, insomma, che siano parte del 'dibattito' Storico. NO. e' proprio questo che [ a loro manca ] cercano : visibilita'.
    i loro argomenti sono triti e ritriti; esistono controargomentazioni 'pangermaniche' atte al restauro del terzo reich che spostano i paletti dalle responsabilita' collettive [ a mio parere eh ] del popolo tedesco.
    a tal proposito consiglio un mattonazzo interessante :
    I Volenterosi Carnefici di Hitler - Daniel Jonah Goldhagen

    da wiki
    "In questa opera, Goldhagen elucida la sua tesi che i tedeschi ordinari non solo sapevano, ma sostenevano l'Olocausto, in base ad un particolare e virulento antisemitismo eliminazionista che formava parte della loro identità e che si era sviluppato nei secoli precedenti [..] "

    parecchio controverso, e' stato attaccato a suo tempo [ lo lessi nel 2002 ] da vari Storici ; secondo me e' una analisi valida, agghiacciante, ma realistica su propaganda e lavaggio del cervello

    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bhè, non è una tesi fantascientifica secondo me.
      Gli ebrei prima delle deportazioni subivano le vessazioni dei tedeschi, c'è poco da dire. E fra l'altro non è che vedi sparire intere famiglie, portate via dalle SS e non ti poni neanche una piccola domanda...

      Fra l'altro i tedeschi erano quelli che consegnavano felicemente persone con handicap fisici e mentali per farli ammazzare, per "ripulire la razza"

      Elimina
    2. esatto, il fatto e' che incolpare TUTTI i tedeschi magari e' un po' azzardato ma a livello di responsabilita' [p o giustamente come dici " sparivano intere famiglie" ] si, senza dubbio non posso non credere che non sapessero, se non dell'esistenza dello sterminio in se, del piano di 'eliminazione' dalla vita socale del paese al quale contribuivano nel bene e nel male.

      Elimina
    3. Max, su 10 persone che frequentavano stormfront italia, otto erano agenti provocatori della DIGOS, uno era infiltrato dell'INTERPOL e uno era un ciccione skinhead di 14 anni che scriveva VIVA IL DVCCIE invece di fare i compiti.

      Elimina
  3. In fondo furono uccise solo milioni di persone, che vuoi che sia?
    La libertà di espressione ha dei limiti, non si può scrivere quello che si vuole.
    Sono troppo cattivo se dico che i negazionisti dovrebbero essere fatti vivere quel qualche giorno nelle stesse identiche condizioni dei campi di concentramento nazisti? Senza farli fuori, solo trattandoli come erano trattati i prigionieri.

    L'idea che gli ebrei siano i "padroni assoluti del mondo" è ridicola e dire "ebrei" ha poco senso: non è un popolo, è una religione, è come dire "cristiani" o "islamici". Certe persone dovrebbero stare al manicomio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non smetteremo mai di rimpiangere i manicomi...

      Elimina
    2. Io lo definisco trattamento San Massimiliano Kolbe, morto di fame ad Auschwitz al posto di un padre di famiglia che sopravisse alla prigionia.
      Una settimana in una bella casetinna di lamiera, senza cibo ne acqua, per un paio di giorni.
      Vediamo che cosa dicono dopo.

      Elimina
  4. alessandro28/1/13 19:52

    gente che si lamenta di fantomatici controlli di massa, limitazioni di libertà di nuovi ordini vari e poi ha la libertà di pubblicare robe del genere senza essere perseguita...sempre più convinto che la diffusione di internet ha fomentato ignoranza e disinformazione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me dovrebbero farsi un bel viaggetto in nord corea per saggiare la grande libertà di cui godono (letto in alcuni commenti sul tubo) oppure in Iran.

      Secondo me un trattamento di una settimana cura permanentemente il germe del complottismo

      Elimina
  5. "I negazionisti solitamente sono degli antisemiti ritardati affetti da gravi disturbi della personalità, probabilmente psicopatici, che credono nel NWO, nell'egemonia ebraica e che tutto sia manovrato dai gesuiti. E con questo ho detto tutto."

    Gente che crede queste baggianate dovrebbe essere considerata affidabile come un canguro con la labirintite - e invece quanti idioti che danno loro retta. Tutto ciò è deprimente.

