lunedì 11 giugno 2012

Terremoto: più solidarietà agli animali che alle persone

Questa è una cosa che mi fa parecchio incazzare, una cosa che veramente sta fuori dal mondo.
Sto parlando della solidarietà verso gli animali "terremotati", che supera di gran lunga quella alle persone.
Ma a cosa serve una cosa simile?

Nel web è stata un'esplosione, 3 quarti delle notizie che ho visto riguardavano gli animali, solo una piccola parte le persone.
Io mi chiedo una cosa: perchè mettere gli animali prima di noi?

Ok, sono contrario ai maltrattamenti e alle uccisioni ingiustificate (mangiare è giustificato, lasciare li no) ma gli animali sono animali. Non hanno la nostra percezione, non possiamo pensare che loro siano esattamente come noi! E' impossibile!

C'è già una grande differenza fra la mentalità fra uomo e donna, figuriamoci fra uomo e animale.

Ma questo secondo questa gente sono cazzate, ovviamente.
E allora eccoli, che elogiano le squadre che vanno a soccorrere gli animali, elogiano un ratto di fogna più grande di una mano che, secondo lo sciroccato che ha pubblicato, "dimostra affetto e gratitudine" mentre beve acqua dalla bottiglia che gli porge un volontario (che manda a fanculo le persone per aiutare un sorcio). Ho una notizia: non stava dimostrando "amore affetto e gratitudine", quello era un animale talmente assetato che ha rischiato di bere dalla bottiglia di quel tizio. Così come gli animali selvatici affamati si addentrano nei centri urbani per frugare la spazzatura. Sono cose che normalmente non fanno.

A me sinceramente questa cosa fa schifo.
Una suora ha denunciato la reale (e sottolineo REALE, ci sono diversi studi a proposito) secondo cui le donazioni e il volontariato verso gli animali è per lo meno cinque volte superiore allo sforzo verso i bambini o persone in generale. Quale è stata la reazione degli animalisti di fronte a questa realtà oggettiva? "suora di merda vi prendete già l'otto per mille!!11!!" et similia.
Ora, il fatto che sia stata una suora (che fa parte di una chiesa corrotta e deprecabile) non cambia di certo la realtà dei fatti, per cui possono pure insultare chi vogliono che la realtà non cambia, se non nella mente bacata di questa gente "nasco nel cemento, non vedo la natura se non nei cartoni disney e minaccio di morte l'umanità intera se continua a mangiare carne e indossare pellicce" basta insultare qualcuno che la verità diventa magicamente quello che raccontano loro.
Un po' come il discredito politico...

Va bene protestare contro le sevizie inutili, va bene protestare contro le cose che non vanno bene, ma non va bene anteporre gli animali a noi. E non si tratta di "specismo" (come se minacciare di morte una persona per aiutare un animale non lo fosse, se esistesse sto "specismo"...), perchè così come lupi e leoni fanno branco per essere più forti anche noi facciamo (o dovremmo fare) nella stessa maniera.

Questa gente è completamente fuori dalla natura, non capiscono una sega e pensano che natura sia l'erba inglese nel parco cittadino dove incontrano quattro piccioni intossicati dal loro smog e due cigni rincoglioniti che nuotano nell'acqua melmosa del "laghetto".

Ogni giorno che passa ho sempre più l'impressione che la popolazione si instupidisca a vista d'occhio...

13 commenti:

  1. Mi fa venire in mente un aneddoto (ma probabilmente vero) attribuito ad Hemingway.
    Ad una signora che lo rimproverava per la sua passione per la caccia e per le corride, chiedendogli come poteva essere così cattivo verso quelle povere bestie, Mister Papa rispose di aver notato come, quasi sempre, coloro che sono tanto pietosi verso gli animali riescono ad essere assolutamente indifferenti davanti alle sofferenze degli esseri umani.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E aveva ragione, leggo certe cose (perchè fortunatamente di animalisti non ne conosco di persona) su internet che sono assurde, come il desiderio di ammazzare la gente di green hill, il desiderio di torturare allevatori e macellai...
      Assurdo.

      Poi si scopre che gli animali più maltrattati sono i cani, mentre quelli da allevamento (a parte i maiali, gli ultimi...) neanche compaiono.
      E nei maltrattamenti non fanno rientrare la forzatura della dieta innaturale per l'animale, figuriamoci.

      Elimina
  2. Hemingway ha insegnato molto sul rapporto tra esseri umani e animali

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so molto di Hemingway, ho letto alcune opere e sono semplicemente indimenticabili.
      Di certo non uno stupido qualunque...

