venerdì 4 maggio 2012

Quanto mi amano i lettori vegan: insulti e minacce di morte

Eh si, quanto mi amano questi amorevoli vegani...
Ogni giorno è giubilo: per loro non è solo il mattino ad avere l'oro in bocca, ma la giornata intera.
Infatti le espressioni di amore puro dei lettori occasionali di religione vegana, spesso da una botta e via, sono numerosissime e arrivano a tutte le ore. Molte sono datate anche alle 3 del mattino, a riprova che nonostante l'ora nulla impedisce a questi angeli di farmi un'esternazione benevola.

L'ultimo animo gentile ha lasciato proprio una bella sfilza di elogi e pensieri filosofici.
Voglio condividere con il mondo:

Anonimo
"Ciao noi siamo due poveri stupidi invasati religiosi ecc. Vegani.... se è possibile ci dai il tuo indirizzo?(Siete dell'altra sponda?) Sarebbe bello discuterne insieme (Potevi farlo, ma hai sprecato l'occasione)....magari incontrarti e spappolarti quella faccia di merda che immagino tu abbia...(Fa piacere vedere che fantasia e immaginazione non sono ancora morte) normalmente odiamo la violenza(!!!) , ma essendo fanatici e un pò (po popopo po po po, e così via) pazzoidi sarebbe divertente sbucciarti come fai tu con gli agnelli e arrostirti lentamente caro brutto pezzo di merda infame (Infatti si vede che odiando la violenza non sai proprio come farmi pagare il reato di fare quel cazzo che voglio e avere una mia idea...). io spero solo che ti torni indietro tutto quello che fai (Lo spero anche io, quando posso aiuto le persone, magari il karma esiste davvero, ma non è tornato indietro nulla, grazie del pensiero comunque), e ancor più spero che quell'ultima cellula di merda che ancora sopravvive nel tuo lurido cervello possa finalmente perire affinchè tu la smetta di parlare,di muoverti di esistere. Amen !"
Che pensiero gentile! Mi ha rallegrato il cuore.

Anonimo
"cretino e stupido sei propio (il pulcino pio diventato bravo: pro-pio) un mongoloide sparati"

Devono aver rinunciato alla grammatica e alle virgole per una scrittura "cruelty free", biologica e organica (di merda insomma).

Anonimo
"quindi spero che ti rimanga di traverso e che tu moia (vuoi che muoro? cit.) non meriti di vivere sei il marcio di questo pianeta"
Da notare la sottilissima umiltà di questo individuo che non si arroga assolutamente il diritto di decidere chi deve vivere e non, basandosi soprattutto su futili motivi. Bella gioventù!

Anonimo
"io sai i che butterei via la tua mamma che ti a messo al mondo"
Che classe, che carisma, che imbecille... ti Ha messo al mondo, è un verbo!

Anonimo
"io invece a te ti farei morire piano piano a fatti soffrire come soffre un agnello"
Non ho ancora capito cosa cazzo c'entrano gli agnelli...

Proprio una bella ventata di buonumore. Questo è talmente ridicolo con il suo "ti ammazzo qui" e "ti ammazzo la" espresso alla bell'è meglio, viste le gravi lacune linguistiche, che non mi sono neanche incazzato.
Comunque lo metto in mostra così almeno qualcuno scopre perchè ho scritto alcuni post contro i vegani e mi evita le ridicole accuse di "pregiudizi" e "ignoranza".

18 commenti:

  1. Vegani fanatici, se non altro fanno tanto ridere, come tutti i fanatici :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il bello è che questi commenti li ha (hanno? si è firmato come fossero due o più) scritti per affermare che non sono fanatici come quelli delle sette religiose.
      Autogol

      Elimina
  2. Loro sì che rispettano la vita.
    Io mi cibo d'agnello sanguinolento tutto l'anno alla facciazza loro.
    Mi è pure venuta voglia di comprarmi una pelliccia a leggere queste cazzate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rispettano soprattutto gli altri...
      Bello come si incazzano quando parlo di soia, sostenendo che è un luogo comune che i vegani mangiano soia, e quando parlano loro mi tirano sempre in ballo gli agnelli, che a me non piacciono e non mangio mai.
      Secondo loro tutti i "mangiacadaveri" automaticamente mangiano gli agnelli, però non è un luogo comune se lo dicono loro...

