giovedì 7 giugno 2012

Contro la crisi: orto in casa

Per la serie "risparmiare denaro" introduco l'argomento "orto".
Quanto costano ormai gli ortaggi? Parecchio...
Ovviamente non si può fare a meno di mangiare, e non può andare avanti a pane e cicoria.
Per risparmiare sempre più persone stanno scegliendo di coltivarsi gli ortaggi da se, in cortile o sul balcone.
E' fattibile?

Ovviamente è molto fattibile, e neanche troppo antieconomico.
Per iniziare serve un piccolo investimento, un vaso da 30 centimetri non in coccio (non so se è plastica o polietirene o come si chiama) che ospita una o massimo due piantine costa 2,50 euro, un po' più grandi che ne possono ospitare 3 o 4 costano 3,50 (ma i prezzi sono ovviamente soggetti alle varie zone).
Se vogliamo mettere su diverse piantine potrebbe essere neccessario fare un investimento non del tutto irrilevante, dipende anche da quanti vasi dovremo comprare.

Se si hanno a portata di mano delle cassette da frutta di legno, basta impearmilizzarla con della plastica, fare dei buchetti in fondo e buttarci il terriccio, risparmiati i soldi del vaso e ci stà tanta bella roba.

La soluzione "artigianale" costa molto poco, mentre se si prendono i vasi potrebbero partire anche 30 euro.
Il terriccio non costa tantissimo, diciamo che con 2 euro di terriccio si riempiono 3 vasi da 30 cm.
Per coltivare i pomodori si possono usare anche le "palle di mare". Avete notato che nelle spiagge l'inverno (d'estate ne restano solitamente molto poche) è pieno di queste palline che sembra quasi paglia? Ecco, prenderle, sbriciolarle e usarle come terriccio è una soluzione ottima per coltivare i pomodori, e soprattutto economica se il mare è a portata di mano.

Le piantine non dovrebbero costare troppo (ma ovviamente dipende anche questo dalla zona) io con neanche 2 euro ho portato a casa 12 piantine di pomodori da insalata (alcune morte... ma vabbè), per cui il prezzo ognuno non è per niente alto.
Se ti vendono le piante a 50 o 60 centesimi ciascuna è meglio se cerchi un altro posto dove comprarle...

Anche nel peggiore dei casi (prezzi alti) si dovrebbero spendere 5 euro per poter coltivare una pianta di pomodoro. Mediamente una pianta di pomodoro ben tenuta produce circa 8 kg di pomodori, che se non sbaglio si vendono da 1,80 euro al chilo a 1,30.
Ipoteticamente nel peggiore dei casi (prezzo pomodori al chilo più basso e costo materie più alto) basta già la prima pianta a ripagare l'investimento iniziale e darci anche un buon margine di risparmio.

Perchè ipoteticamente?
Perchè non possiamo sapere se le piante cresceranno tutte sane, mezzo rachitiche o produrranno poco, c'è sempre un margine di imprevedibilità.
Comunque sia se piantiamo 6 piantine in 6 vasi, e soltanto 2 vanno avanti come si deve, non si sarà andati comunque in perdita.

Comunque si parla di investimento iniziale, perchè poi dopo i vasi ci restano per un bel po' di tempo (sperando che non si rompano).

Cosa si può coltivare in vaso?
Pomodori, zucchine, peperoni, verdura, patate, fragole, fagioli, peperoncini, angurie... insomma, un po' di tutto.

Si risparmia seriamente, non bisogna stargli dietro troppo tempo (dipende anche da cosa si coltiva), si sa quelloche si mangia (il prezzo al chilo della roba biologica lievita molto, in questo caso il risparmio è ancora più alto), si hanno delle soddisfazioni, si impara qualcosa di utile e si inquina meglio (non voglio fare il fissato, ma l'effetto serra inizia a fare danni piuttosto pesanti).

Consiglio:
Nel caso non si disponga di vasi abbastanza grandi è possibile concimare il terriccio per tenere belle sane le piantine, in questo caso ci viengono molto d'aiuto i fondi di caffè: fertilizzanti perfetti e naturali.

Io mi sono piantato un po' di pomodori, le prime piantine hanno già quasi raddoppiato le dimensioni, spero bene...

Nessun commento:

Posta un commento