      Elimina
  3. Secondo me è solo una questione di ascolti.
    Se parli delle persone che hanno perso tutto dici cose che tutti già sanno e non interessano più (a parte ai poveracci che hanno perso tutto)

    Attira molto di più il gattino salvato o il sorcio che beve dalla bottiglia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se è così è pure peggio, perchè si tratta di freddo calcolo dei possibili vantaggi che si possono avere da una tragedia...

      Il problema è che hai detto una cosa molto probabile, e probabilmente in alcuni casi pure veritiera...

      Elimina
  4. Uno dei motivi principali è questo:
    http://youtu.be/gnIWQI6voP0

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da notare i commenti costruttivi che hanno lasciato gli animalisti...

      Questa gente è pericolosa, stanno diventando dei fanatici, infatti hanno minacciato di morte chi parlava, senza ovviamente dire molto per smentire quanto detto...

      Dove cazzo sta finendo il mondo?

      Elimina
    2. Già, ma gli animalisti più integralisti credo che siano sempre stati dei fanatici(e spesso anche ipocriti e incoerenti) non è una novità!
      Comunque credo che il presidente di federfauna, anche se parla per interesse(Federfauna mi sembra che sia un sindacato che difende allevatori, commercianti di animali da compagnia, circenzi, cacciatori ecc...), in buona parte abbia ragione. Per esempio che senso ha importare in Italia i randagi dall'Ucraina(cosa che stanno facendo molte associazioni animaliste), per darli in adozione dietro "rimborso spese", quando ci sono già un sacco di cani adottabili nei nostri canili??il sospetto che serva ad attirare donazioni, e far guadagnare soldi a chi gestisce la cosa, viene spontaneo...

      Elimina
    3. Bisogna sempre guardare CHI da delle informazioni, perchè il rischio che siano parziali o falsate per interesse è sempre presente.
      Non bisogna però fare l'errore di credere tutto falso in base a chi lo dice (ho fatto l'esempio della suora in questo post), se quanto dice è vero è vero e basta.

      In questo caso i dati di fatto parlano chiaro, e minacciare di morte questo tizio sud americano (non "accento rincoglionito" come dicono i semianalfabeti e mezzo ritardati che hanno commentato il video) non cambia le cose

      Elimina
  5. Io manderei questi ANIMALISTI (DI MERDA) a vivere in un branco di lupi o di leoni, e poi ne riparliamo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paolo, ex anonimo firmato15/6/12 11:33

      In Sudafrica c'è uno che ha una riserva con una trentina di leoni, e una volta era passato in TV (mi pare su Animal Planet) mentre faceva le "coccole sotto il mento" a una leonessa come fosse una gatta. Se poi quella si girava e gli prendeva la mano in bocca (come fanno spesso i gatti che vogliono giocare) sono immaginabili le conseguenze.
      No, non so l'indirizzo di questo tizio... per mandargli gli animalisti ;)

      E sulla questione terremoto/animali avete sentito l'enfasi alla storia dei pesci morti? Molto probabilmente è stata l'onda d'urto, si trasmette nell'acqua come e meglio che nel suolo.

      Sul "resto del terremoto" e sul giornalismo spazzatura relativo ci sarebbe da scrivere un libro:
      -Perchè gli stabilimenti del grana sono crollati e quelli della Ferrari no? Forse che i primi sono stati costruiti male?
      -Non sapevano che la "liquefazione del suolo" è stata studiata fin dal terremoto di San Francisco del 1906, il suolo della California è abbastanza simile a quello emiliano, quindi...
      -I vulcanelli di fango: ricordo di aver sentito parlare delle "salse di Nirano" (sono vicino a Fiorano) circa trent'anni fa, e già Stoppani le aveva descritte.

      Elimina
    2. Si Paolo, ma probabilmente lui quei leoni li ha allevati sin da quando erano piccoli... Ho visto qualcosa anche io, e ci giocava tranquillamente, si vede che sanno regolare la loro forza.

      I pesci morti si possono spiegare anche con l'inquinamento dell'acqua, forse il terremoto ha spaccato qualcosa e si sono liberati dei gas che hanno reso acida l'acqua, uccidendo i pesci.
      E' una cosa normalissima durante i terremoti.

      @Mikhail: è quello che dico sempre anche io, andrebbero buttati una settimana in una foresta in mezzo alla natura selvaggia, così vedono come funzionano le cose

      Elimina