    RispondiElimina
  6. Paolo, ex anonimo firmato29/1/13 11:35

    I negazionisti non sono dei mentecatti: IMHO sanno benissimo di mentire.
    Infatti nello stesso letamaio neonazi i negazionisti sono una minoranza, solo che si fanno sentire: pare che la maggior parte dei neonazi sostenga che lo sterminio non solo ci sia stato ma addirittura che avrebbe dovuto essere più pesante. Insomma si smentiscono fra di loro.

    Personalmente (per fortuna?) di quella genìa non conosco di persona nessuno.

    Il solo di destra che conosco personalmente è un ultracinquantenne ex appartenente al famigerato FdG ma che oggi simpatizza (non so se si sia impegnato) per "Fermare il declino", il nuovo movimento di Oscar Giannino. Quindi non è più l'estremista che era stato. Semmai vero estremista fosse stato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Solo alcuni credo siano dei "furbi" che mentono sapendo di mentire, come capita in generale nel complottismo molti sono imbecilli che ci credono per partito preso o per vero e proprio fanatismo.

      Il fatto che quella persona abbia cambiato idea è sintomo che non era un imbecille ma semplicemente male informato

      Elimina
    2. a tal proposito consiglio

      http://en.wikipedia.org/wiki/Jean-Claude_Pressac

      un alrtro caso di mala informazione
      riporto un breve passo

      "Pressac was originally a Holocaust denier [..] Upon visiting Auschwitz in 1979, however, Pressac was able to view first-hand the extensive archive of construction documents which had survived due to being located in the construction office rather than the administrative offices. These convinced him that his former views were in error, an event he describes in the postface of Auschwitz: Technique and operation of the gas chambers, saying that he "nearly did away with myself one evening in October 1979 in the main camp, the Stammlager, overwhelmed by the evidence and by despair"

      Elimina
    3. Meno male che ha ammesso i fatti

      Elimina
  7. Questa generalizzata ed estesa deriva neonazistoide e filofascista mi sta inquietando già da un bel po' di tempo oramai.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, perchè oltre che coglioni sono pure violenti.
      Specialmente in branco

      Elimina
    2. forse piu; inquietante ancora e' che sti porci riescono a mimetizzartsi egregiamente, vedi i "rossobruni" [ sito aurora ad esempio ] , l'ambiente musicale 'black metal' [ tanto da esserci un filone chiam,ato "national socialist black metal" ] e 'martial industrial' [ con gruppi dai nomi quali "arditi", "folkstorm" ecc ].
      purtroppo questo nuovo neonazismo conosce bene i propri polli e mai [ certo alcuni sono sfacciatamente nazi, come le band sopracitate ] si lasciano scappare la parola 'nazi'...no, vi diranno che sono 'odinisti' o 'pagani' e non nazi, non razzisti ma 'identitari'; non fatevi ingannare : e' SEMPRE la stessa spazzatura.....
      un saluto

      Elimina
    3. Ho la sfiga di conoscerne qualcuno di questi musicisti/casapoundisti...
      E quelli che conosco io non si definiscono "identitari" o "arditi" o "odinisti" (sono furbi a volte, e sanno che è pericoloso)
      Anche perchè molta gente che parla di paganesimo, religioni nordiche lo fa a sproposito, senza minimamente collegarsi al filone filo-fascio-nazi.
      Le antenne vanno drizzate quando senti qualcuno che parla di musica/roba/idee/valori "non conformi".
      Ecco loro si definiscono non conformi.
      Senza assolutamente immaginare che le ideologie che portano avanti sono disgraziatamente state quanto di più conforme ci sia stato.
      Della serie: ai tempi o eri conforme o olio di ricino e manganello.
      Sono queste lacune e discrepanze unite all'ignoranza diffusa ce spesso permea l'ambiente in questione che mi fanno tanta ma tanta paura.

      Elimina
    4. Una volta ebbi questo dialogo in un ostello.
      Persona X: E che fai nella vita?
      Io: Lo storico
      X: aaah, sono sempre stato appassionato di storia.
      Io (dubbioso): ah! maddai...
      X: Ovvio, quella che conosciamo l'hanno scritta i vincitori.
      Io (OHCCAZZO!)