      Magari una pelliccia la trovi in saldo visto che ormai non è più stagione, e aspetti all'inverno prossimo ad usarla

      Elimina
  3. Paolo, ex anonimo firmato4/5/12 13:43

    Tanto sappiamo che il "padre spirituale" dei vegan era Hitler in persona...
    http://www.earmi.it/varie/verde.htm
    Dicono che il "lavaggio del cervello" sia in realtà impossibile (oltre che il termine sia frutto di una sbagliata traduzione dal cinese), ma che il cervello semplicemente non funzioni è possibile, eccome se è possibile.
    Come è possibile azionare la lingua (o le mani se su una tastiera) senza verificare che il cervello sia inserito e funzionante... :D
    Non ho capito se quella vegan sia solo ignoranza o malafede.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono gli ignoranti e quelli in malafede che ci speculano su quella ignoranza.

      Sull'impossibilità del lavaggio del cervello ho alcuni dubbi, non si spiegherebbero gli invasati che insistono a difendere berlusconi e bossi...

      Elimina
  4. Gli animalisti che "piangono"(e soprattutto rompono i coglioni a chi non la pensa come loro) per i teneri e "dolci" agnellini pasquali, e blaterano di "liberazione animale", dovrebbero guardare questa scena:

    http://www.youtube.com/watch?v=INcW26-iyqU

    Questa è la sorte che purtroppo spetta alla stragrande maggioranza dei cuccioli di erbivori selvatici, pochi arrivano all'età adulta. L'uomo nella macellazione degli agnelli a primavera, imita la spietata selezione naturale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per questa gente cresciuta a pane, cartoni disney, ignoranza e cemento la natura è un concetto molto astratto (credimi, ho visto gente venire in sardegna e stupirsi della bellezza di "una gresuri" che è un cespuglio di rosi, o per un filare di fichi d'india che fanno da frangivento...), per questo motivo non sapendone un fico secco sono convinti che gli animali in natura non muoiono mai.

      Elimina
    2. Già, molti animalisti vegani sono convinti che la natura sia una madre benevola e generosa, mentre purtroppo non è così, spesso è una matrigna spietata! Io credo che se gli animali di allevamento hanno a disposizione spazi adeguati(quindi il problema etico al massimo ci può essere negli allevamenti intensivi), non soffrono molto più di quelli liberi(anzi probabilmente soffrono meno, visto che pur essendo condannati a morte, sono curati, vaccinati, e alimentati in abbondanza. E non devono lottare ogni giorno per la sopravvivenza), ma se provi a fare un discorso del genere ad un vegano, ti guarda come fossi il peggior criminale sulla faccia della terra!
      Hanno una visione troppo romantica e idealizzata della natura, e spesso più che amare gli animali, odiano chi non la pensa come loro

      Elimina
    3. Non credo che la vita media degli animali negli allevamenti sia inferiore a quella naturale.
      Moltissimi nascono morti (e negli allevamenti ci sono i veterinari), molti non superano i pochi giorni di vita (idem), o vengono sbranati vivi a pochi mesi (un colpo in testa e via).

      Per non parlare di carestie o branchi di predatori, come lupi o orsi, che attaccano anche quando sono adulti.

      Idealizzata è dire poco, ho visto che certi fricchettoni hanno provato a far diventare vegetariano niente popò di meno che un leone...

      Elimina
    4. Hai ragione, secondo gli animalisti questi sarebbero bufali liberi e felici:
      http://youtu.be/H1NGKLyXoGI

      mentre quest'altri schiavi torturati dall'uomo

      http://youtu.be/zibwpL-OtH8

      ma nella realtà probabilmente se la passano relativamente meglio quelli in allevamento, che quelli liberi nella savana

      Elimina
    5. Devi capire che youtube viene usato solo per insultare i "mangiacadaveri" e guardare earthlings, o altre cazzate propagandistiche.
      La realtà per loro non deve esistere, altrimenti non si sarebbero messi a ridere alla notizia che i maiali andavano a cercare i neonati nelle culle per sbranarli vivi