      Elimina
    5. La storia purtroppo non è una scienza esatta, e molte volte si deve rivedere molto materiale dopo alcune scoperte importanti avvenute successivamente.
      Questo la rende vulnerabile a speculazione, ma non credo ci siano problemi di malafede (tranne in alcuni casi in cui un soprintendente ha affermato di aver nascosto nuove scoperte per non "turbare gli studenti che si stavano laureando")

      Elimina
    6. Giustamente quasi tutti i libri sul Vietnam li hanno scritti storici vietnamiti essendo che sono loro che hanno vinto...

      Elimina
  8. Lol questi sono i complottisti più stupidi insieme a quelli del "non siamo andati sulla luna", quanto devi essere cretino per prendertela con una delle verità più dimostrate della storia? Milioni di documenti, migliaia di evidenze e milioni di testimoni.
    Oh poi io sono per la libertà di parola sempre e comunque e per la libertà di percularli a dovere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bhè, per loro le prove non contano.
      Come non conta la scienza per gli scichimisti e l'intelletto per i fan di icke...

      Elimina
  9. Certo che vedere la pubblicità dei cioccolatini sotto l'articolo fa un effetto strano... Comunque, faccio notare la differenza tra negazionisti e revisionisti. Il negazionista è l'equivalente storico di Straker, nega l'esistenza dei campi e inneggia al gombloddo.
    Il revisionista è più sofisticato: lui non nega che i campi siano esistiti, ma evidenzia due cose che molti non sanno:

    Primo, ci sono state le atrocità, ma ci sono anche molte balle inventate dalla propaganda americana dei tempi, poi diventate verità agli occhi delle masse. Ad esempio, nel corso degli anni si è passati da sei milioni di ebrei morti a "circa un milione".

    Secondo, quelle che per noi sono barbarie assurde, per la gente di quei tempi erano cose normalissime. Oggi un campo di concentramento era una cosa mostruosa, a quei tempi era normale per tutti, ebrei e non ebrei. Ecco un esempio:
    http://it.wikipedia.org/wiki/Internamento_dei_giapponesi_negli_Stati_Uniti
    http://digital.library.upenn.edu/women/bly/madhouse/madhouse.html



    OK, shitstorm coming in 4... 3... 2.. 1....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 0

      un milione te lo sei inventato tu, parlando i ebrei puoi dire magari 5 milioni se proprio vuoi prendere le cifre meno arrischiate, ma se ci butti dentro russi e polacchi arrivi a a 10 mln tranquillo.
      Campi di internamento li avevano tutti i paesi, anche l'Inghilterra per gli italiani se è per questo, ma non mi sembra che li sterminassero in quanto italiani o giapponesi.

      revisionismo significa "rivedere le fonti" tipo i revisionisti israeliani come ben morris che riscrivono la storia del conflitto palestinese, ma lo fanno fonti alla mano, non inventando.

      Elimina
    2. vorrei precisare che il termine Revisionista, in Storiografia Ufficiale, indica la linea di pensiero che scagiona la Germania dalle responsabilita' criminali perpetrate a danno dddegli Ebrei d'Europa.
      tutto qui.

      Elimina
  10. Secondo me i negazionisti sono dei cazzari ma alcuni revisionisti hanno fatto notare aspetti interessanti sulle camere a gas.
    Ovvero che per stessa ammissione del direttore di Aushwitz le camere a gas non venivano utilizzate ogni 30 minuti a ciclo continuo ma massimo una volta al giorno per questioni di sicurezza e aereazione le successive 24 ore.
    IMHO molti ebrei sono stati sterminati nelle camere a GAS ma non il numero che si credeva.A mio avviso venivano uccisi solo i malati gravi e i malcapitati che arrivavano con loro sui treni per scongiurare un rischio contagio.
    Nel film shindler list dove erano solo donne e bambini finiti per sbaglio ad Aushwitz dove appena arrivati vengono inviati a fare la doccia ed erano terrorizzati uscisse il gas ma quando esce solo acqua provano un'incredibile sollievo.Nessuno di quel treno é finito in camera a gas e sono tutti tornati da Shindler.
    Ció non giustifica le atrocitá dell'Olocausto che vanno ben oltre le camere a gas ma non vanno confusi i negazionisti con i revisionisti

    RispondiElimina