      Elimina
    6. Su youtube ci sono anche dei documentari bellissimi, e basta guardarli senza paraocchi ideologici per rendersi conto che la natura è bellissima e affascinante, ma anche dura, spietata e piena di insidie.
      Insomma gli animali che vivono allo stato brado, lottano tutti i giorni con le altre specie per la sopravvivenza, non è che sono sempre tranquilli e soddisfatti.
      Con questo non voglio affatto dire che dobbiamo snaturare la natura selvaggia, e addomesticare tutti gli animali, ma semplicemente che la liberazione animale è una cazzata. Gli animali non possono comunque scegliere(nemmeno quelli selvatici hanno scelto di dover lottare per la sopravvivenza in libertà), non hanno lo stesso nostro livello di consapevolezza, e quindi quelli che nascono in cattività, se vengono curati nel rispetto delle loro caratteristiche e bisogni etologici, non hanno NESSUNA NOSTALGIA DELLA LIBERTA'

      una volta, tanti anni fa, quando ero bambino, mentre ero andato a visitare un rettilario(mi pare all'acquario di Genova), c'erano delle signore un po' cretine che dicevano "poveri serpenti, costretti a vivere in queste teche così piccole"(evidentemente non sapevano che i serpenti in natura, quando non sono a caccia e hanno la pancia piena, passano quasi tutto il tempo in tane sotterranee, o cavità nelle rocce, che sono anche più strette di una teca!) E' da questa ignoranza di fondo, che nasce l'animalismo moderno.
      infatti tra gli animalisti, non ce n'è uno che abbia passato l'infanzia contatto con la natura, magari in una fattoria di campagna, o sulle montagne vicino a qualche bosco. Sono tutti nati e cresciuti senza aver mai visto un animale dal vivo(a parte quelli diffusi anche nelle città, come cani,gatti, piccioni e piccoli uccellini), e quindi si sono creati un'immagine mitizzata della natura

      Elimina
    7. Esatto, conoscono solo il cemento.
      Una volta un amico mi ha raccontato di aver parlato con gente di città, erano convinti che i polli avessero 4 ali perchè al supermercato vendevano le confezioni di due coppie di ali.

      In natura non esiste alcun animale vertebrato con più di quattro arti, ma vallo a spiegare ai "cementiferi"...

      Elimina
  5. Sono Vegetariano da anni, la carne non mi piace, me non mi sognerei mai di rompere i coglioni agli altri, o peggio, di cibare un neonato od un gatto (animale notoriamente Vegan!!!) solo a vegetali. Detesto i blog vegan. Detesto il fanatismo in generale. E stimo Pallequadre. In conclusione si, son vegetariano, ma non smetto mai di stupirmi della stupidità dei vegetariani e soprattutto dei fottuti mangiatori di soia (dicasi Vegani). Stima. Stefano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie
      Fai lo stesso ragionamento un mio amico, che ho scoperto essere vegan da poco, che odia chi è estremista in campo alimentare.
      Di solito i vegetariani sono molto più pacati in confronto ai vegan (per quel poco che ho potuto vedere con i miei occhi) sarà che la dieta vegetariana è equilibrata mentre quella vegan è spesso squilibrata e solo in pochi riescono a nutrirsi decentemente.

      Elimina
  6. I Vegani non sono quello che si crede,si ammantano di amare gli animali e di avere una fede in Dio che rasenta il Fanatismo ma in realtà sono crudeli e violenti come la lora razza: i Nazisti,hanno cambiato nome perche Nazist era troppo contro la morale che loro dicono di seguire,in realtà Vegan è solo uno pesudonimo di Nazism! Prima lo si capisce in Italia,prima si evita che quei porci riportino indietro ideali Hitleriani e di violenza perpetrata ai danni di chi la pensa diversamente da loro!
    Shark

    RispondiElimina
  7. Vogliamo parlare degli animalisti? Se dici che vai a pesca ti scannano vivo se a caccia ti fanno crepare la famiglia(dicono). Poi alla fine chi va a caccia o a pesca non li caga e passano per immaturi (almeno per 100%animalisti). Dulcis in fundo mio papà è animalista ma quando sente le notizie di sti maniaci storce il naso e cambia canale dicendo poi "non mi importa se vai a pesca o a caccia la mia libertà finisce dove comincia quella dell'altro e io non ho alcun diritto di assalirti per i tuoi ideali poiché non sono un fascista " di mio padre vado fiero lui si che e una persona con la testa

    RispondiElimina